Rianimazione Universitaria Arcispedale S.Anna

Rianimazione Universitaria Arcispedale S.Anna

 
5.0 (1)
2227  
Scrivi Recensione
Il reparto di Anestesiologia e Rianimazione Universitaria dell'Azienda Ospedaliera Universitaria di Ferrara Arcispedale S.Anna, situato a Cona in via Aldo Moro 8, ha come Direttore responsabile il Prof. Carlo Alberto Volta. Il reparto, arricchito con la gestione di due Terapie Intensive, eroga prestazioni anestesiologiche, intensivistiche e rianimative ai pazienti che afferiscono all'azienda, in modo complementare con l'analogo reparto ospedaliero. Il reparto garantisce anche attività di terapia antalgica presso l'ambulatorio dedicato, situato presso gli Ambulatori delle Nuove Cliniche, Area azzurra piano terra. Dirigenti medici: Dr. Alvisi Valentina, Dr. Barbieri Anna, Dr. Barbieri Federica, Dr. Bellonzi Alessandra, Dr. Bertacchini Sara, Dr. Camerani Stefano, Dr. Colamussi Maria Vittoria, Dr. Ferraresi Alberto, Dr. Finetti Cinzia, Dr. Marangoni Elisabetta, Dr. Orlando Alessandro, Dr. Paolazzi Michele, Dr. Ragazzi Riccardo, Dr. Romanello Anna, Dr. Spadaro Savino, Dr. Valpondi Vanna, Dr. Verri Marco, Dr. Zardi Silvia.


Recensioni dei pazienti

1 recensioni

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0  (1)
Assistenza 
 
5.0  (1)
Pulizia 
 
5.0  (1)
Servizi 
 
5.0  (1)
Voti (il più alto è il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
27 Settembre, 2011
Magda
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

i miracoli esistono

Siamo state completamente soddisfatte del trattamento ricevuto da nostro padre Gianni durante i 4 mesi di ricovero, 3 in terapia intensiva e l'ultimo periodo nel reparto di pneumologia attiguo.

Ci sentiamo di ringraziare tutti i medici estremamente professionali e competenti, come il resto del personale, che non si sono mai arresi nonostante le numerosissime recidive di infezioni da stafilococco e acinetobacter - che si sono susseguite dopo la polmonite da legionella iniziale:
- infezioni renali che hanno necessitato per un certo periodo di dialisi;
- respirazione artificiale culminata con tracheotomia temporanea;
- morbo di Barrè che ha necessitato di 2 cicli di plasmaferesi, perchè recidivato, a cui sta seguendo una riabilitazione soprattutto alle gambe, che non hanno ancora ripreso nè una mobilità spontanea, nè lontanamente sufficiente (grazie quindi anche al neurologo e al fisioterapista per i risultati fin qui ottenuti)

Patologia trattata
POLMONITE DA LEGIONELLA.
Trovi utile questa opinione? 




Altri contenuti interessanti su QSalute