Urologia Istituto Tumori Regina Elena

 
4.0 (18)
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Urologia dell'Istituto Nazionale Tumori Regina Elena di Roma (IRE), situato in Via Elio Chianesi 53, ha come Responsabile il Dott. Prof. Michele Gallucci. Il reparto afferisce all'Area dipartimentale chirurgia oncologica 2, afferente al Dipartimento clinico sperimentale oncologico. La struttura si occupa delle patologie urologiche e dell'apparato genitale. E' possibile contattare l'unità operativa chiamando il numero telefonico di riferimento 06/52666217- 6983.


Recensioni dei pazienti

18 recensioni

 
(10)
 
(2)
 
(3)
 
(3)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
4.0
 
4.0  (18)
 
3.6  (18)
 
4.6  (18)
 
3.8  (18)
Recensioni più utili

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Dimissioni affrettate

Mia madre fa il pre ricovero il giorno 12.10 2017. Il professore Gallucci ci dice "entro il giorno 20 la operiamo subito". Mia madre però è anemica, quindi "non possiamo operarla è anemica". Ok, ma tu ospedale... fai qualcosa per far diminuire questa anemia causata da chemio, flebo, trasfusioni, punture... Invece niente.
Così mia madre, con un tumore alla vescica aggressivo, aspetta 2 mesi, con 0 controlli... Operata il giorno 30 novembre, dimessa con anemia a terra, dimessa che non poteva camminare per un dolore fortissimo ad una gamba.
Poi per dolori atroci al rene, alla gamba e con febbre a 39, viene portata al pronto soccorso del policlinico infezioni, dove le trovano infezione urinaria, anemia bassissima. Insomma, non mi dilungo tanto, ma la signora accanto a mia madre è ancora ricoverata, mentre mia madre con tutte queste patologie è stata dimessa di fretta e furia.
Personale: alcune donne graziose e premurose, altre è meglio che cambino lavoro.

Patologia trattata
Tumore vescicale aggressivo.
Trovi utile questa opinione? 



Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Mancanza di assistenza

Ci siamo presentati a visita privata a fine mese di febbraio 2017 dal Prof. Gallucci per un tumore alla vescica, diagnosticato a mio marito. Subito dopo la visita (circa 15 giorni dopo) abbiamo eseguito il prericovero all'Istituto Tumori Regina Elena - il Prof. ci aveva assicurato, vista la patologia, che ci avrebbe chiamato nel giro di 20 giorni/ un mese. Ebbene, siamo a settembre (6 mesi dopo la visita) e mio marito non è stato chiamato! Per fortuna ci siamo ravveduti in tempo e mio marito è stato operato a Catania nel mese di Giugno, dopo avere effettuato 2 cicli di chemioterapia adiuvante (il Prof. non l'aveva consigliata), ma il tempo perso ha compromesso la situazione. Io mi chiedo, come si fa?!! Fino al mese di Aprile ho aspettato e dopo varie telefonate ai vari infermieri che si occupavano del ricovero, mi è stato riferito che fino alla fine di quel mese mio marito non era ancora nemmeno in lista di attesa - e stiamo parlando di un tumore vescicale aggressivo diagnosticato T2.

Patologia trattata
Tumore alla vescica.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
2.0

Ottimo il personale di assistenza

Siete una vera eccellenza che date serenità a chi si rivolge a voi. Sono stato operato per una neoformazione renale sinistra il 31 agosto. Ringrazio tutti, dal prof. Gallucci all'ultimo inserviente. SONO SOLO RAMMARICATO DAL FATTO CHE A DISTANZA DI UN MESE NON RIESCO AD AVERE LA RISPOSTA DELL'ESAME ISTOLOGICO, E QUESTA NON E' UN COSA BUONA PER CHI COME ME STA IN ATTESA DI RIVOLGERSI AD UN ONCOLOGO...

Patologia trattata
NEOFORMAZIONE RENALE SX.
Trovi utile questa opinione? 



Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie....

Sono stata ricoverata il 5/9/2016 e operata per un tumore al rene destro il 7/9/2016.
Tutti meravigliosi: grazie al prof. Gallucci, a Sissy la caposala (eccezionale), e a tutti davvero coloro che sono in questo reparto, mi hanno fatta sentire come la sorella, la figlia, la cara amica di tutti.
Siete eccezionali, che Dio vi benedica.

Patologia trattata
Tumore rene dx.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Il migliore

Ritengo il prof. Michele Gallucci ineguagliabile per competenza e umanità.
Grazie.

Patologia trattata
Stenosi del giunto pielo ureterale.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie di cuore

Ringrazio di cuore il prof. Gallucci e tutto il reparto di urologia. In 2 giorni mi hanno operato e rimesso in piedi.
Infermieri e caposala gentilissimi e cortesi. La professionalità del prof. Michele Gallucci per me è ineguagliabile..
Ringrazio ancora tutti quanti.
Giuseppe da Tropea (calabria)

Patologia trattata
Tumore testicolo destro.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
3.0

Pessima esperienza

A mio padre di 72 anni è stato diagnosticato a luglio 2015 un carcinoma prostatico. Ha fatto la biopsia direttamente all'IFO. A causa di un blocco renale ad agosto gli è stato inserito catetere vescicale permanente. Ad settembre finalmente riusciamo ad avere una prima ed unica visita in clinica privata dal Prof. Gallucci. Il professore riceve solo privatamente in clinica ed opera poi in ospedale all'IFO; per il resto è praticamente irraggiungibile, per un consulto e delucidazioni sul da farsi bisogna elemosinare di essere ricevuti di straforo in ospedale, o riandare privatamente.
Dopo la visita, il prof. Gallucci indirizza subito mio padre per una prostatectomia totale considerato il carcinoma e il forte ingrossamento della prostata. Il professore dà una serie di esami da fare privatamente per iniziare la trafila burocratica per la lista di attesa in ospedale. Presa prima visita in ospedale, fissano il giorno della preospedalizzazione per il 5 novembre, richiedendo ulteriori esami clinici da farsi all'esterno della struttura. Nessuno segue il paziente nel suo percorso. Mio padre deposita gli ulteriori esami fatti nella sua cartella clinica in ospedale in attesa che lo chiamino. Nel frattempo mio padre a causa del catetere che deve essere sostituito ogni 20 giorni, con infezioni e costanti fastidi, finisce tre volte al P.S. in altro ospedale poichè l'IFO non ne è dotato.
Finalmente l' 1 febbraio 2016 viene chiamato dall'ospedale per essere ricoverato ed operato. Il primo giorno del ricovero i medici non sapevano neppure che portasse il catetere... sono tutti caduti dal cielo. Il secondo giorno convocano noi parenti stretti per dirci che lui non è un soggetto operabile con laparoscopia nè a cielo aperto per prostatectomia radicale a seguito delle sue ulteriori patologie (cardiopatico e occlusione dell'arteria carotidea). Prospettano quindi l'ipotesi di un intervento parziale senza anestesia totale, ma non in quell'ospedale perchè non è dotato di unità coronarica. Nel frattempo gli tolgono il catetere e fanno la prova se riesce ad urinare da solo.
Oggi, dopo 5 giorni di degenza in cui non hanno fatto alcun controllo nè accertamento per verificare il corretto funzionamento della vescica senza il catetere, che ha portato per ben 5 mesi (esame ecografico di prostata e vescica, uroflussimetria)- gli hanno solo chiesto se urinava - lo dimettono con prescrizione di terapia ormonale.. quindi ancora diversa da ciò di cui avevano parlato due giorni fa.
Nessun medico si era preoccupato di guardare la cartella clinica di mio padre prima di ricoverarlo per l'operazione. Il prof. Gallucci si è scusato per l'errore fatto.
Morale, siamo punto e accapo dopo 5 mesi di attesa buttati e abbiamo il dubbio che la terapia ormonale sia stata indicata solo perchè l'IFO non ha unità coronarica in caso di emergenza post operatoria.
Martedì mio padre ha una visita con un altro urologo di un ospedale pubblico e ricominciamo la trafila..
Ho intenzione di contattare il tribunale del malato.

Patologia trattata
Carcinoma prostatico.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

OTTIMO REPARTO

È IL NUMERO UNO IL GRANDE PROF. GALLUCCI, ED IL SUO STAFF. IL REPARTO POI È FORMATO DA INFERMIERI BRAVISSIMI, SONO MOLTO PAZIENTI CON NOI AMMALATI ESIGENTI. GRAZIE, GRAZIE A TUTTI.
COSTANTINO

Patologia trattata
ASPORTAZIONE VESCICA E PROSTATA.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie

Un grazie a tutti, alla vostra grande cortesia e umanità. Poi un grandissimo grazie al dott. Salvatore Guaglianone, un grande della chirurgia. Anche nelle visite di controllo ti fa sentire a tuo agio come un grande amico. Grazie dott. Guaglianone.

Patologia trattata
Prostatectomia radicale robotica.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Patologia renale

Il Prof. Gallucci, a cui mi sono rivolta su consiglio di altri colleghi per un problema di ematuria e trombosi della vena renale destra in mia madre di 85 anni, che non ha visitato la paziente e solo per mettere la UROTAC sul diafanoscopio e dopo conferma della trombosi, mi ha rinviato ad una collega angiologa per una ecocolordoppler, che confermava la patologia. E dopo aver rimbalzato il problema fra di loro senza aiutarmi, per tutta questa perdita di tempo prezioso ha chiesto a mia madre 200 euro.
Questo per dire che non bastano titoli, master e qualifiche, ma anche umiltà, dovere ed empatia.

Patologia trattata
Ca rene.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Al Prof. Michele Gallucci

Nella mia esperienza ho trovato nella figura del professor Gallucci e di tutta l'equipe del reparto, medica e non, altissima competenza professionale. Sono il paziente Capuano Vincenzo, operato il 05.02.2015 di asportazione del rene sinistro.
Devo ora iniziare una Radioterapia di 10 giorni con la dott.ssa Marucci.

Patologia trattata
Asportazione rene sx.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Gallucci e il suo staff

Si combatte da tempo contro il male alla prostata e si è scoperto ad inizio 2014 un'infiltrazione nel bacino del rene. Si sente parlare molto bene del Prof. Gallucci.
Si prende appuntamento nello studio del Prof. Gallucci, che riceve solo da privato, e si esce dalla visita con l'accordo di esser messo in lista d'attesa per un esame più approfondito (era fine aprile 2014). A giugno ancora nessuna chiamata e si inizia il calvario per capire a che punto della lista si stesse. Si scopre a fine agosto dopo un lungo calvario di telefonate, mail, messaggi senza mai una risposta, che non si è affatto in lista. Immaginate che fulmine a ciel sereno. Inizio settembre: dopo tanto penare si riesce a fissare l'esame (fatto solo settimana scorsa) da eseguire in Ospedale e non in clinica come caldamente raccomandato (perchè, avendo altri problemi di salute, ci si sente più sereni sapendo di esser in una struttura ospedaliera). Esame fatto e prima di esser dimesso si attende che il Professore o qualcuno del suo staff si faccia vivo per dare una qualche idea di come sia andato, ed invece con le pive nel sacco si torna a casa. Si ritira il referto con grandi paroloni, ma nessuno dello staff si è degnato di dire una parola. Ora si è in attesa di una nuova visita 'di controllo' in cui chiedere cosa voglia dire il referto e chiedere come sia andato l'esame. Quale destino ci aspetta, a cosa ci si deve preparare.
Il giudizio finale è di poca professionalità da parte del Professor Gallucci e di tutto il suo staff. Non ho idea se sia stato veramente lui ad eseguire l'esame o qualcuno del suo staff, o un qualunque altro pincopallino, perchè il loro silenzio lascia pensare che possa accadere di tutto.

Patologia trattata
Tumore prostata e rene.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

La mia storia

Verso giugno del 2011 la mattina presto mi svegliavo continuamente per andare in bagno così, dopo vari incontri, mi sono trovato al regina elena, ho fatto gli esami per la prostata e il primo settembre, avuti i risultati, mi sono recato nuovamente all'I.R.E. Mi hanno anche riscontrato una massa al rene destro da operare con urgenza. Agli inizi di ottobre sono stato operato ed è andato tutto bene, sembra facile raccontarlo, ma avevo una massa di 18 centimetri sul rene destro; adesso aspetto la chiamata per la prostata. Il tutto mi è stato facilitato grazie a mia moglie, che mi ha sempre assistito, e a tutto il reparto urologico, i cui medici e infermieri con scrupolosità hanno svolto il loro lavoro.
Nel reparto abbiamo trascorso 10 giorni io e mia moglie separati a 10 metri di distanza, ma ci sentivamo vicini grazie al personale infermieristico.
Continuo la mia storia:
dopo un anno esatto, cioè ad ottobre 2012, vengo operato di prostata. Dopo pochi giorni mi sono ristabilito e sono tornato a casa, tutto andava per il meglio e anche qualche disfunzione, con un po' di cura, migliorava.
Ma a giugno, nei soliti esami di controllo, c'era qualcosa che non andava; ho approfondito e mi ritrovo alcuni frammenti attaccati al pancreas.. Adesso sono in cura, speriamo bene.
Scusatemi se vi ho raccontato in breve la mia storia di tre lunghi anni.
Se il prof. mai leggesse, vorrei una risposta.

Patologia trattata
Tumore rene dx; K prostata.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Prostatectomia radicale laparoscopica

Nella mia esperienza posso dire di avere trovato nel reparto di Urologia dell'Istituto Nazionale Tumori Regina Elena di Roma una struttura di eccellenza.

Patologia trattata
Tumore prostatico.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
2.0

Delusione e rabbia

Mia suocera operata nell'aprile del 2010 dal professor Gallucci, è rimasta ben 47 giorni in ospedale, di cui 15 in rianimazione, per negligenze dei medici in sala operatoria. E' morta lo scorso 24 luglio in seguito ad una ripresa della malattia, non rilevata assolutamente da colui che era il medico predisposto ai controlli di routine. Controlli blandi e tac mai controllate. Il 4 luglio il dott. Cantiani prescriveva a mia suocera per i dolori il medicinale oki. Dopo 20 giorni sarebbe morta mangiata da quello stesso tumore.

Patologia trattata
Neovescica.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie di cuore al prof. Gallucci

Verso giugno del 2011 la mattina presto mi svegliavo continuamente per andare in bagno così, dopo vari incontri, mi sono trovato al regina elena, ho fatto gli esami per la prostata e il primo settembre, avuti i risultati, mi sono recato nuovamente all'I.R.E. Mi hanno anche riscontrato una massa al rene destro da operare con urgenza. Agli inizi di ottobre sono stato operato ed è andato tutto bene, sembra facile raccontarlo, ma avevo una massa di 18 centimetri sul rene destro; adesso aspetto la chiamata per la prostata. Il tutto mi è stato facilitato grazie a mia moglie, che mi ha sempre assistito, e a tutto il reparto urologico, i cui medici e infermieri con scrupolosità hanno svolto il loro lavoro.
Nel reparto abbiamo trascorso 10 giorni io e mia moglie separati a 10 metri di distanza, ma ci sentivamo vicini grazie al personale infermieristico.

Patologia trattata
K rene dx.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Elogio al dott. prof. Gallucci e staff

Sono entrato il 19 Luglio 2012 nel reparto di urologia per essere operato di K prostatico. Ho trovato un ottimo ambiente, con personale infermieristico e staff medico molto gentili e premurosi. Un grazie di cuore va al Prof. Gallucci, che con la sua professionalità e soprattutto con il Suo modo di fare gentile (da padre che cura i suoi figli), ti fa passare quel brutto momento che stai vivendo con parole rassicuranti.
Dobbiamo ringraziare queste persone di esistere, quindi grazie, grazie e ancora grazie.

Patologia trattata
K prostatico.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

Esperienza super negativa

Non entro nel merito delle capacita' del primario professor Gallucci (l'operazione da lui effettuata ha avuto complicazioni, ma voglio imputarle al caso), non imputo invece al caso la negligenza nell'assistenza e nelle indicazioni dati nel post operatorio. Prescrizioni importanti come i lavaggi vescicali non sono state date, i controlli semestrali blandi ma, soprattutto, non e' stata riconosciuta una ripresa della malattia. Niente da dire invece sugli infermieri ed infermiere del reparto.

Patologia trattata
Asportazione e ricostruzione della vescica.
Trovi utile questa opinione? 


Altri contenuti interessanti su QSalute