Cardiologia Ospedale Como

 
4.8 (4)
2497  
Scrivi Recensione

Ospedali

Il reparto di Cardiologia e Unità Coronarica dell'Ospedale Sant'Anna di Como, situato nella nuova sede di San Fermo della Battaglia in via Ravona, ha come Direttore responsabile il Dott. Carlo Campana. L'Unità Operativa, situata al piano +1 Verde nel settore Degenza Medica 3, opera nelle seguenti sezioni: Unità Coronarica; Laboratorio di Elettrofisiologia Elettrostimolazione; Laboratorio di Emodinamica Terapia Interventistica Cardiologia; Diagnostica Cardiologica. Il reparto ha come principale obbiettivo quello di attenuare il peso epidemiologico delle malattie cardiovascolari, ponendo inoltre particolare attenzione alle Sindromi Coronariche Acute (infarto e angina). Ambulatori afferenti al reparto sono i seguenti: Visite cardiologiche; Ecocardiografia; Test ergometrico; Controlli pace-maker. Fanno parte dell'equipe medica dell'unità operativa i dottori Bonatti Roberto, Botto Giovanni Luca, Butti Elena, Comolli Fabrizio, De Nittis Giuseppe, Di Michele Liliana, Dovico Ermanno, Fasana Simona, Galli Mario, Jemoli Rosanna, Laface Margherita, Lissi Claudio, Lombardi Rossana, Mariconti Barbara, Moroni Enrico, Pentimalli Francesco, Russo Filippo, Russo Giovanni, Sali Marco, Tettamanti Franco, Zerboni Santo Claudio.


Recensione Utenti

Opinioni inserite: 4

Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
4.0  (4)
Assistenza 
 
5.0  (4)
Pulizia 
 
5.0  (4)
Servizi 
 
5.0  (4)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
  • Competenza
  • Assistenza
  • Pulizia
  • Servizi
Commenti
Ospedali
 sì
 no
Lo staff medico e lo staff infermieristico, ai quali porgo un sentito grazie, si è dimostrato molto competente e professionale.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0
Opinione inserita da Rosario Vicinzino 19 Gennaio, 2013

Apprezzamento

Lo staff medico e lo staff infermieristico, ai quali porgo un sentito grazie, si è dimostrato molto competente e professionale.

Patologia trattata
Infarto miocardico acuto senza sopraslivellamento del tratto ST (NSTEMI) da occlusione IVA media.
Consiglieresti questo reparto?
Trovi utile questa opinione? 
Ricoverato per l'affezione specificata, il primario scrive:
"Il 5/9 si è proceduto a coronarografia completata da PTCA+DES stent su ramo IVA (stent DES 3.0x20mm al tratto medio".
Terapia: "dato che il paziente già assume DUOPLAVIN, tale terapia è assolutamente idonea alla gestione post -PTCA e stent con la rigida prescrizione a proseguirla per i prossimo 12 mesi".
Penso io: se il DUOPLAVIN fosse stato sufficiente ed efficace, non sarei dovuto ricorrere al ricovero in ospedale e a non dover essere sottoposto ad angioplastica.
Il 26/9 nuovo ricovero, in quanto la terapia "assolutamente idonea" non è stata per nulla sufficiente e quindi, il 29/9 "si è proceduto a coronarografia completata da PTCA+DES stent su coronaria destra (stent DES everolimus 3,5 x 16mm al tratto medio) e conferma di buon risultato sul pregressa procedura di IVA"....
Terapia: "dato che il paziente già assume DUOPLAVIN, tale terapia è assolutamente idonea alla gestione post - PTCA".
Ma non è bastata una prima volta? Cuiusvis hominis est errare: nullius nisi insipientis, in errore perseverare. Questo lo diceva Cicerone, non io!
C'è anche che "errare humanum est, perseverare autem diabolicum sed fortuitamente e fortunatamente per me, tertia non datur!, infatti sono stato ricoverato per la terza volta (fortunatamente ripeto per me) non al S.Anna, ospedale nuovo, bello e con servizio infermieristico al top, ma al S.Vincenzo di Taormina. Struttura con i suoi anni ma dignitosa, con servizi sufficienti ma MEDICI AL TOP!!
Rioperato al S.Vincenzo, il DUOPLAVIN per me non è stato ritenuto "ASSOLUTAMENTE IDONEO!!". Oggi sto discretamente bene; mi hanno prescritto una terapia con ritrovati più moderni (forse a Como ancora sconosciuti) e più completa quindi, penso sempre io, se questa terapia mi fosse stata prescritta dopo il primo intervento, oggi sarei un SIGNOR EX PAZIENTE, anzichè la larva che mi sento oggi!!! Però avrei dovuto avere la fortuna di non trovarmi a Como, infatti l'Ospedale S.Anna non è stato da me scelto, bensì imposto dalle sfortunate circostanze.
C'é da aggiungere che, assieme alle lettere di dimissioni, mi sono state trasmesse due notule dell'importo di oltre 800 euro cadauna.
Io ho sempre pagato e continuo ancora a pagare per il S.S.N., ma quando i soldi per... vari motivi (quali i tre ricoveri, dei quali due, oltre che superflui, addirittura per me nocivi), vanno buttati al vento, allora sì, quelli andrebbero rimborsati, in quanto sperperati causando uno danno alla la Comunità: e da chi?!!!
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0
Opinione inserita da DI PRIA SANTO 05 Gennaio, 2013

Biasimo

Ricoverato per l'affezione specificata, il primario scrive:
"Il 5/9 si è proceduto a coronarografia completata da PTCA+DES stent su ramo IVA (stent DES 3.0x20mm al tratto medio".
Terapia: "dato che il paziente già assume DUOPLAVIN, tale terapia è assolutamente idonea alla gestione post -PTCA e stent con la rigida prescrizione a proseguirla per i prossimo 12 mesi".
Penso io: se il DUOPLAVIN fosse stato sufficiente ed efficace, non sarei dovuto ricorrere al ricovero in ospedale e a non dover essere sottoposto ad angioplastica.
Il 26/9 nuovo ricovero, in quanto la terapia "assolutamente idonea" non è stata per nulla sufficiente e quindi, il 29/9 "si è proceduto a coronarografia completata da PTCA+DES stent su coronaria destra (stent DES everolimus 3,5 x 16mm al tratto medio) e conferma di buon risultato sul pregressa procedura di IVA"....
Terapia: "dato che il paziente già assume DUOPLAVIN, tale terapia è assolutamente idonea alla gestione post - PTCA".
Ma non è bastata una prima volta? Cuiusvis hominis est errare: nullius nisi insipientis, in errore perseverare. Questo lo diceva Cicerone, non io!
C'è anche che "errare humanum est, perseverare autem diabolicum sed fortuitamente e fortunatamente per me, tertia non datur!, infatti sono stato ricoverato per la terza volta (fortunatamente ripeto per me) non al S.Anna, ospedale nuovo, bello e con servizio infermieristico al top, ma al S.Vincenzo di Taormina. Struttura con i suoi anni ma dignitosa, con servizi sufficienti ma MEDICI AL TOP!!
Rioperato al S.Vincenzo, il DUOPLAVIN per me non è stato ritenuto "ASSOLUTAMENTE IDONEO!!". Oggi sto discretamente bene; mi hanno prescritto una terapia con ritrovati più moderni (forse a Como ancora sconosciuti) e più completa quindi, penso sempre io, se questa terapia mi fosse stata prescritta dopo il primo intervento, oggi sarei un SIGNOR EX PAZIENTE, anzichè la larva che mi sento oggi!!! Però avrei dovuto avere la fortuna di non trovarmi a Como, infatti l'Ospedale S.Anna non è stato da me scelto, bensì imposto dalle sfortunate circostanze.
C'é da aggiungere che, assieme alle lettere di dimissioni, mi sono state trasmesse due notule dell'importo di oltre 800 euro cadauna.
Io ho sempre pagato e continuo ancora a pagare per il S.S.N., ma quando i soldi per... vari motivi (quali i tre ricoveri, dei quali due, oltre che superflui, addirittura per me nocivi), vanno buttati al vento, allora sì, quelli andrebbero rimborsati, in quanto sperperati causando uno danno alla la Comunità: e da chi?!!!

Patologia trattata
Cardiopatia ischemica cronica.
Consiglieresti questo reparto?
no
Trovi utile questa opinione? 
Un grazie allo staff medico ed infermieristico del reparto ed in particolare della terapia intensiva, soprattutto ad Alessandro che mi ha fatto sentire come a casa..
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0
Opinione inserita da Conti 07 Settembre, 2012

Ottima UTIC

Un grazie allo staff medico ed infermieristico del reparto ed in particolare della terapia intensiva, soprattutto ad Alessandro che mi ha fatto sentire come a casa..

Patologia trattata
Infarto.
Consiglieresti questo reparto?
Trovi utile questa opinione? 
E' un valido reparto in cui ho trovato medici assolutamente perfetti in tutto. Un particolare ringraziamento alla gentile dottoressa Fasana Simona per la sua cortesia e professionalità.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0
Opinione inserita da Luca F. 26 Luglio, 2012

Cardiologia S. Anna Como- dr.ssa Fasana

E' un valido reparto in cui ho trovato medici assolutamente perfetti in tutto. Un particolare ringraziamento alla gentile dottoressa Fasana Simona per la sua cortesia e professionalità.

Patologia trattata
Controllo cardiologico sotto sforzo.
Consiglieresti questo reparto?
Trovi utile questa opinione?