Neuro-oncologia Istituto Neurologico Besta

 
4.3 (8)
5755  
Scrivi Recensione

Ospedali

Reparto
Il reparto di Neurologia 2 - Neuro-oncologia dell'Istituto Nazionale Neurologico Carlo Besta di Milano, situato in via Celoria 11, ha come Direttore f.f. il Prof. Antonio Silvani e come consulente di dipartimento Amerigo Boiardi. Il reparto si occupa della cura di pazienti affetti da tumore del sistema nervoso, seguendo il soggetto con neoplasia cerebrale in tutte le diverse fasi della malattia: diagnosi, intervento chirurgico, radioterapia, chemioterapia. In particolare alla U.O. di Neuro-Oncologia clinica competono l’assistenza e la ricerca clinica finalizzate all’ applicazione di protocolli terapeutici per il miglioramento della qualità di vita del malato. A livello ambulatoriale la struttura gestisce l'ambulatorio di Neuroncologia Adulti e l'Ambulatorio Generale di Oncologia. Fanno parte dell'equipe medica di reparto i dottori Andrea Botturi, Paola Gaviani, Elena Lamperti. Psicologi: Claudia Ivonne Finocchiaro, Alessandra Petruzzi.


Recensione Utenti

Opinioni inserite: 8

Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
4.4  (8)
Assistenza 
 
4.1  (8)
Pulizia 
 
4.8  (8)
Servizi 
 
4.0  (8)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
  • Competenza
  • Assistenza
  • Pulizia
  • Servizi
Commenti
Ospedali
 sì
 no
Consigliato di andare all'Istituto C. Besta da un neurologo di Palermo, effettuata visita dalla dott.ssa Lamperti nel 11/2013, che mi consigliava un ricovero c/o lo stesso istituto, in aprile 2014 mia moglie si ricovera e dopo una serie di complessi accertamenti le viene diagnosticata: PARAPARESI SPASTICA NEURO-DEGENERATIVA.
Struttura vecchiotta, ma competenza e professionalità eccelse caratterizzano tutto il reparto, con ottime coordinazioni fra medici.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0
Opinione inserita da Angelo 26 Ottobre, 2014

Paraparesi spastica

Consigliato di andare all'Istituto C. Besta da un neurologo di Palermo, effettuata visita dalla dott.ssa Lamperti nel 11/2013, che mi consigliava un ricovero c/o lo stesso istituto, in aprile 2014 mia moglie si ricovera e dopo una serie di complessi accertamenti le viene diagnosticata: PARAPARESI SPASTICA NEURO-DEGENERATIVA.
Struttura vecchiotta, ma competenza e professionalità eccelse caratterizzano tutto il reparto, con ottime coordinazioni fra medici.

Patologia trattata
Paraparesi spastica neuro-degenerativa.
Consiglieresti questo reparto?
Trovi utile questa opinione? 
Vanno dove altri non vanno, e sono all'avanguardia sulle terapie e sulle sperimentazioni. Personalmente lo reputo un ottimo reparto sotto ogni aspetto.

Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0
Opinione inserita da roberto 10 Mag, 2012

GBM IV su paziente giovane

Vanno dove altri non vanno, e sono all'avanguardia sulle terapie e sulle sperimentazioni. Personalmente lo reputo un ottimo reparto sotto ogni aspetto.

Patologia trattata
Glioblastoma IV stadio.
Consiglieresti questo reparto?
Trovi utile questa opinione? 
Quando a seguito di un'indagine diagnostica prendi atto che la tua vita è seriamente in pericolo, cercando con molta calma di non dare nulla per irrisolvibile devi, senza indugi di sorta, andare a cercare il "meglio" dal punto di vista ospedaliero che venga in tuo aiuto. Giusto il tempo delle formalità organizzative ed il mio ricovero presso il Centro Neurologico Carlo Besta di Milano diviene operativo grazie all'interessamento del dott. Andrea Salmaggi. Dopo gli esami di routine, tutta l'equipe, Salmaggi in testa, decide, ponderato il caso, di scommettere sull'intervento chirurgico per la risoluzione della malattia, pur non dando niente per scontato. Nell'arco di due mesi sono stati eseguiti due interventi delicatissimi al cervello ed al polmone. Grazie dott. Di Meco per avermi liberato il cervello. Grazie dott. Tavecchio del Centro Nazionale Tumori, per avermi liberato il polmone. Grazie a mia Moglie, anche lei medico, per aver fatto sì che tutto ciò che andava fatto fosse fatto. Dopo un minimo di recupero, sempre al Besta, mi è stato somministrato un ciclo di radioterapia al cervello. Da qualche giorno sono tornato a casa, nella mia Sicilia, e ho riabbracciato i miei figli. A breve il ciclo di chemio, a conclusione delle terapia. Quanto scritto, anche se sinteticamente, non vuole essere apologia, piuttosto un grazie infinito a tutti coloro, in primis al Padre Eterno, che hanno fatto sì di riaccendere in me la speranza ed il gusto di vivere la vita. Grazie Andreaa
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0
Opinione inserita da Filippo 28 Marzo, 2011

la vita è bella

Quando a seguito di un'indagine diagnostica prendi atto che la tua vita è seriamente in pericolo, cercando con molta calma di non dare nulla per irrisolvibile devi, senza indugi di sorta, andare a cercare il "meglio" dal punto di vista ospedaliero che venga in tuo aiuto. Giusto il tempo delle formalità organizzative ed il mio ricovero presso il Centro Neurologico Carlo Besta di Milano diviene operativo grazie all'interessamento del dott. Andrea Salmaggi. Dopo gli esami di routine, tutta l'equipe, Salmaggi in testa, decide, ponderato il caso, di scommettere sull'intervento chirurgico per la risoluzione della malattia, pur non dando niente per scontato. Nell'arco di due mesi sono stati eseguiti due interventi delicatissimi al cervello ed al polmone. Grazie dott. Di Meco per avermi liberato il cervello. Grazie dott. Tavecchio del Centro Nazionale Tumori, per avermi liberato il polmone. Grazie a mia Moglie, anche lei medico, per aver fatto sì che tutto ciò che andava fatto fosse fatto. Dopo un minimo di recupero, sempre al Besta, mi è stato somministrato un ciclo di radioterapia al cervello. Da qualche giorno sono tornato a casa, nella mia Sicilia, e ho riabbracciato i miei figli. A breve il ciclo di chemio, a conclusione delle terapia. Quanto scritto, anche se sinteticamente, non vuole essere apologia, piuttosto un grazie infinito a tutti coloro, in primis al Padre Eterno, che hanno fatto sì di riaccendere in me la speranza ed il gusto di vivere la vita. Grazie Andreaa

Patologia trattata
Adenocarcinoma con metastasi cerebrale.
Consiglieresti questo reparto?
Trovi utile questa opinione? 
E' dal 1993 che sono in cura con il dott. Salmaggi. 18 anni di vita affidati ad un uomo che sa il fatto suo e che si dedica con passione al suo lavoro e ai suoi pazienti. Sempre disponibile, non mi ha fatto mai sentire un ammalato. La cura e la dedizione che dedica al paziente lo elevano dal semplice ruolo di dottore. Prova ne è il tempo che trascorre tra le sale dell'ospedale e gli ambulatori per le visite mediche, dove si viene accolti come uomini/donne-pazienti. Nulla viene lasciato al caso e ogni domanda ha un suo preciso fine. Quasi una ricerca scientifica. La voglia di apprendere e finalizzare ogni dettaglio ad una precisa diagnosi, una cura, una risposta certa da dare.
Io venivo da una esperienza negativa passata con altri medici di un altro ospedale e la malattia ti porta sconforto, depressione, intolleranza, nervosismo; tutte cose che fai ricadere su chi ti sta vicino, famigliari e amici.
Una visita attenta e scrupolosa e poi una diagnosi che ti porti addosso come un'etichetta: Behcet!
Cos'è? Chi è? Qual'è la cura? Un'altra visita organizzata da Lui con altro Medico (Prof. Besana- la citazione è giusta e doverosa!), e la conferma è definitiva: sindrome di Behcet!
Una malattia dalla quale non guarisci ma con la quale ci convivrai per sempre.
18 anni di cure, fatica, costi, tempo che vedi bruciare tra le dita tra corsie di ospedali e ambulatori, tempo che non puoi dedicare ai tuoi cari.
Tempo che, grazie all'organizzazione sanitaria di ricerca dell'Ospedale Besta, ai suoi tanti medici neurologi, al suo personale, al Dott. Salmaggi, posso recuperare.
GRAZIE.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0
Opinione inserita da Maurizio Nicola Franco 20 Novembre, 2010

18 anni di vita

E' dal 1993 che sono in cura con il dott. Salmaggi. 18 anni di vita affidati ad un uomo che sa il fatto suo e che si dedica con passione al suo lavoro e ai suoi pazienti. Sempre disponibile, non mi ha fatto mai sentire un ammalato. La cura e la dedizione che dedica al paziente lo elevano dal semplice ruolo di dottore. Prova ne è il tempo che trascorre tra le sale dell'ospedale e gli ambulatori per le visite mediche, dove si viene accolti come uomini/donne-pazienti. Nulla viene lasciato al caso e ogni domanda ha un suo preciso fine. Quasi una ricerca scientifica. La voglia di apprendere e finalizzare ogni dettaglio ad una precisa diagnosi, una cura, una risposta certa da dare.
Io venivo da una esperienza negativa passata con altri medici di un altro ospedale e la malattia ti porta sconforto, depressione, intolleranza, nervosismo; tutte cose che fai ricadere su chi ti sta vicino, famigliari e amici.
Una visita attenta e scrupolosa e poi una diagnosi che ti porti addosso come un'etichetta: Behcet!
Cos'è? Chi è? Qual'è la cura? Un'altra visita organizzata da Lui con altro Medico (Prof. Besana- la citazione è giusta e doverosa!), e la conferma è definitiva: sindrome di Behcet!
Una malattia dalla quale non guarisci ma con la quale ci convivrai per sempre.
18 anni di cure, fatica, costi, tempo che vedi bruciare tra le dita tra corsie di ospedali e ambulatori, tempo che non puoi dedicare ai tuoi cari.
Tempo che, grazie all'organizzazione sanitaria di ricerca dell'Ospedale Besta, ai suoi tanti medici neurologi, al suo personale, al Dott. Salmaggi, posso recuperare.
GRAZIE.

Patologia trattata
Sindrome di Behçet.
Consiglieresti questo reparto?
Trovi utile questa opinione? 
Sono arrivato al Besta dopo già 20 gg. di ricovero presso un'altra struttura, nella quale alla mia disgrazia non solo non avevano ancora dato un nome, nonostante ripetute indagini anche invasive, ma dove consideravano i miei giorni passati immobile in un letto come niente. Al Besta ci sono venuto per la rinomata e pluriconsigliata competenza del Prof. Salmaggi, ma insieme a questa ho trovato molto altro: il primo conforto dopo il lungo viaggio, appena arrivato in reparto me lo ha dato proprio il primario con un sorriso, una stretta di mano e un confortante "stia tranquillo, capiremo che accade". Quindi sono iniziate le indagini complete e approfondite di uno staff medico preparato e perfettamente organizzato, guidato dal Prof. Salmaggi in primis. Il reparto poi è perfettamente organizzato con gentilezza, cortesia, disponibilità da parte di tutti gli operatori che assistono e curano i pazienti con comprensione e gentilezza. Con le cure farmacologiche sono migliorato e nel frattempo abbiamo anche dato un nome e una posizione al mio nemico, che adesso deve solo essere asportato. GRAZIE A TUTTO IL REPARTO DI NEUROLOGIA B.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0
Opinione inserita da Livio Iurilli 02 Ottobre, 2010

COMPETENZA, ORGANIZZAZIONE, CORTESIA: PERFETTO

Sono arrivato al Besta dopo già 20 gg. di ricovero presso un'altra struttura, nella quale alla mia disgrazia non solo non avevano ancora dato un nome, nonostante ripetute indagini anche invasive, ma dove consideravano i miei giorni passati immobile in un letto come niente. Al Besta ci sono venuto per la rinomata e pluriconsigliata competenza del Prof. Salmaggi, ma insieme a questa ho trovato molto altro: il primo conforto dopo il lungo viaggio, appena arrivato in reparto me lo ha dato proprio il primario con un sorriso, una stretta di mano e un confortante "stia tranquillo, capiremo che accade". Quindi sono iniziate le indagini complete e approfondite di uno staff medico preparato e perfettamente organizzato, guidato dal Prof. Salmaggi in primis. Il reparto poi è perfettamente organizzato con gentilezza, cortesia, disponibilità da parte di tutti gli operatori che assistono e curano i pazienti con comprensione e gentilezza. Con le cure farmacologiche sono migliorato e nel frattempo abbiamo anche dato un nome e una posizione al mio nemico, che adesso deve solo essere asportato. GRAZIE A TUTTO IL REPARTO DI NEUROLOGIA B.

Patologia trattata
Grave paralisi con ipoastenia dal torace in giù, dovuta a emorragia all'interno del midollo spinale di natura sconosciuta.
Consiglieresti questo reparto?
Trovi utile questa opinione? 
La mia storia è un calvario doloroso e difficilissimo,durato quasi tre anni...Nell'ottobre 2003 sono arrivato da Cremona, dove ormai non avevo più speranza per la mia vita, nel reparto di Neurologia 2 e sono stato affidato alle cure del dott. Salmaggi. A questo medico (ora direttore, titolo ben meritato, di questo reparto!) devo tanto, devo tutto! Mi ha ridato la vita, e non è un modo di dire!!! Ha lottato per me con tenacia, costanza, senza arrendersi mai per dare un nome alla mia malattia e rimettermi in salute! E ce l'ha fatta!!! E' stata dura, il mio caso era complicato e raro ma il dott. Salmaggi non ha mai mollato (e nemmeno io) sebbene a volte la disperazione fosse tanta (sembrava non ci fosse via d'uscita) Il dottore però mi è stato vicino con tale umanità che a volte mi sorprendeva...
Dopo 7 anni rendo testimonianza di un'esperienza che ha lasciato un segno forte e indimenticabile. In famiglia ne parlo ancora e ricordiamo con affetto tutto il personale, infermieristico e non, che si è prodigato per rendermi la degenza la migliore possibile: in quel lungo passaggio obbligato sono stato come in famiglia.
Nutro grande stima e affetto per il dott. Salmaggi, ottimo professionista che a tutt'oggi mi segue per controlli un paio di volte all'anno (tutto prosegue per il meglio) e per i suoi collaboratori.
Grazie, grazie per sempre!!!
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0
Opinione inserita da Fausto C. 08 Giugno, 2010

mi hanno salvato la vita

La mia storia è un calvario doloroso e difficilissimo,durato quasi tre anni...Nell'ottobre 2003 sono arrivato da Cremona, dove ormai non avevo più speranza per la mia vita, nel reparto di Neurologia 2 e sono stato affidato alle cure del dott. Salmaggi. A questo medico (ora direttore, titolo ben meritato, di questo reparto!) devo tanto, devo tutto! Mi ha ridato la vita, e non è un modo di dire!!! Ha lottato per me con tenacia, costanza, senza arrendersi mai per dare un nome alla mia malattia e rimettermi in salute! E ce l'ha fatta!!! E' stata dura, il mio caso era complicato e raro ma il dott. Salmaggi non ha mai mollato (e nemmeno io) sebbene a volte la disperazione fosse tanta (sembrava non ci fosse via d'uscita) Il dottore però mi è stato vicino con tale umanità che a volte mi sorprendeva...
Dopo 7 anni rendo testimonianza di un'esperienza che ha lasciato un segno forte e indimenticabile. In famiglia ne parlo ancora e ricordiamo con affetto tutto il personale, infermieristico e non, che si è prodigato per rendermi la degenza la migliore possibile: in quel lungo passaggio obbligato sono stato come in famiglia.
Nutro grande stima e affetto per il dott. Salmaggi, ottimo professionista che a tutt'oggi mi segue per controlli un paio di volte all'anno (tutto prosegue per il meglio) e per i suoi collaboratori.
Grazie, grazie per sempre!!!

Patologia trattata
Pachimeningite di natura tubercolare.
Consiglieresti questo reparto?
Trovi utile questa opinione? 
La mia gemella è morta nell'ottobre 2008 per una recidiva non diagnosticata dai medici del Besta che la seguivano da diversi anni. Dopo l'intervento invece di entrare in terapia intensiva come c'era stata detto, l'hanno riportata in camera perche' non c'era il posto letto. Voglio ricordare anche ai medici che l'avevano in cura di quel disgraziato giorno che l'hanno inviata in fin di vita senza avvisare i familiari e senza assistenza al San Carlo per una semplice ecografia all'addome .
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0
Opinione inserita da liliana 23 Novembre, 2009

dolore e delusione

La mia gemella è morta nell'ottobre 2008 per una recidiva non diagnosticata dai medici del Besta che la seguivano da diversi anni. Dopo l'intervento invece di entrare in terapia intensiva come c'era stata detto, l'hanno riportata in camera perche' non c'era il posto letto. Voglio ricordare anche ai medici che l'avevano in cura di quel disgraziato giorno che l'hanno inviata in fin di vita senza avvisare i familiari e senza assistenza al San Carlo per una semplice ecografia all'addome .

Patologia trattata
Glioblastoma.
Consiglieresti questo reparto?
no
Trovi utile questa opinione? 
La struttura è vecchiotta ma ottima la professionalità del dottor Salmaggi e l'umanità delle infermiere.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0
Opinione inserita da federica 28 Gennaio, 2009

accertamenti

La struttura è vecchiotta ma ottima la professionalità del dottor Salmaggi e l'umanità delle infermiere.

Patologia trattata
Lesioni cerebrali.
Trovi utile questa opinione?