Ospedale pediatrico Santobono di Napoli

 
2.7 (6)
2062  
Scrivi Recensione

Strutture

Indirizzo
Via Mario Fiore 6, Napoli
L'Ospedale pediatrico Santobono è situato a Napoli in Via Mario Fiore 6 e fa parte dell'Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale Santobono- Pausilipon. La missione strategica della struttura è soddisfare i bisogni assistenziali di tutti i cittadini in età pediatrica, garantendo prestazioni di prevenzione cura e riabilitazione efficaci, efficienti e tempestive, erogate nel rispetto della persona ed in condizioni di assoluta sicurezza. L'Ospedale pediatrico Santobono eroga prestazioni all'interno delle seguenti strutture complesse S.C., strutture semplici S.S. e strutture semplici dipartimentali S.S.D.: Pediatria Sistematica, Pediatria ad indirizzo Immuno-reumatologico, Pediatria ad indirizzo Broncopneumologico, Pediatria ad indirizzo Infettivologico Gastronutrizionale e C.R.Laishmanica, Pediatria ad indirizzo Auxologico ed Endocrinologico, Servizio Gastroenterologia Endoscopia Digestiva, Dermatologia, Nutrizione Artificiale e Domiciliare, Odontoiatria, Otorinolangoiatria, Chirurgia Generale e di Pronto Soccorso, Ortopedia e Traumatologia, Oculistica, Retinopatia del prematuro, Day Surgery, Chirurgia Protesica per Sordità, Pediatria D'Urgenza, Neonatologia TIN, Rianimazione Pediatrica, Pronto Soccorso- accettazione chirugica- OBI, Riabilitazione Multispecialistica, Neurologia, NeuroChirurgia, NeuroRadiologia, Neuropsichiatria Infantile, Audiologia- Foniatria, Nefrologia, Dialisi, Chirurgia Pediatrica Urologica, Urodinamica, Anatomia Patologica, Patologia Clinica, Radiologia Generale, RMN e TC body, Anestesia e rianimazione, Terapia Intensiva, Immunoallergologia, Ecografia, Fisica Sanitaria, Psicologia Ospedaliera, Dietetica.


Recensione Utenti

Opinioni inserite: 6

Voto medio 
 
2.7
Competenza 
 
4.0  (6)
Assistenza 
 
2.3  (6)
Pulizia 
 
2.3  (6)
Servizi 
 
2.0  (6)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
  • Competenza
  • Assistenza
  • Pulizia
  • Servizi
Commenti
Strutture
Ricovero mia figlia di 8 mesi per vomito causato da intolleranza al latte vaccino. In sintesi: cinque giorni di ricovero solo per attendere i risultati delle analisi sulle intolleranze alimentari, con mia figlia che già dopo poche ore dal ricovero stava bene. Spreco inaccettabile di danaro pubblico.

Dopo tre giorni di ricovero vado in medicheria a chiedere per quale dannato motivo mia figlia, che sta bene, non viene dimessa. L'infermiere mi interrompe "Ecco, venite tutti qui a chiedere la stessa cosa, che ve ne volete tornare a casa...." (sembra la sottolineatura beffarda di un agente penitenziario). Provo timidamente a rispondergli "Mi scusi buon uomo, mi piacerebbe solo sapere perché non date le dimissioni a mia figlia se non sta facendo alcuna terapia. Abbiamo altri tre bambini a casa che ci aspettano !". Replica: "d'accordo, ma gli altri tre stanno bene, ora è sua figlia che sta male"..."veramente, buon uomo, anche mia figlia sta bene..." vabbé lasciamo perdere.

Ogni mattina mia figlia viene visitata da un medico diverso, ed ogni volta è come ritornare al punto di partenza. Dopo cinque giorni il medico di turno mi fa "Se capisco bene dunque sua figlia ieri non ha vomitato" "Ma ha vomitato solo la prima sera!". Ma la cartella clinica la scrivono in geroglifico?

In un ospedale normale mia figlia sarebbe stata dimessa il giorno dopo, con una lista di analisi da fare per studiare le intolleranze alimentari. Io e mia moglie ci saremmo risparmiati cinque notti in bianco, e forse i contribuenti avrebbero risparmiato un bel po' di soldini. Tanto per chiudere ecco il paradosso: non ci sono posti letto a sufficienza, tant'è che alcuni bambini sono costretti a restare in barella.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0
Opinione inserita da Aldo 05 Agosto, 2014

Che disorganizzazione...

Ricovero mia figlia di 8 mesi per vomito causato da intolleranza al latte vaccino. In sintesi: cinque giorni di ricovero solo per attendere i risultati delle analisi sulle intolleranze alimentari, con mia figlia che già dopo poche ore dal ricovero stava bene. Spreco inaccettabile di danaro pubblico.

Dopo tre giorni di ricovero vado in medicheria a chiedere per quale dannato motivo mia figlia, che sta bene, non viene dimessa. L'infermiere mi interrompe "Ecco, venite tutti qui a chiedere la stessa cosa, che ve ne volete tornare a casa...." (sembra la sottolineatura beffarda di un agente penitenziario). Provo timidamente a rispondergli "Mi scusi buon uomo, mi piacerebbe solo sapere perché non date le dimissioni a mia figlia se non sta facendo alcuna terapia. Abbiamo altri tre bambini a casa che ci aspettano !". Replica: "d'accordo, ma gli altri tre stanno bene, ora è sua figlia che sta male"..."veramente, buon uomo, anche mia figlia sta bene..." vabbé lasciamo perdere.

Ogni mattina mia figlia viene visitata da un medico diverso, ed ogni volta è come ritornare al punto di partenza. Dopo cinque giorni il medico di turno mi fa "Se capisco bene dunque sua figlia ieri non ha vomitato" "Ma ha vomitato solo la prima sera!". Ma la cartella clinica la scrivono in geroglifico?

In un ospedale normale mia figlia sarebbe stata dimessa il giorno dopo, con una lista di analisi da fare per studiare le intolleranze alimentari. Io e mia moglie ci saremmo risparmiati cinque notti in bianco, e forse i contribuenti avrebbero risparmiato un bel po' di soldini. Tanto per chiudere ecco il paradosso: non ci sono posti letto a sufficienza, tant'è che alcuni bambini sono costretti a restare in barella.

Patologia trattata
Intolleranza alimentare in bimba di 9 mesi.
Punti di forza
Competenza dei medici, almeno per sentito dire.
Punti deboli
Arroganza e scarsa professionalità degli infermieri.
Disorganizzazione.
Ospedale privo di parcheggio, demandato completamente agli abusivi di zona.
Trovi utile questa opinione? 
Un grazie speciale al dottor GABRIELE MALGIERI DEL REPARTO DI NEFROLOGIA PEDIATRICA. ABBIAMO PORTATO NOSTRO FIGLIO IN NUMEROSI OSPEDALI, FORSE PIU' PULITI E PIU' PRECISI, DOVE NON SI ASPETTA UNA FILA INTERMINABILE, MA IN NESSUN POSTO ABBIAMO TROVATO UN MEDICO CAPACE DI CURARE NON SOLO IL CORPO, MA ANCHE LA MENTE DI UN BAMBINO CHE HA SOFFERTO TANTO E GRAZIE A LUI VEDIAMO QUELLA LUCE IN FONDO AL TUNNEL.. VEDIAMO LA LUCE NEGLI OCCHI DI NOSTRO FIGLIO QUANDO PARLA, CON LUI ABBIAMO LA SPERANZA CHE TUTTO VADA BENE, E SPERO NON SOLO PER MIO FIGLIO.
DIO ESISTE E NON SMETTERO' DI RINGRAZIARLO PER AVER MESSO SULLA NOSTRA STRADA IL DOTTOR MALGIERI.
GRAZIE DI CUORE DAI GENITORI DI VINCENZO.
Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
4.0
Opinione inserita da CATAPANO GIUSEPPE 14 Giugno, 2014

Al DOTTORE MALGIERI GABRIELE

Un grazie speciale al dottor GABRIELE MALGIERI DEL REPARTO DI NEFROLOGIA PEDIATRICA. ABBIAMO PORTATO NOSTRO FIGLIO IN NUMEROSI OSPEDALI, FORSE PIU' PULITI E PIU' PRECISI, DOVE NON SI ASPETTA UNA FILA INTERMINABILE, MA IN NESSUN POSTO ABBIAMO TROVATO UN MEDICO CAPACE DI CURARE NON SOLO IL CORPO, MA ANCHE LA MENTE DI UN BAMBINO CHE HA SOFFERTO TANTO E GRAZIE A LUI VEDIAMO QUELLA LUCE IN FONDO AL TUNNEL.. VEDIAMO LA LUCE NEGLI OCCHI DI NOSTRO FIGLIO QUANDO PARLA, CON LUI ABBIAMO LA SPERANZA CHE TUTTO VADA BENE, E SPERO NON SOLO PER MIO FIGLIO.
DIO ESISTE E NON SMETTERO' DI RINGRAZIARLO PER AVER MESSO SULLA NOSTRA STRADA IL DOTTOR MALGIERI.
GRAZIE DI CUORE DAI GENITORI DI VINCENZO.

Patologia trattata
IDRONEFROSI.
Trovi utile questa opinione? 
Reparto di pediatria al quarto piano del padiglione Santobono:
solo un commento, diretto alle care infermiere (generalizzo, ma c'è qualcuna in particolare): vergognatevi, i pazienti sono tutti uguali e non perché qualcuno potrebbe alzare la voce fate finta che nelle stanze non stiano in due e se, invece, trovate persone perbene, diventate arroganti anche con i bambini. Ricordatevi sempre che siamo tutti uguali e soprattutto abbiamo, chi più e chi meno, i figli che soffrono. Far rispettare le regole è per tutti!!!! Cambiate mestiere!!!!
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0
Opinione inserita da Paola 10 Novembre, 2013

Infermiere vergognatevi

Reparto di pediatria al quarto piano del padiglione Santobono:
solo un commento, diretto alle care infermiere (generalizzo, ma c'è qualcuna in particolare): vergognatevi, i pazienti sono tutti uguali e non perché qualcuno potrebbe alzare la voce fate finta che nelle stanze non stiano in due e se, invece, trovate persone perbene, diventate arroganti anche con i bambini. Ricordatevi sempre che siamo tutti uguali e soprattutto abbiamo, chi più e chi meno, i figli che soffrono. Far rispettare le regole è per tutti!!!! Cambiate mestiere!!!!

Patologia trattata
Gastroenterite.
Trovi utile questa opinione? 
Organizzazione zero, attese lunghissime dalle 3 alle 4 ore dall'appuntamento!
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0
Opinione inserita da Ciccio 07 Giugno, 2013

Mai visto!

Organizzazione zero, attese lunghissime dalle 3 alle 4 ore dall'appuntamento!

Patologia trattata
Psichiatrica.
Punti di forza
Competenza medica.
Trovi utile questa opinione? 
Personalmente ringrazio tutta la neurochirurgia del Santobono, con un ringraziamento caloroso e speciale per il dott. Pietro Spennato e per il dott. Rapanà (medico esterno) per aver preso a cuore l'intervento di stabilizzazione di ernia cervicale eseguito a mia figlia Elvira. Quando un genitore incontra sulla strada della sofferenza persone come loro, bisogna ringraziare il Signore per il grande dono dato a loro. Grazie.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0
Opinione inserita da Una mamma 17 Gennaio, 2013

Ringraziamenti alla Neurochirurgia

Personalmente ringrazio tutta la neurochirurgia del Santobono, con un ringraziamento caloroso e speciale per il dott. Pietro Spennato e per il dott. Rapanà (medico esterno) per aver preso a cuore l'intervento di stabilizzazione di ernia cervicale eseguito a mia figlia Elvira. Quando un genitore incontra sulla strada della sofferenza persone come loro, bisogna ringraziare il Signore per il grande dono dato a loro. Grazie.

Patologia trattata
Ernia cervicale (stabilizzazione).
Trovi utile questa opinione? 
Che dire, dovrei turarmi naso e orecchie e non pensare a quello che vedo.
Eppure portare la mia bimba di soli 9 mesi al pronto soccorso di questo ospedale è stato quasi traumatico.
Oddio, andare ai pronto soccorso è sempre traumatico, ma arrivare in questa struttura fatiscente, aspettare con la bimba in braccio al freddo di una sala di aspetto fredda e polverosa, con infermieri, medici ed inservienti che erano concentrati a vedere la partita del napoli, lasciamo stare.
Una puzza di sigaretta fortissima in sala di aspetto, infermieri che fumano di continuo entrando ed uscendo con gli zoccoli che dovrebbero essere sterili, ma che di sterile non hanno più nulla.
Camici impregnati di fumo di sigaretta e ricettività da accampamento militare.
Ok, il dottore ha visitato la bimba e dopo 30 secondi aveva già stampato il referto.
Bene, meglio così. Non mi permetto certo di valutare il dottore, seppur sbrigativo, ma la struttura è vergognosa.
Parlo del pronto soccorso ovviamente, spero che i reparti siano meglio.
Eppure questo ospedale è rinomato per la cura dei bambini, sarà, spero, per la competenza dei medici.
Ma in questa città proprio non vogliamo liberarci della fatiscenza?
E' gratis? Ottima cosa, ma avrei preferito pagare anche 20 euro per entrare in una struttura un minimo rispondente ai requisiti minimi di protocollo sanitario ed accoglienza per i piccoli malati.
In questa città comandano Cavani ed Hamsick, mi dispiace dirlo, da tifoso del napoli.
Tenessimo alla nostra città come teniamo a quella squadra di calcio, napoli sarebbe certamente tra le prime città al mondo.
Proprio non riusciamo a sollevarci dal fondo.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0
Opinione inserita da Nino D'Errico 29 Ottobre, 2012

Pronto soccorso fatiscente

Che dire, dovrei turarmi naso e orecchie e non pensare a quello che vedo.
Eppure portare la mia bimba di soli 9 mesi al pronto soccorso di questo ospedale è stato quasi traumatico.
Oddio, andare ai pronto soccorso è sempre traumatico, ma arrivare in questa struttura fatiscente, aspettare con la bimba in braccio al freddo di una sala di aspetto fredda e polverosa, con infermieri, medici ed inservienti che erano concentrati a vedere la partita del napoli, lasciamo stare.
Una puzza di sigaretta fortissima in sala di aspetto, infermieri che fumano di continuo entrando ed uscendo con gli zoccoli che dovrebbero essere sterili, ma che di sterile non hanno più nulla.
Camici impregnati di fumo di sigaretta e ricettività da accampamento militare.
Ok, il dottore ha visitato la bimba e dopo 30 secondi aveva già stampato il referto.
Bene, meglio così. Non mi permetto certo di valutare il dottore, seppur sbrigativo, ma la struttura è vergognosa.
Parlo del pronto soccorso ovviamente, spero che i reparti siano meglio.
Eppure questo ospedale è rinomato per la cura dei bambini, sarà, spero, per la competenza dei medici.
Ma in questa città proprio non vogliamo liberarci della fatiscenza?
E' gratis? Ottima cosa, ma avrei preferito pagare anche 20 euro per entrare in una struttura un minimo rispondente ai requisiti minimi di protocollo sanitario ed accoglienza per i piccoli malati.
In questa città comandano Cavani ed Hamsick, mi dispiace dirlo, da tifoso del napoli.
Tenessimo alla nostra città come teniamo a quella squadra di calcio, napoli sarebbe certamente tra le prime città al mondo.
Proprio non riusciamo a sollevarci dal fondo.

Patologia trattata
Febbre alta in bimba di 9 mesi.
Punti di forza
Fatico a trovarne. Dottori almeno competenti, anche se appaiono leggermente sbrigativi e superficiali.
Punti deboli
Struttura fatiscente, sembra di entrare nel retro di un ufficio postale mai spolverato.
Ospedale privo di parcheggio, demandato completamente agli abusivi di zona.
Trovi utile questa opinione?