Ginecologia Ospedale Scorrano

Ginecologia Ospedale Scorrano

 
4.0 (5)
Scrivi Recensione
Il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale Ignazio Veris Delli Ponti di Scorrano in provincia di Lecce, situato in Via Maglie, ha come Direttore responsabile F.F. il Dott. Rosario Paolo Zecca. Il reparto eroga prestazioni di Chirurgica oncologica e non, di Endoscopia ginecologica isteroscopica e laparoscopica, di Chirurgia ginecologica vaginale, di Chirurgia del pavimento pelvico protesica e non, di Chirurgia della urgenze addominali. Svolge inoltre attività di sala parto e sala travaglio e la seguente attività ambulatoriale: Ambulatorio Generale di Ostetricia e Ginecologia, Ambulatorio di Ecografia Ginecologica e Color-Doppler, Ambulatorio di Ecografia di screening (20-24 settimana), Ambulatorio del Secondo e Terzo Trimestre, Ambulatorio di Translucenza Nucale e Bitest, Ambulatorio di Colposcopia e Patologia Tratto Genitale Basso, Ambulatorio della Menopausa, Ambulatorio di Diagnosi Prenatale, Ambulatorio di Cardiotocografia. Fanno parte dell'equipe dell'unità operativa i dirigenti medici Rosanna Marotta, Ornella Negro, Antonio Rocco Tau, Saverio Viva, Gaetano Panese, Salvatore Minnella, Grazia Doria.

Recensioni dei pazienti

5 recensioni

Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
4.0  (5)
Assistenza 
 
3.4  (5)
Pulizia 
 
4.4  (5)
Servizi 
 
4.2  (5)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
5.0

Visita ginecologica ed ecografia.

Professionalità e disponibilità del dottor Antonio Tau e dell'assistente Teresa, che col suo sorriso e la sua gentilezza mette a proprio agio. Questo era quello che mi auguravo di trovare.
Grazie di cuore.

Patologia trattata
Metrorragia.



Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Fantastici

Grazie mille a tutti voi. La vostra disponibilità è gentilezza non mi hanno fatto sentire sola.

Patologia trattata
Miomi uterini.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Operazione utero

Mi sono trovata benissimo e tra bravi professionisti. Grazie a tutti di quanto avete fatto.

Patologia trattata
Asportazione ovaie e utero.

Voto medio 
 
3.3
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Diritto del malato

Mi presento al pronto soccorso con mia figlia minorenne che lamentava dolori atroci al basso ventre. Fortunatamente l'iter del pronto soccorso è stato abbastanza veloce. Diagnosi: corpo luteo emorragico. Si consiglia il ricovero. Fa l'ultimo giro visite il Dott. Saverio Viva, persona squisita, che io ammiro particolarmente. Fin qui tutto tranquillo. La mattina seguente, al giro visite, vengo allontanata dalla stanza dal Dott. Zecca, che con aria scocciata e infastidita mi dice di uscire proprio dal reparto perché anche se la ragazza è minore, la mia presenza non è gradita!!!! Questo è scandaloso oltre che scorretto nei confronti miei e della ragazza. Finito il giro visite nessuno viene a chiamarmi, né tanto meno ad informarmi circa lo stato di salute di mia figlia e delle decisioni che sono state prese! Silenzio assoluto!
Dove sono i diritti del malato?

Patologia trattata
Corpo luteo emorragico.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
2.0

Ecografia ostetrica

Alla 28esima settimana di gravidanza la mia ginecologa volle approfondire un ritardo di crescita e mi suggeri' di prenotare una visita all'ospedale di Scorrano, visto che l'avrei potuta sostenere in un lasso di tempo esiguo.
Prenotata la visita, mi recai all'ospedale con un appuntamento alle 11,00. Conto le signore davanti a me, 2, e le vedo entrare e uscire. Nel giro di mezz'ora, forse poco piu'. Poi piu' nulla, non vengo chiamata. Rimango li' con mio marito che doveva tornare a lavoro e che mi aveva dovuto accompagnare perche' io non guido (veniamo da Lecce) e mia figlia di poco meno di tre anni, portata con noi perche' non sapevamo a chi lasciarla. Dopo l'attesa di un'ora e mezzo, mi decido a chiedere all'infermiera come mai nessuno chiami. Ebbene, la dottoressa Rosanna Marotta era occupata con un consulente farmaceutico. Chiacchieravano allegramente in orario di visita da un'oretta.
Durante la visita, la dottoressa si e' dimostrata professionale, anche se un po' scocciata, probabilmente perche' mi ero lamentata della lunga attesa.
Alla 32esima settimana, altra eco di controllo. Per un errore del mio medico curante, sono stata inserita nella lista come visita ginecologica e non ostetrica. In poche parole non era il giorno delle mamme incinta, ma dei controlli. Per fortuna, la dottoressa mi avrebbe visitata comunque. Avevo l'appuntamento alle 10,00, terza paziente prima di altre due. Premetto che le visite sono iniziate alle 10,00, che le visite ginecologiche prevedono la vescica piena (e quindi quelle poveracce era dalla sera prima che non facevano pipi') e che quando, dopo un'ora e 45 minuti, sono andata a chiedere quando toccasse a me, le donne uscite dalla visita erano state 2, una era entrata con precedenza perche' aveva davvero urgenza di andare al bagno e io, da terza, ero scesa a sesta perche' non dovevo svuotare la vescica (per le visite ostetriche non ha importanza farla prima o dopo). Aggiungo che ancora una volta mio marito doveva andare al lavoro, mia figlia era con noi, la visita era marcata come "urgente" per gravidanza a rischio.
Siamo tornati a casa senza fare la visita perche', oltre al mio calo di pressione, l'attesa di altre due ore per sole tre pazienti era impensabile. Senza contare che proprio davanti ai miei occhi un tizio ha bussato alla porta della dottoressa e le ha passato il giornale del giorno. Forse si spiega, allora, come mai le visite che sulla carta dovrebbero durare 15 minuti, durino dai 30 ai 45 minuti.

Patologia trattata
Ecografia ostetrica di controllo.


Altri contenuti interessanti su QSalute