Oncologia Arcispedale S.Anna

 
3.7 (10)
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Oncologia clinica dell'Azienda Ospedaliera Universitaria di Ferrara Arcispedale S.Anna, situato a Cona in via Aldo Moro 8, ha come Direttore responsabile il Dott. Frassoldati Antonio. Il reparto si occupa in regime di ricovero di pazienti affetti da patologie oncologiche che necessitano di ricovero per problematiche diagnostico- terapeutiche complesse. Il reparto eroga le proprie prestazioni anche in regime di Day Hospital ed ambulatoriale. Presso il Day Hospital esegue trattamenti di chemioterapia sistemica, endocavitaria, intravescicale, di ormonoterapia, terapie di supporto (in particolare terapia antalgica, terapia nutrizionale enterale e parenterale), manovre interventive (toracentesi, paracentesi, agoaspirati, biopsie ecoguidate). Fanno parte dell'equipe medica dell'unità operativa: Dr. Ballardini Pierluigi, Dr. Carandina Ilaria, Dr. Cataldo Serena, Dr. Donati Donatella, Dr. Gilli Germana, Dr. Margutti Guido, Dr. Marzola Marina, Dr. Santini Alessandra, Dr. Scapoli Daniela, Dr. Schirone Alessio, Dr. Urbini Benedetta.

Recensioni dei pazienti

10 recensioni

 
(5)
 
(1)
 
(1)
 
(3)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
3.7
 
3.6  (10)
 
3.7  (10)
 
4.0  (10)
 
3.6  (10)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

RINGRAZIAMENTO

Nell'occasione delle festività natalizie del 2019 e per il nuovo anno 2020 vorrei esprimere la mia gratitudine al dottor Schirone Alessio che mi sta seguendo con grande cura a seguito dell'intervento che ho subìto nell'ottobre 2018.
Ringrazio sinceramente il dottor Schirone per la gentilezza e la dolcezza dei modi, che fa sempre combinare con la necessaria fermezza e decisione. La sua guida sicura e professionale mi è stata di grande conforto nel corso di quest'anno e mi fa piacere ricordarlo durante le ricorrenze di fine anno.
AUGURI E GRAZIE.

Patologia trattata
Carcinoma mammario bilaterale.


Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Grazie

Equipe infermieristica e OSS a cui devo dire grazie.
Competenza e professionalità in un ambiente familiare, e direi a volte con un pizzico di follia benevola che non guasta.
Personale sempre disponibile alle tue esigenze in un percorso non facile.
Voglio ringraziarVi tutte... e vi mando un bacio e un abbraccio forte.
A non rivederci in reparto, ma solo fuori...
Grazie, Isabella

Patologia trattata
K mammella.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Paziente

Sono quasi due anni che sono seguito in questo reparto e devo riconoscere che la dott.ssa Ilaria Carandina e tutto il personale - infermieri compresi - sono davvero bravi e preparati.
Piergiorgio Zucchi

Patologia trattata
Adenocarcinoma al cardias.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie all’Azienda Ospedaliera di Cona

In seguito ad una ecografia al seno, la bravissima e competente dottoressa Elena Artusi, che non smetterò mai di ringraziare, mi ha suggerito di fare una agobiopsia mammaria per l'identificazione di un nodulo comparso in pochi mesi: era il 15 giugno 2018, mi è stato diagnosticato un carcinoma infiltrante alla mammella sinistra. Quel giorno avevo di fronte tre persone che intendo altrettanto ringraziare: il professor Carcoforo, sempre gentile ed eccellente nel proprio lavoro; la dottoressa Simona Bonazza, Dirigente Medico di Chirurgia 2, che con la sua professionalità e umanità mi ha fatta sempre sentire al sicuro e protetta (con lei ringrazio anche tutta équipe del Professor Carcoforo); Laura, infermiera del PDTA, un punto di riferimento per qualsiasi donna operata di tumore alla mammella, con lei anche Daniela e Sonia. Ringrazio poi la dottoressa Marianna Denti, Anestesista Rianimatore, medico di gran cuore e professionalità. Un grande riconoscimento alla dottoressa Ilaria Pezzini, Dirigente Medico di Chirurgia Plastica, per le sue ottime competenze, per la sua straordinaria disponibilità e per le sue doti umane. Nella fase oncologica ringrazio il dottor Alessio Schirone: la chemioterapia spaventa solo se non lo avete ancora incontrato! Un bravissimo medico, umano, che ti dà ogni volta la conferma di essere in ottime mani e che tratta ogni paziente come fosse una visita privata; grazie anche ad Elisa Tiberi, specializzanda che lo affiancava. Tanta gratitudine anche verso il Day Hospital oncologico: partendo da Luca Erika e Marcella dell’accettazione, passando per Paolo che si occupa dei trasporti e arrivando a tutte le infermiere: Elisa, Natascia, Paola, Simona, Alessandra, Lia, Ornella, Stefania, Sabrina, Eleonora, Stefania, le varie Silvia e tutte quante queste fantastiche donne. Un ultimo ringraziamento al reparto di radioterapia: al dottor Antonio Stefanelli, Dirigente Medico di Radioterapia, per la dedizione e l’impegno che mette verso tutti i pazienti; al dottor Agostino Cristaudo e a tutti i tecnici e infermieri. Grazie all’Azienda Ospedaliera di Cona per avermi salvato la vita e per avermi sorretta mettendomi a disposizione un personale medico, tecnico e infermieristico da far invidia.

Patologia trattata
Carcinoma mammario infiltrante.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Cancro duodenale

Mia madre è stata trattata come se quello fosse un parcheggio temporaneo prima della morte. Questo atteggiamento é perdurato per tutto il periodo della degenza, e parliamo di un mese e mezzo, con i medici che ci davano informazioni vaghe e poco scientifiche, in maniera seccata se si faceva una domanda in piú.. e certo solo strettamente dalle 12:30 alle 13:30, perché l'orario é sventolato bene in faccia a tutti in malomodo.
Hanno applicato pedissequamente i protocolli senza una analisi globale della condizione del paziente.
Tranne tre o quattro persone, eccellenti, il personale infermieristico l'ho trovato pessimo nei modi e molto altro (vedi piaghe da decubito non curate poiché nascoste alla conoscenza dei familiari).
Non lo consiglio a nessuno.

Patologia trattata
Cancro duodenale.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Oncologia

Sono molto delusa dal comportamento che sto conoscendo direttamente in questi giorni in oncologia e radioterapia a Cona, in quanto non sanno come affrontare il mio problema. Ad ogni incontro riscontro incoerenza sulle decisioni di terapia e trattamento alle quali dovrei sottopormi. Per non parlare di 15 giorni di ricovero in pneumologia persi per non risolvere praticamente niente - due broncoscopia a vuoto e trattamento farmacologico con Tranex di antibiotico per batterio preso durante la degenza.

Patologia trattata
Carcinoma polmonare.
Voto medio 
 
3.3
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
3.0

Neoplasia polmone del compagno

Nulla da dire sul personale infermieristico.
Per quanto riguarda invece alcuni medici, troppe cose non dette... e troppo spesso non si hanno risposte argomentate; e se si fanno più e troppe domande, alcuni medici si scocciano.
MI RIVOLGERO' ALLA TUTELA DEI DIRITTI DEL MALATO - ho già preso appuntamento.

Patologia trattata
Adenocarcinoma polmonare.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grande ringraziamento alla Dott.ssa Monica Indelli

Sono ancora in vita grazie a loro.
Questo è un omaggio che scrivo per la mia oncologa M.I., che oggi mia ha annunciato che si ritira dalla sua professione per motivi personali.
Una grande professionista, molto riservata ma dentro di lei c'è un grande cuore ed una grinta fantastica che trasmette ai suoi pazienti. Chi soffre di questa malattia, ha bisogno di una "mano di ferro in un guanto di velluto" che lo sostenga e sproni nello stesso momento. Una grande dottoressa, che rimarrà per sempre nel mio cuore e nel mio pensiero.
La ringrazio di tutto quello che ha fato per me ed le auguro tanta forza interiore per questi momenti e tanta serenità nell'accettare le cose che verranno.
Un grande, grande abbraccio per tutta la vita da oggi in poi dal mio cuore per Lei!

Ringrazio di cuore tutto lo staff perchè sonno straordinari, pieni di vera umanita' e gentilezza. Fanno un lavoro devastante fisicamente ed anche psicologicamente, ma lo regalano con naturalezza, calore, sorrisi e molta grinta.
Ringrazio tutti.

Patologia trattata
Cancro mammario aggressivo, metastatico da quasi 3 anni.
Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Tumore al rene avanzato

Un grazie a tutti i dottori dell'equipe dell'oncologia degenze di Cona. Io ho avuto il mio compagno con un tumore al rene. Nel giugno 2011 abbiamo riscontrato un tumore alla t4 alla t7, abbiamo fatto una visita dal dottore Cavallo in neurochirurgia e dopo una settimana è stato operato dal dott. Maida. Solo poi abbiamo scoperto che il tutto era partito dai reni con metastasi diffuse. Dopo sei mesi in carrozzina, è ritornato a camminare con le stampelle.
Nel settembre 2011 ci siamo trovati nel day hospital oncologico, piccolino ma allo stesso tempo con personale molto cordiale.
A Maggio del 2012 l'unica cosa negativa è che si sono dimenticati di dire che si erano trasferiti a Cona.. Poi tutto bene fino alla seconda settimana di ottobre del 2014, quando il tumore è ritornato alla spina dorsale. Allora si è ripresa la carrozzina e quando il dott. Rocchi lo ha visitato, lo ha ricoverato in oncologia. Infermieri molto gentili e pure anche qualche dottore.
Ci avevano dato una speranza di operazione, ma poi subito negata. Dimesso il paziente, i dottori avevano fatto richiesta di dispositivi come il letto con materasso antidecubito e sollevatore (non dico quanti giri mi sono fatta per averli, pannolini che poi nemmeno sono arrivati.. Per fortuna avevo gli infermieri dell'Ado che venivano a casa per darmi una mano).
Poi il mio compagno si è lasciato morire..
Devo comunque ringraziare tantissimo il dott. Rocchi, che ci ha aiutato molto fino all'ultimo giorno. Grazie di cuore.

Patologia trattata
Tumore del rene.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Esperienza di circa 5 anni fa

La patologia di mia madre era a senso unico e non scriverò dei risultati, ma di COME lei sia arrivata a fine vita; la situazione di cui riferisco è di circa 5 anni fa, quando l'Ospedale S. Anna era in corso Giovecca; spero che vi sia un miglioramento sia nella professionalità e nella organizzazione.
Inizialmente il cancro fu operato asportando porzioni importanti di pancreas e tubo digerente, e qui il Prof. Pansini Giancarlo dimostrò di essere chirurgo di grande capacità, per lui nutro stima profonda, la sua parte l'ha fatta e bene.
Nella cura oncologica successiva trovammo una situazione ben diversa, riassumendo: passivo rispetto di protocolli terapeutici vetusti e seguente somministrazione di molecole sorpassate (allo IEO di Milano sono già alla seconda generazione successiva con risultati ben diversi); posologie inadeguate allo stato generale del paziente, soprattutto quando iniziò il declino per metastasi a livello linfatico; diversi errori nella programmazione delle sedute di perfusione (slittamenti, assenza di personale, casi più importanti) con inutili e dolorosi viaggi da/per il reparto; poca umanità da parte della dr.ssa che la ebbe in cura e molta incapacità a seguire con coerenza e partecipazione il caso; chiaro orientamento a limitare le spese del reparto in termini di numero di perfusioni (poche e massicce) in spregio della salute del paziente; inadeguatezza del reparto per numero di posti in day-hospital e di capacità del personale rispetto il numero di pazienti; assenza di informazioni relative ai servizi per pazienti affetti da incapacità di deambulazione (trasporto con veicoli e personale appositamente addestrato); assenza di informazioni relative la disponibilità di personale medico e paramedico per i controlli presso l'abitazione; assenza di informazioni relative la possibilità di percepire aiuti economici dall'Inps per l'assistenza- accompagnamento; le info per questi punti li trovai io su internet poichè neanche il medico di base ci informò.
E' inaccettabile.

Patologia trattata
Cancro al pancreas.


Altri contenuti interessanti su QSalute