Ospedale di Prato

 
3.9 (6)
Scrivi Recensione

Giudizio dei pazienti

Voto ospedale
 
3.9 (6)
Voto reparti
 
4.2 (174)
Indirizzo
Via Suor Niccolina Infermiera 20/22, Prato
Telefono
0574 801111
Il Nuovo Ospedale di Prato Santo Stefano sorge in Via Suor Niccolina Infermiera 20/22 nella frazione di Galciana e fa parte dell'Azienda Usl Toscana centro. Il nuovo presidio ospedaliero pratese costituisce un importante "nodo" della rete ospedaliera regionale, uno dei 14 principali ospedali della Toscana. La struttura è finalizzata all'organizzazione ed erogazione delle prestazioni specialistiche di ricovero, sia per quanto riguarda i ricoveri ordinari che i day hospital. Il nuovo ospedale di Prato è costituito da due fabbricati: l'edificio ospedaliero e la palazzina dei servizi. L'area è situata a nord ovest della città, tra l’abitato di Galciana a sud e la linea ferroviaria Firenze-Pistoia a nord, delimitata ad est da via Becherini ed a ovest da via Ciulli. Per ottimizzare le cure ospedaliere, i reparti sono aggregati in ambiti omogenei denominati aree funzionali. Le attività sanitarie garantite sono inserite nei percorsi assistenziali dell’Area Vasta. L'Ospedale Santo Stefano ha ottenuto per il biennio 2020 - 2021 il riconoscimento di due Bollini Rosa, riconoscimento che la fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, conferisce agli ospedali che offrono servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali patologie femminili. Tra i principali reparti del presidio si annoverano: Anestesia e rianimazione, Cardiologia con UTIC, Chirurgia generale, Geriatria, Malattie infettive, Medicina interna, Neurologia, Oculistica, Oncologia medica, Ortopedia e traumatologia, Ostetricia e ginecologia, Otorinolaringoiatria, Pediatria e Neonatologia, Radiologia, Urologia.

Recensioni dei pazienti

6 recensioni

 
(3)
 
(1)
3 stelle
 
(0)
 
(2)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
3.9
 
3.8  (6)
 
4.0  (6)
 
4.0  (6)
 
3.7  (6)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti Chirurgia generale

Ringrazio con tutto il cuore il dottor Stefano Cantafio e il primario dottor Franco Franceschini per come gestisce il reparto.
Chirurghi professionali e molto disponibili. Non da meno gli infermieri.
A Pisa tutta un'altra realtà!! Capisco anche che ovviamente le dimensioni delle due strutture e i bacini di utenza siano molto differenti, però non c'è paragone.
Il Nuovo Ospedale di Prato è davvero moderno (macchinari, pannelli elettronici, dotazioni delle camere di degenza ecc.), ben organizzato, con staff all'accettazione eccezionale.

Patologia trattata
Tumore colon.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Endoscopia digestiva, Dott. Ciancio

Prima colonscopia di screening.
Terrorizzata è dire poco.
Sono invece stata subito messa a mio agio dal Dott. Giuseppe Ciancio, bravissimo e si vede che ha tanta esperienza, e dai suoi due assistenti.
Non mi sono quasi accorta di nulla, è stata 100 volte peggio la preparazione all'esame.
Temevo anche di patire per chissà quanti giorni dolori intestinali, invece non ho proprio avuto nulla.
Grazie della vostra sconfinata competenza.

Patologia trattata
Colonscopia.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Da Fucecchio a Prato per revisione protesi anca

Non trovo parole di apprezzamento adeguate nei confronti del dottor Luigi Volpe che, nonostante la problematica Covid in atto, con conseguente riconversione dell'ospedale di Fucecchio, ha gestito e curato con estrema professionalità l'intervento di revisione di protesi dell'anca destra con sostituzione del cotile nella struttura chirurgica dell'ospedale di Prato. Già precedentemente operata a Borgo San Lorenzo nel 2008 alla stessa anca, ma l'intervento non ha poi avuto esito di guarigione al punto di cedere la parte acetabolare della protesi. Per mia fortuna il dottor Luigi Volpe, individuando il serio problema, mi ha preso a cuore e seguita con estrema cura fino all'intervento di revisione della protesi. Grazie alla sua competenza posso dire oggi, nonostante la mia età di 82 anni, di aver risolto definitivamente il problema permettendomi così di tornare con gioia alla mia vita quotidiana dopo soli due mesi da questo difficile intervento.

Patologia trattata
Cedimento parte acetabolare.


Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

Emodinamica e UTIC

Estrema gentilezza, competenza e funzionalità. Incomprensibile progettazione dei percorsi e apparente scarsa difesa antincendio.

Patologia trattata
Cardiopatia ischemia del tronco coronarico.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

STRUTTURA DELL'OSPEDALE

La nuova struttura ha mostrato notevoli carenze nell'ospitare gli ammalati, dovute essenzialmente alla insufficiente disponibilità di posti letto nei vari reparti. Infatti tutti i nuovi pazienti sono trattenuti per diversi giorni nel reparto di pronto soccorso, in attesa di un loro inserimento in un reparto qualsiasi, indipendentemente dalla diagnosi che essi presentano. Questo comporta un notevole e prolungato affollamento nel reparto di pronto soccorso, dove non è possibile offrire ai ricoverati un adeguato confort e riservatezza di cui loro avrebbero diritto.

Patologia trattata
Broncopolmonite. Dopo un mese circa dalle dimissioni è avvenuto il decesso (suocero).
Attualmente ricoverata mia figlia (al pronto soccorso) in fase di accertamenti.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Polmonite ab ingestis

Mio padre è stato ricoverato in data 24/02/2016, aveva febbre con punte di 37.8.
Arrivato al pronto soccorso, hanno fatto una radiografia ed è stato detto che aveva polmonite ab ingestis e, una volta arrivato in reparto, mi era stato detto che dovevano fare antibiotici endovena. Poi mi è stato detto che dovevano aspettare per ricercare il batterio giusto, infine mi è stato detto che era sanissimo e che era una cosa vecchia in via di guarigione, Risultato = mio padre ha ancora la febbre e sta malissimo. Ma cosa hanno fatto in questo ospedale? NIENTE, un bel niente. Ma non finisce qua, una bella denuncia non ve la toglie nessuno... Volete che scriva il nome? il mio nome presto lo saprete scrivo, ora solo il nome della persona che avete mandato a casa con la polmonite.
Aggiungo che è stato detto che era sano (non temo niente, ho referti e testimone di quello che è stato detto).

Patologia trattata
Polmonite ab ingestis.


Altri contenuti interessanti su QSalute