Otorinolaringoiatria Ospedale Giulianova

Otorinolaringoiatria Ospedale Giulianova

 
2.0 (1)
Scrivi Recensione
Il reparto di Otorinolaringoiatria dell'Ospedale Maria SS. dello Splendore di Giulianova in provincia di Teramo, situato in Viale Gramsci, ha come referente il Dott. Franco Brandimarte (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.). Il reparto è una struttura semplice UOS dipendente dalla U.O.C. Otorinolaringoiatria del presidio di Teramo e garantisce prestazioni esclusivamente in regime di Day Surgery ed in regime ambulatoriale, quali visita ORL, esame audio-vestibolare, fibroscopia, ABR VEMPs, aerosol terapia, FNAB agoaspirato per citologia, fibroendoscopia rino-faringo-laringea, esame audio-tonale, elettronistagmografia, esame audiometrico vocale, potenziali evocativi vestibolari miogeneci (VEMPs). Fa parte dell'equipe medica il dott. Francesco D'Onofrio.

Recensioni dei pazienti

1 recensioni

Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
2.0  (1)
Assistenza 
 
1.0  (1)
Pulizia 
 
3.0  (1)
Servizi 
 
2.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Visita ORL

Iniziando con il fatto che l'assistenza che si riceve l'ho trovata molto scarsa e non si capisce bene come si faccia per accedere al trattamento (praticamente occorre attendere in sala d'attesa che venga un'infermiera che dia dei numeri, che poi vengono chiamati di volta in volta, ma spesso bisogna farsi proprio notare dall'infermiera, altrimenti se non vede chiaramente che non ci sono utenti in fila potrebbe anche non arrivare), ma la cosa peggiore è proprio la visita. Fretta e assenza di empatia sono ciò che più l'hanno caratterizzata. Nello specifico, mi viene detto che la mia patologia è cronica e dunque non c'è modo per poterla risolvere definitivamente... Il tutto però senza interessarsi al COME viene comunicata una cosa così importante a un paziente. Siccome la terapia di mantenimento - non risolutiva - consisteva nell'assunzione di cortisone, ho chiarito che già necessito dell'assunzione di corticosteroidi per un'altra patologia, per cui non volevo correre dei rischi nell'assumere troppe dosi di cortisone, alchè il medico ha fatto orecchie da mercante e si è di fatto disinteressato al problema di un eventuale sovradosaggio. Insomma, in 10 minuti di visita (più tempo non mi è stato concesso) mi è stato comunicato di avere una patologia incurabile in modo secco e senza la minima premura - alla faccia del rapporto medico-paziente! - e non mi è stata nemmeno fornita una terapia di mantenimento senza effetti collaterali. Tengo a precisare, che proprio perchè si tratta di una terapia che dovrei portare avanti per tutta la vita (proprio perchè la patologia, a quanto pare, è cronica), ho il diritto di sapere se tale terapia sia o meno priva di rischi...ma tale diritto mi è stato negato! Sicuramente la prossima volta mi recherò in qualche studio privato

Patologia trattata
Rinite.