Gastroenterologia Policlinico Bologna S. Orsola Malpighi

 
3.5 (1)
5361  
Scrivi Recensione

Ospedali

Il reparto di Gastroenterologia: diagnosi e trattamento delle malattie delle vie biliari (ex Gastroenterologia Roda) dell'Ospedale Policlinico S. Orsola - Malpighi di Bologna, situato in via Massarenti 9, ha come Direttore responsabile il Dott. Prof. Davide Festi. Il reparto è una Struttura Semplice Dipartimentale che afferisce al Dipartimento di Malattie dell’Apparato Digerente e Medicina Interna, che condivide con la U.O. di Gastroenterologia il personale e le strutture. Il reparto è stato istituito con lo scopo di ottimizzare la gestione del paziente con malattie delle vie biliari, patologie che si caratterizzano molto frequentemente per una complessità diagnostica e terapeutica che richiede non solo competenze specifiche, ma anche percorsi diagnostico-terapeutici multidisciplinari. L'attività di ricovero è garantita a pazienti provenienti dal pronto soccorso con prevalente patologie delle vie biliari, a pazienti con patologie delle vie biliari di particolare complessità diagnostica e/o terapeutica, a pazienti con patologie delle vie biliari da sottoporre a procedure diagnostiche e/o terapeutiche a rischio di complicanze.


Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.5
Competenza 
 
5.0  (1)
Assistenza 
 
5.0  (1)
Pulizia 
 
1.0  (1)
Servizi 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
  • Competenza
  • Assistenza
  • Pulizia
  • Servizi
Commenti
Ospedali
 sì
 no
Sono entrata al S.Orsola tramite il Pronto soccorso in aprile del 2004 e fortunatamente mi hanno dirottata in Gastroenterologia dal Prof.E. Roda, seguita passo passo dal Prof.G. Mazzella.
Il Prof. Mazzella è persona estremamente scrupolosa, come si dice taglia i capello in due, ma proprio per questa sua caratteristica a costo di trattenere il paziente ricoverato, riesci ad avere una diagnosi completa ed accurata.
Dal 2004 ad oggi, mi ha ricoverata tutti gli anni, prevalentemente in primavera, in quanto il mio morbo non sopporta la primavera, soprattutto gli sbalzi di temperatura e si accentua, ultimo ricovero il 03/03/2010. Per cui conosco molto bene il reparto, tutti i collaboratori di corsia, persone splendide, Bruno, Carlo, Marco, Barbara, Monica, Cristian e per finire un ringraziamento speciale alla Sig.ra Alda, meravigliosa!!!
Quando il Prof. mi ricovera mi sembra già di stare meglio, perchè in reparto mi sento come a casa mia, gli infermieri mi conoscono, sanno delle mie paure e li sento sempre molto vicini nel rassicurarmi in ogni momento della giornata per competenza ma devo dire quasi di amicizia.
L'unica cosa che lascia molto a desiderare, ma non dipende certo dal Prof. Roda, è la NON pulizia che regna sovrana in reparto, ma come tutti i reparti del S.Orsola.
Il servizio è stato ovviamente affidato ad una cooperativa, la quale oltre ad avere personale molto maleducato nei confronti dei pazienti ricoverati, non pulisce, le camere che in gastro sono fortunatamente da due letti e quindi si farebbe presto a pulirle bene, a malapena vengono pulite, dei bagni poi non ne parliamo, a volte gli addetti non entrano in tale stanza.
Mi dispice dirlo, ma le pulizie lasciano molto a desiderare.
Per quanto riguarda il cibo, non è il massimo, quasi sempre freddo o poco cotto, ma da questo punto di vista siamo in ospedale e quindi bisogna accontentarsi.
Per quanto riguarda il cibo ho notato che hanno cambiato alcuni fornitori, vedi i formaggini, prosciutto ecc. Gli alimenti sono molto peggiorati.
Il Prof. Mazzella a volte è un pochino orso, nel senso che vorresti che ti parlasse della malattia, in modo molto più approfondito, ma è unomo di poche parole, ma devo dire che grazie a lui la qualità della mia vita si è molto innalzata, e non ci si deve offendere se decide di cambiarti cura senza darti troppe spiegazioni, lui lo decide sempre e solo per il bene del paziente e i risultati ci sono. Ha sempre ragione LUI.
Sono contenta di conoscerlo e di continuare il mio rapporto paziente/medico co LUI, non lo cambierei per nessun motivo al mondo e lo consiglio vivamente a chi purtroppo ha malattie come la mia.

Rossella Lunghini 18/03/2010 S.Lazzaro di Savena.
Voto medio 
 
3.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
3.0
Opinione inserita da Lunghini Rossella 18 Marzo, 2010

Opinione generale per mia esperienza personale

Sono entrata al S.Orsola tramite il Pronto soccorso in aprile del 2004 e fortunatamente mi hanno dirottata in Gastroenterologia dal Prof.E. Roda, seguita passo passo dal Prof.G. Mazzella.
Il Prof. Mazzella è persona estremamente scrupolosa, come si dice taglia i capello in due, ma proprio per questa sua caratteristica a costo di trattenere il paziente ricoverato, riesci ad avere una diagnosi completa ed accurata.
Dal 2004 ad oggi, mi ha ricoverata tutti gli anni, prevalentemente in primavera, in quanto il mio morbo non sopporta la primavera, soprattutto gli sbalzi di temperatura e si accentua, ultimo ricovero il 03/03/2010. Per cui conosco molto bene il reparto, tutti i collaboratori di corsia, persone splendide, Bruno, Carlo, Marco, Barbara, Monica, Cristian e per finire un ringraziamento speciale alla Sig.ra Alda, meravigliosa!!!
Quando il Prof. mi ricovera mi sembra già di stare meglio, perchè in reparto mi sento come a casa mia, gli infermieri mi conoscono, sanno delle mie paure e li sento sempre molto vicini nel rassicurarmi in ogni momento della giornata per competenza ma devo dire quasi di amicizia.
L'unica cosa che lascia molto a desiderare, ma non dipende certo dal Prof. Roda, è la NON pulizia che regna sovrana in reparto, ma come tutti i reparti del S.Orsola.
Il servizio è stato ovviamente affidato ad una cooperativa, la quale oltre ad avere personale molto maleducato nei confronti dei pazienti ricoverati, non pulisce, le camere che in gastro sono fortunatamente da due letti e quindi si farebbe presto a pulirle bene, a malapena vengono pulite, dei bagni poi non ne parliamo, a volte gli addetti non entrano in tale stanza.
Mi dispice dirlo, ma le pulizie lasciano molto a desiderare.
Per quanto riguarda il cibo, non è il massimo, quasi sempre freddo o poco cotto, ma da questo punto di vista siamo in ospedale e quindi bisogna accontentarsi.
Per quanto riguarda il cibo ho notato che hanno cambiato alcuni fornitori, vedi i formaggini, prosciutto ecc. Gli alimenti sono molto peggiorati.
Il Prof. Mazzella a volte è un pochino orso, nel senso che vorresti che ti parlasse della malattia, in modo molto più approfondito, ma è unomo di poche parole, ma devo dire che grazie a lui la qualità della mia vita si è molto innalzata, e non ci si deve offendere se decide di cambiarti cura senza darti troppe spiegazioni, lui lo decide sempre e solo per il bene del paziente e i risultati ci sono. Ha sempre ragione LUI.
Sono contenta di conoscerlo e di continuare il mio rapporto paziente/medico co LUI, non lo cambierei per nessun motivo al mondo e lo consiglio vivamente a chi purtroppo ha malattie come la mia.

Rossella Lunghini 18/03/2010 S.Lazzaro di Savena.

Patologia trattata
Morbo di Crohn.
Consiglieresti questo reparto?
Trovi utile questa opinione?