Ospedale di Manerbio

 
3.8 (1)
1492  
Scrivi Recensione

Strutture

Indirizzo
Via G. Marconi 7, Manerbio (BS)
L'Ospedale di Manerbio, situato in Via G. Marconi 7 a Manerbio in provincia di Brescia, fa parte dell'Azienda Ospedaliera di Desenzano del Garda, che aggrega anche l'Ospedale di Leno, Ospedale di Desenzano del Garda, l'Ospedale di Gavardo, l'Ospedale di Salò e l'Ospedale di Lonato. La struttura, ubicata nelle immediate vicinanze del paese, dispone di 326 posti letto (di cui 301 per degenze ordinarie e 25 di Day Hospital) a cui vanno aggiunti 8 posti letto di Osservazione Breve Intensiva (OBI) di Pronto Soccorso, 15 culle del nido e 13 posti tecnici di emodialisi. Alle terapie intensive (coronarica, rianimatoria e di neonatologia) sono dedicati 17 posti letto. L'Ospedale di Manerbio eroga le proprie prestazioni attraverso le seguenti Unità operative: Oculistica, Chirurgia, Anestesia e Rianimazione, Ortopedia e Traumatologia, Otorinolaringoiatria, Ostetricia e Ginecologia, Nefrologia, Medicina Interna, Cardiologia e Unità Coronarica, Pediatria e Patologia Neonatale, Gastroenterologia e Endoscopia Digestiva, Radiodiagnostica.


Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
5.0  (1)
Assistenza 
 
2.0  (1)
Pulizia 
 
4.0  (1)
Servizi 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
  • Competenza
  • Assistenza
  • Pulizia
  • Servizi
Commenti
Strutture
Mia madre ha subìto un intervento di protesi al ginocchio. L'operazione è andata bene grazie al dottor Pasquali, competente, disponibile, professionale e ricco d'umanità, e al primario Cossandi, che però non ho avuto modo di conoscere personalmente. Assistendo mia madre per due interi giorni e una notte per delle complicazioni dovute all'anestesia, posso affermare che purtroppo il personale infermieristico non è stato altrettanto umano e gentile. Le richieste di aiuto delle anziane pazienti in camera con lei, (per vestirsi, per spostarsi dalla sedia al letto, o per avere un sollievo dal dolere intenso), spesso non venivano per niente soddisfatte, anzi, a volte cercavano di metterle a tacere dicendo loro di chiudere gli occhi e dormire; succedeva la stessa cosa anche a mia madre quando io non ero presente (me lo ha raccontato lei pregandomi di non lamentarmi per paura che la trattassero peggio). Naturalmente c'erano anche delle infermiere estremamente cortesi. Ho assistito anche a discussioni dei parenti con le infermiere, i quali puntualmente venivano lasciati in corridoio durante l'ora di entrata perchè facevano prelievi e medicazioni.
Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0
Opinione inserita da domenicamigliorati 23 Settembre, 2012

Ortopedia di Manerbio

Mia madre ha subìto un intervento di protesi al ginocchio. L'operazione è andata bene grazie al dottor Pasquali, competente, disponibile, professionale e ricco d'umanità, e al primario Cossandi, che però non ho avuto modo di conoscere personalmente. Assistendo mia madre per due interi giorni e una notte per delle complicazioni dovute all'anestesia, posso affermare che purtroppo il personale infermieristico non è stato altrettanto umano e gentile. Le richieste di aiuto delle anziane pazienti in camera con lei, (per vestirsi, per spostarsi dalla sedia al letto, o per avere un sollievo dal dolere intenso), spesso non venivano per niente soddisfatte, anzi, a volte cercavano di metterle a tacere dicendo loro di chiudere gli occhi e dormire; succedeva la stessa cosa anche a mia madre quando io non ero presente (me lo ha raccontato lei pregandomi di non lamentarmi per paura che la trattassero peggio). Naturalmente c'erano anche delle infermiere estremamente cortesi. Ho assistito anche a discussioni dei parenti con le infermiere, i quali puntualmente venivano lasciati in corridoio durante l'ora di entrata perchè facevano prelievi e medicazioni.

Patologia trattata
Protesi del ginocchio per necrosi.
Punti di forza
medici competenti, preparati, molto attenti al benessere fisico e psichico del paziente.
Punti deboli
parte del personale infermieristico poco cortese e poco, o per niente, attento ai bisogni del paziente.
Trovi utile questa opinione?