Reumatologia San Camillo

 
2.9 (15)

Recensioni dei pazienti

15 recensioni

 
(5)
4 stelle
 
(0)
 
(3)
 
(6)
 
(1)
Voto medio 
 
2.9
 
2.9  (15)
 
2.6  (15)
 
3.5  (15)
 
2.7  (15)
Torna alla scheda

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
15 risultati - visualizzati 1 - 15  
 
Per Ordine 
 
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ottimo Reparto

Presso il Reparto di Reumatologia del San Camillo ho trovato, dopo aver inutilmente sperimentato altri medici e terapie per oltre 5 mesi, una equipe di professionisti che sono riusciti a curare con professionalità, competenza e disponibilità, l'algodistrofia che mi ha colpito, dopo una frattura da stress ad un piede.

Patologia trattata
Algodistrofia piede sinistro.



Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

ENCOMIO PER LA DOTTORESSA MARINI

Sono in cura presso il reparto di Reumatologia del San Camillo di Roma, dove sono seguita con competenza e professionalità dalla Dottoressa Marini. Ho da molti anni un'artrite reumatoide che tutti mi dicono essere stata curata al meglio. Dopo una lunga ricerca, ho trovato una valida risposta professionale e umana nella dottoressa, che mi permette di gestire la situazione al meglio e soprattutto senza farmi sentire sola con una malattia che può essere fortemente invalidante.

Patologia trattata
Artrite reumatoide.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Encomio per il Dr. Sensi della UOC Reumatologia

Volevo riportare l'esperienza positiva che ho vissuto all'interno dell'ambulatorio di reumatologia del san Camillo. Sono stata seguita dal Dott.Sensi, di cui riporto l'accortezza, la professionalita' e la serieta' con cui ha preso in considerazione la mia situazione. Grazie a Dio soffro solo di artrosi, ma proprio per questo, invece di notare superficialita' o di ricevere una visita approssimativa, da parte del suddetto medico c'e stata da subito la presa in carico di quello che per me e' un problema invalidante.

Patologia trattata
Artrosi.

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Prof. Sebastiani- lupus eritematoso sistemico

Sono affetta da una grave forma di lupus che purtroppo ha colpito anche i miei reni. Dopo aver peregrinato per vari Ospedali, anche di altre città, finalmente mi hanno consigliato di rivolgermi al reparto di Reumatologia dell'Ospedale San camillo di Roma. Qui ho trovato un centro dedicato in modo specifico al Lupus, con la direzione del Prof. Gian Domenico Sebastiani, un medico che si occupa da molti anni di queste malattie autoimmuni, aiutando i pazienti e svolgendo ricerche specifiche. Il Prof. Sebastiani mi ha preso in cura e ha risolto i miei problemi con competenza. E' stato sempre molto cortese, molto umano, vicino alle mie esigenze e sempre disponibile. Anche se io so di avere una grave malattia, mi sento confortata dall'essere in cura in questo reparto. Lo consiglio vivamente, seguono con competenza tutte le malattie autoimmuni, oltre al Lupus anche la Sclerodermia, la sclerosi sistemica, l'artrite reumatoide.

Patologia trattata
Lupus eritematoso sistemico.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

buona sanità

La diagnosi di “artropatia psoriasica” mi viene comunicata circa dieci anni fa in questo reparto dopo un lungo peregrinare da un ospedale all’altro.
Da quel momento la dott.ssa Marina Marini inizia a prendersi cura di me. Sceglie di trattare la patologia con il Methotrexate e immediatamente avvia periodici, accurati controlli per monitorare gli eventuali effetti collaterali del farmaco. Quando poi diventa chiaro che la cura non riesce ad arginare la progressione della malattia, decide di passare a una terapia innovativa a base di Enbrel, un farmaco biologico straordinariamente efficace che mi fa subito stare meglio. Oggi sto bene, ma i puntuali controlli, che la stessa dottoressa programma sollevandomi dal grosso delle procedure burocratiche, non si diradano.
Con la stessa scrupolosa competenza e con tanta affabilità la dott.ssa Marini ha anche seguito mia madre per una grave forma di osteoporosi. Il trattamento, che comprendeva anche ciclici ricoveri in day hospital, è stato però recentemente sospeso a causa di una nuova importante patologia.
Alla mia piena soddisfazione per diagnosi e terapie (il farmaco biologico!) aggiungo l’apprezzamento per il lavoro del personale impegnato nelle altre attività del reparto, nei miei riguardi sempre cortese e disponibile (ad esempio, più volte su mia richiesta ho ritirato l’Enbrel in giorni diversi da quelli stabiliti per la consegna dei farmaci).
E’ la mia esperienza di “buona sanità”.

Patologia trattata
Artropatia psoriasica, osteoporosi grave.
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Nessuna visita per BUROCRAZIA

Giovedì 7 dicembre non ho avuto alcuna visita perché l'impegnativa riportava: visita dermatologica. Mancava la voce CONTROLLO, essendo io stata visitata qui 7 mesi prima dalla dr.ssa Marini.

Patologia trattata
Artrosi.
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Crioglobulinemia mista

Diagnosi corretta quella postami dal reparto (criglobulinemia mista), ma secondo loro, dopo piano terapeutico, dovevo essere guarita.
Peccato che invece dopo 5 anni che non stavo ancora bene, ho scoperto che è pure una malattia rara per cui si ha diritto ad una esenzione a vita (certificata successivamente al policlinico Umberto I...). Adesso faccio controlli annui e cicli di terapia con cortisone.

Patologia trattata
Crioglobulinemia mista (CM).
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Due visite due

L'esperienza consta in 2 visite private, una con il primario Minisola e una con il dott. Sebastiani.
Uno dopo una pur accorata visita, mi chiede esami reumatologici ma precisa: non mi torni se non sono positivi, li faccia leggere dal medico di base.
L'altro diagnostica una fibromialgia, sconfessando altre ipotesi fatte.

Risultato: dopo 1 anno di giri e visite, sono andata a Milano... per dire....
Soffro di artrite reumatoide SIERONEGATIVA.

Patologia trattata
Artrite reumatoide sieronegativa.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Visita frettolosa e diagnosi errata

A causa di dolori articolari diffusi e infiammazione continua alle ginocchia, sono stato in questo centro che dovrebbe essere il fiore all'occhiello per la diagnosi delle artriti, soprattutto le precoci o le sieronegative che si manifestano appunto proprio perchè sieronegative senza analisi del sangue o esami strumentali alterati.
Visita frettolosa con diagnosi errata.
Per loro non avevo l'artrite e i miei dolori dipendevano da altro, magari ero semplicemente un malato immaginario. E invece in altre due struttura portando gli stessi referti e stesse analisi diagnosi di artrite psoriasica. Per non parlare della pessima organizzazione del reparto. Se prendi la visita al Cup o tramite i dottori del reparto, l'orario non viene rispettato perchè si viene ricevuti in ordine di arrivo; quindi se si hanno impegni e hai prenotato una visita alle 14.00 e prima di te ci sono persone che hanno prenotato alle 16.00 ma sono arrivate in anticipo, passano loro avanti a te. Mai vista una organizzazione del genere in un ospedale.

Patologia trattata
Artrite psoriasica
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Superficialità

L'esperienza personale negativa si riferisce ad una visita in intramoenia col Dottor Sensi, che ha dimostrato negligenza nel monitorare il calcio in una paziente anziana, che per questo si è aggravata molto.

Patologia trattata
Connettivite indifferenziata.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Pessimo trattamento

Sono portatrice di esiti di quadrantectomia per neoplasia. La chemioterapia e la radioterapia è stata eseguita nel migliore dei modi. Sono passati 5 anni dall'intervento e purtroppo la terapia ormonale mi ha creato una osteopenia con rischio di fratture. La dott.ssa Marini mi ha dato un appuntamento per ieri 30/11 21017, poi spostato ad oggi per motivi che non conosco. Oggi alle 11.30, nonostante una sindrome influenzale, mi sono recata con un lungo anticipo convinta che la dottoressa avrebbe rispettato l'appuntamento. Mi è stato dato un numero non rispettato perchè persone che non ne avevano apparente motivo, sono state visitate prima di me.
Ho saputo che sarei stata visitata dopo le 13.00.
Quanto sopra al direttore sanitario perchè non debbano accadere più simili ingiustizie.

Patologia trattata
Osteopenia.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Superficiali

Mi spiace ma la mia è una esperienza negativa.
Tutto molto standardizzato, non ti guardano neanche in faccia, file per avere le visite di controllo.
Non hanno specializzazioni specifiche, ti danno i soliti farmaci senza scendere nei particolari per quanto riguarda gli effetti collaterali eccetera.
Assolutamente superficiali.

Patologia trattata
Spondiloartrite.
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Esperienza negativa

Sono stata ricoverata al San Camillo Forlanini ed e' stata una pessima esperienza. Dopo aver fatto delle visite private con il professore Minisola, mi ha detto di fare un ricovero per avere una cura biologica e poi fare richiesta della cura nella mia regione; ma ad oggi non ho capito ancora il senso del mio ricovero, perche' non mi hanno fatto assolutamente nulla, anzi, ho dovuto prendere i medicinali che ho portato da casa perche' in ospedale non c'erano. In tutto il periodo del ricovero non ho mai visto il professore Minisola. Dopo essere stata dimessa, la dottoressa Marini mi ha detto di ritornare per un controllo; sono andata in ospedale ma la dottoressa non c'era, quindi le ho telefonato ma ha detto che si era dimenticata della visita e che stava andando in ferie e quindi potevo andare da un suo collega qualsiasi. Fortunatamente adesso sono seguita al policlinico di Napoli.

Patologia trattata
Artrite reumatoide.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Esperienza negativa

Non ho mai visto una cosa del genere in nessun ospedale... Appuntamento preso nove mesi prima - padiglione Maroncelli: in teoria dovrebbero occuparsi di malattie autoimmuni, come artrite reumatoide, lupus, sclerosi sistemica e sempre in teoria dovrebbero accoglierti, parlarti, guardarti in faccia e visitarti... Nella pratica nessuno ti guarda in faccia, nessuno ti visita, io dopo un'ora di orologio in cui nessuno mi ha ritirato la richiesta di visita, prendendo nome e cognome e dicendomi quando potevo essere ricevuta, me ne sono andata via.... C'erano tante persone malate in quel padiglione e tutte erano agitate e nervose giustamente, perche' il gioco di questi medici e' lasciare che siano i malati a farsi la guerra tra di loro... Come se un malato già non avesse tante di quei problemi di cui occuparsi... nemmeno i rifugiati che sbarcano tutti i giorni a Lampedusa vengono trattati come sono stata trattata io ieri... I rifugiati hanno assistenza medica, cibo, coperte aiuto psicologico... tutte cose che io malata, italiana in un ospedale italiano, non ho diritto di avere....

Patologia trattata
Sclerosi sistemica.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

esperienza non positiva

A gennaio 2011 mia madre ha avuto dei crolli vertebrali dovuti all'osteoporosi. Dopo una visita privata in clinica con il prof. Minisola che ha escluso la possibilità di effettuare una vertebroplastica, mia madre è stata ricoverata per 15 giorni in questo reparto dove le hanno somministrato dosi elevate di antidolorifici che le hanno causato un grave stato confusionale. Dopo due settimane l'hanno dimessa prescrivendole il paratormone per la somministrazione del quale avrei dovuto mettermi in contatto telefonico con una certa dottoressa Marini. Dopo aver chiamato ripetutamente il numero per circa 10 giorni, senza però ottenere nessuna risposta e visto che mia madre stava sempre peggio, mi sono rivolta al reparto di geriatria del Policlinico Gemelli, dove non solo hanno eseguito la vertebroplastica, ma le hanno iniziato anche la somministrazione del paratormone.
Come se non bastasse, c'è da aggiungere la scortesia del personale, ad iniziare dal caposala che per paura di essere disturbato cammina per il reparto guardando in terra!

Patologia trattata
Crolli vertebrali da osteoporosi.
15 risultati - visualizzati 1 - 15  
 
 


Altri contenuti interessanti su QSalute