Radiologia Universitaria Arcispedale S.Anna

Radiologia Universitaria Arcispedale S.Anna

 
3.3 (3)
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Radiologia Universitaria dell'Azienda Ospedaliera Universitaria di Ferrara Arcispedale S.Anna, situato a Cona in via Aldo Moro 8, ha come Direttore responsabile il Prof. Melchiore Giganti. Il reparto esegue esami di Radiologia tradizionale ed interventistica, Ecografie, Tomografia Computerizzata TAC, Risonanze Magnetiche. Responsabile Interventistica è il Dott. Roberto Galeotti. Fa parte dell'equipe medica il Dott. Prof. Paolo Campioni.


Recensioni dei pazienti

3 recensioni

Voto medio 
 
3.3
Competenza 
 
2.3  (3)
Assistenza 
 
3.3  (3)
Pulizia 
 
3.7  (3)
Servizi 
 
3.7  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

GRAZIE RADIOLOGIA UNIVERSITARIA

Soffro da anni di endometriosi, ma non ero mai riuscita a fare un esame RM diagnostico. A novembre ho eseguito la risonanza presso l'ospedale Sant'Anna di Cona ed ho finalmente avuto una diagnosi corretta che mi ha portato ad un intervento chirurgico risolutivo. Ringrazio il personale tutto della Radiologia Universitaria ed il suo responsabile prof. Campioni, medico dotato non solo di grande capacità professionale, ma soprattutto di profonda umanità. Grazie!

Patologia trattata
Endometriosi.
Trovi utile questa opinione? 



Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Varicocele pelvico femminile

Esperienza personale negativa alla vascolare Universitaria dell'ospedale sant'Anna di Ferrara per un intervento di varicocele pelvico femminile, eseguito dal radiologo dottor G., che è lui stesso che fa le visite, senza chiedere nessuna richiesta da parte di uno specialista, in particolare magari di un ginecologo. Sconsiglio questo tipo di intervento in quanto si riformano sempre recidive e il dottore non te ne parla assolutamente, per lui conta solo la riuscita dell'intervento ma manca in assoluto di lato umano.. La paziente ha il diritto sacrosanto di essere informata a 360° dei pro e contro su ogni intervento che deve affrontare, e questo glielo deve dare lo stesso medico, per poter cosi eventualmente venire a conoscenza di ogni altra alternativa di cura al di fuori dell'intervento (se non è urgente, indispensabile o necessario ovviamente). Questo purtroppo, a quanto pare, non rientra nel protocollo del centro vascolare di del dott. G.

Patologia trattata
Varicocele pelvico femminile
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

varicocele pelvico femminile

Il radiologo interventista della radiodiagnostica dell'ospedale di Ferrara non ti spiega se vai incontro a recidive dopo l'intervento di scleroembolizzazione del varicocele, basta che la tecnica per lui sia riuscita! Penso ci voglia anche il lato umano in una professione..

Patologia trattata
scleroembolizzazione varicocele pelvico femminile
Trovi utile questa opinione? 





Altri contenuti interessanti su QSalute