Fondazione Ospedale Maggiore Policlinico Mangiagalli Regina Elena

 
3.9 (16)

Recensioni dei pazienti

4 recensioni con 2 stelle

16 recensioni

 
(9)
 
(3)
3 stelle
 
(0)
 
(4)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
3.9
 
4.3  (16)
 
3.6  (16)
 
3.9  (16)
 
3.9  (16)
Torna alla scheda

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
4 risultati - visualizzati 1 - 4  
 
Per Ordine 
 
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Fibroadenoma mammario

Intervento al seno perfetto, bravi e super veloci. Rimozione dei punti in ambulatorio pessima, 2 ore e mezza di ritardo senza ricevere alcuna spiegazione. Anzi, a mio sollecito addirittura maleducazione da parte dell'infermiera. Purtroppo non capiscono che i pazienti devono essere ascoltati; chiedono di lasciare un feedback e che è importante per loro, ma quando li guardi in faccia esprimendo con educazione il tuo malcontento, si ricevono solo risposte banali e scontrose.

Patologia trattata
Fibroadenoma mammario.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Zero rispetto e professionalità

Telefono per prenotare ecografia di II livello. NON mi passano la diagnosi prenatale. La centralinista mi dice “Si rechi in ospedale per prenotare dalle 9.00 alle 15.30” (sabato escluso ovviamente). In gravidanza a 14 settimane, prendo 3 ore di permesso e mi reco in ospedale (abito a 30 km.). La persona in accettazione richiede tutta la documentazione medica, che ho PER CASO con me (la centralinista, CHE NON mi ha fatto parlare con la diagnosi prenatale, NON mi aveva dato questa indicazione). Dopo averla visionata mi dice “Signora, le agende sono ancora chiuse, torni tra un mese CIRCA”. A mio ovvio disappunto risponde “mi dispiace non abbia ricevuto indicazioni... chi le ha risposto (cioè la centralinista, dipendente della Mangiagalli) è un’ignorante".

Patologia trattata
Patologia della gravidanza.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Sospetta emorragia uterina

Mi sono recata presso il P.S. della Clinica Mangiagalli, su consiglio del mio medico, per una sospetta emorragia all'utero; l'infermiera che mi ha fatto il triage ha stabilito un codice bianco basandosi su cosa non so.. ed ho atteso circa 8 ore prima di essere visitata. Il medico che ha effettuato la visita, prima ancora di visitarmi, ha precisato che avrei dovuto pagare il ticket, fidandosi della diagnosi fatta dall'infermiera. Dopo la visita mi ha detto che secondo lui non si trattava di nulla di grave, anche perchè l'emocromo era abbastanza buono, e di dire al mio medico che aveva preso una cantonata (non vedo perchè non lo poteva fare lui, dal momento che aveva in mano un certificato con tanto di nome e cognome del collega) e come ciliegina sulla torta mi ha chiesto: "Vuole che le prescriva degli ormoni, o preferisce un antidolorifico?". Quando gli ho risposto che io non sono un medico ma faccio tutt'altro lavoro, si è risentito. Conclusione: ho dovuto rivolgermi a un ginecologo privato che mi ha subito prescritto un antiemorragico e sottoposta ad esami specifici risolvendo il problema. Naturalmente spero di non avere più bisogno di cure di questo tipo, ma certamente, se così non sarà, mi rivolgerò sicuramente ad un'altra struttura.

Patologia trattata
Emorragia uterina.

Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Ambiente troppo freddo e asettico

Il mio incubo inizia il 29 dicembre dopo una visita di controllo per una gravidanza gemellare: vengo ricoverata nell'ospedale di Monza il 3 gennaio, partorisco alla 28° settimana, le bimbe vengono ricoverate in terapia intensiva e da lì inizia il nostro calvario. Ma grazie all'aiuto dei medici e delle infermiere del reparto, superiamo i vari ostacoli. Poi purtroppo una gemellina viene trasferita in Mangiagalli per essere operata: l'operazione va bene e sulla preparazione del personale non ho nulla da dire, ma qui troviamo un ambiente freddo e asettico che non aiuta i genitori nè i bambini.. Mia figlia è stata due mesi e mezzo a Monza e sì ha avuto molti problemi di salute, ma è sempre stata curata con affetto e gentilezza da tutti, con il tatto ed il calore di cui ha bisogno un bambino. Invece alla Mangiagalli è solo un posto letto, uno di quei pazienti che per fortuna degli infermieri non possono lamentarsi del trattamento che ricevono..

Patologia trattata
Prematurità.
4 risultati - visualizzati 1 - 4  
 
 


Altri contenuti interessanti su QSalute