Dettagli Recensione

 
Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Gli Angeli di Padre Pio- prof. Maiello e staff

Gli Angeli di Padre Pio,
così mamma chiama i medici e tutto il personale paramedico del Reparto di Oncologia Donne della Casa Sollievo della Sofferenza.
Dopo la tegola in testa che ci è caduta il 25 febbraio del 2012, oggi, con molta ironia, definiamo la nostra permanenza a San Giovanni Rotondo la nostra "Vacanza terapia".
Il nostro cammino inizia il 25 febbraio quando a mamma viene diagnosticato, tramite colonscopia, la presenza di un tumore. L'unica cosa che dissi al medico fu: "mi dica almeno se il resto del corpo è pulito". Il 27 febbraio, con la tac, la sentenza definitiva: "metastasi ovunque". L'amico che mi accompagnò mi disse: "non perdiamo tempo, l'unico posto dove la possono salvare è San Giovanni Rotondo".
Dall'ospedale stesso chiamai ad alcuni amici che già erano in cura a San Giovanni Rotondo, il giorno stesso il referto gli fu mandato via email. Contemporaneamente stavo cercando dei contatti per l'Istituto dei Tumori di Milano, ma l'infermiera del medico di Milano che contattai mi disse "deve venire su con il dischetto (ndr. non la paziente!!! il dischetto!!!) e la visita non la possiamo fissare prima del 12 marzo".
Nel frattempo, la sera stessa del 27 febbraio da San Giovanni Rotondo mi dissero che tutti gli accertamenti erano stati trasmessi al reparto di Oncologia per la valutazione. Il 28 mi hanno chiamato fissandomi il ricovero a San Giovanni Rotondo per il 1 marzo. Arrivammo con l'ambulanza e la ricoverarono subito.
Il giorno dopo ci fu una complicazione cardiaca. Fibrillazione atriale! Mamma non aveva mai sofferto, ma come tutte le situazioni di questo tipo il corpo impazzisce e problemi mai avuti compaiono all'improvviso.
Io ero solo a San Giovanni Rotondo, ma so solo che mi sono ritrovata con una famiglia attorno. Mamma è stata monitorata giorno e notte, ossigeno, elettrocardiogramma e medici sempre attorno a Lei.
Ho subito apprezzato la professionalità e la competenza dei Dottori Piano, Cilenti, D'Addetta, Di Maggio, Ronga.
Non potrò mai dimenticare quello che hanno fatto per la mia mamma. Il 12 marzo (data in cui io sarei dovuta andare a Milano), mamma era già stata sottoposta alla prima chemioterapia.
A mamma il 27 febbraio erano stati dati tra 1 e 3 mesi di vita.
Oggi è il 3 ottobre 2012 e mamma è ricoverata a San Giovanni Rotondo per fare la 12° chemioterapia.
Sta vivendo, con una discreta qualità della vita.
Si è pure rotta il femore e a Reggio Calabria è stata anche operata con esiti brillanti.
Questo è il nostro piccolo miracolo.
Non so quanto mamma ancora vivrà, so solo che mai finirò di ringraziare l'equipe del Reparto di Oncologia Donne di Casa Sollievo della Sofferenza, guidata dal Primario Prof. Maiello per la professionalità, la competenza, il calore umano con cui si stanno prendendo cura della mia mamma.
Gli Angeli di Padre Pio con il loro sorriso riescono a tirarci su anche nei momenti difficili.
Un ringraziamento dalle calabresi (come ci chiamano loro),
firmato Lucia Buonafede da reggio calabria.

Patologia trattata
Tumore del colon con metastasi polmonari, epatiche e linfonodali.

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1  
 
Per Ordine 
 
Inviato da annamaria
24 Luglio, 2014
Salve,
vorrei sapere, per favore, come fare per fissare un appuntamento con il dr. Maiello... ho trovato su internet alcuni recapiti telefonici del reparto di oncologia, devo chiamare direttamente in reparto o esiste un numero dedicato?
Grata per l'attenzione accordatami, vi saluto cordialmente!
Annamaria
1 risultati - visualizzati 1 - 1  
 
 

Altri contenuti interessanti su QSalute