Dettagli Recensione

 
Ospedale Cardiologico G.M. Lancisi di Ancona
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Intervento per DIA tipo Ostium secondum

Con piacere scrivo questa "recensione" aggiungendola alle tante già presenti, perchè ho potuto constatare personalmente che il reparto di Cardiochirurgia e Cardiologia Pediatrica e Congenita del Lancisi di Ancona è davvero un reparto di assoluta eccellenza. Un grazie al professor Marco Pozzi e a tutta l'equipe di medici e infermieri per averci assistito in un momento per noi difficile. Sapere di dover fare un intervento al cuore ad una figlia di 4 anni per un DIA non ci ha fatto piacere, in particolare dopo che per molto tempo ci era stata prospettata una chiusura mediante tecnica percutanea con ombrellino. Il Prof Pozzi, nel corso di una accurata visita, che pensavamo di conferma, ci ha invece evidenziato la non applicabilità della tecnica percutanea e la necessità di ricorrere alla chirurgia. La notizia ci ha ragionevolmente spaventato nonostante le rassicurazioni sulla "routinarietà" dell'intervento. Ciononostante, la fiducia che il professore ci ha trasmesso, ci ha indotti a fissare senza indugi la data dell'intervento. In effetti l'intervento, eseguito dalla bravissima dottoressa Iezzi e dal prof Pozzi, è stato lineare e senza nessuna problematica sia operatoria che post operatorio.
Oltre alla bravura del professor Pozzi e della dottoressa Iezzi ho però riscontrato che l'intera equipe, composta da cardiochirurghi e cardiologi, è assolutamente eccezionale, ben supportata da una squadra di infermieri/e capaci e professionali e dotati di una spiccata sensibilità nell’interazione con i bambini. Altrettanto importante è anche il supporto psicologico assicurato dalla Dottoressa Novelli, che ci ha seguito nelle fasi preparatorie e post intervento. Non meno degno di nota è anche il supporto delle associazioni dei genitori dei bambini cardiopatici, che prima di noi hanno vissuto questo percorso, e che operano nel reparto con le loro attività alleviando per qualche attimo le ansie di nostra figlia e degli altri bambini ricoverati nel reparto.
Spero davvero che il reparto sia man mano potenziato dotandolo di altre strutture e spazi, che potrebbero rendere ancora più fruibile le cure per tanti bambini del centro-sud Italia.

Patologia trattata
DIA tipo Ostium secondum.

Commenti

 
 
Per Ordine 
 
 
 
 

Altri contenuti interessanti su QSalute