Oculistica Ospedale Luigi Sacco

 
4.2 (17)
4784  
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Oculistica dell'Ospedale Luigi Sacco di Milano, Azienda Ospedaliera - Polo Universitario situato in via Giovan Battista Grassi 74, ha come Dirigente Responsabile il professor Giovanni Staurenghi. Il reparto svolge attività chirurgica indirizzata principalmente agli interventi per cataratta, glaucoma, distacco di retina e chirurgia degli annessi e delle vie lacrimali, disponendo inoltre di un ambulatorio attrezzato con moderne apparecchiature diagnostiche e terapeutiche. Nel campo della ricerca la divisione è impegnata in studi clinici internazionali sulla degenerazione maculare senile, le occlusioni retiniche, la retinopatia diabetica ed il glaucoma.


Recensioni dei pazienti

17 recensioni

 
(8)
 
(5)
 
(3)
 
(1)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
4.2
 
4.9  (17)
 
4.3  (17)
 
4.0  (17)
 
3.7  (17)
Recensioni più utili
Voti (il più alto è il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Ospedali
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Romana Mazzotta
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Difficile dare un voto

Milano, il 12 febbraio 2015
Le critiche e richieste di spiegazioni servono spesso a migliorare sè stessi e le organizzazioni. Per questo sento di dover comunicarVi ciò che mi è capitato in questi ultimi giorni.

Il Prof. Roberto Ratiglia mi aveva avvisata anni orsono, che qualora io vedessi “ondulato”, mi sarei dovuta recare immediatamente ad un pronto soccorso.
Il giorno 5 febbraio mi trovavo a Reggio Emilia, e proprio quella stessa sera, questo è avvenuto. Il giorno seguente vi era un vero caos causa neve, tanto che la città fu quasi bloccata, incluso i treni, ecc. per diversi giorni.
Il giorno seguente, nonostante le difficoltà ho deciso e sono riuscita a recarmi al pronto soccorso di RE, dove sono stata visitata da una giovane, bella, intelligente e gentile dottoressa, la quale mi ha visitata e scritto sul foglio di dimissione la documentazione della visita, terapia provvisoria e mi ha consigliato di recarmi dal mio medico ,oppure ad altro pronto soccorso per proseguo di eventuali ulteriori analisi e conseguente terapia.
Solo il giorno 10 sono potuta andare al pronto soccorso di Milano vicino, specificatamente all’Ospedale Sacco.
Ho spiegato il motivo della mia visita, e già la persona che mi ha accolto mi ha fatto obiezioni (che tuttora non ho capito) e mi ha comunque inviato al reparto oculistica.
Arrivata all’accettazione, e spiegato la stessa cosa, l’impiegata addetta allo sportello mi ha chiesto in un modo scocciato ed aggressivo: “Ed io che ci posso fare?” e di nuovo mi ha dato una spiegazione che non ho capito, tipo che non aveva a che fare col pronto soccorso, ecc. (ma era al reparto oculistico che mi ero recata). Ho cercato di rispiegare che mi era stato detto di andare lì. E poi ho incalzato “Come si permette di usare questo tono, quando viene stipendiata dalla comunità, che siamo anche noi?”
Mi ha risposto male, cercando di dire che lei non mi aveva usato malo modo (le parole pronunciate lo motivano), e anzi spiegava alle persone in fila come me che lei aveva ragione. Non ho voluto discutere, e le ho detto “Me ne vado”. Mi sono recata nuovamente al pronto soccorso ed ho informato la persona che mi aveva ricevuto la prima volta, e che mi aveva inviata a quel reparto, che sarei andata altrove. La risposta fu “che lui aveva cercato di spiegarmelo anche prima” (che cosa esattamente non l'ho capito, perché avevo fatto esattamente come mi avevano detto di fare).

Mi sono recata all’ospedale Maggiore Ca' Granda di Milano, padiglione La Marmora, direttamente stavolta, e l’infermiera gentilissimamente mi ha spiegato di andare al pronto soccorse di quello stesso Ospedale, cosa che ho fatto.
La dottoressa al pronto soccorso mi ha visitata, mi ha fissato un appuntamento per una fluorangiografia direttamente
per il giorno 18.2.2015, il tutto completamente gratuito come regolamento della Lombardia. GRAZIE.

Io contesto:
1. Il malo modo di trattare i pazienti all’accettazione presso il reparto oculistica dell’Ospedale Sacco
2. Non capisco nemmeno il motivo di tante obiezioni da parte del pronto soccorso dell’Ospedale Sacco
3. Non capisco il motivo per cui se in un ospedale questa prassi non va bene, perché vada bene all’Ospedale Policlinico
4. Mi domando se ha sbagliato l’Ospedale Sacco oppure il Policlinico ad accettarmi, in questo caso avrebbe anche sbagliato
la Dottoressa di Reggio Emilia a rimandarmi ad un pronto soccorso.
5. In ogni caso vi è un disguido di organizzazione. Altri pazienti in peggior stato di salute di me si vedrebbero inviati in qua ed in là inutilmente.

Altra cosa sottolineo, che certe persone si sentono investite di autorità appena si trovano dietro ad uno sportello e spesso sono aggressive ed autoritarie. Le cose sono migliorate da alcuni decenni a questa parte, ma non abbiamo ancora ottenuto la gentilezza e rispetto dovuto.

Credo che sia possibile rivedere la routine ed organizzazione per un miglior servizio verso il pubblico che ci spetta. E’ finito il tempo dei sudditi.
Questa lettera verrà inviata per posta per fornire tutta la documentazione ed i dettagli del caso.

Distinti saluti, Romana Mazzotta

Patologia trattata
Oculare.
Trovi utile questa opinione? 
bellati gianmario
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

Oculistica - maculopatia

Il reparto è molto valido sotto ogni aspetto. In particolare il personale è composto da professionisti molto competenti e disponibili.

Patologia trattata
Maculopatia.
Trovi utile questa opinione? 
sergio mantovani
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

L'eccellenza dell'equipe del prof. Staurenghi

In un piccolo reparto che la grande quantita' di pazienti mette sempre a dura prova. Si rimane stupiti dalla professionalità, dalla disponibilità e dall'umile rispetto con cui ci si sente trattati.
Una realtà da tesoro della sanità, una risorsa che va sostenuta e potenziata alla quale dobbiamo tanta riconoscenza per quanto è stato fatto e per quello che in futuro ci farà "VEDERE"!!!!
Sergio Mantovani

Patologia trattata
Maculopatia retinica.
Trovi utile questa opinione? 
Claudio Polonio
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Maculopatia

Massimo rispetto e cortesia verso i pazienti, quasi totalmente persone anziane, da parte del personale amministrativo, sanitario e soprattutto da parte dei medici di questo reparto.

Patologia trattata
Maculopatia.
Trovi utile questa opinione? 
Francesca Giordano
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
3.0

Disservizi

Mio padre, 88 anni è affetto da maculopatia degenerativa.
Sono 2 anni che si reca presso questo reparto per controlli ed iniezioni. Il personale medico è preparato, gentile, competente.
L'organizzazione, le persone che si trovano ai vari sportelli e il personale paramedico spesso lasciano troppo a desiderare.
Proprio ieri ho accompagnato mio padre per un'urgenza: non avevamo il numero di prenotazione e siamo finiti in fondo alla coda: 1 ora e mezza di attesa.
Un'altra mezz'ora abbondante di attesa per il primo controllo, della durata di 5 minuti scarsi.
2 ore di coda per il secondo controllo.
Abbiamo effettuato il pagamento del ticket e ci siamo muniti di nr. per prenotare con urgenza l'iniezione insieme ad una trentina di pazienti, anch'essi stremati dalle lunghe attese. Su 10 pazienti, 9 anziani. Alle 15.15 esce dall'ufficio prenotazioni tale sig.ra Santina, che annuncia che dato che il suo turno sarebbe terminato da lì a mezz'ora, lei se ne sarebbe andata e chi non fosse riuscito a prenotare avrebbe dovuto tornare un' altra volta... Abbiamo chiamato il primario del reparto, che ha dovuto chiamare un'altra persona, che per fortuna è riuscita a terminare il lavoro .
Per non parlare dell'atteggiamento scostante dell'impiegata dell'accettazione, e della battuta molto infelice dell'infermiera che ha fatto il prelievo a mio padre (88 anni, ma lucido e con parecchi neuroni in più di questi personaggi ) ... questa signora, non avendo sentito mio papà una domanda che gli era stata rivolta, quando lui si è seduto per l' esame ha detto alla collega :" questo è sordo ".
Al termine dell'analisi, uscendo, mio padre le ha detto: "non sono sordo, mi sfugge qualche parola ".
porto il mio genitore come esempio, ma ho visto trattare da deficienti molti anziani soli : ci arriverete pure voi, a queste età, e vi auguro di trovare chi vi tratta da idioti.
Se non siete in grado della minima empatia, perchè avete scelto di lavorare in quest' ambito ???

Patologia trattata
Maculopatia degenerativa.
Trovi utile questa opinione? 
Piero Gallo
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti

Nel mese di luglio u.s. sono stato operato presso la divisione di oculistica diretta dal Prof. Staurenghi per distacco di retina.
Desidero esprimere il mio personale apprezzamento per tutta la èquipe.
Tutti professionali, umani e disponibili.
Un apprezzamento speciale al Dott. M. Cereda che ha una particolarità rispetto a molti medici: la sua umanità che gli permette di avvertire e comprendere i bisogni dei pazienti e a dargli la giusta risposta, oltre alla sua indiscutibile competenza e professionalità.
Grazie.

Patologia trattata
Distacco retinico.
Trovi utile questa opinione? 
bartolomeo aprile
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Dottor Cereda UN ANGELO CUSTODE

Per la mia patologia ho incontrato un angelo che mi ha preso per mano e non mi ha mai abbandonato. Durante l'intervento sentivo una serenità incredibile. Una voce sicura, pacata, controllata nei toni mi dava tranquillità. Anche se non vedevo, capivo che delle mani sicure lavoravano con competenza e professionalità eccezionale. Dopo circa un'ora l'intervento terminò. Grazie dottor Cereda!!!! Grazie angelo custode.

Patologia trattata
Pucker maculare + cataratta.
Trovi utile questa opinione? 
Angela Pasqua
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Eccellenza pubblica

Una meravigliosa esperienza 5 stelle in una struttura pubblica.
Le sedie d'attesa sono rotte, la struttura è fatiscente, ma quando si entra a contatto con l'equipe del prof. Staurenghi si trova competenza, professionalità, sensibilità e amore per il proprio lavoro.
Il professore è straordinario sotto tutti i punti di vista e i suoi collaboratori sono come lui.
Grazie, grazie, grazie.

Patologia trattata
Aneurisma oculare.
Trovi utile questa opinione? 
giancarlo
Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
4.0

Maculopatia

Sono qui in cura da 3 anni, sto facendo le iniezioni direttamente nel bulbo oculare; ad oggi la mia situazione è stabile e devo dire che l'assistenza è buona.

Patologia trattata
Macula umida.
Trovi utile questa opinione? 
eugenia valtulina
Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Un approdo sicuro

Per chi, come me, combatte da anni con questa malattia, l'ambulatorio del professor Staurenghi è un approdo sicuro: non saprei come altrimenti definire la sensazione con cui entro per i controlli e le cure del caso. E ringrazio di cuore il professore e tutta l'equipe per la competenza, la pazienza e l'attenzione con cui ci seguono e capiscono.

Patologia trattata
Degenerazione maculare miopica.
Trovi utile questa opinione? 
orietta maninetti
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Umanità, professionalità, accoglienza

Ho inviato questo sms al prof. Staurenghi oggi 29/05/2013:
Gentile professore, stamattina sono stata testimone di un episodio di profonda umanità, professionalità accoglienza e amore da parte del suo staff verso una paziente in difficoltà. L'atmosfera da Lei è sempre accogliente, ma oggi in modo particolare. Complimenti,
Orietta Maninetti

Patologia trattata
Maculopatia degenerativa.
Trovi utile questa opinione? 
Eugenia
Voto medio 
 
3.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Meno male che ci sono

Sappiamo di avere una malattia che al momento lascia poco spazio all'ottimismo, ma il professor Staurenghi e tutti i medici, infermieri e assistenti, riescono sempre a farti sentire che sei nel posto giusto per allungare il filo della luce in questi occhi tormentati. Sono anni che ogni due mesi al massimo vado ai controlli e trovo sempre più vergognosa la carenza di spazi in cui si trovano ad operare.

Patologia trattata
Degenerazione maculare miopica.
Trovi utile questa opinione? 
Angelo
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Guardiamo alla sostanza

In questo reparto, che frequento da due anni, vengono pazienti da tutta Italia, lo staff è numeroso e molto qualificato. Purtroppo lo spazio che gli hanno dedicato è esiguo per gestire le migliaia di pazienti e ci vuol pazienza, ma non si può certo dire che i medici e il personale addetto stiano con le mani in mano. Da mattina a sera ci sono centinaia di persone in attesa, ci sarà un motivo. Se gli orari non sono rispettati non è colpa del personale, che fa del proprio meglio per gestire tutti i pazienti; e comunque sono tutti nell'insieme cortesi. Certo, non c'è tempo per costruire un rapporto più personale, ma se si chiede c'è disponibilità, a partire dal Primario. Sarebbe bello se gli spazi potessero essere migliorati e ampliati, per dare a tutti un posto a sedere nell'attesa.

Patologia trattata
Degenerazione maculare miopica.
Trovi utile questa opinione? 
maria teresa pierini
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Zero privacy...

Negli ambulatori dove vengono visitati insieme più pazienti sembra di essere in una catena di montaggio.. nessun rapporto umano, nessuna spiegazione, medici frettolosi, attese lunghe nonostante avessi un appuntamento. Inoltre la struttura è pessima, ha sale d'attesa anguste e l'organizzazione è caotica.
I medici saranno anche bravi, ma il mio impatto è stato negativo.

Patologia trattata
Degenerazione maculare miopica.
Trovi utile questa opinione? 
e
Voto medio 
 
3.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

insufficiente nei servizi ottimo come medici

Nelle visite generali sono carenti nell'amministrare i pazienti.
Avevo appuntamento alle 10,30, mi sono presentato alle 10,00 e sono uscito alle 12,45 vedendo entrare in ambulatorio pazienti arrivati dopo di me e appuntamenti con orari dopo il mio..: per cortesia mi spiegate come funziona? potete migliorare il servizio? Grazie.
Ottimi comunque i medici e gli infermieri.

Patologia trattata
visita oculistica.
Trovi utile questa opinione? 
carmela
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

trombosi retinica

In base alla mia personale esperienza presso il reparto di oculistica dell'ospedale L. Sacco di Milano diretto dal Prof. Giovanni Staurenghi, in qualità di paziente riconosco l'elevata professionalità, competenza e umanità del Prof. Staurenghi e dell'intera equipe comprendente Medici e Personale Paramedico e per questo sono Loro profondamente grata. Ritengo che il Personale Direttivo dell'Ospedale debba tener sempre più conto dell'elevato contributo scientifico, professionale e di assistenza ai Paziente che questo Gruppo operativo svolge quotidianamente, rappresentando un raro esempio su ambito nazionale, di operosità e altissima competenza.

Patologia trattata
trombosi venosa retinica.
Trovi utile questa opinione? 
roberto
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
3.0

Andateci

Bisogna avere pazienza ma per le patologie retiniche è il miglior posto che si possa trovare, il primario è veramente il migliore.

Patologia trattata
maculopatia miopica.
Trovi utile questa opinione?