Urologia Ospedale Campobasso

 
5.0 (1)
2173  
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Urologia dell'Ospedale Antonio Cardarelli di Campobasso, situato in contrada Tappino, ha come Direttore il Dott. Daniele Cuscunà. Il reparto svolge attività di diagnosi e cura delle malattie dell'apparato urinario e genitale maschile attraverso prestazioni in regime di ricovero ordinario, day hospital- surgery ed ambulatoriale. Attività di rilievo: interventi di urologia oncologica per tumori del rene, vescica, prostata, testicoli, pene, con procedure chirurgiche open a cielo aperto, endoscopiche ed in laparoscopia; trattamento della Calcolosi Urinaria chirurgico, endourologico percutaneo, endoscopico con strumentario rigido e flessibile, laparoscopico e con litotrissia extracorporea ESWL; interventi disostruttivi per Ipertrofia Prostatica con chirurgia open a cielo aperto ed endoscopica (TUR-P e LASER); chirurgia per il Cistocele e l'Incontinenza Urinaria femminile. Fanno parte dell'equipe dell'unità operativa i dirigenti medici Dott. Pasquale Santoro (Vice Direttore e responsabile UOS Endoscopia e Laparoscopia), Dott.ssa Alessandra Di Lallo, Dott. Elio Renzo Cardillo, Dott. Eduardo Tonti (Urodinamica), Dott. Giovanni Francario, Dott. Angelo Mancini (Andrologia), Dott.ssa Piera Torricelli (ecografia urologica).

-


Recensioni dei pazienti

1 recensioni

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0  (1)
Assistenza 
 
5.0  (1)
Pulizia 
 
5.0  (1)
Servizi 
 
5.0  (1)
Voti (il più alto è il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
05 Settembre, 2017
Alessia Valente
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Tempestività e gentilezza

Ringrazio il reparto di Urologia dell'ospedale Cardarelli di Campobasso per come ha accolto e trattato mio figlio di dodici anni, giunto lo scorso 24 agosto al PS della struttura (e qui aggiungo un grazie anche ai medici del pronto soccorso) per sospetta torsione del testicolo. Vivendo a Roma non sapevo molto dell'ospedale e, soprattutto, del reparto, quindi ero indecisa se operare il ragazzo a Campobasso o trasferirlo a Roma. Ma la dedizione della dottoressa Torricelli e la gentilezza del personale di Pediatria (e anche in questo caso è doveroso un immenso grazie!) presso cui era appoggiato mio figlio, hanno convinto me e, soprattutto, il diretto interessato, a procedere con l'intervento. Intorno a me ho trovato solo persone gentili, dagli OSS al primario di Urologia, il prof. Cuscuná. Mio figlio si è trovato così bene che non voleva essere dimesso!
In un'Italia dove a fare da padrone sono le storie di malasanità ci sono persone che meritano una lode. Ho saputo che la Regione Molise sta tagliando le risorse destinate al Cardarelli. Mi dispiace molto, spero che i cittadini alzino la voce! Cordiali saluti e ancora grazie
Alessia Valente

Patologia trattata
Torsione idatide di Morgagni.
Trovi utile questa opinione? 




Altri contenuti interessanti su QSalute