Trasfusionale Ospedale Santo Spirito Roma

Trasfusionale Ospedale Santo Spirito Roma

 
4.4 (4)
Scrivi Recensione
Il reparto di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale (SIMT) dell'Ospedale Santo Spirito in Saxia di Roma, situato in Lungotevere in Sassia 1, ha come Responsabile la dott.ssa Maria Alba Stigliano. Nel reparto si svolgono due attività principali su cui ruotano tutte le altre: l’attività di donazione e l’attività di laboratorio. Inoltre presso il Centro Trasfusionale è possibile per i donatori interessati partecipare al Progetto Cuore ed al progetto per l’Emocromatosi. A livello diagnostico il servizio eroga prestazioni di immunoematologia, gruppi sanguigni e ricerca degli anticorpi immuni antieritrocitari, test di Coombs diretto e indiretto con identificazione e titolazione degli anticorpi. Orari donazioni di sangue: tutti i giorni (festivi compresi) dalle ore 8.00 alle 11.00. Orari donazioni in aferesi multicomponent: tutti i giorni feriali dalle ore 8.00 alle 11.00 (preferibilmente previa prenotazione telefonica al n. 06.6835.2384).

Recensioni dei pazienti

4 recensioni

Voto medio 
 
4.4
Competenza 
 
4.3  (4)
Assistenza 
 
4.3  (4)
Pulizia 
 
5.0  (4)
Servizi 
 
4.3  (4)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Bravissimi e gentilissimi

Complimenti per il metodo gentile e competente con cui state lavorando. Il miglior centro trasfusionale in cui sia mai andata a donare il sangue.

Patologia trattata
Donazione del sangue.


Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Centro trasfusionale ottimo

Sono un donatore periodico di un altro centro, ma per curiosità sono andato al Santo Spirito accompagnando due amici. Personale medico e infermieristico simpatico, disponibile e preparato - il medico è anche molto disponibile nell'inserimento di esami di laboratorio richiesti dal paziente (cosa che in molti centri non fanno). Posto piccolo e accogliente... Spero ci vadano più persone a donare, perché credo non sia molto pubblicizzato!
Voto da 1 a 10: un bel 10!

Patologia trattata
Donazione sangue.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Giudizio positivo

Sono donatore periodico di sangue da 7 anni presso il Centro Trasfusionale dell’Ospedale S. Spirito di Roma e dono il sangue circa 3 volte l’anno. Ritengo utile far presente che il personale infermieristico e medico della struttura si è sempre comportato con professionalità, competenza e cortesia, non solo nei miei confronti, ma anche degli altri donatori, nonostante a volte sia capitato un discreto affollamento o la presenza di donatori con problemi di vene. In passato ho donato anche presso altri Centri Trasfusionali e non ho mai ricevuto attenzioni al momento della donazione e assistenza quando ne ho avuto necessità come al Centro Trasfusionale del Santo Spirito.

Patologia trattata
Donazione del sangue.


Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
3.0

Domenica da dimenticare

Sono da anni donatrice, domenica 10 luglio c.a. mi sono recata al Santo Spirito per la donazione, ho fatto subito presente di avere delle vene non facilissime. L'infermiera dell'accoglienza e' stata gentilissima, mentre l'addetta a praticare la trasfusione, dopo aver prelevato il sangue per le analisi (il cui risultato non mi e' mai pervenuto) e 180 cl. per la donazione, ha interrotto il prelievo perche' la vena si era esaurita. Le ho fatto presente che ero abituata ad un successivo buco sull'altro braccio, ma lei non ha neppure tentato e, alla mia domanda se potevo riprovare in un altro periodo, mi ha risposto che se ero contenta di farmi fare buchi a vuoto potevo anche ritentare. Non giustificate l'atteggiamento della signora dicendo che tutto cio' e' stato fatto nel mio interesse, conosco il mio problema, ma in tanti anni mai nessun centro trasfusionale mi ha rimandata a casa senza che io abbia fatto la donazione. Sono indignata perche' io sono donatrice e non desisterò, ma mi pongo la domanda "serve il sangue, siamo poco disponibili noi a donare, oppure c'è poca disponibilita' da parte di alcuni operatori addetti al prelievo?".

Patologia trattata
Donazione sangue.


Altri contenuti interessanti su QSalute