Fisiopatologia Respiratoria Istituto Tumori Milano

Fisiopatologia Respiratoria Istituto Tumori Milano

 
0.0 (0)
Scrivi Recensione
Il reparto di Fisiopatologia Respiratoria dell'Istituto Nazionale dei Tumori IRCCS di Milano, situato in Via Giacomo Venezian 1, ha come Dirigente Responsabile il Dott. Fabrizio Villani. Il reparto è una Struttura Semplice Dipartimentale afferente al Dipartimento di Medicina che si occupa principalmente della valutazione clinica dei pazienti affetti da tumori polmonari e toracici candidati ad intervento di toracotomia e/o resezione polmonare, con la finalità di valutare il rischio di morbilità e mortalità postoperatoria. La valutazione delle condizioni respiratorie si basa sull'esecuzione dell'esame spirometrico, per lo studio dei volumi polmonari statici e dinamici, sulla emogasanalisi del sangue arterioso e la determinazione della diffusione alveolo capillare del monossido di carbonio, nonchè sull'esame pletismografico per la valutazione delle resistenze e conduttanze delle vie aeree. I pazienti ad alto rischio sono anche sottoposti a test ergometrico cardio-respiratorio, limitato dai sintomi e finalizzato alla misura del massimo consumo di ossigeno alla determinazione della soglia anaerobica, della portata cardiaca e dell'indice cardiaco. La struttura svolge inoltre attività di consulenza ambulatoriale riservata a pazienti in cura in Istituto ed anche a pazienti esterni: in questo senso la U.O. svolge attività diagnostico-terapeutica nel settore della broncopneumopatia cronica ostruttiva, fibrosi polmonare ed asma. Fanno parte dell'equipe medica dell'unità operativa i dirigenti medici Dott. Fabrizio Villani, Dott. Roberto Boffi e Dott.ssa Alessandra Busia.

Recensioni dei pazienti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.


Altri contenuti interessanti su QSalute