Avodart

 
3.4 (4)
Scrivi Recensione
Principio attivo
Dutasteride
Indicazioni
Iperplasia prostatica benigna
Avodart è un farmaco che ha come principio attivo Dutasteride, in grado di inibire le due differenti isoforme I e II dell'enzima testosterone 5-alfa-reduttasi, impedendo la conversione del testosterone in diidrotestosterone (DHT) nel corpo; DHT che è coinvolto nello sviluppo dell'iperplasia prostatica benigna. Avodart è infatti utilizzato per trattare l'ipertrofia prostatica benigna negli uomini con un ingrossamento della prostata; aiuta a migliorare il flusso urinario e può anche ridurre la necessità di un intervento chirurgico alla prostata. Avodart è disponibile sotto forma di capsule di gelatina molle da 0,5 microgrammi.

Recensioni dei pazienti

4 recensioni

Voto medio 
 
3.4
Efficacia 
 
5.0  (4)
Assenza di effetti collaterali 
 
1.8  (4)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Efficacia
Assenza di effetti collaterali
Commenti
Farmaci
Indica la tua fascia di età
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
3.5
Efficacia 
 
5.0
Assenza di effetti collaterali 
 
2.0

Avodart per IPB

Prendo Avodart insieme a Tamsolusina da circa 5- 6 anni. Tamsolusina da 10 anni. Mattino Tamsolusina e sera Avodart. All'inizio non ho avuto problemi e la mia prostata è regredita di circa 15 mm. Ora invece ho dei problemi riguardo la sfera sessuale e ho notato una diminuzione notevole del volume del mio pene con un considerevole piegamento dello stesso a mezza luna. Ho spesso dolore nei rapporti sessuali e difficoltà ad eiaculare. Ho 65 anni.

Fascia di età
Oltre 60 anni
Sesso
Uomo
Malattia trattata
IPB.


Voto medio 
 
3.0
Efficacia 
 
5.0
Assenza di effetti collaterali 
 
1.0

Avodart... che disastro!

A livello prostata effetti miracolosi da subito. Facilità nell'urinare.
Ma che disastro gli effetti collaterali : libido azzerata, difficoltà di erezione, crescita di peli accelerata e, non ultima, DEPRESSIONE pesante dopo solo 7 giorni di terapia. Alla fine ho sospeso il trattamento, troppi e troppo gravi gli effetti negativi. Preciso che non prendo altri farmaci se non Xatral di sera, sempre per prostata.

Fascia di età
Oltre 60 anni
Sesso
Uomo
Malattia trattata
Ingrossamento della prostata per l'età (65).
Voto medio 
 
3.5
Efficacia 
 
5.0
Assenza di effetti collaterali 
 
2.0

Avodart e Tamsulosina

Ho iniziato a prendere l'Avodart (assieme alla Tamsulosina - Pradif) su consiglio del mio medico, dato che il farmaco che prendevo in precedenza (Doxazosina) mi aveva creato dei bei problemi di calcolosi renale (due episodi davvero dolorosissimi)..
Premetto che ho 62 anni.
Ho preso l'Avodart per 10 mesi precisi e in tutti quei mesi ho sempre preso anche altre medicine per la pressione arteriosa e per l'osteoporosi (da qui il motivo per cui si pensa della nascita dei calcoli renali col precedente farmaco). Bè comunque, pur risultando molto efficace nei confronti della mia iperplasia, e pur non dandomi più problemi renali, la combinazione Avodart + Tamsulosina ha avuto su me altri pessimi effetti collaterali (mai avuti con la Doxazosina) inerenti prettamente la sfera sessuale. Ho sempre desiderio, ma non ho praticamente più erezione nè eiaculazione. Ora non so cosa fare...

Fascia di età
Oltre 60 anni
Sesso
Uomo
Malattia trattata
IPB.


Voto medio 
 
3.5
Efficacia 
 
5.0
Assenza di effetti collaterali 
 
2.0

Affetto da IPB

Prendo l'Avodart (in concomitanza col Flomax) ormai da sette mesi e i risultati per fortuna ci sono stati, ed anche evidenti. Dico solo che il mio PSA è passato in questi mesi da 11 a 5,2 ed infine a 3,7. Credo quindi che riguardo l'efficacia del farmaco, i numeri parlino da soli.
Più complesse invece sono state le reazioni del mio corpo al medicinale. Innanzitutto i primi tempi lo prendevo verso sera e mi succedeva che di notte dormivo poco e male per i forti dolori articolari e i terribili crampi muscolari. Allora ho provato a prendere la capsula verso mezzogiorno, e le cose sono migliorate tanto. Per stare ancora meglio, ho sempre avuto la cura di bere parecchia acqua durante tutto il pomeriggio, perchè sono arrivato alla conclusione che se lo prendevo verso sera, il mio corpo lo "smaltiva" poco, e tutte le proprietà del farmaco mi restavano dentro provocando i crampi eccetera. Invece prendendolo ad ora pranzo e bevendo diversa acqua, prima che arrivi mezzanotte che vado a coricarmi, il mio corpo l'ha sì metabolizzato, ma anche smaltito bene, permettendomi così di dormire sonni tranquilli. Sonni tranquilli grazie anche al fatto che oramai sono poche le volte che mi alzo per andare ad urinare.
Ecco, poi come altro visibile effetto collaterale, personalmente lamento il calo del desiderio sessuale. Ho ancora orgasmi, ma l'intensità è nettamente inferiore rispetto a prima dell'Avodart.

Fascia di età
Da 40 a 60 anni
Sesso
Uomo
Malattia trattata
Iperplasia prostatica benigna (IPB).


Altri contenuti interessanti su QSalute