Oncologia Molinette

 
4.1 (3)
4101  
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Oncologia medica 1 dell'Ospedale Universitario Molinette San Giovanni Battista di Torino, situato in corso Bramante 88/90, ha come Direttore responsabile il Dott. Libero Ciuffreda (suppl.). Il reparto, inserito all'interno del Dipartimento di Oncologia, si occupa principalmente di neoplasie, comprese quelle non effettuabili tramite servizio di Day Hospital, di terapie ad alte dosi delle patologie tumorali di tipo solido e di urgenze oncologiche senza attesa. L'unità operativa esegue inoltre trattamenti con farmaci sperimentali previsti da trials nazionali ed internazionali, nonchè terapie per il controllo degli effetti collaterali della chemio-radioterapia. I pazienti afferiscono al Day hospital previa valutazione da parte dei medici della S.C. di Oncologia Medica 1. L’operatività del DH è garantita dalle ore 7.00 alle 19.00 dei giorni feriali.


Recensioni dei pazienti

3 recensioni

Voto medio 
 
4.1
Competenza 
 
4.0  (3)
Assistenza 
 
4.0  (3)
Pulizia 
 
4.3  (3)
Servizi 
 
4.0  (3)
Voti (il più alto è il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
30 Marzo, 2016
Cristina
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

E' necessario essere umani...

Mia madre è stata presa in cura nel Reparto di Oncologia del Dott. Ciuffreda dal Febbraio 2015 per una metastasi al fegato, dopo essere stata operata per un tumore al pancreas.
Da subito è stata seguita dalla Dott.ssa Spadi e il primo impatto è stato accogliente e professionale, ma poi la Dottoressa è andata in maternità e da allora non abbiamo più avuto la possibilità di avere un riferimento fisso. A ogni visita prima della seduta chemioterapica i dottori sono cambiati di volta in volta. Nonostante la professionalità e la cordialità degli infermieri, durante il percorso della malattia e della cura l’impressione è stata quella di essere in balia di dottori che si susseguivano, attenendosi a procedure senza fornire spiegazioni sulla progressione della malattia e della cura.
Quando si ha a che fare con una malattia di cui si conosce di per sè la gravità, ci si affida, e mia madre ha sempre combattuto e si è sempre adeguata alle poche spiegazioni fornite.
Tra i medici, la persona con cui abbiamo avuto la possibilità di vedere con più costanza c’è la Dott.ssa Satolli.
A ottobre era abbastanza evidente che le cure non stessero sortendo l’effetto desiderato. Verso la metà del mese ci siamo presentati come di consueto alla visita programmata settimanalmente, ma per l’ennesima volta hanno cercato di indirizzarci a una dottoressa mai vista prima. A quel punto abbiamo richiesto di poter aver un colloquio con il medico che aveva seguito mia madre con un pò più di assiduità rispetto agli altri, e così siamo riusciti ad essere ricevuti dalla Dott.ssa Satolli.
Beh, io quel colloquio non potrò mai dimenticarlo. Sono rimasta sconcertata dall’indisponenza della Dottoressa che ha liquidato mia madre con testuali parole “Signora, la malattia è peggiorata e non possiamo continuare con le cure... lei è peggiorata!”. Io e la mia famiglia potevamo essere al corrente che la malattia di mia madre fosse difficile da curare e non mi aspetto che i medici facciano miracoli, e non discuto sulle competenze mediche della dottoressa, ma non mi aspetto che possano annunciare una condanna a morte a mia madre con l’aria di chi le sta rubando tempo.
Quello che voglio sottolineare è che mia madre ha affrontato la malattia con una grande dignità e soprattutto lei non aveva mai perso la speranza, fino a quando è riuscita a togliergliela un medico. Questo mi è sembrato assurdo, grave e ingiusto, ma credo sia giusto ricordare che tra le competenze di un medico ci sia la capacità di sapersi rapportare in maniera umana con il paziente.

Patologia trattata
Tumore pancreas. metastasi epatiche.
Trovi utile questa opinione? 



02 Luglio, 2015
Bruna Miele
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Reparto stupendo

Sono stata in cura due settimane presso il reparto del professor Ciuffreda. Sono tutti molto professionali, dall'equipe medica agli studenti che praticano lo stage, sempre un sorriso, una parola di conforto. Mi sono sentita coccolata, curata, seguita... Continuate così.

Patologia trattata
Tumore al polmone e noduli al cervelletto e ghiandola surrenale.
Trovi utile questa opinione? 
13 Luglio, 2010
giovanni
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

grande oncologo

il dottor Ciuffreda, oltre ad essere un grande medico, è un grande uomo di un'umanità impressionante. il nostro è ancora un grande problema da risolvere, ma la sua abnegazione, il suo impegno, il suo grande cuore ci dà un coraggio che noi non pensavamo di trovare. in questi casi quando entri in quei reparti perdi tutto, ma lui con il suo sorriso con le sue parole con la sua intelligenza ci ha fatto trovare la speranza di una futura guarigione. io sono lo zio dell'ammalato che lui sta curando e personalmente non l'ho ancora conosciuto, ma i genitori ne dicono un bene enorme e rassicura anche noi. Mi piacerebbe conoscerla per dirle GRAZIE di cuore, fossero tutti come lei la malattia ci peserebbe meno. grazie di esistere. uno zio

Patologia trattata
tumore ai polmoni.
Trovi utile questa opinione?