Radiologia Ospedale Di Liegro Roma

 
4.2 (4)
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Radiologia - Diagnostica per Immagini dell'Ospedale Policlinico Luigi di Liegro di Roma, situato in Via dei Badoer 5, ha come Direttore il Dott. GianMaria Puoti. Il reparto svolge la seguente attività di diagnostica per immagini per pazienti interni ricoverati nei vari reparti: Radiologia tradizionale, TAC spirale singolo strato, Risonanza Magnetica chiusa 1 tesla, Ecografia con eco color doppler internistico, Biopsie prostatiche ecoguidate. Prestazioni di Diagnostica per Immagini per pazienti esterni: Radiologia Tradizionale, TAC, Risonanza Magnetica, Ecografia, Visite radio-urologiche ed agobiopsie prostatiche ecoguidate transperineali.

Recensioni dei pazienti

4 recensioni

Voto medio 
 
4.2
Competenza 
 
4.0  (4)
Assistenza 
 
4.0  (4)
Pulizia 
 
4.8  (4)
Servizi 
 
4.0  (4)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ottimo trattamento

Struttura efficiente, pratiche burocratiche con pochi minuti di attesa.
La signora Giusy meravigliosa.
Grazie a tutto il reparto di Radiologia e Radiodiagnostica per professionalità e cortesia.
Un ringraziamento particolare al dottor Gianmaria Puoti.

Voto 10 e lode.

Patologia trattata
Diagnostica.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

UNA MAGNIFICA SORPRESA

Ho avuto l'onore ed il piacere di imbattermi nella dottoressa Giuseppina Vizzoca all'ingresso del reparto di Diagnostica per immagini, in cui avevo appena effettuato una Risonanza Magnetica Nucleare al cervello.
Ero preoccupato perché avevo dimenticato di portare con me dei precedenti importanti, da fornire al redattore del referto.
La dottoressa mi ha proposto ella stessa di inviarglieli via email, assicurandomi che li avrebbe inseriti direttamente nella mia cartella, cosa che ha prontamente fatto, con una gentilezza ed una efficienza che mi ha lasciato davvero stupefatto.
Saputo inoltre che ero alla ricerca di una visita neurologica, la dottoressa mi ha illustrato i vantaggi e la convenienza di rivolgermi al Policlinico Amico, cosa che sto tentando di fare da oltre 24 ore, finora però senza essere riuscito ad ottenere una risposta alle mie telefonate.
Per tutto quanto sopra, desidero porgere i miei più vivi ringraziamenti al Direttore del reparto di Radiologia ed alla dottoressa Giuseppina Vizzoca.

Patologia trattata
RMN encefalo (come paziente esterno).
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Pessima esperienza

Mia madre è stata ricoverata per 2 mesi in questo ospedale, entrata con dolori enormi al bacino e alla schiena al punto di non poter riuscire a camminare e non avere una vita autosufficiente.
Nel 1º mese di degenza, allettata con catetere, 2 risonanze magnetiche permettono la diagnosi di "protrusioni discali ed ernie varie.".
Terapia antidolorifica ed antinfiammatoria con consiglio di farla camminare, e noi familiari la facevamo camminare con tante lacrime da parte sua...
Il 3º mese fisioterapia 3 ore al giorno per riprendere a camminare, sempre con tanti dolori che non sono mai cambiati in 3 mesi.
Stanchi e anche curiosi di un secondo parere (anche dietro consiglio del responsabile del reparto di fisioterapia) interpelliamo un neurochirurgo di altra struttura ospedaliera per valutare intervento chirurgico alla colonna vertebrale (mia mamma ha 75 anni).
SEMPRE CON MOLTI DOLORI E LA QUASI IMPOSSIBILITÀ A DEAMBULARE, portiamo mia madre in visita dal neurochirurgo di altra struttura ospedaliera.
Il neurochirurgo interpellato ci chiede le 2 RMN effettuate durante il ricovero nella struttura "Luigi di Liegro". Ebbene, dalle RMN si evince che erano presenti 2 FRATTURE AL BACINO ED UNA VERTEBRA FRATTURATA.
Per le fratture al bacino ammetto che devi essere un addetto ai lavori per notarle, ma la frattura alla vertebra era talmente evidente che l'ho notata io anticipando ciò che ci stava dicendo il neurochirurgo durante la lettura della RMN.
Ora io non dó giudizi... lascio a voi giudicare che tipo di struttura sia.. Non sono solito lasciare giudizi o commenti, ma in questo caso le lacrime che ogni sera vedevo sul volto di mia madre meritano l'informazione verso di voi che forse pensate di andare in questa struttura.
Dimenticavo: nei 2 mesi di degenza i dottori spronavano mia madre ad alzarsi e camminare, coinvolgendo noi figli a farla alzare e farla camminare.
Fortunatamente il neurochirurgo da noi consultato ha riabilitato egregiamente mia madre. Con sole 3 infiltrazioni al livello della vertebra fratturata e tanto, ma non troppo, riposo...
Inoltre, a differenza dei medici" del Luigi di Liegro, ha avuto tanta umanità e tanta professionalità.
Dimenticavo, io sono un professionista del settore medico, sono un dottore anche io, e dò un consiglio: quando un paziente non migliora con la terapia che avete intrapreso, si devono riprendere gli esami eseguiti e rivalutare la diagnosi, magari confrontandosi, se non tra di voi, almeno con altri colleghi più professionali ed umili.
Le migliori diagnosi e i risultati più insperati arrivano sempre con la curiosità della prima diagnosi e la voglia di mettersi in discussione..

Patologia trattata
Risonanze magnetiche.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

MERITI POLICLINICO LUIGI DI LIEGRO

Mi chiamo Elena Luci, ho 59 anni e vivo a Roma. Sono rientrata nel programma di prevenzione della Asl RMD e negli ultimi anni ho eseguito i regolari controlli presso il Policlinico Luigi Liegro.
Nel mese di marzo, dopo la mammografia, venivo richiamata per ulteriori accertamenti e il giorno 9 aprile venivo sottoposta al primo intervento. Il risultato istologico mi portava a subire un ulteriore intervento il 23 aprile, che ha comportato la resezione della ghiandola mammaria e la relativa ricostruzione plastica.
Voglio porre i miei più grandi, sentiti e profondi ringraziamenti a tutta l’Equipe Radiologica, all’Equipe Chirurgica, allo Staff Infermieristico.
Un APPREZZAMENTO e un ELOGIO particolare
• al Dottor Raffaele Volpe che con grande professionalità, determinazione, risolutezza, prontezza, umanità e sensibilità mi ha sicuramente salvato la vita
• Al Dottor Alessandro Gisondi (psicologo), figura insostituibile, che riesce a stare vicino ad ogni paziente, spiegando volta per volta quello che accadrà, riuscendo a: sostenere, incoraggiare e tranquillizzare.
• Al Dottor Francesco Marchetti che ha provveduto a inserire la protesi, ed è sempre gentile, caro e disponibile
• Al Dottor Massimo Tempesta che ha insistito per la protesi che non volevo
• Al Dottor Mario Cristaldi che si è reso sempre disponibile per le medicazioni
• Al Prof Alberto D’Amato che è stato sempre presente
• Al Dottor Alessandro Vella (capo radiologo), che con grande precisione e accuratezza, ha scoperto la patologia.
• Alla Dottoressa Raffaella Foschi e all’infermiera Stoppelli Claudia che, in sede di ecografia addominale, hanno compreso e tenuto conto della mia patologia urinaria
• Alla Caposala Signora Gaetana Schiavo che ha dimostrato oltre a una grande professionalità, una grande sensibilità e gentilezza.
In questo momento di crisi e difficoltà, vorrei che questa nota di merito riguardante, per testimonianza diretta, questa realtà della Sanità Italiana rappresentata dal Policlinico Luigi Liegro, venga presa in considerazione incrementando e offrendo alla stessa tutte le risorse necessarie.
In fede, Elena Luci

Patologia trattata
CARCINOMA MAMMARIO.