Casa di Cura Quisisana di Ferrara

 
2.4 (7)
Scrivi Recensione
Indirizzo
Viale Cavour 128, Ferrara
La Casa di Cura Quisisana è una casa di cura privata situata a Ferrara in Viale Cavour 128. Si tratta di un ospedale privato accreditato con il servizio sanitario nazionale per le seguenti attività: Diagnostica per immagini, Cardiologia, Endocrinologia, Endoscopia digestiva. Specialità non accreditate: Dietologia, Medicina estetica, Diabetologia, Ginecologia, Psicologia e Psicoterapia, Dermatologia.

Recensioni dei pazienti

7 recensioni

 
(1)
4 stelle
 
(0)
 
(1)
 
(5)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
2.4
 
2.2  (7)
 
1.9  (7)
 
3.7  (7)
 
2.0  (7)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
2.0

Non la consiglio

Poliambulatorio con medici che ho trovato svogliati.
In 3 occasioni, a distanza di qualche mese e in diverse specialità, ho prenotato delle visite in questa struttura e me ne sono pentita. I medici non li ho trovati per niente interessati al loro lavoro.
Ho poi dovuto rifare le stesse cose a Cona e con esiti completamente diversi.
Non consiglio assolutamente la struttura.

Patologia trattata
Varicocele; flebite.



Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Organizzazione deludente

Dopo aver effettuato una visita privata presso il poliambulatorio, al momento di tornare per controllare gli esami del sangue, la prima volta attendo 40 minuti, la seconda dopo un’ora avevo ancora due visite e una persona prima di me. La trovo una grave mancanza di rispetto e organizzazione verso il paziente, soprattutto quando si paga più che profumatamente una visita privata.

Patologia trattata
Visita privata.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Artrite settica ginocchio

Zio ottantenne ricoverato dal pronto soccorso ortopedico di Cona per un'artrite settica al ginocchio, è stato operato nel 2009 di artroprotesi. Dopo oltre una settimana di sofferente degenza, la struttura non ha dimostrato alcuna competenza medica (né autoconsapevolezza deontologica) nel trattamento della patologia, seguita con continui spostamenti a Cona, nell'ultimo dei quali un medico coscienzioso e sbigottito dinnanzi alla situazione, lo ha fatto trattenere in ospedale. Limiti professionali davvero sorprendenti alla Quisisana.

Patologia trattata
Artrite settica.

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Bravissimi

Bravi, personale gentile e cordiale, equipe veloce nell'assistere il paziente.

Patologia trattata
Diverticolite intestinale.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Esperienza negativa

Sono stata qui ricoverata dal pronto soccorso di Cona per problemi di respirazione e ho trovato un ambiente distaccato, freddo, assente, privo di iniziativa.
Da bocciare davvero.

Patologia trattata
Problemi respiratori.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

L'ENNESIMA INEFFICIENZA

In data odierna 29/04, dopo due giorni dalla dimissione, il Dr. N.S. anzichè telefonare direttamente a me, ha chiamato la mia amica di cui lasciai il numero quando ero ricoverata, ma essendo già stata dimessa non capisco 'sta mossa; comunque mi telefona per comunicarmi l'esito di un esame eseguito due giorni prima e per dirmi di aver prenotato un esame a Cona lunedì prossimo, cioè fra due giorni. Già non ha alcun senso in quanto già che ero ricoverata avrebbero potuto farmi finire tutti gli accertamenti da interna e rilasciarmi con tutti gli esiti in mano, primo; secondo, il Dr. N.S. sa benissimo che vivo sola e ho difficoltà ad organizzare un trasporto a Cona e, nonostante tutto, me lo prenota il lunedì e mi avvisa il venerdì precedente con in mezzo il weekend? Morale, senza darmi tempo di organizzarmi?? Poi dulcis in fundo.. mi chiede pure di portare in Quisisana l'esito dell'esame! No ma scherziamo? Questo è il modus operandi della Quisisana, a mio parere senza regole, senza logica, senza motivo di esistere.

Patologia trattata
Ernie discali e cervicali.
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
2.0

Secondo piano

Come struttura è obsoleta, ma pazienza, non si guarda certo a quello.
Circa gli infermieri, OSS, inservienti, l'ambiente è sereno, gentile attento e scrupoloso. Lucianu e Giorgia i miei preferiti, davvero carini, scrupolosi, gentili e dediti al loro lavoro.
Circa i medici, onestamente la struttura lascia a desiderare e non poco.
Sono stata dimessa in prima battuta quattro giorni fa con malessere acuto e un mancamento la mattina, durante un esame eseguito a Cona, quindi trasportata in ambulanza dalla Quisisana in condizioni pietose, in quanto non mi hanno sdraiata e seduta senza protezione alcuna, ne ho risentito molto a livello fisico; una volta rientrata ho detto che non stavo affatto bene e, nonostante tutto, mi hanno dimessa (vivendo sola avrei avuto difficoltà a recarmi in farmacia, ho chiesto gentilmente di potermi dare qualche medicina almeno per coprire i due giorni seguenti e mi è stato negato) e poche ore dopo dal PS di Cona sono stata ricoverata nuovamente alla Quisisana. Passato il ponte, sono stata dimessa nuovamente dallo stesso medico che mi aveva dimesso la volta precedente.
Mi hanno prescritto un anti dolorifico in pastiglia, che masticandolo non agisce ed io non riesco ad ingerirlo intero e, pur avendolo fatto presente, non mi è stato cambiato e in farmacia non me lo hanno dato in quanto ovviamente non fa effetto se masticato.
Toni e modi più che discutibili, educazione, rispetto e gentilezza sono rari nell'ambito dei medici in particolare nella figura del Dr N.S., no comment.
Molto disponibile la Dr.ssa Parisi, gentile, esplicativa, valida, dolce e comprensiva; il resto a me non è piaciuto. Non ho nemmeno avuto il tempo materiale di organizzarmi per il rientro, in quanto dicono tutto all'ultimo e non ho trovato la comprensione adeguata per un ospedale.
Gentilissimo il Direttore, comprensivo ed educato ma, con tutto il rispetto, a mio avviso vanno riviste tante cose, tra cui sempre chiedere la molecola dei farmaci che ti vengono somministrati a scanso di equivoci.
Roberta G.

Patologia trattata
Ernie al dico e cervicali.


Altri contenuti interessanti su QSalute