Chirurgia del pancreas Policlinico Verona Borgo Roma

 
4.4 (90)

Recensioni dei pazienti

90 recensioni

 
(70)
 
(5)
 
(7)
 
(8)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
4.4
 
4.5  (90)
 
4.5  (90)
 
4.4  (90)
 
4.4  (90)
Torna alla scheda

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
90 risultati - visualizzati 1 - 45  
1 2  
Per Ordine 
 
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamento

Medici gentilissimi e professionalmente preparati. Mi hanno seguito con tanta benevolenza e fatto sentire sempre a mio agio. Li ringrazio.
Infermieri gentilissimi e preparati.

Patologia trattata
Pancreas.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Professionalità e umanità

Grazie al mio medico di base, dopo una serie di esami, vengo indirizzata alla Chirurgia del pancreas di Borgo Roma a Verona. Il dott. Luca Landoni mi spiega subito come saranno gli sviluppi della mia patologia con serenità e semplicità, proponendomi una serie di esami che faccio nella stessa struttura in day hospital e all'ospedale di Borgo Trento, tutto organizzato in 4 giorni dal reparto, visto che io vengo da fuori provincia.
Forse per tanti sarà normale, ma io sono rimasta stupita dall'organizzazione, competenza, gentilezza e professionalità di tutti. In momenti dove molti contestano la nostra sanità pubblica, posso affrontare il mio percorso di cura sicura di trovare persone preparate professionalmente e con grande umanità, dandomi quella serenità che anche a loro auguro.

Patologia trattata
TUMORE NEUROENDOCRINO (NET).
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Operata a 16 anni per un tumore pancreatico

Un grazie di cuore a tutto lo staff della Chirurgia del Pancreas del prof. Claudio Bassi, al prof. Roberto Salvia, al prof. Ruzzenente della Chirurgia del Fegato, al prof. D'Onofrio della radiologia e a tutti  coloro che hanno collaborato (direttamente e indirettamente) alla migliore riuscita dell' intervento.

Un grazie speciale al dott. Luca Landoni, che da subito ha preso a cuore il caso di nostra figlia, particolarmente delicato anche per la sua giovane età, e che ha trovato sempre le parole e le modalità migliori per farle comprendere la sua patologia e a spiegarla anche a noi genitori, e che ci ha accompagnati con grande professionalità, umanità e vicinanza in questo percorso.

Un grazie a tutto il personale del Day Hospital, della Terapia  Intensiva e in particolare della Degenza della Chirurgia del Pancreas: medici, specializzandi (che con la loro empatia, giovane e fresca presenza e vivace passione per la loro professione, hanno reso la degenza a nostra figlia molto più leggera e significativa), infermieri (che ci hanno fatto subito sentire a casa adoperandosi in ogni modo) e addetti ai vari servizi (tutti sempre molto sensibili).

Abbiamo incontrato tante belle figure che hanno aiutato e sostenuto nostra figlia non solo dal punto di vista medico ma anche umano per la loro grande sensibilità e che in qualche modo hanno lasciato in nostra figlia il ricordo, pur nella difficoltà della situazione, di un' esperienza ricca di valori e vicinanza.

Grazie anche alla dott.ssa Marinelli, psicologa, che subito si è resa disponibile a sostenerci e alla dott.ssa Cingarlini che da ora in poi, come oncologa specializzata in tumori rari, seguirà nostra figlia.

E' stato molto bello vedere anche la collaborazione attiva tra i medici delle varie specializzazioni e come ognuno abbia, di volta in volta, messo a disposizione le proprie competenze.

Nostra figlia sta tornando a vivere in pieno la normalità della sua vita, non lasciandosi alle spalle questa difficile esperienza come un "brutto ricordo da cancellare" ma come occasione di crescita umana e di maturazione, grazie anche alla presenza generosa e significativa di tutto il personale incontrato al Policlinico G. B. Rossi di Verona Borgo Roma.

Grazie a tutti di cuore!

Patologia trattata
Tumore pseudo papillare al pancreas con metastasi al fegato.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grande professionalità, grande umanità

Nell'ottobre 2018 mi è stato diagnosticato un tumore neuroendocrino alla coda del pancreas. Una massa di 8 cm. che doveva essere asportata. La prima visita con il prof. Claudio Bassi mi ha subito fatto capire di essere in buone mani. Dopo altri esami, mi hanno consigliato di intraprendere una terapia sperimentale (radiometabolica) all'istituto di ricerca IRST di Meldola (FC) per cercare di ridurre la massa. Dopo 5 sedute nell'arco di 20 mesi ho completato la terapia, con risultati inferiori alle aspettative. Dopo ulteriori esami e visite con la dott.sa Cingarlini (reparto Tumori rari) e il dott. Luca Landoni, è stato programmato l'intervento, che poteva essere complesso vista la massa e i molti vasi presenti.
Nell'aprile del 2020, in piena pandemia Covid-19, sono stato operato dal dott. Landoni. L'intervento è riuscito perfettamente e non sono emersi problemi particolari o "brutte sorprese" (si temeva un coinvolgimento anche di colon o stomaco). La convalescenza è stata buona, per fortuna non si è verificata la temuta fistola pancreatica, anche se ho avuto invece una fistola chilosa, che però con qualche giorno di digiuno e poi una dieta senza grassi si è risolta abbastanza velocemente.
Dopo una degenza di 3 settimane sono tornato a casa e nei mesi successivi mi sono completamente ripreso. In reparto mi sono trovato benissimo ed ho apprezzato la competenza e gentilezza di TUTTO il personale, a tutti i livelli. Anche nei mesi successivi ho trovato sempre grande disponibilità da parte dei medici del reparto a chiarire i miei dubbi e i miei problemi.
Dopo 6 mesi la RMN di controllo è andata bene, e il dott. Landoni mi ha rassicurato e dato consigli utili. Il mio intervento è stato piuttosto difficile (splenopancreasectomia distale e colecistectomia), ma è stato eseguito in maniera magistrale e lo dimostra il fatto che ora gli esami dicono che sono "pulito". Spero di rimanerlo ancora per molto, ma in ogni caso nessuna altra equipe poteva fare di meglio.
Mi sono affidato a dei veri ANGELI che mi hanno salvato la vita, e mnemotecnici sarò sempre riconoscente. Grazie dott. Landoni, grazie prof. Bassi, grazie a tutto il grandissimo reparto di Chirurgia del Pancreas di Verona!

Patologia trattata
Tumore neuroendocrino alla coda del pancreas.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Duodenocefalopancreasectomia

Un ringraziamento particolare al dott. Luca Landoni, che mi ha preso in carico mostrando competenza e serietà spiegandomi e illustrandomi in modo semplice ma efficace l'intervento: duodenocefalopancreasectomia con colecistectomia. Intervento eseguito il 13 novembre del 2019. Devo dire che ero andato al consulto con il dott. Luca Landoni ma ero propenso a non operarmi.
Desidero ringraziare fortemente il chirurgo e tutto il personale medico ed infermieristico del reparto di Chirurgia del Pancreas. Ho notato una elevata professionalita' e un senso di umanita' che mi hanno dato un forte aiuto in tutto il periodo di degenza.
Vi sarò per sempre grato.

Patologia trattata
Tumore endocrino della papilla.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Intervento tumore pancreas

Quasi cinque anni fa sono stata operata dal Dott. Luca Landoni per un adenocarcinoma del pancreas. Prima sono stata sottoposta a trattamento chemioterapico per ridurre il tumore e poter così intervenire.
Non mi dilungo, voglio solo ringraziare il dott. Landoni per la professionalità e la capacità di rapportarsi con i pazienti. Spero, inoltre, che la mia esperienza dia coraggio alle persone che hanno da poco affrontato l'intervento. Non è un percorso facile, ma sono ancora qui circondata dai miei cari.
Grazie ancora!

Patologia trattata
Adenocarcinoma pancreas.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

ENCOMIO

Desidero ringraziare tutto il personale medico ed infermieristico del reparto di Chirurgia del Pancreas. All'interno di tale reparto ho riscontrato un elevata professionalità e organizzazione, inoltre l'ambiente si è contraddistinto per gentilezza e umanità, doti che mi hanno dato un concreto aiuto nell'affrontare il mio intervento al pancreas con serenità. Impossibile dimenticare i sorrisi e il senso di sicurezza trasmesso da tutto il personale del reparto. Inoltre sono rimasta colpita dall'attenzione degli infermieri e del personale socio sanitario nei confronti dei pazienti, in quanto per ogni mansione che essi svolgevano cambiavano i guanti, e nel periodo in cui era scoppiata l'emergenza Coronavirus per la sicurezza e prevenzione di tutti i pazienti, hanno limitato gli spostamenti all'interno del reparto.
Infine voglio encomiare il Dott. Luca Landoni, il quale mi ha preso in carico mostrando serietà e competenza, spiegandomi in modo semplice ma efficace l'intervento al quale sono stata successivamente sottoposta; intervento che è risultato molto meno invasivo rispetto ad interventi che mi erano stati proposti da altri dottori in altre strutture ospedaliere. Un altro doveroso encomio è doveroso nei confronti del chirurgo De Pastena Matteo, il quale ha svolto correttamente l'intervento e al mio risveglio ha saputo rassicurare me e i miei familiari.
Grazie mille.
Cordiali saluti.

Maria Neve Paoli.
Intervento svolto il: 09/02/2020

Patologia trattata
TUMORE NEUROENDOCRINO AL PANCREAS.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Duodeno-cefalo-pancreasectomia

Sono stato operato in novembre 2016 per adenocarcinoma della testa del pancreas di circa 2 centimetri di diametro.
Fortunato per diagnosi rapida (ittero), tipo di malignità (intermedia), sede neoplastica e scelta della sede chirurgica (Verona, Ospedale Borgo Trento, reparto chirurgia del pancreas).
Sono stato operato dal professor Roberto Salvia, medico di indubbie capacità, sempre disponibile, gentile ed empatico, che raccomando con estrema certezza.

Patologia trattata
Adenocarcinoma della testa del pancreas.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Grazie dott. Landoni

Sono la moglie di un paziente operato lo scorso 24 gennaio di adenocarcinoma alla testa del pancreas.
Come si puo immaginare, l'ansia legata alle mogli, ai figli e a tutti i parenti delle persone malate è sempre molto alta... soprattutto quando arriva il giorno dell'intervento tanto atteso e sperato dopo 6 mesi di chemioterapia.
L'intervento e' riuscito, dopo 9 ore di attesa interminabile, ed avrò sempre in mente l'arrivo in sala di attesa del chirurgo dott. Luca Landoni che ci chiamava e ci veniva incontro rassicurandoci subito che tutto era andato bene.
Nonostante qualche complicanza successiva, ma prontamente curata da tutto il reparto chirurgia pancreatica, ora siamo a casa nostra.
Mio marito dovrá affrontare altre cure, ma il grosso passo e' stato fatto.
Grazie al dott. Landoni, bravissimo medico chirurgo.

Patologia trattata
Adenocarcinoma testa del pancreas.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Non finirò mai di ringraziarvi

Voglio ringraziare il personale medico e infermieristico di questo reparto di eccellenza, per la professionalità e le qualità umane che mi hanno dimostrato; in particolare voglio ringraziare di cuore il dott. Luca Landoni che mi ha ridato la vita per la seconda volta, mi ha seguito con grande competenza e umanità, dall’inizio del mio calvario, fino all’intervento andato a buon fine.
Bravissimi ancora, grazie a tutti.

Patologia trattata
Adenocarcinoma pancreatico.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Unici

Staff professionale, competente e soprattutto umano.

Patologia trattata
Neoplasia cistica pancreatica.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

IL MIGLIOR STAFF CHIRURGICO DEL PANCREAS

INTERVENTO DI DUODENOCEFALOPANCREASECTOMIA PILORO PRESERVING E COLECISTECTOMIA.
Il miglior staff competente del pancreas. Dirigente di II livello del reparto il prof. Claudio Bassi. Competenti e professionali tutti e con una buona dose di umanità. Ricordo con piacere e gratitudine i medici chirurghi e i medici riabilitatori del respiro e motorio, essendo io affetta anche da sclerosi multipla.
Infine, ma non meno importanti, gli infermieri e le OSS, sempre pronte a pulirti e tenerti in ordine... Che grande lavoro.
Grazie di tutto e di avermi salvato la vita e curata a modo.

Patologia trattata
TUMORE AL PANCREAS.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Angeli che mi hanno ridato la vita

A distanza di 8 mesi ho deciso di raccontare la mia esperienza su questo sito per dare un po’ di speranza a persone che, come me prima, non ne hanno.
Non nascondo che il cammino per la mia guarigione è stato molto lungo e difficile, ma devo ammettere che se si incontrano persone eccellenti, come è capitato a me, con grandi doti sia lavorative che umane, allora tutto risulta più sopportabile.
La mia storia ha inizio nell’ottobre del 2016 con la nascita del mio secondo figlio.
Durante la fine della gravidanza avevo dei valori molto alti delle transaminasi, cosa che è abbastanza normale, però subito dopo il parto, quando questi valori in teoria devono rientrare, i miei sono rimasti alti. La mia ginecologa, prima persona che devo veramente ringraziare per la sua scrupolosità, non si è accontentata e mi ha fatto fare una ecografia addominale, da qui si sono accorti che avevo un”ombra” alla testa del pancreas.
Inizia cosi il mio pellegrinaggio in vari studi medici dove ognuno diceva la sua, fino a che non mi viene fatta una biopsia .
Il risultato arriva in 3 o 4 giorni, quindi molto velocemente, l’unico problema è che non era un risultato certo, ma era in dubbio tra un tumore benigno e uno maligno.
Non certo soddisfatta, mi rivolgo ad un professore dell’IST di Genova, il professor Sergio Bertoglio, grandissima persona con un elevata umanità e professionalità, che fin dal primo incontro mi fa sentire una vera persona e non un numero o un caso.. come altri dottori fino a quel momento mi avevano fatto sentire.
Vista la buonissima impressione che mi ha suscitato, decido di affidarmi a Lui, che mi consiglia di andare all’istituto del pancreas di Verona con dirigente il professor Claudio Bassi.
Da quel momento nella mia vita c’è stata una svolta positiva, il primo appuntamento a Verona mi è stato dato a maggio del 2017, vengo visita personalmente dal professor Bassi, che decide di prendermi in cura affidandomi al suo magnifico staff.
Dopo la revisione dei vetrini della biopsia e tutta una serie di esami specifici rifatti a Verona, sono finalmente riusciti a darmi una diagnosi precisa: neoplasia neuroendocrina alla testa del pancreas a crescita lenta (tumore maligno raro).
Con questa nefasta diagnosi mi affido a loro, che con infinita professionalità mi prendono in cura organizzandomi prima 5 cicli di radioterapia all’IRST di Meldola (Forlì), visto che il mio tumore era borderline e prima di operarmi sarebbe stato meglio che si fosse rimpicciolito.
Qui voglio aprire una parentesi positiva per l’ospedale di Meldola, dove ho incontrato dottori veramente preparati che durante i ricoveri di tre giorni in cui ti iniettano il radio farmaco e in cui ti trovi rinchiusa in una stanza doppia senza poter aver contatti col mondo esterno perché radioattiva, loro erano ,insieme a tutto il personale infermieristico, gli unici che riuscivano a tirarti su anche moralmente e riuscivano sempre a strapparti un sorriso.
A luglio 2018 finalmente finisco la radioterapia e dopo altri controlli sempre a Verona si nota un rimpicciolimento del tumore di circa il 30%, a detta di tutti un ottimo risultato.
Tra un esame e l’altro il 31 ottobre mi fissano le visite preoperatorie e dopo circa una settimana mi chiamano per darmi la data dell’intervento.
Il 9/11 vengo operata dal dott. Tuveri, l’operazione risulta più lunga (11 ore di intervento al posto di 6) e più complicata del previsto, una pancreasectomia totale con reimpianto di vena splenica, ma grazie alla grande esperienza dello staff medico che mi segue tutto va per il meglio, dopo una notte in osservazione in terapia intensiva e 10 giorni in reparto sono stata dimessa.
Da novembre a oggi mi hanno già fatto una risonanza sempre in questo magnifico centro, per vedere che non ci siano recidive e me ne hanno già prenotata un altra per inizio settembre.

Approfitto per ringraziare di cuore in primis il professor Claudio Bassi, uomo di grandissimo intelletto e umanità che, nonostante i suoi mille impegni, riesce sempre con piccolissimi gesti a trasmetterti una grandissima fiducia e la consapevolezza che sei capitata nel posto giusto per combattere questa terribile “battaglia”.
Voglio ringraziare poi il dott. Luca Landoni, che fin dalla prima visita si è dimostrato sempre molto competente e disponibilissimo a rispondere alle mie mille domande, con grande pazienza e umanità.
Il dott. Massimiliano Tuveri che mi ha operato e durante la degenza è stato sempre pronto a rassicurare sia me che mio marito.
La dott.ssa Sara Cingarlini che fin dal primo incontro mi ha fatto sempre sentire a mio agio e si è sempre resa disponibile a risolvere qualsiasi problema, anche quelli di minore importanza ma che in quei momenti sembrano insormontabili, e mi ha sempre regalato sorrisi per rendere meno buio tutto il mio percorso.
La dott.sa Ilaria Trestini che mi ha seguita pre e post operazione rendendosi sempre rintracciabile e disponibile coi i suoi consigli.
Questo reparto fa parte sempre di un ospedale e tratta sicuramente patologie non facili ma la mia degenza è stata supportata egregiamente da questi Angeli (medici di reparto,infermieri, e tutte le persone che lavorano qui) che si prodigano, dal primo all’ultimo a rendere la vita del paziente meno triste e nonostante le tante richieste di tutti hanno sempre un sorriso o un atto di gentilezza, per questo devo dire che io mi son sempre sentita una persona e non un “caso”.
Voglio ringraziare veramente tutte queste fantastiche persone che dedicano giorno per giorno la loro vita agli altri e che mi hanno fatto rinascere permettendomi di veder crescere i miei figli, per la mia personale esperienza mi sento di raccomandare il prof. Bassi e tutto il suo staff a chiunque si trovi nella mia stessa situazione.

Patologia trattata
Neoplasia neuroendocrina alla testa del pancreas.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Intervento GIST

18 mesi fa ho subìto la resezione del III e IV segmento duodenale a causa di un GIST (tumore stromale gastrointestinale) presso il reparto di chirurgia del pancreas di Verona. Anche se in ritardo, vorrei ringraziare in primis il Prof. Bassi e il Dott. Romero per l'accoglienza durante la prima visita e poi, senz'altro e a gran voce, il Dott. Giovanni Marchegiani che ha svolto il delicatissimo intervento e che tuttora mi segue.
Tutto lo staff dalle infermiere/i ai medici hanno dimostrato professionalità, competenze, nonché simpatia al top!

Patologia trattata
Rimozione GIST (Gastrointestinal Stromal Tumor) con resezione duodenale.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Splenopancreasectomia distale

Voglio ringraziare il reparto per l'elevato standard di cure offerto, in particolare ringrazio il Dr. Marchegiani che mi ha costantemente seguito dall’esordio della malattia al follow up.
Difficilmente si trova tanta professionalità e competenza e, soprattutto, tanta umanità.
Complimenti a tutti gli operatori e un particolare elogio al direttore Prof. Bassi, che ha permesso a questo reparto di raggiungere dei traguardi di grande eccellenza.

Patologia trattata
Tumore neuroendocrino del pancreas.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Ottima assistenza

Sono stato operato di adenocarcinoma duttale pancreatico con ottimi risultati. Ho apprezzato la competenza e la grande disponibilità e chiarezza dei dottori e del personale.

Patologia trattata
Adenocarcinoma duttale del pancreas - resezione di corpo e coda del pancreas e asportazione milza.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Check-up annuale

L'Unità Operativa di Chirurgia Generale B, Istituto del Pancreas di Verona, anche quest'anno conferma la sua efficienza in ogni settore, da quello segretario- organizzativo con la Sig.ra Varaschin, a quello medico col Dott. Paiella, connubio di professionalità e cortesia.

Patologia trattata
Cisti pancreatiche.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Insulinoma

Sono stata operata (pancreasectomia distale regolata spleen preserving robot assistita) in luglio 2018 per un insulinoma della coda del pancreas. Personale di eccellente professionalità. Mi sono trovata benissimo anche a livello umano. Ringrazio infinitamente di cuore il Dott. Luca Landoni, il Dott. Alessandro Esposito, il Dott. Marco Ramera e la Dott.ssa Maria Vittoria Davi. Dopo un anno di sofferenza sono rinata. Ringrazio anche tutti gli infermieri per la gentilezza e professionalità.

Patologia trattata
Insulinoma coda pancreas.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Intervento al pancreas

Sono stata operata il mese scorso ad un insulinoma al pancreas in questa struttura. Devo dire che le persone che lavorano qui sono veramente esperte ed eccellenti, mi sono trovata benissimo sia a livello professionale che umano.
Devo ringraziare di cuore il Dott. Luca Landoni e il Dott. Giuseppe Malleo per avermi cambiato la vita dopo sei anni di sofferenza.

Patologia trattata
Insulinoma al pancreas.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Intervento al pancreas

Ottimo reparto sotto ogni punto di vista. Competenza alle stelle, struttura veramente consigliabile.

Patologia trattata
Tumore endocrino del pancreas.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Paziente

L'eccellenza di una struttura non deve essere solo di interesse specialistico, ma deve tenersi sullo stesso livello durante tutto il percorso: dalla 1° visita fino alla fine del rapporto paziente- medico, compresa sia la parte dei servizi(esami clinici-diagnostici), sia quella burocratica (pagamenti o altro relativi a tutto l'iter). TUTTO QUESTO HO POTUTO APPREZZARE PERSONALMENTE (DA PAZIENTE) PRESSO QUESTA STRUTTURA! Sono stato visitato dal dott. Landoni per un probabile grosso problema alla testa del pancreas. Non solo la visita accurata e la richiesta di indagini clinico-diagnostiche accurate (e di completamento a quelle già presentate), ma la risposta solerte dei servizi interessati, la non impedenza di tutti gli organi preposti nel rendere facile tale percorso e, da ultimo (ma non ultimo), la competente semplicità burocratica relativa ai pagamenti. Con l'aggiunta, a tutto ciò, di riscontro assistenziale telefonico.
E' questo che definisco ECCELLENZA! Grazie dott. Luca Landoni e a tutto il TEAM!

Patologia trattata
Asportazione cistifellea.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Tumore testa pancreas

Mia mamma è stata recentemente operata di asportazione della testa del pancreas a causa di un tumore. L'intervento è riuscito molto bene. Non possiamo che essere molto soddisfatti delle prestazioni fornite dallo staff del professor Bassi e in particolar modo dal dottor Casetti e dal dottor Marchegiani. Ma non solo, tutti gli operatori e l'intera struttura si è rivelata all'altezza di interventi di questo calibro.

Patologia trattata
Neoplasia pancreatica.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Qui nessuno è... siamo tutti speciali

Il 12 giugno 2017 giungo all'attenzione del pronto Soccorso di un nosocomio pugliese per una crisi ipoglicemica (39 mg/dl); vengo poi trasferito dopo quattro giorni presso l'Azienda Universitaria di riferimento per gli approfondimenti, ove mi sottopongono agli accertamenti del caso (Esami ematochimici, TAC, RMN, ECO ENDOSCOPIA,ETC.) fino a consigliarmi una consulenza chirurgica per asportazione di una massa intrapancreatica solida di circa 11 mm. A 44 anni giunge così il fulmine a ciel sereno che trafigge me stesso (infermiere da venti anni, vita dedicata alla cura degli altri) e la mia famiglia, il mio sociale. Mi trovo in piena turbolenza a gestire la mia glicemia e la refrattarietà a farmaci prescritti con dieta iperglucidica. Il peso aumenta in pochissimo tempo. Giunge l'ora della scelta... dopo esser stato continuamente sul pezzo e con i pareri di autorevoli amici chirurghi, in accordo con la mia famiglia si decide di consultare l'Istituto di chirurgia del pancreas guidata dal Prof. C. Bassi presso Verona, affidandoci alla segreteria Sig.ra Loredana Varaschin, la quale in brevissimo tempo, considerata la mia situazione clinica, mi predispone (e ne sono grato) appuntamento con il chirurgo dello staff Prof. Dott. Luca Landoni. Giungo a visita e l'autorevole chirurgo propone la chirurgia come arma efficace nel trattamento della mia neoplasia. Prospetta l'iter dopo aver visionato la parte diagnostica che viene confermata. Già in quell'incontro ne traggo notevole giovamento per la percezione di intenti e buoni propositi suggeriti. In breve tempo" la macchina" organizzativa dell'Istituto mi convoca per day hospital e subito dopo sono convocato per il ricovero 10 agosto (notte S. Lorenzo) e l'intervento chirurgico che viene eseguito l'11 agosto supportato da impianto pre operatorio di elastomero per la gestione del dolore a cura degli anestesisti. Le stelle hanno il loro ruolo. Mi armo di coraggio per superare anche questa prova della vita. Molti amici mi pensano e sono con me.
Accuratezza nei gesti, accesso venoso centrale, drenaggi post operatori, tutore pancreatico, presidio per nutrizione enterale sono state strategie messe in atto per la gestione secondaria di previste complicanze (fistola)... serve pazienza e forza. Ho sempre avuto la percezione di essere in buone mani, nonostante le fistole che hanno i loro tempi e che non sono brevi, ma ero sulla giusta strada. Il tempo anzi era il mio miglior alleato. TAC di controllo mobilizzazione dei drenaggi, altri piccoli passi verso casa...Talvolta stanco e provato ho dovuto attingere al proprio carattere, alla lettura, alla musica... nei momenti di fragilità interviene la psicologa "dei pigiami" dello staff Dott.ssa Marinelli Veronica. Volontà e forza per lasciare alle spalle questo problema con la sua SOLUZIONE. La pace con se stessi ha sempre aiutato. Ciò che è destinato a te troverà il modo di raggiungerti.
Con la mia testimonianza desidero divulgare la professionalità efficace ed efficiente di tutti gli ATTORI presenti in Istituto nessuno escluso/a in particolare Dott.ssa Fontana, Dott.ssa Bortolato, Dott.ssa Sereni gli Infermieri Tosi, La Russa, Mazzucco, Maculan gli OSS Giacopuzzi, Olivieri, Ermondi.
Il 4 settembre in visita nelle stanze di degenza il Prof. Bassi... la mia percezione durante il suo giro ai capezzali "qui nessuno è... siamo tutti "speciali". Grato a ciascuno per averne avuto cura della mia persona. La speranza è impegno robusto che non ha nulla a che spartire con la fuga.

Patologia trattata
Neoplasia pancreatica.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Duodenocefalopancreasectomia

Vorrei ringraziare il Prof. Claudio Bassi e tutto lo staff dell’Unità Chirurgica Pancreatica per la professionalità e cortese assistenza che mi è stata riservata durante e dopo il ricovero.
In data 20/07/2017 sono stato sottoposto a duodenocefalopancreasectomia piloro preserving e colecistectomia dal Dott. L. Landoni; l’intervento è riuscito molto bene e il recupero altrettanto.
Durante la degenza in reparto sono stati tutti gentilissimi e professionali, attenti a ogni minima richiesta o dubbio, rassicurandomi ed assistendomi al meglio.
In data 23/08/2017 controllo post-operatorio con esito biopsia negativo, ancora una volta ho visto molta disponibilità e attenzione nei miei confronti.
Grazie a tutti,
G. Serughetti

Patologia trattata
Pancreatite cronica.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Gli Angeli della Chirurgia B

Non finirò mai di ringraziare il Prof. Bassi e tutto il suo staff per avermi salvato la vita e, in particolare, il Dott. Marchegiani, il Dott. Malleo, il Dott. Rossini e la Dott.ssa Germenia per la disponibilità, la professionalità e l'umanità con cui mi sono stati vicino, sono riusciti a darmi la forza di lottare e di non abbattermi mai, facendomi sentire sempre al sicuro.
Dopo un lungo ricovero di circa tre mesi presso un'altra struttura ospedaliera del sud Italia (cisti molto grande alla testa del pancreas, intervento e successive gravi complicazioni) per mia fortuna giungo a Verona presso l'ospedale Borgo Roma.
Dopo due mesi, il Prof. Bassi con la sua equipe riesce a risolvere il mio problema e finalmente vengo dimessa.
Avevo all'epoca solo 19 anni, la paura era davvero tanta, ma non c'è stato un solo momento in cui io mi sia sentita sola o abbandonata, e per un paziente è davvero importantissimo.. Sapevo di essere circondata da persone più che competenti ed erano tutti lì, a fare l'impossibile per aiutarmi.. Insomma, non potevo sperare di meglio.
E' solo grazie a questo meraviglioso gruppo che posso oggi sorridere ricordando uno dei periodi più brutti della mia vita e non posso far altro, quindi, che consigliare a chiunque avesse un problema, di rivolgersi agli "Angeli" della chirurgia B di Borgo Roma.

Patologia trattata
Tumore cistico alla testa del pancreas.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Professionalità alle stelle

Reparto di eccellenza, dove la preparazione eccezionale di medici, infermieri e operatori tutti la fa da padrone nella lotta alle patologie chirurgiche addominali tra le più complesse. Qui il volto umano della medicina si sposa con la più elevata eccellenza accademica e a tutto il personale va la mia più sincera riconoscenza con un ringraziamento speciale al Dott. Marchegiani e al Prof. Bassi per la competenza e la vicinanza dimostratami fin dai primi passi nell'iter diagnostico.

Patologia trattata
Amartoma duodenale.
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
4.0

Ringraziamenti

Vorrei esprimere un sincero ringraziamento all'intero staff dell'Unità di Chirurgia Pancreatica dell’Istituto del Pancreas di Verona. Ho avuto modo di conoscere persone squisite, sia dal punto di vista personale che professionale. Grazie alla signora Varaschin per la sua gentilezza ed efficienza. Grazie al professor Salvia e al dottor Marchegiani, il quale ha dimostrato nei confronti di mia mamma estrema competenza e disponibilità.

Patologia trattata
Neoplasie Papillari Mucinose Intraduttali (IPMN).
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Esperienza con mia madre

Personale medico ed infermieristico molto professionale e competente.
Il menù per i pazienti della chirurgia B è, per essere gentili, pessimo e totalmente inadeguato alle condizioni del post intervento.
L'igiene e la pulizia degli ambienti pessimi. Per quest'ultimo servizio il personale impiegato è anche incompetente e maleducato.

Patologia trattata
Tumore alla testa del pancreas.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Angeli

Mio padre, dopo un lungo e difficile percorso in oncologia, è stato operato dal professor Salvia e Dott. Landoni. L'operazione, durata oltre 14 ore, si è conclusa con successo ed a livello oncologico il problema è stato risolto.

4 anni fa a Brescia, quando ci fu data la prognosi, ci dissero che serviva un miracolo. Io oggi credo che i miracoli accadono se hai la fortuna d'incontrare degli angeli.

Ringrazio di cuore tutto lo staff del professor Bassi che ha permesso a mio padre di continuare a vivere.


Patologia trattata
Tumore al pancreas.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Operazione al pancreas

Sono approdato alla Chirurgia Generale e del Pancreas di Verona consigliato da conoscenti e dal medico di base, dopo ricovero di 10 giorni presso l'ospedale Civile di Brescia, dove mi era stato diagnosticato un tumore non ben identificato alla testa del pancreas.
Dopo una visita preliminare con il Prof. Bassi, sono stato ricoverato nel reparto di oncologia, ove sono stato curato con 7 sedute di chemioterapia.
In 5 dicembre 2016 sono stato poi sottoposto ad un complesso intervento di splenopancreasectomia totale effettuato dal dott. Luca Landoni e medici dell'equipe. Mi sono risvegliato nel reparto di terapia intensiva, dove sono stato assistito amorevolmente con alta professionalità da tutto il personale medico e infermieristico. A loro un sentito ringraziamento.
Trasferito poi nel settore C della chirurgia generale, il 18 dicembre 2016 sono stato dimesso. Ora sono passati 50 giorni dall'intervento. Ho ripreso la mia vita normale e sto facendo nuovi progetti. Un mega grazie al dott. Landoni, la cui abilità e competenza sono stati essenziali per la riuscita dell'intervento, e a tutti i suoi colleghi che mi hanno assistito e curato.
Grazie al personale infermieristico, sempre pronto, disponibile, gentile e preparato. Un ulteriore ringraziamento alla oncologa Cingarlini, che ha centrato subito il trattamento chemioterapico, e a tutto il personale del reparto oncologia.
Un elogio particolare al prof. Bassi che ha creato e dirige con perizia e costante presenza un reparto che ci salva la vita.

Patologia trattata
Tumore alla testa del pancreas.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Esperienza di rinascita

Si può nascere due volte??? Io ho scoperto di sì!! E' successo tutto fino a febbraio 2016, quando mi sottoponevo a Lecce ad una banale ecografia addominale. Una voluminosa massa si era sviluppata tra il duodeno ed il pancreas!! Dopo varie indagini effettuate in vari ospedali e a seguito di biopsia, si accertava la presenza di lesione cefalopancreatica di difficile inquadramento. Premetto che vivo a Lecce, ho 51 anni e fino ad allora non avevo mai avuto problemi di salute. Dopo alcune visite fatte prima a Milano, poi a Pisa, il mio destino ha incrociato lo staff del prof. Bassi a Verona. Dal buio pesto alla luce! Dopo la prima visita ho atteso qualche settimana poi accertamenti di rito e il 04/05/2016 intervento chirurgico di duodenocefalopancreasectomia ed asportazione di una massa tumorale di oltre 3 Kg. Intervento molto impegnativo e anche abbastanza demolitivo. Si tratta di un tumore molto raro e, nonostante un'analisi istologica minuziosa, non si è riusciti a dirimere il dubbio diagnostico. L'ipotesi più accreditata propende per un carcinoma indifferenziato a cellule giganti simil osteoclastiche. Una rarità assoluta. Dopo qualche mese posso dire a tutti di essere rinato. Ho di nuovo una prospettiva. Ho ripreso a lavorare, a praticare sport e a guardare al futuro con entusiasmo. Voglio ringraziare tutto il personale del reparto, i medici, il prof. Bassi, le preziose mani del prof. Salvia, ma in particolare un saluto speciale vorrei inviarlo al dott. Giovanni Marchegiani, uomo di grandi virtù professionali ed umane. GRAZIE A TUTTI.

Patologia trattata
Neoplasia maligna scarsamente differenziata a cellule giganti simil osteoclastiche.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

RINGRAZIAMENTI

Ringrazio il buon Dio di avermi indirizzata più di tre anni fa al centro del pancreas di Verona. I miei sentimenti di gratitudine vanno soprattutto ora al Dott. Alessandro Esposito, che mi segue nei miei controlli. La sua profonda umanità, la cordialità, la sua professionalità, mi ridanno ogni volta il coraggio e la forza di affrontare le cure e la malattia. Medici come Esposito sono la migliore medicina fisica e morale per i malati oncologici. Ha saputo con la sua umanità farmi accettare serenamente la diagnosi. Grazie..
AD MAIORA.
Vincenza Cavalli

Patologia trattata
Tumore al pancreas.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

RINGRAZIAMENTI

Parole ed aggettivi non ce ne sono per descrivere: la cordialità, la professionalità, la gentilezza, di medici infermieri ecc. ecc.
Prima visita con il Prof. Bassi "SUPER".
Secondo incontro per day hospital per la stesura della cartella clinica il 22.01.2016 con un dottore molto giovane di cui non ricordo il nome.
Il 25.01.2016 biopsia al pancreas: sono stati bravissimi senza problemi e ne dolori.
Il 24.02.2016 ore 10.30 appuntamento con il dott. Luca Landoni, per parlare del referto della biopsia; puntualissimo, preparatissimo, molto gentile, mi ha spiegato il tutto sulla mia situazione.
Conclusioni, BRAVI, BRAVI, BRAVI. Continuate così con i pazienti.
Grazie a tutti,
Roberto Spinetta

Patologia trattata
TUMORE NEURO ENDOCRINO (NET) G1.
(AVEVO MAL DI SCHIENA, NON PENSAVO MINIMAMENTE CHE CI FOSSE UN TUMORE, SEPPUR BENIGNO, AL PANCREAS; PENSAVO AL RENE DX DOVE ERO GIA' STATO OPERATO NEL 2005 PER UN TUMORE CON L'ASPORTAZIONE DI UNA PARTE DEL RENE).
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
5.0

Adenocarcinoma della testa del pancreas

Sono stata operata di adenocarcinoma alla testa del pancreas ad agosto 2015. Se sono qui a scrivere devo ringraziare il dottor Butturini che me lo ha diagnosticato, e il dottor Casetti che mi ha operata. Prima di arrivare all'ospedale di Borgo Roma sono stata in altri 3 ospedali e per arrivare alla diagnosi c'è voluto un anno; e c'è da dire che in caso di tumore al pancreas ha dell'incredibile, vista la prognosi infausta e rapida della patologia!
Io devo a questi due medici tutta la mia riconoscenza per avermi ridato la vita. Tutta l'equipe che lavora nell'ospedale é comunque molto attenta al paziente, anche il personale infermieristico é molto gentile e preparato. É un centro davvero di eccellenza! GRAZIE GRAZIE GRAZIE!
PS: ho 36 anni e quindi mi sento davvero di ringraziare a vita queste persone che mi hanno salvata.

Patologia trattata
Adenocarcinoma della testa del pancreas.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

RINGRAZIAMENTI PER LE CURE RICEVUTE

Sono stato recentemente operato presso il Policlinico Giambattista Rossi di Borgo Roma a Verona per Adenocarcinoma della papilla di Vater nel reparto di Chirurgia generale B, Responsabile il Dott. Prof. Claudio Bassi. Ho scelto questo ospedale per la sua fama di assoluta eccellenza per questo tipo di operazione (duodenocefalopancreasectomia).
Durante il percorso pre-operatorio, l’intervento mi è stato esaurientemente spiegato dalla Dott.ssa Dal Borgo, comprese le eventuali complicanze successive.
L’operazione è andata a buon fine e durante i primi giorni di degenza pareva che tutto fosse risolto.
Tuttavia tutte le complicazioni peggiori si sono purtroppo verificate e sono stato operato una seconda volta.
Sono vivo grazie alla perizia del Dott. LANDONI e del Dott. MARCHEGIANI e di chi con loro si trovava in sala operatoria.
Di chi si è accorto al mattino presto di una situazione di estrema gravità ed ha approntato il letto operatorio in tempo record, e di cui non so i nomi, ma che ringrazio vivamente.
La mia degenza è durata 6 settimane.
Sempre in ogni momento io e i miei familiari abbiamo trovato persone gentili, attente e disponibili, dal primario ai medici ed infermiere, dalle OSS alle signore delle pulizie.
Niente è stato tralasciato per cercare di farmi guarire e tornare a casa.
Alcune pecche ci sono state e mi sembra giusto rilevarle:
Il cibo che viene proposto al malato a volte è davvero immangiabile
Durante i fine settimana l’assistenza non è adeguata agli standard offerti negli altri giorni della settimana.

Ora sto facendo chemioterapia presso lo stesso ospedale ed anche in questo reparto ho trovato persone con grandi doti di umanità e competenza; un grazie al Dott. Calvetti di oncologia per le sue attenzioni.
Per sempre grazie al Dott. LANDONI per la sua costante presenza disponibilità e umanità. Ricordo con grande stima ed affetto il Dott. Esposito, Dott. Ramera, Dott. Paiella e tutte le specializzande che si sono prodigate per me.

Patologia trattata
Adenocarcinoma della papilla di Vater.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Eccellente esperienza

Abbiamo avuto la sfortuna di imbatterci in un tumore al pancreas che ha colpito nostra madre, ma d'altro canto abbiamo avuto in sorte l'equipe del prof. Bassi. Sono stati salvifici per la nostra famiglia il Dott. A. Esposito, il prof. Salvia e il Dott. Marchegiani. Hanno effettuato un intervento chirurgico brillante e risolutivo della malattia. Anche il decorso post-operatorio è stato eccellente (dopo soli 5 giorni dall'operazione mia madre è stata dimessa), il paziente è curato nella sua totalità di persona, con particolare attenzione al profilo psicologico della malattia. Non credo ci sia nulla di simile in Europa per le malattie afferenti il pancreas.

Patologia trattata
Carcinoma pancreatico.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

RINGRAZIAMENTO PER L'ASSISTENZA RICEVUTA

SONO STATA OPERATA IL 22/05/2015 PRESSO IL REPARTO DI CHIRURGIA GENERALE B BORGO ROMA VERONA. DIRETTORE CLAUDIO BASSI. L'INTERVENTO DI ENUCLEORESEZIONE E COLECISTECTOMIA E' STATO ESEGUITO IN VIDEOLAPAROSCOPIA DAL DOTT. ALESSANDRO ESPOSITO.
RINGRAZIO DIO CHE MI HA FATTO INCONTRARE LEI DOTTORE E LE SONO GRATO DI OGNI SINGOLO MOMENTO CHE MI HA DEDICATO E LA STIMO PER L'ALTA PROFESSIONALITA', DISPONIBILITA' E CORTESIA. RINGRAZIO INOLTRE TUTTA L'EQUIPE, MI SONO STATI VICINI CON GRANDI DOTI UMANE E PROFESSIONALI.

Patologia trattata
ENUCLEORESEZIONE + COLECISTECTOMIA.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Istituto del Pancreas

Ho sempre pensato che il binomio scienza e conoscenza, ovvero progresso e sfera emozionale siano il successo dell'efficienza e della efficacia in tutti i settori della vita quotidiana. Oggi ne ho avuto piena conferma, in campo clinico, durante la mia pur breve permanenza presso l'Istituto chirurgico del Pancreas-Unita di Chirurgia Generale B di Borgo Roma di Verona. In questo Istituto, il 1 aprile 2015, sono stato sottoposto ad un intervento chirurgico di duodenocefalopancreasctomia piloro preserving e colecistectomia. Quando si affronta un percorso legato ad una malattia così grave, si necessita di essere curati si certamente nel fisico, ma non bisogna mai dimenticare, perché si raggiungano ottimi risultati, anche il calore umano. Posso testimoniare che, in un reparto sempre pulitissimo, tutto il personale medico e paramedico è stato sempre vigile e presente con umanita', cortesia e grande competenza. Una Sanità pubblica funzionale ed efficiente ha bisogno di medici preparatissimi e di reparti organizzati come il VOSTRO. Ed è giusto che si sappia. È giusto informare e tranquillizzare i futuri ospiti del Reparto dell'ospedale di Borgo Roma di Verona. Non sarebbe opportuno che di fronte a tanta efficienza io faccia dei nomi (ma alcune volte essere inopportuni aiuta la comunicazione): dottor Luca Landoni, il chirurgo che ha eseguito l'intervento con tanta maestria e professionalità ma che ha mostrato nel contempo doti umane rare. GRAZIE dott. LANDONI.

Patologia trattata
Duodenocefalopancreasctomia piloro preserving e colecistectomia.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

MAGICO DOTTOR LANDONI

Su consiglio di amici mi sono rivolto al reparto chirurgia B del policlinico Borgo Roma a Verona per portare in visita mia moglie, affetta da una neoplasia pancreatica che purtroppo colpisce la vena porta e non puo' al momento essere operata. Io vengo da Roma e mia moglie e' seguita da altri bravi medici a Roma, ma fin dal primo appuntamento con il dottor Luca Landoni abbiamo potuto riscontrare una cortesia ed una attenzione verso il paziente, oltre che ad un'alta competenza, che ci hanno meravigliato e vorrei sottolineare quanto il sentirsi seguito, controllato e curato, soprattutto in certe situazioni, possa essere fondamentale. Mia moglie e' ancora in cura e ad un certo punto e' diventata refrattaria ai farmaci anticancro, quindi non riusciva a togliere il dolore e, nonostante i via vai continui al pronto soccorso o al reparto terapia del dolore qui a Roma, il dolore non passava. Spinto dalla disperazione ho contattato il Dottor Landoni e lui, dimostrandosi come sempre una persona oltre che un medico "speciale", ha capito subito che il problema di mia moglie rientrava in quella percentuale di tumori che diventano refrattari ai medicinali ... Mi ha indicato quindi l'interventino da fare e cioe' il "blocco del plesso celiaco" e mi ha organizzato in tre giorni il percorso da seguire. Sono andato a Verona, dove il Dottor Parolini di Terapia antalgica ha eseguito egregiamente il piccolo intervento ed anche lui si e' mostrato una persona squisita, un medico competente e... mia moglie non ha piu' dolore, le e' tornato il sorriso e pur se consapevoli che il percorso e' lungo e difficile, le e' tornata la forza di lottare, certa di essere "protetta" e curata da medici non solo competenti, ma umanamente eccezionali.
Grazie al magggico dottor Landoni che ha saputo ben valutare la situazione ed ha permesso tutto questo.

Patologia trattata
NEOPLASIA PANCREATICA E BLOCCO DEL PLESSO CELIACO.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Splenopancreasectomia distale laparotomica

Ho conosciuto il dott. Alessandro Esposito a seguito di una patologia del pancreas riscontrata grazie ad una TAC. Mi ha subito colpito la sua estrema disponibilità, professionalità e gentilezza.
Con modi rassicuranti mi ha illustrato l'intervento al quale mi avrebbe sottoposta presso l'Ospedale Rossi di Verona.
Il reparto di Chirurgia del Pancreas è quanto di più lontano ci sia dal classico e triste ambiente ospedaliero. Personale medico e non, sempre attento, sorridente, presente e disponibile. Amorevole e dedito con tutti. Tutti lavorano quasi come non ci fosse differenza tra notte e giorno, incessantemente, trasmettendo tranquillità a chi si affida carico di speranze a cure di ogni genere.
Il dott. Alessandro Esposito, persona eccezionalmente capace, sensibile e di grande umanità insieme alla sua equipe è stato prezioso durante e dopo il mio ricovero.
Non finirò mai di ringraziarlo.
Grazie, grazie e ancora grazie dott. Esposito.

Patologia trattata
Lesione cistica pancreatica sottoposta a splenopancreasectomia distale laparotomica.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Il miracolo

Sono un ragazzo di 31 anni in ottima forma, sempre allenato, sempre con valori del sangue apposto, fino a un giorno in cui mi sentivo dolori di pancia lievi che si sono aggravati nel pomeriggio, quando sono stato malissimo fino a rimettere sangue e svenire subito dopo. Cosi hanno chiamato subito il 118 e con il codice rosso sono stato portato all'ospedale di Borgo Roma, dove mi hanno accolto in pronto soccorso e hanno scoperto, facendomi una TAC, che avevo un'emorragia interna. Dal pronto soccorso sono andato direttamente in sala operatoria, dove sono riusciti a fermare il sanguinamento, togliendomi la milza e una parte del pancreas; dopo mi hanno trasferito in rianimazione, dove mi sono svegliato la sera stessa e mi hanno dimesso dopo due giorni nel reparto di chirurgia B. In reparto sono stato accolto molto bene con le cure e l'assistenza dei dottori e infermieri. Durante la settimana del ricovero mi sono trovato molto bene grazie all'eccellente professionalità di tutto il personale, in particolare del dott. Roberto Salvia, dott. Alessandro Esposito, dott. Giuseppe Malleo, dott. Luca Casetti, e ai giovani specializzandi: dott. Isacco Damoli, dott.sa Tiziana Marchese, dott.sa Laura Maggino, dott. Riccardo Rossato e tutto lo staff infermieristico sia del reparto che della rianimazione.
Mi posso reputare fortunato e miracolato per essere stato curato in un reparto eccellente, dove oltre alle operazioni programmate sono stati bravi a trattare con successo la mia gravissima situazione in cui mi sono trovato improvvisamente quel pomeriggio.
Consiglio vivamente a tutte le persone che hanno bisogno, di rivolgersi a questo meraviglioso reparto, dove non rimarranno delusi dall'assistenza e professionalità.

Patologia trattata
Shock emorragico da rottura di aneurisma dell'arteria splenica.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Centro di eccellenza

Siamo andati a Verona su consiglio di diversi medici consultati, a causa di un serio problema. E'stato necessario un intervento di rimozione della testa del pancreas, molto lungo e complicato. E' andato tutto bene, e mio padre è andato a casa dopo circa 10 giorni. Il personale medico e gli infermieri sono stato molto scrupolosi e umani. Un grazie particolare al Prof. Bassi e al Dott. Casetti. In questo reparto arrivano malati da tutta Italia, spesso con problemi molto gravi, la maggior parte subisce interventi come quello di mio papà.

Patologia trattata
Tumore al pancreas.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

10 E LODE AD UN GRANDE REPARTO

In febbraio di quest'anno (operazione poi effettuata in data 18.3.14) abbiamo dovuto, purtroppo' per la causa, ma per fortuna per il risultato, conoscere l'efficienza dell'Istituto del Pancreas e del reparto di Chirurgia Generale B del Prof. C. Bassi.
Tutto è iniziato per caso quando, a seguito di un'ecografia addominale fatta di routine per controllare dei calcoli alla colecisti, che peraltro non avevano mai dato problemi, a mia madre (81 anni) veniva riscontrato "qualcosa di dubbioso" che purtroppo ulteriori analisi hanno definito come: adenocarcinoma differenziato di 3.5 cm. alla testa del pancreas.
Come potranno ben capire coloro che hanno avuto in famiglia una notizia come questa, e visto che la mamma non aveva fino a quel momento manifestato nessun sintomo, la cosa ci ha colpiti tutti in famiglia come un grosso macigno!
La nostra "fortuna" forse è stata proprio questa, il fatto che mamma non avesse ancora manifestato nessun sintomo, ma la fortuna più grande è stato aver trovato (ed è stato il nostro medico di famiglia a farci il loro nome) il Prof. Bassi, la sua grande equipe ed il suo stupendo reparto!
Tutto è stato grande, dal giorno della prima visita, tra l'altro fatta senza mamma per capire con il professore quale fosse la cosa migliore da fare per ottimizzare i tempi, vista anche l'età, senza spaventarla troppo.
Dalla segretaria del dottore che si è fatta in quattro per darci un aiuto prima e durante il ricovero, visto che non eravamo di Verona, agli infermieri che hanno fatto del breve ma intenso ricovero di mamma, un "soggiorno" eccellente in un reparto sempre pulitissimo (mamma non ha praticamente mai dovuto suonare il campanello vista l'assiduità dei controlli!).
E soprattutto dal bravissimo dott. Luca Landoni che ha operato mamma, del quale non possiamo che dire che è stato un angelo avendo dato un'altra chance a mamma che, con molta probabilità, non sarebbe più con noi, come invece è a tutt'oggi ed anche in buona salute.
Un'ottima persona il dott. Landoni, non solo un chirurgo, ma anche squisita e preparatissima che merita tanto di cappello per aver scelto di operare in un reparto dove, purtroppo, molte volte le patologie non lasciano speranze!
Medici come lui non sono mai ringraziati abbastanza per il lavoro che svolgono. Ma almeno alcune volte, come nel caso di mia madre, la soddisfazione di vedere che il loro impegnativo lavoro ha dato dei risultati eccellenti, può confortarli e spronarli a continuare!

Patologia trattata
Duodenocefalopancreasectomia sec. Whipple con resezione cuneiforme di vena mesenterica superiore e colecistectomia.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

GRANDE GRANDE GRANDE DOTTOR ESPOSITO

La nostra storia e' iniziata dalla lontana Australia, dove tutta la mia famiglia si e' trasferita 25 anni fa da Roma. Le notizie di mala sanita' in Italia arrivano fino la' e noi, vivendo ormai da tempo all'estero, ci ritenevamo fortunati e ci preoccupavamo dei familiari che avevamo lasciato in Italia e che avrebbero fatto i conti prima o poi con questa difficile realta'. Poi un giorno di Agosto del 2013 la mia mamma viene sottoposta ad una ecografia per un banale dolorino ad un fianco. Risultato agghiacciante: adenocarcinoma di 4.9 cm. alla coda del pancreas. Inizia per noi un lungo calvario: analisi, oncologo, ancora test. Ci dicono che mamma e' allo stadio 3. Inoperabile al momento. Il professore australiano con una freddezza clinica ci informa che mamma forse non arrivera' a Natale se la chemio non funziona. Inizia la chemio iniettata in vena, Gemcitabina. Ma non mi arrendo. Trascorro notti insonni al computer. Finalmente un'intuizione: la Clinica del Pancreas, Verona. Contatto via email il Prof. Bassi che con una umanita' indescrivibile mi chiede di mandare al piu' presto la cartella clinica di mamma. Essendo in America per un convegno, il Professore affida il caso al Dott. Esposito, assicurandomi della sua competenza e professionalita'. Tutto e' molto rapido, chiaro. Le e-mails con Esposito sono umane ma dettagliate e realistiche. La Gemcitabina e' una chemio troppo blanda per la mamma servirebbe una terapia specifica, il Forfirinox. Chiedo all'oncologo australiano perche' mai non viene utilizzata. Mi da della pazza. E' troppo forte per le condizioni di sua mamma, la ucciderebbe prima del cancro stesso. Aggiungendo "e poi costa troppo" non e' prevista nel protocollo sanitario nazionale.
Una scelta decisiva: Sydney-Roma 22 ore di volo.
L'incontro con l'oncologo il Dott. Tortora ci apre un altro mondo. Un'ora di dettagliate e chiare spiegazioni, intervallate anche da momenti di simpatici scambi di battute, sono l'inizio di un percorso che mia madre fara' a 20000 km. lontana da casa con serenita' e piena di fiducia.
Da Ottobre a Giugno 2014 mamma verra' sottoposta a Forfirinox, la terapia risponde bene, il carcinoma regredisce a poco piu' di 2 cm.
Operabile. Il 28 Luglio 2014 mamma viene operata dal Dottor Esposito e dalla sua equipe. Operazione riuscita.
Una degenza post-operatoria meravigliosa, un personale efficiente, carino, umano. Infermiere di reparto pazienti e sorridenti.
Dimessa una settimana dopo, aspettiamo l'esame istologico che arriva due settimane in anticipo. Non risultano cellule tumorali. Mamma e' pulita, puo' tornare a casa dopo quasi un anno in Australia.
La nostra storia e' quella di gente commune. Mamma ha usato il servizio pubblico. Non ci sono state scorciatoie. Tutte le strutture ospedaliere sia a Roma che a Verona usate durante il trattamento chemioterapico sono state efficienti e rapide.
Abbiamo creduto nell'eccellenza delle menti che ci sono in Italia, nella competenza dei medici italiani e nella loro sincera umanita'. Mai ci siamo sentite a casa come ora e per questo un immenso grazie al Reparto di chirurgia B del Professor Bassi ed a tutta l'equipe medica incluso le inservienti, che con la loro presenza hanno colmato il vuoto della distanza.
Le ultime righe le lascio ad un grande.
L'Italia ha con medici come il Dottor Esposito una ricchezza invalutabile.
Le vostre mani esperte e capaci ci hanno donato altri momenti di vita da condividere con la nostra mamma e le sue carezze sulle sue guancie sono state il segno tangibile della vostra grande umanita'.
Non dimentichi mai questa sua grande dote durante la sua carriera di medico.
THANK YOU Dottor Esposito!!

Patologia trattata
Adenocarcinoma alla coda del pancreas.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Un polo d'eccellenza che funziona egregiamente

Scrivo qui per raccontare la nostra esperienza nel reparto di chirurgia B del Policlinico G.B. Rossi di Verona Borgo Roma, diretto dal Prof. Bassi.
A mia madre (58 anni) hanno diagnosticato un cancro alla testa del pancreas all'ospedale Gemelli di Roma dopo quasi due mesi di degenza, il 31 dicembre scorso.
In preda ad una preoccupazione del tutto comprensibile, la sera di capodanno, ho scritto una mail al Prof. Bassi che non conoscevo assolutamente e che avevo deciso di contattare dopo una ricerca su internet.
Il Prof.Bassi mi ha risposto immediatamente nonostante fosse festa.
Nel giro di pochi giorni, siamo riusciti a portare mia madre a Verona per una prima visita e sempre a stretto giro, siamo riusciti ad organizzare l'intervento perchè per fortuna mia madre rientrava in quel 10% di persone operabili.
L'intervento, che è andato benissimo,è insieme al trapianto del fegato, il più difficile e rischioso della chirurgia addominale.
Nel reparto del Prof. Bassi abbiamo avuto la fortuna di essere seguiti non solo da medici eccellenti, ma anche dotati di una vera e rarissima umanità.
L'intero staff si adopera costantemente per seguire il paziente e la sua famiglia.
Posso dire di aver capito la differenza tra un medico ed un bravo medico durante la degenza di mia madre a Verona.
Per questo mi sento di ringraziare veramente tutta l'equipe della chirurgia B e primi su tutti il Prof. Bassi ed il Dott. Esposito, ai quali devo davvero moltissimo.

Patologia trattata
intervento alla testa del pancreas per un adenocarcinoma.
90 risultati - visualizzati 1 - 45  
1 2