Nefrologia Ospedale Brescia

 
4.8 (3)
3028  
Scrivi Recensione

Ospedali

Reparto
Il reparto di Nefrologia dell'Ospedale "Spedali Civili" di Brescia, situato in Piazzale Spedali Civili 1, ha come Direttore il Prof. Giovanni Cancarini. Il reparto si occupa delle malattie dei reni e delle vie urinarie d'interesse medico, vantando particolare competenza per quanto riguarda le glomerulonefriti primitive, secondarie ed ereditarie, le nefropatie vascolari, l'insufficienza renale acuta e cronica. Il reparto eroga prestazioni in regime di ricovero ordinario, day hospital e prestazioni terapeutiche ambulatoriali in reparto tra le quali cicli di terapia immunosoppressiva in pazienti nefropatici e controlli in nefropatici cronici e uremici terminali in attesa d'iniziare terapia sostitutiva. Sono inoltre disponibili nel Centro Dialisi tutti i tipi di dialisi per la terapia sostitutiva della funzione renale, disponendo anche di 4 posti tecnici per l'addestramento dei pazienti alla dialisi peritoneale sia manualee che automatizzata. Il reparto consta inoltre di un Centro Trapianti di Rene, la cui attività chirurgica è diretta dal Prof. Stefano Maria Giulini. Fanno parte dell'equipe i dirigenti medici Nicola Bossini, Corrado Camerini, Orsola Carli, Paolo Feller, Paola Gaggia, Mario Gaggiotti, Gina Alessandra Gregorini, Simona Guerini, Guido Jeannin, Paolo Maiorca, Luigi Manili, Ezio Movilli, Patrizia Poiatti, Alessandra Pola, Massimo Sandrini, Silvio Sandrini, Patrizia Scaini, Gisella Setti, Francesca Valerio, Brunella Valzorio, Federica Verzeletti, Battista Fabio Viola, Valerio Vizzardi, Roberta Zani, Roberto Zubani.


Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0  (3)
Assistenza 
 
5.0  (3)
Pulizia 
 
5.0  (3)
Servizi 
 
4.3  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
  • Competenza
  • Assistenza
  • Pulizia
  • Servizi
Commenti
Ospedali
 sì
 no
Nelle giornate il pensiero comunica con il ricordo di anni trascorsi accanto ad un papà che sempre vive nel cuore dei suoi figli Fabio e Guido. I ricordi sono la nostra fortuna, c'è in loro tutta la bellezza del mondo, con il nostro papà abbiamo vissuto insieme, ci siamo capiti, ci volevamo bene, una descrizione personale pienamente condivisibile di Giuseppe Rizzolini, bresciano, la passione per la musica la coltivava sin da bambino, da questa scintilla è nata la vocazione per la musica, per il clarinetto e per il complesso dei piccoli musici di Brescia da cui, per sua stessa ammissione, non ha mai piu' saputo staccarsi. Giuseppe Rizzolini cresce artisticamente nel conservatorio di Parma, per poi conseguire il diploma di composizione musicale; ha avuto insegnanti illustri quali Giulio Tonelli, Mario Conter, Giancarlo Facchinetti. Peculiarita' del maestro Rizzolini è quella di trascrivere musiche di noti musicisti quali Mozart, Beethoven, Verdi, Rossini etc., in singolari arrangiamenti con allievi solisti. Per il mio papà e per i suoi allievi era impossibile accantonare la musica una volta che questa entra nel cuore: questo il messaggio lanciato, ancora oggi attuale, improntato sullo stile adatto per infondere fiducia, sicurezza e sviluppare la creativita' nei giovanissimi, ora divenuti talenti musicali. Brescia ha avuto questo musicista, le note dei flauti dolci hanno riecheggiato nelle antiche chiese di Brescia; esistono audiocassette che, come un film montato, lasciano scivolare le melodie come una goccia che scivola sul vetro. Nel mio studio, accanto alle fotografie di persone che hanno segnato la mia vita, il suo sorriso e una dedica affettuosa che nei momenti difficili mi incoraggia. Papa' camminava con passo incerto, aveva superato crisi cardiache, ma patologie croniche si aggravarono, diabete mellito e insuff. renale acuta minarono ulteriormente un fisico gia' debole.. Un itinerario di malattia che porto' a incontrare una dottoressa, ed io capii all'istante chi avevamo accanto un cuore che allevia la sofferenza degli uomini che cerca le migliori soluzioni con la sua opera. Alla dottoressa Gregorini Gina vorrei dire quanto cuore, quanta anima, quanto sacrificio mette in campo giorno dopo giorno, instancabile fiamma per la vita. Penso e mi domando dove trovi la forza a gestire le ansie, le perplessita', gli umori di tanti cuori contemporaneamente? Certamente le risposte ci sono, la disponibilita', la generosita', la preparazione, la carita'. Quando mi chiedono fra i tanti che hai conosciuto, chi ti ha piu' colpito, chi ti porti dietro nella memoria? Una piccola donna con un camice bianco, china a decidere ma dover anche rimettere sempre tutto in gioco e ricominciare ogni giorno daccapo. Grazie dott.ssa Gina Gregorini, grazie all'intera unita' di nefrologia dell'ospedale civile di Brescia.
FABIO RIZZOLINI, infermiere professionale presso IRCCS ospedale San giovanni di Dio FATEBENEFRATELLI BRESCIA.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0
Opinione inserita da fabio rizzolini 01 Novembre, 2013

Ringraziamento speciale alla dr.ssa Gregorini Gina

Nelle giornate il pensiero comunica con il ricordo di anni trascorsi accanto ad un papà che sempre vive nel cuore dei suoi figli Fabio e Guido. I ricordi sono la nostra fortuna, c'è in loro tutta la bellezza del mondo, con il nostro papà abbiamo vissuto insieme, ci siamo capiti, ci volevamo bene, una descrizione personale pienamente condivisibile di Giuseppe Rizzolini, bresciano, la passione per la musica la coltivava sin da bambino, da questa scintilla è nata la vocazione per la musica, per il clarinetto e per il complesso dei piccoli musici di Brescia da cui, per sua stessa ammissione, non ha mai piu' saputo staccarsi. Giuseppe Rizzolini cresce artisticamente nel conservatorio di Parma, per poi conseguire il diploma di composizione musicale; ha avuto insegnanti illustri quali Giulio Tonelli, Mario Conter, Giancarlo Facchinetti. Peculiarita' del maestro Rizzolini è quella di trascrivere musiche di noti musicisti quali Mozart, Beethoven, Verdi, Rossini etc., in singolari arrangiamenti con allievi solisti. Per il mio papà e per i suoi allievi era impossibile accantonare la musica una volta che questa entra nel cuore: questo il messaggio lanciato, ancora oggi attuale, improntato sullo stile adatto per infondere fiducia, sicurezza e sviluppare la creativita' nei giovanissimi, ora divenuti talenti musicali. Brescia ha avuto questo musicista, le note dei flauti dolci hanno riecheggiato nelle antiche chiese di Brescia; esistono audiocassette che, come un film montato, lasciano scivolare le melodie come una goccia che scivola sul vetro. Nel mio studio, accanto alle fotografie di persone che hanno segnato la mia vita, il suo sorriso e una dedica affettuosa che nei momenti difficili mi incoraggia. Papa' camminava con passo incerto, aveva superato crisi cardiache, ma patologie croniche si aggravarono, diabete mellito e insuff. renale acuta minarono ulteriormente un fisico gia' debole.. Un itinerario di malattia che porto' a incontrare una dottoressa, ed io capii all'istante chi avevamo accanto un cuore che allevia la sofferenza degli uomini che cerca le migliori soluzioni con la sua opera. Alla dottoressa Gregorini Gina vorrei dire quanto cuore, quanta anima, quanto sacrificio mette in campo giorno dopo giorno, instancabile fiamma per la vita. Penso e mi domando dove trovi la forza a gestire le ansie, le perplessita', gli umori di tanti cuori contemporaneamente? Certamente le risposte ci sono, la disponibilita', la generosita', la preparazione, la carita'. Quando mi chiedono fra i tanti che hai conosciuto, chi ti ha piu' colpito, chi ti porti dietro nella memoria? Una piccola donna con un camice bianco, china a decidere ma dover anche rimettere sempre tutto in gioco e ricominciare ogni giorno daccapo. Grazie dott.ssa Gina Gregorini, grazie all'intera unita' di nefrologia dell'ospedale civile di Brescia.
FABIO RIZZOLINI, infermiere professionale presso IRCCS ospedale San giovanni di Dio FATEBENEFRATELLI BRESCIA.

Patologia trattata
Insufficienza renale acuta su cronica in paziente con diabete mellito tipo 2, ipertensione arteriosa, pregresso I.M.A.
Consiglieresti questo reparto?
Trovi utile questa opinione? 
Sono stato ricoverato in questo Reparto ormai 6 anni fa circa e, a parte i soliti problemi di spazio ridotti, sono stato trattato con competenza e attenzione quasi familiari da tutto lo staff medico e paramedico ma, soprattutto, non posso non ricordare la continua, encomiabile ed instancabile opera svolta nel Reparto dalla Dott.ssa Gregorini, cui va tutta la mia ammirazione umana e a cui, credo, ogni medico dovrebbe ispirarsi. Ora ho scelto di tornare in Puglia, la mia terra di origine, ed anche se la mia malattia persiste (non è mai stata diagnosticata la causa), ricordo sempre con piacere quella donna minuta e gentile che mi ha dedicato, come a tanti altri, parte del suo prezioso tempo anche fuori dall'orario lavorativo canonico.
Grazie Dott.ssa Gregorini.
Antonio Torsello
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
3.0
Opinione inserita da antonio torsello 25 Luglio, 2012

Reparto di eccellenza- Dott.ssa Gregorini

Sono stato ricoverato in questo Reparto ormai 6 anni fa circa e, a parte i soliti problemi di spazio ridotti, sono stato trattato con competenza e attenzione quasi familiari da tutto lo staff medico e paramedico ma, soprattutto, non posso non ricordare la continua, encomiabile ed instancabile opera svolta nel Reparto dalla Dott.ssa Gregorini, cui va tutta la mia ammirazione umana e a cui, credo, ogni medico dovrebbe ispirarsi. Ora ho scelto di tornare in Puglia, la mia terra di origine, ed anche se la mia malattia persiste (non è mai stata diagnosticata la causa), ricordo sempre con piacere quella donna minuta e gentile che mi ha dedicato, come a tanti altri, parte del suo prezioso tempo anche fuori dall'orario lavorativo canonico.
Grazie Dott.ssa Gregorini.
Antonio Torsello

Patologia trattata
Insufficienza renale cronica (IRC) di grado iniziale.
Consiglieresti questo reparto?
Trovi utile questa opinione? 
reparto meravigloso con Medici e infermieristica di alto livello.
Sono stato ricoverato due volte sempre con risultati eccellenti.
Ringrazio tutto lo staff ed in particolare la dottoressa Gina Gregorini che segue la mia malattia ereditaria.
Peli Ferdinando di Nave.
PS: carissima dottoressa Gregorini, capita delle volte che mi manca il respiro, per tutto il resto vado bene. Cosa devo fare? (Tel. 0302534848)
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0
Opinione inserita da Ferdinando 15 Gennaio, 2012

Encomio dott.ssa Gregorini e reparto

reparto meravigloso con Medici e infermieristica di alto livello.
Sono stato ricoverato due volte sempre con risultati eccellenti.
Ringrazio tutto lo staff ed in particolare la dottoressa Gina Gregorini che segue la mia malattia ereditaria.
Peli Ferdinando di Nave.
PS: carissima dottoressa Gregorini, capita delle volte che mi manca il respiro, per tutto il resto vado bene. Cosa devo fare? (Tel. 0302534848)

Patologia trattata
Aminoilosi famigliare.
Consiglieresti questo reparto?
Trovi utile questa opinione?