Cure palliative Ospedale Sondalo

Cure palliative Ospedale Sondalo

 
3.8 (3)
Scrivi Recensione
Il reparto Cure palliative dell'Ospedale Eugenio Morelli di Sondalo in provincia di Sondrio, situato in Via Zubiani 33, ha come Responsabile la Dott.ssa Anna Bagassi. Il reparto, ubicato al secondo piano del Padiglione 2, si occupa del ricovero temporaneo o definitivo di malati in fase avanzata di malattia cronica inguaribile, prevalentemente malati neoplastici, in cui non sia possibile l’assistenza al domicilio, con problemi di difficile controllo dei sintomi (dolore, dispnea, vomito, ecc.), per sollievo alla famiglia o per assenza della famiglia; anche come preparazione alla assistenza domiciliare secondo il protocollo delle dimissioni protette. Il reparto gestisce inoltre l'Ambulatorio di cure palliative e di terapia del dolore (cronico neoplastico e non neoplastico). Fanno parte dell'equipe medica: Dott.ssa Silvia Ghelfi, Dott.ssa Anna Bagassi, Dott.ssa Francesca Antoniazzi. Psicologa: Dott.ssa Sabrina Cantini.

Recensioni dei pazienti

3 recensioni

Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
3.7  (3)
Assistenza 
 
3.7  (3)
Pulizia 
 
4.3  (3)
Servizi 
 
3.7  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Ringraziamento

Un reparto delicato sicuramente, dove le cure devono a mio avviso essere imprescindibili da umanità e accudimento. Mio padre qui ha trovato tutto questo, è stato bene, direi quasi coccolato. Non si è mai sentito un numero di letto, ma una persona bisognosa di cure.
Complimenti e grazie di cuore a tutto lo staff, nessuno escluso.

Patologia trattata
Cure palliative per malattia in fase avanzata.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Assistenza ospedaliera e domiciliare ottima

In questa struttura ho trovato grande professionalità e competenza; eccezionali tutti gli operatori anche dal punto di vista umano, sia col paziente che con i familiari. Ottima non solo l'assistenza ospedaliera, ma anche l'assistenza ospedaliera domiciliare.

Patologia trattata
Paziente in fase terminale (mio papà).
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

L'OSPEDALE A CASA TUA 2012

SPERIMENTAZIONE "L'OSPEDALE A CASA TUA 2012" (CURA DOMICILIARE).
NELLA MIA ESPERIENZA HO RISCONTRATO ASSENZA DI PROFESSIONALITA' SIA DEGLI INFERMIERI CHE DELL'ORGANIZZAZIONE.
ASSENZA DI ATTREZZATURE, ANCHE LE PIU' ELEMENTARI, PUNTUALITA' ALLE VISITE INESISTENTI, CURA DEL MALATO INESISTENTE- TUTTO A CARICO DELLA FAMIGLIA (NON SI INSEGNA AI FAMILIARI A TRATTARE CON IL MALATO ATTRAVERSO UNA FOTOCOPIA CON LE FRECCETTE PER VOLTARE E GIRARE IL MALATO DOLORANTE PER CAMBIARE UN PANNOLONE O UNA TRAVERSA). E INTANTO LA FAMIGLIA TIRA FUORI DENARO PER PAGARE PERSONALE PERCHE' NON E' IN GRADO, PER ASSENZA DI CONOSCENZE, DI ACCUDIRE IL MALATO. NON ESISTE REPERIBILITA' DEL MEDICO O DELL'INFERMIERE FINO "ALL'ULTIMO MOMENTO". NON SI SOMMINISTRA UN FLEET E POI SI VA VIA SENZA CONTROLLARE SE IL MALATO HA AVUTO BENEFICIO (L'INFERMIERE). NON SI RISPONDE AL FAMILIARE CHE TI RICHIAMA AL CELLULARE, MENTRE TU ATTRAVERSI LA STRADA, CHE IL MALATO STA TREMANDO DAL FREDDO DOPO CHE GLI HAI SOMMINITRATO IL FLEET: "GLI PROVI LA FEBBRE". LA SOFFERENZA DELLA FAMIGLIA DOVE LA METTIAMO? PENSATECI E TRONCATE QUESTO TIPO DI "ASSISTENZA" SE COSI' LA VOLETE CHIAMARE, CHE VA BENE SOLO PER CHI HA IL PORTAFOGLIO BELLO GONFIO E ALLORA PUO' FARE TUTTO CIO' CHE VUOLE.. MA RICORDATE CHE I POVERI DIAVOLI SONO SEMPRE PERSONE E HANNO DIRITTO AL RISPETTO E ALLA DIGNITA' CHE DIO HA DATO AD OGNI ESSERE UMANO. CE NE SAREBBERO ANCORA DA DIRE, MA MI FERMO QUI.

Patologia trattata
SARCOMA.