Lungodegenza Ospedale Triggiano

Lungodegenza Ospedale Triggiano

 
2.2 (3)
Scrivi Recensione
Il reparto di Medicina Interna e Lungodegenza post acuzie dell'Ospedale Fallacara di Triggiano in provincia di Bari, situato in Via Aldo Moro 32, ha come Responsabile il Dott. Giuseppe SICILIANI. Il reparto, dotato di 10 posti letto di degenza, è una U.O.S.V.D. che tratta in particolar modo patologie broncopolmonari, cardiovascolari, renali, diabetiche ed immunologiche. L'Unità consta inoltre di 4 posti letto in Lungodegenza e di 2 posti letto in day Hospital, che comprende protocolli per la diagnosi e terapia dell'ipertensione e del diabete. Afferisce inoltre al reparto un ambulatorio di medicina interna attivo lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 12,00 alle 13,30. Le prenotazioni si effettuano attraverso il CUP Provinciale. Fanno parte dell'equipe medica i dottori Giovanni De Mattia, Angela Modugno, A. Ressa, C. Vitale, C. Gentile.

Recensioni dei pazienti

3 recensioni

Voto medio 
 
2.2
Competenza 
 
1.7  (3)
Assistenza 
 
1.3  (3)
Pulizia 
 
3.3  (3)
Servizi 
 
2.3  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

Esperienza da dimenticare

Pessima esperienza. Mia madre è entrata nella struttura in attesa della negativizzazione del tampone ed è uscita nel peggiore dei modi. Dopo 4 giorni, è deceduta.

Patologia trattata
Covid-19.


Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

IncapacI di accorgersi che avevo ulcera perforata

A marzo del 2009 sono stato ricoverato per dolori addominali dovuti ad un'ulcera con perdite di sangue nello stomaco. Ho fatto notare ai dottori che le mie feci erano scure. Dopo essere svenuto due volte in reparto (emorragia interna) invece di farmi una gastroscopia (comunque l'ospedale ne era sprovvisto), mi hanno fatto tanti esami inutili tra cui un'elettroencefalogramma... incredibile ma vero!
Sono salvo per miracolo grazie al tempestivo trasferimento in altro ospedale, su pressione dei miei famigliari. E' grazie alla formidabile equipe del dott. Mona del reparto di chirurgia d'urgenza del Di Venere se sono ancora vivo!!!

Patologia trattata
Ulcera perforata.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Stato del paziente mai comunicato chiaramente

Non discuto sulle competenze, ma le informazioni riguardo al paziente comunicate ai familiari sono state troppo carenti: non si è potuto capire mai bene cosa stesse succedendo se non vedendo le condizioni della familiare ricoverata.

Patologia trattata
Scompenso cardiaco a seguito di intervento chirurgico con fibrillazioni atriali.




Altri contenuti interessanti su QSalute