Pronto Soccorso Ospedale Broni Stradella

Pronto Soccorso Ospedale Broni Stradella

 
2.8 (10)
Scrivi Recensione
Il reparto di Pronto Soccorso del Nuovo Ospedale Unificato di Broni - Stradella in provincia di Pavia, situato in Via Achilli, ha come Direttore Responsabile il Dott. Alessandro Suprani. Il reparto fa parte del Dipartimento Emergenza/Accettazione (D.E.A.) ed è operativo 24 ore su 24 ore. Si caratterizza per prestare cure immediate al paziente in gravi condizioni, per fornire prestazioni urgenti che non possono essere erogate da altri operatori (medici di base, ambulatori eccetera), per disporre per il ricovero e decidere in quale Divisione, per garantire il trasporto protetto nel caso in cui siano necessarie cure presso altro ospedale.

Recensioni dei pazienti

10 recensioni

 
(2)
 
(1)
 
(1)
 
(5)
 
(1)
Voto medio 
 
2.8
 
2.2  (10)
 
2.4  (10)
 
3.9  (10)
 
2.7  (10)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Sospetto COVID, arrivo in ambulanza

Dopo 2 ore ancora nessuna informazione riguardo a mia mamma di 94 anni, ricoverata per sospetto Covid-19.
I medici del 118 gentili e competenti, mi avevamo preannunciato che non sarei potuto entrare nè vederla causa sospetto Covid.
Al pronto soccorso dovevo recarmi solo per fornire i dati.
Sono un potenziale Covid asintomatico e sono qui in mezzo alla gente solo per lasciare il numero di telefono... Poi ci si chiede perché in Lombardia i casi Covid siano tanti.

Patologia trattata
Sospetto Covid-19.


Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Vergognosi

Ho un fratello di sedici anni il quale si è presentato con febbre persistente da più di una settimana e dolore molto forte al ginocchio sinistro. Il medico curante ha consigliato un ricovero (aveva un’infezione interna ma non riuscivano a localizzarla) in maniera da eseguire esami più approfonditi. Arrivato al pronto soccorso, l’hanno rimandato a casa consigliando l’antibiotico. Cinque giorni dopo si ripresenta per il dolore persistente al ginocchio. I medici lo visitano, eseguono una lastra e dicono che non ha nulla. Ritorna dal medico curante che gli prescrive un’impegnativa dall’ortopedico, la quale viene fissata il giorno stesso. Quest’ultimo lo visita e sostiene che non abbia nulla, pur essendo che non riesce a poggiare il piede a terra e, appena toccata la zona interessata, mio fratello si lamenti per il forte dolore. Gli prescrive un’altra lastra al ginocchio sinistro. Fortunatamente viene portato a Varzi per richiesta di mio padre e trovano una frattura, la quale apparentemente persisteva da due settimane. Tutto questo oltre all’infezione, visto che negli ultimi esami (eseguiti ieri) i risultati sono peggiorati, risultando al numero di piastrine e leucociti elevati. La situazione probabilmente si è aggravata avendo un ginocchio fratturato da due settimane ed essendo inconsapevoli a causa di medici non competenti.

Patologia trattata
Infezione interna e dolore al ginocchio.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamento

L'11 di agosto u.s.- in piena notte - sono stato presso questo pronto soccorso perchè colpito da infarto del miocardio. Assistenza immediata: E.C.G., R.X. torace; compressa sub-limguale ect. Soprattutto contatto continuo con il reparto di cardiologia di Pavia, dove sono stato trasferito con l'assistenza di un rianimatore. In termini semplici: mi avete salvato la pelle. Grazie.

Patologia trattata
Infarto del miocardio.


Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Considerazioni

Direi che in un pronto soccorso dovrebbero esserci medici di pronto intervento e non dottori poco più che tirocinanti che, invece di capire e risolvere problemi di qualsivoglia natura, fanno un sacco di esami complicando ed intricando situazioni di per sé abbastanza semplici.
I parenti vengono trattati con sufficienza e se osano fare qualche domanda riguardo lo stato di salute del proprio congiunto, si sentono rispondere, nella migliore delle ipotesi, in maniera molto evasiva.

Patologia trattata
Orticaria.
Voto medio 
 
1.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Disservizio al pronto soccorso

Mi sono recata al pronto soccorso nella giornata di ieri (02-01-2018 ), avevo problemi continui allo stomaco, con rigetti di bile. Sono arrivata alle ore 13.14 e ho aperto subito la pratica per essere visitata.
Dopo ore di attesa, mi sono assentata un attimo solo per andare a prendere una bottiglietta d'acqua - il mio malessere mi provocava molta sete - e ho avvertito una persona, anch'essa in lista di attesa, che sarei tornata subito indietro.
Una volta tornata, ho scoperto che la mia pratica era stata annullata!!!
E mi viene detto che avrei dovuto riaprire la pratica e rimettermi in lista di attesa!
Il pronto soccorso risulta carente, sia dal punto di vista dell'assistenza che da quello dei servizi (rifornimento bevande, acqua, etc.).
Dopo aver aperto la nuova pratica, alla fine, e dopo aver passato 7 ore, me ne sono andata senza aver ricevuto assistenza e senza sapere quando e se l'avrei ricevuta!
Lascio a chi legge ogni considerazione e commento in merito.

Patologia trattata
Possibile travaso di bile.
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Forti dolori stomaco

Arrivato con dolori allo stomaco che si protraevano da ore, subito mi hanno accolto e l'infermiera è riuscita ad infilarmi una flebo quasi immediatamente, cosa non facile perchè le mie vene si vedono pochissimo e di solito devono farmi almeno 10 buchi.

Patologia trattata
Colica addominale.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
1.0

Peggio del peggio vuol dire già troppo

Portata mia madre per caduta accidentale con ambulanza di notte al PS., è stata sottoposta a raggi X difficoltosi per problemi di demenza senile, ma con forti dolori al torace, risultati negativi(?). La dott.ssa di guardia era molto antipatica e fredda e mi sembrava anche poco competente.
Mi ha rilasciato un foglio senza dirmi nulla, ma solo di rivolgerci al medico di base...
L'ha poi dimessa dicendomi di portarmela a casa io, in macchina, eventualmente con un plaid... Non vi descrivo il viaggio...
Dopo cinque giorni la mia povera mamma è deceduta...

Patologia trattata
Caduta accidentale.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Il peggio del peggio

Sono stata trattata peggio di un animale. Non ho altri commenti.

Patologia trattata
Svenimento.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Due medici molto scadenti

In quel pronto soccorso erano in servizio due medici stranieri (uno di colore e un greco), ambedue uno più incompetente dell'altro. Infatti purtroppo nessuno dei due ha tempestivamente capito cosa avesse avuto mia madre, non l'hanno sottoposta a Tac, nè tenuta in osservazione, bensì dimessa con indicazione a rivolgersi al centro cefalee più vicino. Dopo 3 giorni mia madre è deceduta.

Patologia trattata
Ictus ischemico.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

TUTTO AL MASSIMO DELL'EFFICIENZA

AL PRONTO SOCCORSO SI SONO FATTI IN QUATTRO ANZI IN CINQUE, E TUTTO CON MOLTA TEMPESTIVITA' E PROFESSIONALITA' IN UN AMBIENTE PULITO ED ACCOGLIENTE.
COMPLIMENTI. UN GRAZIE PER TUTTO QUELLO CHE AVETE FATTO PER ME.

Patologia trattata
forti dolori per litiasi biliare


Altri contenuti interessanti su QSalute