Nefrologia e Dialisi Bambino Gesù

 
5.0 (6)
6658  
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Nefrologia e Dialisi dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, situato in Piazza S. Onofrio 4, ha come Responsabile il Dott. Francesco Emma. Il reparto si occupa delle malattie dei reni e delle vie urinarie nell'età pediatrica e nell'adolescenza, rappresentando inoltre Centro di Riferimento Regionale per le insufficienze renali terminali e per i trapianti renali in età pediatrica. Fanno parte dell'equipe i dirigenti medici Dott. Luca Dello Strologo (Struttura Semplice Clinica del Trapianto Renale), Dott. Giacomo Di Zazzo, Dott.ssa Alessandra Gianviti, Dott.ssa Marcella Greco, Dott.ssa Isabella Guzzo, Dott.ssa Giovanna Leozappa, Dott.ssa Laura Massella, Dott.ssa Maria Chiara Matteucci, Dott. Stefano Picca (Struttura Semplice Dialisi Pediatrica), Dott.ssa Marina Vivarelli.


Recensioni dei pazienti

6 recensioni

 
(6)
4 stelle
 
(0)
3 stelle
 
(0)
2 stelle
 
(0)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
5.0
 
5.0  (6)
 
5.0  (6)
 
5.0  (6)
 
5.0  (6)
Recensioni più utili
Voti (il più alto è il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
09 Agosto, 2016
Ilaria isidori
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Sindrome nefrosica

Mi chiamo Ilaria Isidori, sono entrata nel reparto nefrologia quando avevo 6 anni, ora sono una donna di 38 anni sposata con 2 figli. Mi ricordo del prof. Rizzoni, del dottor Mignozzi (stellina), del dottor Rinaldi, dottoressa Greco, Leozappa, dottor Picca, dottoressa Gianviti, dottoressa Guzzo, dottor Dello Strologo, dottoressa Maria Chiara Matteucci, suor Caterina, Pasqua, Carmela, Gianna e Ivana (la nipote fa scuola di danza con mia figlia). Che dire: eccezionali tutti nel loro operato, PREPARATI, professionali e professionisti ed umani. Quando ero adolescente spesso ero molto irrequieta, un po' per colpa del cortisone, un po' perché mi vedevo grassa... Insomma, parecchie volte ahimè ho tentato di togliermi da sola (e soprattutto tutti insieme) quei 60 mg. al giorno di cortisone che dovevo prendere, non ce la facevo più, dovevo rispettare una dieta ferrea senza sale, latte e formaggi.. Pesante tutto... Spesso mi mandavano a farmi una bella chiacchierata dal prof. Rizzoni, poi con il tempo sono cresciuta, ho cominciato a stare meglio ed ora STO BENE ORAMAI DA PARECCHI ANNI. UN GRAZIE IN PARTICOLAR MODO ALLA DOTTORESSA MARIA CHIARA MATTEUCCI per avermi fatto conoscere il dottor ANDREA BARTULI, IL "PEDIATRA" PRIVATO DEI MIEI FIGLI.

Patologia trattata
Sindrome nefrosica.
Trovi utile questa opinione? 



14 Luglio, 2013
Tata
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie a tutti ancora

Sono seguita in questo ospedale da quando avevo soli 3 mesi, da tutta la vita praticamente.... Prima ero seguita in oncologia per un neuroblastoma addominale (questo fino all'etá di 5 anni); in seguito mi sono ritrovata in nefrologia e tutti i dottori elencati nella scheda del reparto li conosco benissimo e sono fantastici davvero. A loro va il mio ringraziamento per tutto...
Vorrei però aggiungere un'altra dottoressa, Isabella Guzzo, anche lei fantastica, che mi segue tutt'ora insieme al dott. Luca Dello Strologo per il mio trapianto renale...
Per concludere voglio dire che, se non fosse stato per loro, il mio rene trapiantato forse lo avrei perso, anzi, molto probabilmente.... Invece grazie alla loro bravura e professionalitá, nonchè alla loro ostinazione, lo hanno salvato ed ora sto bene, anche se con qualche problemino... Quindi grazie davvero, siete fantastici e spero di poter stare con voi per sempre e di non dover mai cambiare struttura..
Un grazie particolare va anche a tutte le fantastiche infermiere passate e attuali, ai chirurghi bravissimi e in generale alla struttura. Senza tutti voi forse non sarei più qui....

Patologia trattata
Insufficienza renale cronica secondaria a neuroblastoma addominale e trapianto renale.
Trovi utile questa opinione? 
08 Marzo, 2013
Roberto
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Reparto e Personale Magnifico!

Oggi ho 26 anni e sono ritornato in dialisi da 2 anni, dopo 15 anni di trapianto renale.
Sono entrato nell'ospedale "Bambino Gesù" all'età di 4/5 anni e poi mal volentieri, all'età di quasi 19 anni, ho dovuto cambiare ospedale.
A Roma all'Ospedale B.G. ho passato tantissimo tempo fino che, nel 1996, ho fatto il trapianto proprio in questo ospedale.
Al Bambino Gesù sia, in Nefrologia che al Day Hospital, ho sempre trovato un personale efficiente, preparato, disponibile, affettuoso.
Ricordo tutti gli infermieri che sono passati, anche se poi negli ultimi anni erano cambiati, ricordo il Prof. Rizzoni (che da un paio di anni è deceduto), la Dott.ssa Massella, la Dott.ssa Gianviti, la Dott.ssa Leozappa, il Dott. Picca, il Prof. Emma, il Dott. Mignozzi e Rinaldi e infine il Dott. Dello Strologo che mi ha seguito nei 15 anni di trapianto.
Insomma, come da titolo:
"Un reparto e un personale MAGNIFICO".
P.S. Potessi ritornare a Roma al Bambin Gesù lo farei subito...ma ahimè non c'è piu l'eta!

Patologia trattata
Insufficienza Renale Cronica (IRC).
Trovi utile questa opinione? 



07 Dicembre, 2012
alessandro
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ottimo reparto

Sono entrato al reparto nefrologia del Bambino Gesù di Roma all'età di 4 anni, ricordo il mio compleanno dei 5 anni festeggiato con tutti i bambini ricoverati, era ancora un grande ed unico stanzone; sono rimasta lì in cura fino all'età di 15, poi tutto per fortuna si è risolto.
Del Bambino Gesù di Roma ricordo la professionalità, l'amore, l'efficienza, la sensibilità e l'affetto famigliare dei medici, infermieri ed addetti tutti.
Sono cresciuto lì; ricordo i Dottori Mignozzi, Rinaldi, il prof. Salvadori, Suor Caterina, le infermiere Pasqua, Carmela, Gianna grande e piccola, Patrizia.. Anche a me il Bambino Gesù mi ha dato una certezza ed una fiducia verso il mondo medico. Grazie di cuore a tutti...
Per chi volesse contattarmi e ricordare insieme: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Patologia trattata
Nefrosi.
Trovi utile questa opinione? 
20 Aprile, 2011
sandra
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

non un ospedale ma una seconda casa

Sono entrata al bambin gesù di Roma che avevo 9 anni e sono rimasta lì fino all'età di 27. quando sono stata costretta a rivolgermi altrove, mi sono sentita 'cacciata di casa' anche se era solo per il mio bene. sono stata indirizzata verso il migliore nefrologo specializzato per la mia patologia il prof. Ponticelli. Del bambin gesù di Roma ricordo la professionalità, l'efficienza, l'assistenza a 360° e soprattutto l'affetto di medici, infermieri ed addetti alle pulizie. preparazione e sensibilità, organizzazione ed attenzione alla persona non alla malattia. Io sono cresciuta mentre i medici invecchiavano. Ricordo il Dott. Mignozzi ed il dott. Rinaldi nella mia infanzia, ma anche il prof. Salvadori e Rizzoni... e poi la Dott.ssa Gianviti nella mia adolescenza. Il Bambin Gesù mi ha dato una certezza ed una fiducia verso il mondo medico che non ho più ritrovato. Grazie a tutti

Patologia trattata
nefrite lupica
Trovi utile questa opinione? 
11 Mag, 2009
marco
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

che ricordi..

allora... io ho 30 anni.. sono stato in cura in questo ospedale per 20 anni.. si, mi hanno lasciato in cura fino a 23 anni.. e posso dire che la mia glomerulonefrite è durata tanti tanti anni prima di arrivare al trapianto. le cure sono davvero personalizzate e studiate caso per caso, i medici leggendo sono rimasti praticamente quasi tutti quelli della mia adolescenza e qualcuno anche della mia infanzia.. posso dire solo grazie per le cure perfettamente mirate e grazie perche sono ancora in vita e con un trapianto senza aver fatto un trapianto senza dialisi.. grazie al mio stato di salute non compromesso (la patologia che avevo era davvero ed è una delle piu difficili da arginare).

Patologia trattata
sindrome nefrosica corticoresistente con sclerosi focale e segmentaria
Trovi utile questa opinione? 

Altri contenuti interessanti su QSalute