Rianimazione Ospedale Forlì

 
4.0 (3)
Scrivi Recensione
Il reparto di Anestesia e Rianimazione dell'Ospedale G.B. Morgagni - L. Pierantoni di Forlì in provincia di Forlì-Cesena, situato in Via Carlo Forlanini 34, ha come Direttore il Dott. Stefano Maitan. Il reparto svolge le sue attività nel campo della Rianimazione, accogliendo pazienti con funzioni vitali compromesse, che necessitano di cure e controlli intensivi (il ricovero può avvenire direttamente dal Pronto Soccorso o da altre Unità Operative), dell'Anestesia, eseguendo anestesia generale e/o loco-regionale in pazienti sottoposti ad interventi chirurgici o indagini diagnostico-terapeutiche complesse, del Soccorso in Urgenza-Emergenza, della Consulenza Anestesiologica-Rianimatoria presso le Unità Operative dell'Ospedale o in corso di esami radiologici contrastografici, nonchè nel campo della Terapia Antalgica, trattando il dolore acuto e cronico causato da malattie di varia natura. L'Unità Operativa partecipa inoltre attivamente alla campagna di informazione sulla donazione di organi "Una scelta consapevole". Fanno parte dell'equipe medica i dottori Vincenzo Altimari, Felice Avino, Marcello Baccanelli (ossigenoterapia iperbarica), Mikela Berger, Paolo Calbi (resp. S.S. Ambulatorio pre-ricovero e Day Surgery), Morena Calli, Carla Casadei, Juana Laura Chanis Vargas, Maria Gabriella Cicero, Alessio Cittadini, Angelo Coffa, Ruggero Massimo Corso, Maria Rosa Cosentino, Armando Criscuolo, Paolo Farolfi, Stefano Gaetani, Maria Chiara Gorini, Alberto Granata, Paola Gudenzi, Francesco Landi, Anna Maria Legrottaglie, Susanna Leoni, Stefano Maitan, Roberto Morgagni, Emanuele Piraccini, Maria Grazia Pirri, Rita Regoli, Carmen Rotondo, Ilaria Scaioli, Marina Terzitta, Simone Tonini, Enzo Valtancoli, Marcello Zoli.

Recensioni dei pazienti

3 recensioni

Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
3.7  (3)
Assistenza 
 
3.7  (3)
Pulizia 
 
5.0  (3)
Servizi 
 
3.7  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Shock settico

Grazie a tutti per la competenza e professionalità: primario, dottori, infermieri, OSS.
Ottimo reparto.

Patologia trattata
Shock settico da peritonite e arresto cardiaco.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

I MIEI ANGELI...

Il 16 settembre 2012 sono stata ricoverata, a causa di uno shock settico derivante da una colica renale litiasica con pielite, nel reparto Rianianimazione dell'Ospedale Morgagni di Forlì. A parte il fatto che i Medici, con grande professionalità, capacità ed umanità, hanno avvertito i miei cari circa la gravità della situazione, sono stata subito presa in custodia da questi Angeli (tutti ma proprio tutti) che, ripeto, con professionalità capacità e tanta umanità mi hanno curata, coccolata con immensa dedizione facendo sì che io potessi essere ancora qui per poter raccontare la mia storia. Non dimenticherò mai e poi mai, l'Amore, la dedizione nei loro gesti e nelle loro parole. Non dimenticherò mai neanche quella gigantografia attaccata alla parete che raffigurava delle colline con dei gerani ed altre piante!! Ringrazio veramente dal profondo del cuore tutti quegli Angeli, che in poche giorni mi hanno fatto sentire veramente protetta. Grazie.
Cristina Paoli

Patologia trattata
SHOCK SETTICO CON COLICA RENALE LITIASICA CON PIELITE.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
1.0

PROFESSIONALITA E UMANITA: BINOMIO INSCINDIBILE

L'EGREGIO DOTT. G. DOVREBBE SAPERE CHE UN MEDICO E' A TUTTI GLI EFFETTI "L'INTERFACCIA TRA IL SAPERE E IL DOLORE".
L'ATTO MEDICO NON PUO'PRESCINDERE DAL SENSO DI UMANITA' PER LA PERSONA CHE HAI DI FRONTE, COSA CHE SI E' MANIFESTATA IN TUTTA LA SUA EVIDENZA NEL POSTOPERATORIO, QUANDO SONO STATA ASSOLUTAMENTE ABBANDONATA A ME STESSA ED AL DISUMANO DOLORE CHE E'CONSEGUITO ALL'INTERVENTO DI RIDUZIONE DELLA FRATTURA ROTULEA EGREGIAMENTE CONDOTTO DAI DOTTORI LANDI E RAZZABONI, CHE RINGRAZIO PER LA LORO PROFESSIONALITA'.
DOLORI DERIVANTI SI DALL'INTERVENTO, MA CHE MI SI SAREBBERO POTUTI TRANQUILLAMENTE RISPARMIARE A PARER MIO SE IL DOTTOR G. AVESSE MESSO IN ATTO UNA ADEGUATA TERAPIA DEL DOLORE, COSA CHE DOVREBBE FARE PARTE DEL NORMALE PROTOCOLLO DI UN ANESTESISTA.
HO RISCHIATO DI MORIRE PER UN COLLASSO CARDIOCIRCOLATORIO E SE CIO' NON E' ACCADUTO E' SOLO PERCHE' ERO GIOVANE E SANA, NON ERO AFFETTA DA ALCUNA PATOLOGIA CARDIACA O QUANT'ALTRO, PER CUI IL MIO ORGANISMO E' RIUSCITO A RESISTERE ED A SUPERARE QUESTO SHOCK VIOLENTO A CUI E' STATO SOTTOPOSTO.
HO RACCONTATO QUESTA MIA ESPERIENZA PERCHE' CERTI DOTTORI MANCANO DI UMANITA' E PROFESSIONALITA', ANDANDO AD OFFUSCARE MAGARI ANCHE L'IMMAGINE DI UNA CATEGORIA, QUELLA MEDICA, FATTA DI TANTI PROFESSIONISTI SERI CHE SI TROVANO OGNI GIORNO IN PRIMA LINEA A SVOLGERE IL PROPRIO LAVORO CON COMPETENZA E PROFESSIONALITA'. Clementina Passaro.

Patologia trattata
INTERVENTO DI RIDUZIONE E SINTESI DI FRATTURA SCOMPOSTA DI ROTULA (05-05-2009)



Altri contenuti interessanti su QSalute