Chirurgia Ospedale Schio

 
5.0 (5)
3956  
Scrivi Recensione
Il reparto di Chirurgia dell'Ospedale De Lellis di Schio eroga le proprie prestazioni in regime di degenza, Day Hospital ed ambulatoriale; garantisce inoltre un servizio di Endoscopia digestiva, un servizio di Diagnostica vascolare ed un servizio di Senologia. Esegue principalmente interventi chirurgici di chirurgia generale, di chirurgia vascolare, di chirurgia endovascolare, di chirurgia laparoscopica, di chirurgia toracica, di chirurgia proctologica, di chirurgia bariatrica (obesità). Garantisce visite di chirurgia generale, visite di chirurgia vascolare, visite flebologiche, proctologiche, senologiche e bariatriche.
Le attività ospedaliere del reparto di Chirurgia dell'Ospedale De Lellis di Schio sono state trasferite nel Nuovo Ospedale situato a Santorso. Sia il De Lellis di Schio che il Boldrini di Thiene hanno cambiato destinazione, divenendo sedi di Distretto Socio Sanitario, in grado di offrire alla popolazione attività territoriali. I reparti del Nuovo presidio di Santorso possono essere consultati al seguente indirizzo: www.qsalute.it/recensioni/santorso/


Recensioni dei pazienti

5 recensioni

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0  (5)
Assistenza 
 
5.0  (5)
Pulizia 
 
5.0  (5)
Servizi 
 
5.0  (5)
Voti (il più alto è il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
22 Settembre, 2013
popa lucia
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Incidente stradale nel 2010

Mi effettuarono nel 2010 un intervento a causa di incidente stradale (19 luglio 2010). Sono stata soddisfatta di tutti i dottori, se non ci fossero stati loro... Desidero ringraziare il dott. Chiappetta e il dott. Rebonato. Vi verrò a trovare a Santorso!
Cordiali saluti a tutti!

Patologia trattata
Di pertinenza chirurgica causa incidente stradale.
Trovi utile questa opinione? 



07 Ottobre, 2011
Claudio Gabbani
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Un reparto a 25 stelle

Nell'elenco delle patologie trattate non ce n'è una che sia andata male o di cui si possa esprimere una minima critica.
Se c'è stato bisogno di riposizionare gli stent, ciò non è dovuto ad incuria nel posizionamento precedente, ma al mancato ascolto da parte del sottoscritto di smetterla con il fumo.
Di questo intervento ho gia espresso il mio parere.
Gli ultimi due sono stati la carotide destra: intervento avvenuto in mattinata alle 12 circa e complicatosi a casua di un grosso ematoma alla sera che ha richiesto una risoluzione chirurgica urgente in quanto era iniziato un impedimento al respiro.
Devo assolutamente esprimere un grosso ringraziamento ad un infermiere con la barba lunga e nera che ha notato il forte gonfiore ed ha avvisato tempestivamente un medico mentre già iniziavo ad ansimare, praticamente credo mi abbia salvato la vita assieme ai medici prontamente accorsi ed alla tempestività dell'intervento, nemmeno in TV si vede una così incredibile efficienza.
Devo ringraziare veramente il reparto intero di chirurgia alta intensità, e sarei curioso di sapere il nome di quell'infermiere.
Grazie comunque a: Dott. Chiappetta, Dott.ssa Invernizzi ed al direttore Dottor Matteo Rebonato; grazie a tutto lo staff del reparto dal quale ho ricevuto tutto quanto fosse nelle mie necessità.
il 22 settembre sono stato operato di lobectomia al polmone destro per l'asportazione di una formazione neoplastica scoperta il 7 giugno 2011 e deciso di operare dopo varie biopsie.
Di questo devo essere gratissimo al Dottor Matteo Rebonato che ha assecondato la mia richiesta di intervento ed a tutti i medici coinvolti nelle fasi preliminari per la cura e l'impegno nel cercare di analizzare tutto quanto avesse a che fare con la difficoltà dell'intervento (a volte hanno ripetuto esami che non sembravano dare definitive certezze) e lo Staff della segreteria di Chirurgia dove opera la Alessia, che mi ha sempre tenuto informato e aggiornato telefonicamente su cosa come e quando fare e non fare, con una disponibilità mai vista in nessun ospedale.
Non sono sicuro che sia stato lui. ma anche il dottor Ferrari (credo abbia operato lui) non posso lasciarlo innominato così come il dottor Canale che ha risolto in pochi minuti gli ematomi formatisi intorno alla ferita e tolto i punti dopo circa una settimana.
Un medico molto deciso il Dott. Canale, due mani che mi hanno spremuto bene bene ed il suo vocione che diceva "Bravo Bravo" dispiaciuto di avermi fatto male ma sicuro di averlo fatto bene, e Dio sa se lo ha fatto bene.
Anche in questo caso come non ringraziare il reparto: sono stato lavato da capo a piedi ogni mattina con una delicatezza ed una educazione incredibile, assistito e coadiuvato in ogni richiesta, sempre un antidolorifico pronto ed una pastiglia per dormire meglio e sorrisi a non finire.
Ricordo che erano cosi delicati che spesso di notte non mi sono nemmeno svegliato e sono rimasto sorpreso al mattino quando ho sapuo che mi era stato tolo un flacone o messo un antibiotico in vena mentre dormivo: MIRACOLOSI.
Ecco ringrazio tutto il De Lellis di Schio, cosi non resta fuori nessuno.
Ad oggi sono già stato medicato e ad appena 15 giorni dall'intervento sono stato medicato dal Dottor Chiappetta stamani che con meraviglia ha detto che con un'altra medicazione siamo a posto, per scaramanzia non vorrei dirlo, ma sto bene veramente bene, a parte la ferita che è coperta dall'antidolorifico, io non riesco a credere di aver subito un intervento di tale importanza.
Ripeto che è stato fatto bene e per questo sto bene, ero sicuro che andasse bene mi avevano messo in condizione di esserlo, BRAVI.
Grazie di nuovo e grazie Rebonato per l'abbraccio di stamane, Lei dottore è si un bravissimo chirurgo, ma prima di ogni cosa Lei è
UNA PERSONA PERBENE , Dio benedica Lei e tutto il suo staff.
Spero di ammalarmi di nuovo per venirvi a trovare (ovviamente non parlo sul serio, ma un giretto di tanto in tanto lo farò e sarà sempre un piacere)
Claudio Gabbani

Patologia trattata
- marzo 2008 stent illiaca dx.
- ottobre 2008 stent illiaca sx.
- luglio 2009 menisco dx
- luglio 2010 stent illiache e femorali bilaterali.
- giugno 2011 pneumotorace a seguito agoaspirato
- Luglio 2011 TEA carotide dx.
- settembre 2011 lobectomia parziale polmone dx per formazione neoplastica.
Trovi utile questa opinione? 
27 Febbraio, 2011
Dal Santo Pietro
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamento

Desidero ringraziare il Prof. Matteo Rebonato, la Prof.ssa Laura Invernizzi e lo staff di chirurgia per la competenza e la professionalità con cui hanno affrontato e risolto il mio grave problema. Non dimentico inoltre i vari infermieri che si sono prodigati con grande professionalità al proprio lavoro.
In questo ospedale io ho trovato tanta umanità, gentilezza e tanta, ma tanta professionalità verso i pazienti.
Grazie ancora.

Patologia trattata
Aneurisma addominale all'aorta subrenale
Trovi utile questa opinione? 



18 Febbraio, 2011
elisa
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

chirurgia

buonasera a tutti. sono stata dimessa ieri dal reparto di chirurgia A di Schio per un bendaggio gastrico. Mi chiamo Elisa sono di Vicenza. Sinceramente quel reparto è eccezionale, dagli anestesisti ai medici, alle infermiere ed infermieri, che ho tovato di una bontà unica, pazienti e gentili. meno male che esistono ancora persone cosi'. un grazie di cuore a voi tutti. Elisa

Patologia trattata
bendaggio gastrico
Trovi utile questa opinione? 
20 Luglio, 2010
Claudio Gabbani
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

alla dottoressa Laura Invernizzi

il Luglio 2010 sono stato sottoposto ad intervento succitato. Ero al limite della autonomia deambulatoria (pochi passi) ed il tallone destro presentava macchie scure preoccupanti. La dottoressa Invernizzi mi ha seguito prima dell'intervento e mi ha fatto ricoverare tempestivamente.
Quando la ho vista in sala operatoria, mi ha sorriso e rassicurato, in quanto ero spaventato dai rischi che il mio medico di base mi aveva detto di poter correre. Premetto che fumavo fino al giorno prima dell'intervento (e molto). La dott.ssa Invernizzi mi ha avvisato che se non avessi smesso, l'intervento successivo poteva essere una amputazione. Io credo di dovere a Laura (voglio chiamarla cosi come una sorella) il fatto di camminare e sentirmi come nuovo.
E' incredibile, oggi a distanza di 10 giorni dall'intervento, non sento più dolore e cammino (forse anche troppo), ancora non credo a ciò che sto provando.
Vedrò la Dott.ssa il 28 Luglio per controllo, (non fumo più) e vorrei abbracciarla. Fatele un monumento, se lo merita. Io le devo tutto e non potrei tradire mai ciò che mi ha dato. Meraviglioso medico ed indescrivibile forza di convinzione e dolce fermezza.
Brava, brava e ancora brava.
Grazie dottoressa e grazie a tutto il reparto di chirurgia, sono stati quattro giorni piacevoli e rigeneratrici per le mie gambe.
Vengo spesso a fare un giretto.
saluti affettuosissimi

Patologia trattata
PTA asse illiaco bilaterale - posizionamento stent in femorali comuni
Trovi utile questa opinione? 

Altri contenuti interessanti su QSalute