Neuropsichiatria infantile Ospedale Carle di Cuneo

Neuropsichiatria infantile Ospedale Carle di Cuneo

 
3.6 (2)
Scrivi Recensione
Il reparto di Neuropsichiatria infantile dell'Ospedale Antonio Carle di Cuneo, situato in Via Carle 5 in frazione Confreria, ha come Responsabile la Dott.ssa Eleonora Briatore. Il reparto si occupa delle patologie dell'età evolutiva, che vanno dalle sindromi da danno cerebrale, ai disturbi neurologici (es. epilessie), al ritardo mentale, per arrivare alla patologia psichiatrica dell’infanzia e dell'adolescenza e ai sintomi di disagio psicologico o relazionale e sociale. Dal 1986 fa parte del Servizio la riabilitazione neurofunzionale dell'età evolutiva, che permette la presa in carico di pazienti con patologia neuromotoria precoce e malformazioni congenite. Il Servizio del reparto è inoltre l'unico ambulatorio specialistico per la diagnosi e cura delle cefalee pediatriche riconosciuto dalla Società Italiana per lo Studio delle Cefalee in Provincia di Cuneo. In collaborazione con la Neurologia gestisce anche l'intera gamma di esami neurofisiologici (EEG standard, dinamico, in sonno, in video, in poligrafia, possibilità di monitoraggi video-EEG prolungati; potenziali evocati multimodali e evento-correlati; potenziali motori; EMG). Collaborazioni e contatti continui avvengono anche con i principali centri di neurologia pediatrica italiani e stranieri. I terapisti della neuroriabilitazione possiedono una formazione specifica per l'assistenza personalizzata in ambito intensivo neonatologico, per la diagnosi precoce delle paralisi cerebrali infantili e per le valutazioni neuropsicomotorie da 0 a 3 anni. Fanno parte dell'equipe medica: dott.ssa Barbara Podestà, dott.ssa Francesca Longaretti.

Recensioni dei pazienti

2 recensioni

Voto medio 
 
3.6
Competenza 
 
3.0  (2)
Assistenza 
 
3.0  (2)
Pulizia 
 
4.5  (2)
Servizi 
 
4.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

Pessima esperienza

Mio figlio è stato seguito per circa 3 mesi nel reparto di neuropsichiatria infantile del Carle di Cuneo. Preso in carico dalla dottoressa Longaretti, dopo diverse visite non riscontra nulla di grave, solo il piedino talo valgo, anzi, scrive che il bimbo migliora. La terapista Beccaria anche lei ci consola dicendo che il bimbo non ha nulla di grave, con un po' di sole e mare tutto si sarebbe sistemato. Una volta avvisato il reparto che per motivi personali ci trasferiamo, come di incanto mio figlio viene visitato dal primario Briatore. Relazione del primario "Capo bloccato a destra, Ipotonia e movimenti a tipo fidgety, piede talo valgo e tono flebile". Nella cartella clinica di mio figlio sta scritto nero su bianco "Acrocianosi, piede in atteggiamento talo valgo non riducibili, polsi flessi, testicoli ritenuti e Ipotonia assiale da rivalutare".
Tutto ciò a noi sconosciuto visto che all'atto delle dimissioni non stava scritto nulla, APGAR 9. Solo al momento che abbiamo riferito del trasferimento ci è stata detta la verità. Umanità nei confronti di mio figlio assente. Mio figlio oggi ha 3 anni e sei mesi, non parla, cammina ciondolando, non sale e scende gradini e rientra nello spettro autistico.
Cordiali saluti.
Maurizio Failla

Patologia trattata
Colore della pelle itterico, capo bloccato a dx, schiena curva, collo ciondolante, pianto flebile, polsi flessi e difficoltà nei movimenti.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Neuropsichiatria infantile

Devo dire che in questo reparto mi stanno curando con moltissimo impegno e analizzando dettagliatamente la mia malattia. Posso dire che sia veramente un reparto molto efficiente.

Patologia trattata
Sindrome di Arnold-Chiari.


Altri contenuti interessanti su QSalute