Dettagli Recensione

 
Ospedale di Macerata
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Speriamo che la politica non rovini tale gioiello

Un grazie a tutto lo staff dell'Oncologia dell'Ospedale di Macerata ed a quello di Radioterapia, nonchè ai loro colleghi della ginecologia. MIa madre nel 2008 subisce un raschiamento per due polipi definiti benigni all'istologico, dopo un anno inizia ad urinare sempre più spesso, facciamo una eco a pagamento e ci viene detto di rivolgerci urgentemente ad un ginecologo, torniamo presso il reparto dove si era operata ed il verdetto stavolta è stato dopo l'intervento "Adenosarcoma uterino". Passiamo nelle mani del reparto di Oncologia, consegnati al Dott. Benedetti. Persona disponibile, gentile, anche se a volte mi domando come facciano a non perdere mai il buon umore visto il sovraffollamento. Nel reparto si respira un'Aria tranquilla e serena, vedi i malati che nella loro tristezza hanno comunque un aspetto sereno, affrontano la malattia con fiducia e forza. Un reparto atipico, sembra di stare al mercato cittadino (in senso positivo), la gente passeggia in attesa della visita dal proprio dottore, parla, i dottori quasi non si distinguono dagli infermieri, non vedi personale che sbuffa come spesso avviene negli altri reparti ospedalieri dove quasi a volte ti fanno pesare di esserti ammalato. Qui tutti ti sorridono, corrono, frenetici, entrano ed escono dalle stanze, quasi una gara a far parte di quel reparto. E' come se il reparto fosse il loro, questo ti fa accettare la malattia, dà il coraggio al malato, non lo fa sentire un malato diverso, un condannato, ma un paziente da assistere e capire. Mia madre, dopo lo sconforto dei primissimi giorni, inizia il cammino, un cammino che a settembre la porterà, salvo imprevisti, a festeggiare i 5 anni dall'operazione. Un grazie anche al chirurgo che la operò Dott. Palombi per un intervento certosino. Una vera eccellenza da tutelare e valorizzare.

Patologia trattata
Adenosarcoma uterino focalmente infiltrante la metà esterna del miometrio.

Commenti

 
 
Per Ordine 
 
 
 
 

Altri contenuti interessanti su QSalute