Pronto Soccorso Ospedale Macerata

Pronto Soccorso Ospedale Macerata

 
2.3 (6)
Scrivi Recensione
Il reparto di Pronto Soccorso e Medicina D’Urgenza dell'Ospedale di Macerata, situato in Via Santa Lucia 2, garantisce nelle 24 ore gli interventi diagnostico-terapeutici in condizioni di emergenza-urgenza ai pazienti acuti e gravi. In particolare deve assicurare il primo accertamento diagnostico, clinico, strumentale e di laboratorio, gli interventi necessari alla stabilizzazione dei pazienti e l’eventuale ricovero anche attraverso il trasporto protetto ad altra struttura in grado di fornire l’assistenza richiesta. La Medicina d’urgenza ha il compito di effettuare una definizione diagnostica e il trattamento di pazienti ad alto grado di complessità, con situazioni cliniche acute o riacutizzate di tipo medico, chirurgico, traumatologico e tossicologico, con previsione di dimissione entro tre -quattro giorni; assistenza di tipo semi-intensivo in pazienti ad alto grado di criticità ma non tali da richiedere assistenza rianimatoria, con previsione di dimissione/trasferimento in altro reparto dopo supera-mento della fase critica. La sezione di Osservazione Breve Intensiva (OBI) si occupa invece della valutazione diagnostica e trattamento a breve termine di patologie urgenti ad alto grado di criticità, ma bassa gravità potenziale, che possono non necessitare di ricovero ospedaliero.

Recensioni dei pazienti

6 recensioni

 
(1)
4 stelle
 
(0)
 
(1)
 
(4)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
2.3
 
2.3  (6)
 
1.8  (6)
 
3.3  (6)
 
1.8  (6)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Pronto soccorso

Paziente non autosufficiente parcheggiata nel triage per più di 12 ore.
Al triage operatore noto ai più che urla, offende e minaccia i famigliari senza educazione, figuriamoci empatia. A parte questa persona, gli infermieri, OSS e medici fanno di tutto per ovviare ad una organizzazione pessima con tutta la disponibilità e calma possibile. Non ci sono divisori mobili tra un lettino e l'altro, quindi tutto avviene senza una minima tutela della privacy del paziente (come cambiare un pannolone).
La tutela e promozione della salute (ovvero «uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non semplice assenza di malattia» come definito dall'Oms) qui è una realtà tendente alla distopia.
Non ho fatto un esposto alle autorità, perché in questi casi hai ben altro a cui pensare. Ma si dovrebbero prendere seri provvedimenti per rendere migliore la vita dei pazienti, dei famigliari e anche dei tanti operatori (la maggior parte) che devono lavorare in queste condizioni.

Patologia trattata
Metastasi cerebrali.


Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Mancano dottori

I tempi d'attesa sono biblici (10 ore nel mio caso, senza ancora sapere nulla). Non si può giustificare tutto con la mancanza di dottori. Si assumono!

Patologia trattata
Aritmia mitralica.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Triage del pronto soccorso: un incubo

Il triage si occupa anche dei pazienti in attesa nella prima stanza a destra. Infermieri maleducati e nervosi, lasciano in completo stato di abbandono i pazienti spaventati e soli che attendono intere giornate. Potendo io restare, per l'età avanzata di mio padre con ischemia in corso, ho aiutato io i pazienti soli, ascoltandoli e facendomi tramite per le loro richieste presso gli infermieri. Non ricevendo risposte né interventi, mi sono lamentata senza insultare: risultato? Hanno chiamato i carabinieri che non sapevano cosa dire vista l'inutilità dell'intervento, se non invitarmi in caserma se avessi avuto bisogno. E non c'era affollamento, e i pazienti con Covid accertato non passano per il triage. Per essere ascoltato e seguito bene devi attendere la presa in carico degli ambulatori interni al pronto soccorso.
Ora mio padre è in buone mani, seguito dalla dott.ssa Alessandra.

Patologia trattata
Ischemia miocardica.


Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Vergognoso

Sono stata portata al PS in ambulanza dopo un terribile incidente stradale e lasciata ad aspettare in piedi per più di 5 ore.

Patologia trattata
Trauma facciale e rottura del naso.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Vergogna!

Dopo avermi portata in ambulanza in questo PS, reduce da un bruttissimo incidente stradale con un tir in superstrada e riportando forte trauma facciale e rottura del naso, sono stata mollata su una sedia per ben 4 ore.

Patologia trattata
Trauma facciale.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti

Ringrazio il personale del Pronto soccorso per la competenza, l'efficienza e l'umanità che mi hanno dedicato, malgrado il numero inadeguato del personale in relazione al numero di richieste. Ringrazio in particolare l'infermiere Michele per le sue qualità di attenzione e pazienza. Sono stata 12 ore in reparto per effettuare numerosi controlli e ho riscontrato che gli spazi, recentemente ristrutturati, sono migliorati e il personale fa davvero del suo meglio per soddisfare le innumerevoli richieste. Voglio ringraziare i medici dei vari reparti che mi hanno visitato con attenzione e competenza e un grazie speciale va al chirurgo SPERANZA.

Patologia trattata
Di urgenza.