Neurologia Policlinico San Marco

 
3.4 (2)
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Neurologia dell'Ospedale Policlinico San Marco, situato ad Osio Sotto in Corso Europa 7 ed accreditato col S.S.N., ha come Responsabili il Dott. Massimo Camerlingo. Il reparto è Centro per la diagnosi e cura della sclerosi multipla e Centro per la prevenzione e terapia delle malattie vascolari. Presso la Stroke unit ci si occupa del trattamento in acuto con trombolisi dell’ictus ischemico entro tre ore dall’esordio. Fanno parte dell'equipe i dirigenti medici Prof. Mauro Porta (consulente), Dr. Salvatore D'Asero, Dr.ssa Elisabetta Stefania Perego, Dr. Veaceslav Tudose.

Recensioni dei pazienti

2 recensioni

Voto medio 
 
3.4
Competenza 
 
4.5  (2)
Assistenza 
 
3.0  (2)
Pulizia 
 
3.0  (2)
Servizi 
 
3.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Complimenti

Il dott. Massimo Camerlingo ha visitato mio marito in modo eccezionale, è molto umano, entra in contatto con le persone immediatamente e mette a proprio agio spiegando in modo completo e semplice. Molto disponibile. Ottima scelta, policlinico funzionale.

Patologia trattata
Sindrome Arnold Chiari.


Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Assistenza pessima

Mio padre e' ricoverato al policlinico per il morbo di Parkinson. Il dott. Camerlingo è veramente un bravo dottore perché sta aiutando mio padre, ma è circondato da personale che lascia a desiderare. Il menefreghismo, assenteismo e la poca voglia di lavorare del personale di questa struttura e' scandaloso!!! Il posto è sempre sporco, le infermiere sono praticamente irreperibili, quando le trovi stanno sempre cambiando turno e quindi non fanno niente, oppure sono solo e sempre in due su tutto il reparto. Ma è possibile che un uomo di 73 anni bloccato a letto debba stare nel proprio piscio per più di 5 ore?! Il fisioterapista non è per niente umano. Se il paziente ha un blocco viene lasciato lì come è. Dovrebbero imparare dall'ospedale di Bergamo a come si trattano le persone.

Patologia trattata
Riabilitazione post intervento alla testa; paziente seguito per Parkinson.