San Raffaele Pisana Roma

 
2.6 (23)
Scrivi Recensione

Giudizio dei pazienti

Voto ospedale
 
2.6 (23)
Voto reparti
 
4 (7)
Indirizzo
Via della Pisana 235, Roma
Telefono
06 660581
L'Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) San Raffaele Pisana, situato a Roma in Via della Pisana 235, è una delle strutture ospedaliere del Gruppo San Raffaele. Si tratta di un istituto specializzato in riabilitazione, collocato all'interno di un edificio circondato dal verde. Nella struttura, dotata di 298 posti letto ordinari e diurni, operano le unità operative di Cardiologia riabilitativa, Riabilitazione neuromotoria, Riabilitazione ortopedica, Riabilitazione pediatrica - Centro per lo Sviluppo Infantile, Riabilitazione Respiratoria, Medicina Interna. Presso l'Istituto è inoltre possibile usufruire dei seguenti servizi Ambulatoriali e di Diagnostica per Immagini: Cardiologia, Ecografia, Elettromiografia, Fisiopatologia Respiratoria, Neurologia, Otorinolaringoiatria, Risonanza Magnetica, Risonanza Magnetica Aperta, TAC.


Recensioni dei pazienti

23 recensioni

 
(5)
 
(2)
 
(4)
 
(5)
 
(7)
Voto medio 
 
2.6
 
2.9  (23)
 
2.7  (23)
 
2.6  (23)
 
2.2  (23)
Recensioni più utili
Voti (il più alto è il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
18 Mag, 2017
kasofo terpo
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamento al dottor AGOSTINO REALI

Grazie infinite al dottor Agostino Reali per la sua grande professionalità, la sua cortesia e gentilezza. Complimenti alla direzione del Poliambulatorio San Raffaele Termini di Roma.
Cordiali saluti,
Kasofo Terpo

Patologia trattata
ORL.
Trovi utile questa opinione? 



03 Mag, 2017
Andrea
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Pessima esperienza

Avevo preso appuntamento telefonico per vedere un medico specialista fisiatra in seguito a problemi muscolo-scheletrici con la schiena. Appuntamento fissato alle ore 10.00 di mattina, prima visita del giorno. Con un medico a 70 euro, si può essere ricevuti anche da un professore a 140 euro. I nomi dei medici non vengono comunicati e le visite vengono trattare come vendessero pesce, già questo è un segnale abbastanza negativo che avrebbe forse dovuto essere premonitore. Chiedendo a destra e manca, sono riuscito ad identificare l'ambulatorio dove il medico chiama i pazienti (cambia spesso, quindi notizie mai certe). Ovviamente un corridoio affollato, con scarse sedie per l'attesa - che essendo giovane ho preferito lasciare a persone più anziane, o con maggiori problemi motori di me. Dopo mezz'ora di attesa e nessun paziente chiamato, mi accorgo che effettivamente il medico con cui ho appuntamento non è proprio presente nell'ambulatorio. Chiedo lumi al personale medico, la cui risposta è "può capitare che sia in ritardo". Spiego la situazione all'accoglienza - un'operatrice cerca di reperire la dottoressa con cui avrei dovuto avere appuntamento. Nessuno la trova. Mi consiglia di scendere in accettazione per ulteriori dettagli. All'accettazione, stessa storia. Provano a mettersi in contatto con la stessa dottoressa - per cui nel frattempo avevano preso un altro appuntamento alle 10.30 - ma nessuna traccia. Dopo un po' mi comunicano che un altro medico sarebbe stato disponibile a breve. Erano le 10.45. Con un po' di prepotenza, riesco ad entrare alle 11.15 nella sala ricevimento del medico. Dalle 9.45 alle 11.15 ho atteso un 1h 30' in piedi davanti all'ambulatorio con problemi di schiena - per i quali avevo richiesto la visita - aggravati dalla scomoda attesa. Il medico fisiatra che mi visita, all'apparenza molto giovane - scopro essere in realtà un giovane specializzando del Professore. Il ragazzo, pur carino e in gamba, mi visita in 10 minuti e mi dà quelle 4 informazioni che avevo più meno già ottenuto dal radiologo e da qualsiasi altra persona di buon senso. 70 euro regalati, e soprattutto un'esperienza di cattiva gestione e mancanza di professionalità. In tutto questo, ancora nessuna traccia della dottoressa. Spero di non ricapitare mai più in questa struttura.

Patologia trattata
Contrazione muscolare e protrusione vertebrale.
Trovi utile questa opinione? 
21 Marzo, 2017
Alfredo
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
4.0

Riabilitazione Neuromotoria

La presente per manifestare il mio profondo sentimento di riconoscenza a tutto il personale medico e paramedico.
Voglio rinnovarVi i miei più sentiti ringraziamenti per tutta l'umanità e la benevolenza che avete saputo infondere alla mia cara mamma nel corso del suo ricovero. L'avete amata, accudita, curata e custodita con la delicatezza e l'alta professionalità che solo persone straordinarie come Voi possono compiere. Siete piccoli tesori, esseri speciali, raggi di sole che illuminano ogni anima dolorosamente minata.
E' per questo che Vi dico “GRAZIE”. Grazie per l'aiuto fisico, psicologico e morale; siete persone eccezionali, sapete dare valore alle cose, non per quello che valgono, ma per quello che significano.
Non ci sono parole per ringraziare tutti: porterò con me e testimonierò ciò che ho vissuto con Voi; non solo competenza e professionalità, ma umanità, disponibilità, volontà di aiutare il paziente ricevendo il privilegio delle vostre attenzioni e della vostra infinita generosità.
Grazie al Prof. Carlo Damiani che con la Sua competenza e straordinaria professionalità dirige egregiamente il reparto. Grazie alle dottoresse dr.ssa Cricchi, dr.ssa Pasquazzi, dr.ssa Correra, dr.ssa Dittoni e dr.ssa Izzo per la sensibilità e il lodevole modo di trattare i pazienti.
Un grazie particolare poi va alla caposala sig.ra Gentile, sempre pronta ad un gesto dolce e umano, professionista ineccepibile.
Infine un grazie speciale va alla Assistente Sociale d.ssa Santini, persona eccezionale, educata, gentile, sorridente e costantemente disponibile, sempre pronta con parole cariche di attenzione ed affetto. Esercita la sua professione con il cuore e per amore del suo lavoro, considera il paziente ed il loro familiare di riferimento un essere umano e non soltanto un numero.

Patologia trattata
Recidiva Ischemica Cerebrale in Cardiopatia Ischemica.
Trovi utile questa opinione? 



25 Febbraio, 2017
Angelo Lucignani
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Struttura sovraffollata e sporca

Sono tuttora ricoverato per una protesi d'anca in una stanza piccola con 3 persone; all'interno della stanza c'è una puzza incredibile per via del bagno vecchio, scomodo, senza finestre e senza areatore. Mi è stato detto che è un problema delle fognature esistente da molto tempo.
Appena arrivato ho dovuto dormire su un materasso indecente; dopo la protesi d'anca mi faceva male la schiena, ma sono riuscito ad ottenere il cambio del materasso solo al rientro dalle ferie della caposala (comunque efficace e gentile).
La gentilezza e la competenza dei fisioterapisti, dei medici, degli infermieri e degli addetti è fuori discussione, ma questa è una struttura che andrebbe secondo me sottoposta ad un rigido controllo da parte del Nas.
Sicuramente non è colpa di nessuno, ma sta di fatto che io mi sono beccato una bella polmonite batterica.
Il vitto è abbastanza buono. Gli orari delle visite per i pazienti regolari e secondo me ben gestite.
Quando sono stato male per l'insorgere della polmonite, sono stato assistito con premura e competenza da tutto il personale. Ribadisco: il lato scandaloso di questa struttura è nella pulizia e negli spazi scomodi. E ribadisco che un bagno come quello della mia stanza secondo me, se venisse inserito nel progetto della mia nuova casa, non mi verrebbe concesso di realizzarla.
Appena risolvo la polmonite, vado via in qualsiasi modo.. e mi dispiace, perché il settore della riabilitazione è secondo me molto competente.

Patologia trattata
Protesi d'anca, asportazione condroma, polmonite (contratta in ospedale).
Trovi utile questa opinione? 
22 Febbraio, 2017
Ivana
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Ricovero per polmonite

Sono arrivata in questo ospedale inviata dal pronto soccorso del San Carlo di Nancy. Sono stata ricoverata al reparto di Medicina 1 e tempestivamente assistita: personale medico competente, infermiere/i cordiali e professionali, cucina ottima. Una struttura quindi da consigliare sotto tutti i punti di vista.

Patologia trattata
Polmonite.
Trovi utile questa opinione? 
11 Febbraio, 2017
Massimo
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
3.0

Riabilitazione respiratoria

Mia mamma è stata trasferita da altro ospedale per un ciclo di riabilitazione respiratoria, ma al termine del ciclo è stata trasferita di nuovo in un'altra struttura con edemi agli arti inferiori su probabile causa cardiologica. Non ha mai effettuato la terapia riabilitativa in palestra, ma solo in reparto perché coesistevano problemi di aritmie cardiache ad alta frequenza.
Ho avuto difficoltà a parlare con i medici di reparto perché nel pomeriggio erano sempre impegnati. È stato possibile solo avere notizie nei colloqui settimanali con il Responsabile e solo l'ultimo giorno di degenza si è resa disponibile al colloquio un medico di reparto per comunicarmi che stavano provando a trovare un posto letto in ospedale e che, in caso di peggioramento, veniva invita al PS dell'ospedale più vicino. All'atto del trasferimento in ospedale (per fortuna non nel PS) il personale dell'ambulanza si è rifiutato di trasportare gli effetti personali della mamma, che è arrivata nell'altro ospedale con il solo pigiama. Purtroppo è poi deceduta nei giorni successivi per una polmonite, probabilmente acquisita durante le varie ospedalizzazioni.
Molto perplesso.

Patologia trattata
Insufficienza respiratoria.
Trovi utile questa opinione? 
04 Febbraio, 2017
Teresa
Voto medio 
 
1.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Figlia di paziente

Hanno mandato al San Raffaele mia Madre dal Gemelli dopo un ictus. Dico solo che dopo 15 giorni hanno dovuto rimandare mia madre in un altro ospedale perché in fin di vita su problematiche che potevano essere riscontrate con un normale prelievo. Informazioni omesse, diagnosi sbagliate e arroganza del personale medico, tanta arroganza e inadeguatezza a gestire qualunque problema, sia a medicina che a riabilitazione. Ma come li scelgono? Non capisco perché dagli ospedali pubblici mandino forzatamente qui i pazienti invece di tenerli un po' di più loro, tanto di soldi pubblici per tenerli nella struttura privata ne spendiamo veramente tanti..

Patologia trattata
Esiti di ictus.
Trovi utile questa opinione? 
19 Ottobre, 2016
Pisani Marcella
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Critica

Buon ospedale ai fini riabilitativi, ma scarso per quanto riguarda la pulizia ed il supporto infermieristico.

Patologia trattata
Riabilitazione post operatoria frattura femore.
Trovi utile questa opinione? 
24 Agosto, 2015
Veronica
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Riabilitazione neuromotoria secondo piano

Pessima struttura sporca, non la consiglierei a nessuno. Mio padre è entrato per fare fisioterapia e camminava con le sue gambe; invece adesso si trova su una sedia a rotelle e non riesce a stare in piedi. Non dico altro.

Patologia trattata
Còrea.
Trovi utile questa opinione? 
20 Marzo, 2015
Antonio Bergantino
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Struttura eccellente

Struttura eccellente. Consigliata!
Sono stato ricoverato presso questa struttura dal 26/02/2015 al 19/03/2015 per rivalutazione clinico-strumentale e riabilitazione cardiologica. Mi sono trovato benissimo, attorniato dalle attenzioni del personale medico e infermieristico. Grazie!

Patologia trattata
Rivalutazione clinico-strumentale e riabilitazione cardiologica.
Trovi utile questa opinione? 
05 Febbraio, 2015
Ambra
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Struttura da non consigliare

Mio nonno è attualmente ricoverato in questa struttura; stiamo facendo di tutto per portarlo via dal momento che il personale è totalmente poco qualificato. Mio nonno è entrato in clinica dopo 10 giorni in ospedale, è entrato che camminava, parlava e ragionava. Attualmente non riesce a camminare, a mangiare e parlare bene. Fatevi due calcoli. Abbiamo saputo che gli stanno dando delle pillole antidepressive (non so il motivo, dicono per la prassi ma non è cosi), ora spiegatemi come sia possibile che ad un anziano che deve riabilitarsi fisicamente e mentalmente, vengano date pillole che lo rendano cosi debole. Oltretutto non è dato sapere che genere di pillole siano. Lo obbligano a chiamare per andare al bagno e quando chiama, anzichè farlo muovere, gli danno il pappagallo. Inoltre tra infermieri e fisioterapisti si litigano i pazienti, un giorno mio nonno disse che non riusciva a fare terapia per problemi intestinali... da allora l'hanno preso di mira e gli strillano sempre. Sono sconvolta di come una tale struttura possa ancora essere consigliata. Leggendo i vari giudizi rivedo l'iter che stiamo passando in questi giorni. Medici che non si trovano mai, infermiere/i poco competenti, portantini del cibo maleducati e cafoni, struttura sporca e poco abitabile. Spero di riuscire a portarlo via il prima possibile. Mio nonno è entrato che camminava benissimo e uscirà che non si regge in piedi.

Patologia trattata
Esiti da ictus.
Trovi utile questa opinione? 
29 Luglio, 2014
Ludovica Ricci
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Esperienza da dimenticare

Esperienza decisamente negativa, ti trasferiscono senza preavviso, mancanza totale di rispetto.

Patologia trattata
Riabilitazione Respiratoria.
Punti deboli
Mancanza di professionalità e serietà, personale sgarbato ed arrogante, assistenza inefficiente.
Trovi utile questa opinione? 
12 Ottobre, 2013
elisabetta valento
Voto medio 
 
1.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Riabilitazione, questa sconosciuta

Un'esperienza che definire pessima è eufemistico. Mai vista tanta incuria, inefficienza, sporcizia. Mia madre, diabetica e affetta da parkinsonismo idiopatico, ricoverata per riabilitazione motoria e respiratoria, a seguito di una polmonite con conseguente scompenso cardiaco e respiratorio, dopo pochi giorni di soggiorno in quel paradiso della sporcizia ha contratto il clostridium difficile, quindi addio riabilitazione sia motoria che respiratoria. Non riuscendo a muoversi a causa del suo parkinsonismo, ha iniziato ad avere ulcere da decubito sull'osso sacro e un tallone, dopo giorni di richieste finalmente arriva un "materassino antidecubito". Mai richiesta fu più infelice; il materassino era rotto e surriscaldava per cui la schiena di mia madre è stata completamente cotta, coprendosi di bollicine, escoriazioni e spellamenti. Durante la sua degenza, 24 giorni, la dieta è stata sempre la stessa: pasta asciutta (sedanini) all'olio; polpette o formaggi fusi; patate o carote lesse; fetta di pane (un'associazione di carboidrati che per un diabetico non è proprio l'ideale). Appena il clostridium è risultato negativo, è stata fatta uscire, malgrado proprio, a causa dell'infezione, la riabilitazione fosse risultata pressoché impossibile. Inoltre la comunicazione della sua dimissione per il lunedì successivo ci è stata data di venerdì pomeriggio; fin qui potrebbe sembrare tutto normale, peccato che sarebbe dovuta uscire con ossigeno terapia di 24 ore su 24. Malgrado le proteste e malgrado solo di domenica pomeriggio ci venisse consegnato il piano terapeutico, la dimissione non è stata sospesa.

Patologia trattata
Riabilitazione respiratoria.
Punti deboli
Sporcizia; inefficienza; carenza di fisioterapisti; medici raramente disponibili; dieta pessima e poco varia.
Trovi utile questa opinione? 
27 Mag, 2013
Sandro
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Riabilitazione neurologica

Esperienza decisamente negativa.
Paziente era entrato con una terapia indicata da un ospedale specializzato in neurologia, che è stata cambiata più volte senza alcun miglioramento. In uscita il paziente presenta un decubito in stato avanzato ed uno iniziale, il primo curato malamente e con presenza di pus, e una infezione anche alle vie urinarie.
Il paziente ha anche lamentato il comportamento non adeguato alla situazione degli infermieri, spesso sgarbati e villani.
Da parente del paziente, devo lamentare la scortesia di alcuni medici e la totale disorganizzazione del sistema disponibile per la richiesta di informazioni sullo stato di salute dei pazienti, che prevede solo due finestre temporali di due ore del lunedì e del martedì, con tempi di attesa di ore.
Dal punto di vista fisioterapico non c'è stato alcun miglioramento, semmai un peggioramento motorio che ha comportato la necessità di una autoambulanza per riportare a casa il paziente.

Patologia trattata
Parkinsonismo vascolare.
Punti deboli
Medici non adeguati al trattamento della patologia. La terapia è stata stravolta peggiorando molto le condizioni del paziente, che prima di essere ricoverato era in condizioni migliori di quando è uscito.
Stanze troppo piccole per 3 letti.
Trovi utile questa opinione? 
15 Mag, 2013
Massimo
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
2.0

Riabilitazione Cardiologica

Struttura dove si ha la sensazione di potersi beccare qualche infezione se non si sta attenti! I fisioterapisti sono abbastanza bravi (a parte qualcuna che si sente chissà chi). Infermieri in maggioranza inesperti (3 aghi inseriti = 3 flebiti). Medici discreti. Ho avuto anche la sensazione che ti trattengano più del necessario, mentre (al contrario) dove mi hanno operato sono stato dimesso dopo soli 4 giorni, nonostante la serietà dell'intervento.

Patologia trattata
Riabilitazione dopo intervento cardiaco.
Punti di forza
Medici abbastanza competenti e cortesi.
Punti deboli
SCARSA PULIZIA!!!! Pasti di bassa qualità e grassi, contrastanti con la dieta (ipolipidica) consigliata dai medici. Per 15 giorni poi mi hanno "costretto" ad una dieta diabetica senza avere il diabete!
Trovi utile questa opinione? 
15 Aprile, 2013
Giovanna
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Reclamo

MO PADRE è DECEDUTO NELL'AUTUNNO SCORSO, MA IN OSPEDALE. E' GIUNTO IN ESTATE AL SAN RAFFAELE PISANA CHE RAGIONAVA E CAMMINAVA CON LE PROPRIE GAMBE. DOPO DUE MESI DI CALDO SOFFOCANTE, LA MALATTIA HA PROGREDITO FINO A FARGLI AVERE UN INFARTO INTESTINALE. IL TUTTO MOLTO VELOCEMENTE. LA MALATTIA è DEGENERATIVA, MA SICURAMENTE LA MANCANZA DI REFRIGERAZIONE NELLE STANZA DEL REPARTO NEUROMOTORIO è ALTAMENTE A RISCHIO PER CERTI PAZIENTI. A CASA, FORSE, SAREBBE STATO MEGLIO. DICO CHE è MEGLIO CHIUDERE UN REPARTO IN QUELLO STATO PER RIAPRIRLO AI DEGENTI UNA VOLTA SISTEMATO... E SPERO SIA STATO SISTEMATO, PER LA VITA DEI POVERI VECCHIETTI COLPITI DA MALATTIE DEGENERATIVE.

Patologia trattata
PARKINSON VASCOLARE.
Punti di forza
PROFESSIONALITà DEL PERSONALE MEDICO.
Punti deboli
PROFESSIONALITà DI QUALCUNO DEL PERSONALE PARAMEDICO.
ARIA CONDIZIONATA ROTTA IN ESTATE.
SERVIZI IN CONDIZIONI ANTEGUERRA.
Trovi utile questa opinione? 
18 Gennaio, 2013
Flaminia
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Neuromotoria B

Vorrei denunciare le condizioni e le angherie che devono subire i poveri malati che purtroppo si trovano in questo reparto: neuromotoria B.
Assistenza inesistente, medici scostanti e arroganti, infermieri "gelidi", i pazienti più anziani vengono trattati malissimo.
Mia madre, entrata per una riabilitazione a seguito di una frattura al femore, dopo 40 giorni ne esce con piaghe da decubito terzo stadio, catetere e sulla sedia a rotelle.
Dopo l'intervento di riduzione della frattura abbiamo pensato di essere stati fortunati ad essere accolti da questa struttura e che mia madre ne avrebbe ricavato solo benefici; invece ne esce, se questo è possibile, peggio di quanto vi è entrata. Inoltre oltre al danno la beffa: ora dobbiamo organizzare un ospedale a casa pagando infermieri per la cura delle piaghe e pulizia del catetere, più una persona che la accudisca nella pulizia e pasti, e fisioterapista.
Purtroppo non riesco a parole a spiegare tutte le cattiverie che questi poveri malati devono subire.
Tirate voi le somme della nostra devastante esperienza in questa struttura.

Patologia trattata
Riabilitazione neuromotoria a seguito di frattura femore.
Paziente con morbo di Parkinson.
Trovi utile questa opinione? 
24 Dicembre, 2012
Gianpaolo Francolini
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Assistenza e competenza al di sopra della media

Sono stato ricoverato per circa 40 giorni, la mia iniziale e grave patologia mi ha costretto ad essere assistito prima nel reparto di medicina, dove medici ed infermieri sono stati angelicamente impagabili e, successivamente, nel reparto riabilitazione respiratoria, dove, oltre ai medici ed infermieri, si sono aggiunti i fisioterapisti altrettanto competenti ed attenti. Ringrazio vivamente tutti per averla scampata, purtroppo ricordo solo alcuni nomi e quindi non vorrei far torto a nessuno se non li cito. Grazie veramente a tutti voi, siete degli angeli. Spero per tutti voi che si risolvano al più presto le problematiche sulla spending review.

Patologia trattata
Polmonite bilaterale con versamento pleurico.
Punti di forza
Accoglienza medica, infermieristica e fisioterapica, ascolto del paziente.
Punti deboli
nessuno.
Trovi utile questa opinione? 
10 Novembre, 2012
anna giglioni
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

STRUTTURA ECCELLENTE

CONOSCEVO GIà LA STRUTTURA PER UN PRECEDENTE RICOVERO DI MIA MADRE SEI ANNI FA. A LUGLIO SIAMO RITORNATI PER UNA RIACUTIZZAZIONE DELLA SUA PATOLOGIA RESPIRATORIA. LE CONDIZIONI DI MAMMA ERANO MOLTO GRAVI, MA POSSO AFFERMARE CON CONVINZIONE CHE MAI IN NESSUN ALTRO POSTO HA RICEVUTO UNA ASSISTENZA COMPLETA E A 360 GRADI COME QUI.
INIZIANDO DAL PRIMARIO E DAI MEDICI (TUTTI) CHE, OLTRE A CURARE MAMMA CON SCRUPOLO, SONO SEMPRE STATI PRESENTI IN QUALSIASI MOMENTO SIA PER LEI CHE CON ME, PER ILLUSTRARMI IL SUO STATO DI SALUTE ED INFORMARMI SULLA TERAPIA SOMMINISTRATA, GLI EFFETTI, LE SPERANZE O NON SPERANZE.
GLI INFERMIERI POI, SONO DA LODARE. LAVORANO SEMPRE CON IL SORRISO SULLE LABBRA. MAI UNA PAROLA CON TONO ALTERATO, MAI UN BATTIBECCO, ANZI, CON ALCUNI SEMBRAVA QUASI CHE TRATTASSERO MIA MADRE COME FOSSE LA LORO MAMMA.
I FISIOTERAPISTI, ANCHE LORO BRAVI, GENTILI, PAZIENTI, PREPARATI.
E LA LOGOPEDISTA, Sì, ANCHE LEI! QUANDO HO SENTITO PARLARE DI LOGOPEDISTA MI SON CHIESTA "PERCHè?"; POI HO CAPITO IL LAVORO CHE SVOLGE E CHE HA FATTO CON MAMMA.
INSOMMA: UN'ASSISTENZA COSì IO NON L'HO VISTA DA NESSUN'ALTRA PARTE.. E DIRE CHE DI OSPEDALI NE ABBIAMO GIRATI PARECCHI!!!

Patologia trattata
BPCO - REPARTO DI RIABILITAZIONE RESPIRATORIA.
Punti di forza
COMPETENZA E PROFESISONALITà SIA DEI MEDICI DEL REPARTO CHE DEGLI INFERMIERI E DEI FISIOTERAPISTI.
Trovi utile questa opinione? 
29 Ottobre, 2012
roberta
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Eccellenza nella riabilitazione?

Mio padre doveva essere riabilitato, in realtà è stato abbandonato nel degrado. Ha contratto piaghe da decubito, ma a mia domanda specifica mi fu detto che non ne aveva. E' notevolmente peggiorato.

Patologia trattata
Ictus.
Punti deboli
Camere, in agosto, senza aria condizionata. Pulizia zero. Sabato e domenica un solo infermiere per ogni piano; medico presente solo con reperibilità. Schiacciano le pasticche con i bicchieri. Le suore che dovrebbero controllare le piaghe da decubito preferiscono passare il tempo a dire le preghiere (urlando), nei corridoi.
Trovi utile questa opinione? 
27 Luglio, 2012
GROSSI
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Esperienza disastrosa

Mio padre, ricoverato in buone condizioni dopo un'intervento di riduzione di stenosi cervicale, con errate manovre da parte degli infermieri è stato quasi portato alla paralisi; ed il peggio è che i medici, mentre all'improvviso il paziente passava da una situazione di deambulazione autonoma a non stare nemmeno più in piedi, hanno continuato per diversi giorni a parlare solamente di ansia, ritardando così il reintervento chirugico e aggravando tantissimo la situazione. Non ho altro da dire...

Patologia trattata
RIABILITAZIONE NEUROMOTORIA.
Trovi utile questa opinione? 
20 Dicembre, 2011
roberta
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

opinione

circa una settimana fa mio padre è entrato nella struttura del San Raffaele, per ricevere una dovuta riabilitazione in seguito al problema che ha avuto. lui ha avuto un aneurisma cerebrale che in conseguenza all'operazione è rimasto quasi paralizzato nella parte sinistra del corpo. la struttura non è stata come ce la saremmo aspttata, mio padre portava il pannolone e quando chiamava le infemiere per essere cambiato arrivavano dopo molte ore. in conseguenza a questo gli sono venute anche le piaghe da decubito. la stanza non veniva mai pulita nè tanto meno il bagno: era sempre mia madre che doveva pulire sia la stanza che il bagno .ma non solo la stanza di mio padre era sporca, ma tutta la struttura. appena entravo sentivo un fortissimo odore di sporco, e oltre a sentire l'odore si vedeva dato che la cosa era molto evidente. il personale inoltre è sempre molto sgradevole sia con i pazzienti che con i parenti. questa è stata la mia esperienza molto molto sgradevole del San Raffaele.

Patologia trattata
riabilitazione post aneurisma cerebrale.
Trovi utile questa opinione? 
03 Luglio, 2011
paolo
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

ottima struttura

che dire una buonasanita'... ero alla ricerca di una struttura riabilitativa per un mio familiare (operato in una altra clinica di artroprotesi al ginocchio), conoscevo solo il nome (molto noto a roma e dintorni) e la logistica a me gradita. Quindi ho iniziato con una semplice telefonata all'ufficio accettazioni, dove una impiegata a dir poco paziente mi ha illustrato cio' che dovevo fare, e mi ha sopportato con 4 giorni di telefonate.. Visto che non c'erano posti letto liberi nell'ultimo giorno utile (il mio familiare sarebbe stato trasferito fuori roma..), sono stato tempestivamente contattato dalla gentile impiegata e senza alcuna "raccomandazione" è stata ricoverata al reparto neuroriabilitativo 4 piano, dove lì ha trascorso una specie di vacanza, dove tutto il personale è estremamente disponibile, competente e professionale. Il reparto è nuovissimo con ogni comfort ed i terapisti sono eccezionali. Unica nota dolente, ma secondo me irrilevante, sono il cibo, che potrebbe essere migliore, e il parcheggio.
Dopo 40 giorni di ricovero e terapie graduali senza affrettare i tempi è stata dimessa, quindi che dire: finalmente una struttura funzionante.

Patologia trattata
riabilitazione neuromotoria per artroprotesi ginocchio
Punti di forza
personale; struttura
Punti deboli
cibo; parcheggio
Trovi utile questa opinione? 

Altri contenuti interessanti su QSalute