Istituto di Riabilitazione di Tradate

 
3.1 (3)
Scrivi Recensione
Indirizzo
Via Roncaccio 16, Tradate (VA)
Telefono
0331 829111
L'Istituto Scientifico di Riabilitazione di Tradate della Fondazione Salvatore Maugeri è un Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico IRCCS situato in Via Roncaccio 16. La struttura, attiva dal 1988, opera nell’ambito del Sistema sanitario nazionale SSN e Regionale SSR, è dotata di 154 posti letto e svolge attività di alta specializzazione nel campo della Medicina Riabilitativa, occupandosi della diagnosi, valutazione funzionale, cura, riabilitazione e reinserimento lavorativo delle patologie post-acute o croniche invalidanti, mediche e chirurgiche di natura neuromotoria, respiratoria, cardiovascolare. Unità Operative: Recupero e Rieducazione Funzionale e Neuroriabilitazione; Cardiologia; Pneumologia. Gli ambulatori, i laboratori e le palestre di ciascun Istituto costituiscono nel loro insieme con il CSC la fondamentale "piattaforma ambulatoriale" dell'ospedale fatta di competenze e tecnologie che producono le diagnosi e le procedure (le prestazioni specialistiche), dando luogo ai Percorsi Diagnostici e Terapeutici Assistenziali (PDTA con relativi Progetti Riabilitativi Individuali (PRI),di ricovero, ambulatoriali e domiciliari). Le prenotazioni delle prestazioni ambulatoriali sono effettuabili solo telefonicamente al numero 0331/829777, dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00.

Recensioni dei pazienti

3 recensioni

Voto medio 
 
3.1
Competenza 
 
3.0  (3)
Assistenza 
 
3.3  (3)
Pulizia 
 
3.7  (3)
Servizi 
 
2.3  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Ottima clinica per riabilitazione e fisioterapia

Dopo un'operazione a Milano al Galeazzi per una protesi d'anca, sono voluto venire in questa struttura per fare un periodo di riabilitazione e fisioterapia, visto che c'era già stato mio padre tanti ani fa e si era trovato molto bene. Mi mancavano tre giorni per essere dimesso, ma qualcuno "ha portato dentro" il Covid e dai tamponi effettuati io e altri del mio reparto eravamo risultati positivi. Ci hanno portato in un altro reparto di malati Covid e abbiamo iniziato un nuovo percorso per far in modo di distruggere il virus, continuando a fare la fisioterapia in modo da poter recuperare.
Ho sentito tante persone lamentarsi per il cibo o per altre cose, che io non condivido per niente. Premetto che l'ospedale non è un ristorante ma un posto per guarire. Da parte mia la cucina era ottima, visto che potevi scegliere tra 3 primi e tre secondi.
Vorrei ringraziare di cuore tutti i medici, infermieri, personale OSS, fisioterapisti e personale delle pulizie, tutti molto gentili e professionali. Lavorare con quelle tute, occhiali e visiere non è certo facile, per cui da parte mia vi voglio abbracciare e ringraziare tutti.
Avrei tanto voluto poter tornare a casa prima, ma solo questo virus non me l'ha permesso.

Patologia trattata
Riabilitazione e fisioterapia.


Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Disorganizzazione e poco personale

Struttura buona, ma si fa troppo poca riabilitazione ed essendo una struttura riabilitativa lo trovo assurdo.
I fisioterapisti sono bravissimi, ma non esiste che debbano andare a cercarsi i pazienti e portarli in palestra, perdendo cosi molto tempo utile!

Patologia trattata
Riabilitazione post protesi anca.
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Riabilitazione cardiologica

Reparto di cardiologia.
Assistenza medica superficiale e frettolosa, poco attenta ai bisogni di un paziente nel post operatorio cardiochirurgico (è stato necessario ricorrere subito dopo la dimissione a un controllo PRIVATO per la messa a punto della terapia domiciliare).
Vitto: immangiabile (non erano solo fisime mie: mangio di tutto senza problemi di solito).
Non consiglierei a nessuno questo reparto.

Patologia trattata
Riabilitazione cardiologica post intervento cardiochirurgico.
Punti di forza
assistenza infermieristica: competenza e professionalità nonostante tutto.
Punti deboli
assistenza medica.
vitto: poco e immangiabile.




Altri contenuti interessanti su QSalute