Otorinolaringoiatria Ospedale Campobasso

 
4.4 (3)
2357  
Scrivi Recensione
Il reparto di Otorinolaringoiatria dell'Ospedale Antonio Cardarelli di Campobasso, situato in contrada Tappino, ha come Direttore il Dott. Antonio Carissimi. Il reparto si occupa della diagnosi e della terapia di tutte le patologie del distretto cervico-facciale ed in particolare si occupa di: chirurgia dell'anello di Waldeyer (tonsille e adenoidi); chirurgia estetica e funzionale del naso; chirurgia endoscopica dei seni paranasali; chirurgia oncologica testa- collo; chirurgia di tiroide e paratiroidi; chirurgia delle ghiandole salivari; chirurgia dell'orecchio; chirurgia maxillo-facciale; fonochirurgia; chirurgia radiofrequenze dei turbinati; chirurgia del cavo orale; diagnosi e terapia dei disturbi dell'equilibrio; diagnosi e terapia della sordità; foniatria; diagnosi e terapia degli acufeni. Fanno parte dell'equipe dell'unità operativa i dirigenti medici Dott. Massimo Peccianti e Dott.ssa Giulietta Terranova.


Recensioni dei pazienti

3 recensioni

Voto medio 
 
4.4
Competenza 
 
4.7  (3)
Assistenza 
 
4.7  (3)
Pulizia 
 
4.7  (3)
Servizi 
 
3.7  (3)
Voti (il più alto è il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
02 Novembre, 2015
Antonio Procino
Voto medio 
 
3.3
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Disservizi post istologico

In data 27 ottobre u.s., alle ore 12.50, sono stato contattato dal reparto di O.R.L. dell’Ospedale Cardarelli di Campobasso al fine di ritirare il referto istologico del 13 ottobre.
In data 30 ottobre u.s., alle ore 11.00, mi sono recato presso detto reparto O.R.L. e mi è stato comunicato che la cartella clinica era stata inviata "giù" (sic!) in quanto io non avevo confermato (sic!!).
Alla mia richiesta di spiegazioni, mi hanno reso edotto sulla possibilità di ritirare detto referto presso l'ufficio competente assicurandomi che, stante l'evidente carattere di urgenza, il referto stesso sarebbe stato consegnato in tempi brevi.
Recatomi al P.T. presso l'ufficio competente, mi è stata prospettata la consegna del referto nel brevissimo lasso di tempo di un mese/un mese e mezzo.
Nel ringraziare per la cortese sollecitudine, mi riservo ogni possibile azione a tutela dei miei diritti.

Antonio Procino - PRCNTN47E30B519A – n. a Campobasso il 30 maggio 1947 ed ivi residente alla Via Marche 136.

Patologia trattata
Carcinoma.
Trovi utile questa opinione? 



22 Aprile, 2015
Petrone Salvatore
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

La sanità Molisana funziona. Ringraziamenti.

FAMIGLIA PETRONE - VIA EINAUDI NR. 8 – 86100 CAMPOBASSO
Pregiatissime Autorità, Gentilissimi Medici, Spettabilissima Stampa
LA SANITA’ MOLISANA FUNZIONA
STORIA DI UN PERCORSO CURATIVO

Desideriamo innanzitutto ringraziare subito e di cuore tutte quelle persone che si sono adoperate per aver garantito un’adeguata assistenza medica al nostro Luigi, affetto da un serio carcinoma alla gola, e nello stesso tempo rendere pubblica una storia fatta di competenza ed efficienza di un servizio Sanitario Regionale troppe volte vessato, molte volte sottovalutato, spesso ingiustamente disprezzato.
Il nostro calvario è iniziato in un giorno di festa: il 6 gennaio del 2014. Quasi per curiosità ci siamo recati al Pronto Soccorso dell’Ospedale Cardarelli di Campobasso ove, dopo un’accettabile attesa ed i primi riscontri, ci hanno indirizzati presso il locale reparto di Otorinolaringoiatria per un consulto.
In quell’occasione la prima diagnosi prodotta “ictu oculi” dall’eccellente Dr. Michele Vendettuoli, è stata quella confermata dai successivi accertamenti strumentali. La sua prognosi ed i possibili percorsi curativi da adottare si sono rivelati gli stessi di quelli elaborati da esimi luminari consultati fuori Regione. Questo medico, molto motivato e con una forte sensibilità umana, ci ha incoraggiato moralmente allorquando, inconsapevoli del lungo percorso curativo, credevamo in una rapida soluzione del problema addebitando il male emergente ad un banale ascesso dentale. Gli esami strumentali sancirono e confermarono l’ardua sentenza: “CARCINOMA SQUAMOSO INFILTRANTE DEL RETROMOLARE DESTRO”.
Ne è seguito un ricovero denso di accertamenti e cure effettuate con alta professionalità da tutta l’équipe medica ed infermieristica del Reparto di Otorinolaringoiatria del quale ringraziamo il suo Direttore Dr. Antonio Carissimi. Dopo l’esatta individuazione del carcinoma, all’interno del Cardarelli, ci si è coordinati per una seconda e fondamentale fase: quella della cura chemioterapica avviata presso il locale Reparto di Oncologia, dapprima in degenza e poi in day hospital. Di quest’ultimo Reparto desideriamo segnalare e ringraziare la D.ssa Antonia Silvestri ed il Dr. Gianfranco Giglio per la pazienza, la disponibilità e la professionalità dimostrata ma particolarmente speciale è stata l’assistenza fornita dal Dr. Giustino Antuzzi ed dal suo staff infermieristico che, nelle varie occasioni di degenza in day hospital ed in occasione dei numerosi controlli dell’emocromo, hanno dimostrato concretamente non comuni doti di umanità e professionalità, nonostante le pressanti e quotidiane esigenze di decine e decine di pazienti (e parenti a seguito) tutti ansiosi per le proprie condizioni di salute (e quelle dei loro cari).
Il Reparto di Oncologia, dopo un lodevole percorso curativo in degenza, fatto anche di scrupolosi contatti telefonici con noi familiari, ha programmato una serie di chemio in day hospital in perfetta sincronia con il reparto di Radioterapia della Fondazione Giovanni Paolo II° sede di Campobasso. In relazione a quest’ultimo reparto, un particolare ringraziamento va al Dr. Francesco Deodato ed al suo staff infermieristico e tecnico che, con umiltà ed altissima professionalità, hanno organizzato e portato a termine l’intero percorso curativo radioterapico seguendo, passo dopo passo e con particolare attenzione, le reazioni del paziente alle irradiazioni e l’evoluzione della malattia.

Foglio 2
Prima del percorso radioterapico ed in previsione degli effetti che la cura avrebbe prodotto sul paziente, i medici hanno ritenuto necessario impiantargli quella che in gergo medico si chiama una “Peg” (nutrizione artificiale) e che in realtà è un tubicino direttamente attaccato allo stomaco che consente la nutrizione con particolari sacche contenenti un liquido proteico e calorico. La Peg, grazie all’interessamento del reparto di Oncologia del Cardarelli, gli è stata celermente impiantata presso l’U.O.C. di Chirurgia dell’Ospedale Vietri di Larino ove l’intervento è stato eseguito con scrupolosa precisione. Questa delicata operazione è stata eccellentemente eseguita dallo Staff del Dr. Giovanni Fabrizio, in particolare segnaliamo l’abnegazione e l’altissimo senso di responsabilità del Dr. Sabetta che, con pazienza degna del titolo di Dottore, ha assistito Luigi anche in occasione del reimpianto della Peg accidentalmente fuoriuscita dalla cavità dello stomaco, i dottori sono stati sempre assistiti da una équipe infermieristica attenta e professionale della quale ricordiamo con stupore Suor Vittorina la cui sobrietà, dedizione e serietà appaiono ormai doti indispensabili e preziose nel futuro della sanità e sempre più di rara reperibilità.
L’iter nutritivo è stato seguito con non minore professionalità dal Reparto Dietologia e Nutrizione dell’Ospedale Cardarelli di Campobasso diretta dal Dr. Pasquale Di Biase. Date le condizioni del paziente detto servizio è stato disposto direttamente presso il domicilio di Luigi, segnaliamo l’estrema puntualità nella fornitura delle sacche nonché quella dei periodici e costanti prelievi ed esami del sangue, di questo ringraziamo anche l’infermiere Francesco che ha avuto modo di constatare quotidianamente l’andamento della nutrizione e la condizione psico-fisica di Luigi collaborando strettamente con noi familiari. Un ultimo riconoscimento va alla D.ssa Laura Schiavone, medico di base di Luigi, che è sempre stata presente con le sue prescrizioni in ogni delicato passaggio e che, anche se oberata di lavoro, ha sempre dimostrato priorità e disponibilità nell’occuparsi di Luigi.
RINGRAZIAMENTI
Come possiamo ringraziare tutte queste persone ? .. come possiamo farlo oggi che l’ultima risonanza magnetica ha decretato una possibile e concreta vittoria sul male ? .. non ci sono parole … ringraziamo il Signore che ci ha fatto incontrare queste menti illuminate .. queste persone che con il loro lavoro salvano vite umane .. laddove per qualcuno la vita umana ha ancora un significato .. un monito ci sentiamo di fare a tutti quei personaggi che ruotano attorno ai freddi tavoli politico/amministrativi … prima di tagliare un solo euro destinato alle cure dei malati pensate sempre che ognuno di noi potrebbe avere bisogno dell’aiuto di queste persone e che le stesse devono essere incoraggiate anche e soprattutto con un valido sostegno materiale poiché esse tutelano il dono più importante che il Signore ci ha dato … LA VITA .. ricordate bene che prima di tagliare le spese sanitarie produttive bisogna tagliare le spese voluttuarie improduttive che copiose si nascondono tra le pieghe dei bilanci pubblici. Pensate sempre che se un solo tassello di questo ingranaggio viene a mancare, vengono vanificati gli sforzi di tutti gli altri e la macchina si blocca. Pensate ancora che le cure mediche fatte fuori Regione oltre a pesare negativamente sul bilancio Regionale pesano ancor di più su quello delle famiglie molisane per trasferte, vitto, alloggio e quant’altro a seguito. I Molisani sono gente modesta e pacifica .. e di loro non bisogna approfittare … si vergognino davanti a Dio ed alla loro coscienza quanti speculano sulla salute della gente semplice . Grazie ancora …
Campobasso – 23 aprile 2015 Famiglia Petrone - Via Einaudi nr. 98 – 86100 Campobasso.

Patologia trattata
CARCINOMA SQUAMOSO INFILTRANTE DEL RETROMOLARE DX.
Trovi utile questa opinione? 
12 Gennaio, 2015
pietro
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Day Hospital

Oltre alla competenza, ho riscontrato molta gentilezza e disponibilità verso i pazienti.

Patologia trattata
Acufene.
Trovi utile questa opinione? 




Altri contenuti interessanti su QSalute