Ospedale Marino di Cagliari

 
3.9 (4)
Scrivi Recensione

Giudizio dei pazienti

Voto ospedale
 
3.9 (4)
Voto reparti
 
4 (70)
Indirizzo
viale Poetto, Cagliari
Telefono
070 6094454
L'Ospedale Marino di Cagliari, situato sul Lungomare Poetto a pochi minuti dal centro cittadino, costituisce il riferimento regionale per il trattamento delle lesioni midollari e la chirurgia dei reimpianti di arto superiore; inoltre è la struttura di riferimento per la medicina iperbarica per il centro e sud della Sardegna. Il presidio, dotato di 136 posti letto ordinari e 5 in regime di day hospital, è specializzato nell'area ortopedico – traumatologica e nella chirurgia d'urgenza. All'interno del presidio è presente un'Unità Spinale Unipolare, struttura altamente specializzata nell’assistenza ai pazienti mielolesi, e di una camera iperbarica, attiva 24 ore su 24, unica nel sud della Sardegna.


Recensioni dei pazienti

4 recensioni

Voto medio 
 
3.9
Competenza 
 
4.5  (4)
Assistenza 
 
4.0  (4)
Pulizia 
 
3.8  (4)
Servizi 
 
3.5  (4)
Voti (il più alto è il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
15 Settembre, 2016
Adriana Marras
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Pronto Soccorso *****

Oggi 15/09/2016 ho dovuto far ricorso urgente al Pronto Soccorso dell'Ospedale Marino di Cagliari. Sono stata prontamente accolta e visitata. Mi hanno tenuta in osservazione nel ricovero breve.
Un grazie particolare all'infermiere Stefano e al dott. Pillosu per la professionalità, l'umanità e la gentilezza con cui sono stata assistita. E grazie anche a chi ha collaborato per le mie analisi cliniche di protocollo. Lo stesso trattamento l'ho potuto constatare con altri 2 pazienti che sono stati insieme a me nella camera, di cui uno era un bimbo di meno di 2 anni.
Voto? 5 stelle *****
Grazie di cuore,
Marras Adriana

Patologia trattata
Sospetto infarto. Ma poi risultata altra patologia.
Trovi utile questa opinione? 



28 Mag, 2016
Roberto
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

U.O.C. Chirurgia d'Urgenza

Nei giorni scorsi ho lasciato la U.O.C. di Chirurgia d'Urgenza, concludendo un percorso terapeutico iniziato circa quattro anni e mezzo or sono.
Vi ero giunto per la prima volta in condizioni molto critiche, conseguenti all'aggravamento di una patologia congenita rara da cui sono affetto: pur essendomi sempre sottoposto a continui controlli, i sanitari fino ad allora consultati (anche presso presidi universitari) non avevano ancora individuato alcuna soluzione efficace. Con l'ultimo degli interventi subìti è stata eliminata una delle conseguenze più gravi e invalidanti determinate dalla mia patologia.
La gratitudine nei confronti del direttore del reparto, dott. Alessandro GARAU, coadiuvato in sala operatoria dal dott. Giuseppe PIPIA, non scaturisce però solo dal positivo risultato raggiunto, ma dalla capacità dimostrata nel sollecitare tutta la mia determinazione a guarire e nell'aiutarmi a ritrovare un'adeguata fiducia, dopo anni di delusioni, nel buon esito del trattamento terapeutico concordato. Il suo ruolo, in tal senso, ha sempre trovato sostegno da parte degli altri medici che lavorano all'interno del reparto, con i quali, in misura più o meno frequente, ho avuto occasione di avere rapporti.
Il contributo del personale infermieristico e O.S.S non è stato meno importante, contraddistinto, in larghissima parte, da disponibilità competenza e cortesia.
Insomma l' esempio di una realtà sanitaria nella quale ogni paziente vorrebbe poter fare affidamento, soprattutto se raffrontata a quella di altri presidi della città - "più conosciuti e celebrati" - che ho avuto modo di conoscere.
Tutto ciò nonostante le evidenti difficoltà di natura strutturale e organizzativa, non dipendenti dalla gestione del reparto, che i medici, il personale e, di conseguenza, i pazienti sono chiamati ad affrontare quotidianamente.
Grazie a tutti!!!

Patologia trattata
Fistola del retto medio in paziente affetto da teleangectasia emorragica ereditaria.

Resezione parziale del tramite fistoloso, resezione ascesso, drenaggio; resezione retto-colica anteriore con contemporanea colostomia sinistra;
ricanalizzazione colo-colica mediante chiusura di colostomia laterale sinistra e riparazione della parete addominale in relazione di ernia parastomale.
Trovi utile questa opinione? 
08 Settembre, 2015
elena
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Una paziente in soccorso dell'ospedale Marino

Perchè trasformarlo in un centro di riabilitazione o in un grande albergo? Forse chi prende queste decisioni non è al corrente dell'utilità dell'ospedale.
Vicino ai cittadini, è raggiungibile in pochissimo tempo. E' specializzato nella cura ortopedica e vanta una grande professionalità nella chirurgia d'urgenza. Io ho avuto necessità di entrambi in occasioni diverse e devo ringraziare tutte le persone che si sono occupate della mia salute, in particolare il dottor Garau e la dottoressa Pillai per le cure e l'assistenza, e tutto il reparto per il lavoro che fanno con passione, amore e competenza.

Patologia trattata
Operazione per frattura scomposta gomito destro.
Operazione rimozione polipo dall'intestino.
Punti di forza
Medici e infermieri.
Punti deboli
Le camere, perchè non ti puoi scegliere le compagne.
Trovi utile questa opinione? 



26 Ottobre, 2013
pino
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Ortopedia: esperienza nel 2003

Sono stato ricoverato nel 2003, causa incidente stradale, nel reparto di clinica ortopedica dell'ospedale Marino di Cagliari, per una frattura a piatto tibiale, frattura menisco e frattura perone. Nel farmi la lastra gli infermieri, senza il minimo criterio, mi hanno mosso la gamba causandomi dolori lancinanti e facendomi urlare di dolore. Poi sono stato ricoverato in una camera di 4 persone, io ero il 5°, non avevo il pulsante per chiamare l'infermiere ed ero costretto a svegliare il mio vicino... Dopo l'operazione mi hanno consigliato di mettere una borsa del ghiaccio e poggiare la gamba su un cuscino, ebbene, morale: li ho dovuti portare io da casa oltre all'abatjour, visto che allettato non avevo altro da fare che leggere libri o giornali. Nella mia camera c'era un vecchio arteriosclerotico, che si faceva la cacca addosso e la tirava intorno a sè.. ne e' rimasto un pezzo attaccato al muro per giorni e giorni perche' entravano gli infermieri e non la rimuovevano, perche' dicevano che non spettava loro fare questo tipo di cose (e noi là dentro 24 ore al giorno a sniffarci i profumi). Il ricovero è stato un incubo, non vedevo l'ora di andarmene. Per fortuna i chiodi li ho fatti togliere a Bologna al Rizzoli e mi han detto che hanno fatto un buon lavoro a Cagliari. Morale: degenza e ricovero da schifo, operazione ottima.

Patologia trattata
Riduzione frattura piatto tibiale menisco e perone.
Punti di forza
equipe medica in sala operatoria.
Punti deboli
il reparto e la degenza.
Trovi utile questa opinione? 

Altri contenuti interessanti su QSalute