Chirurgia vascolare Policlinico San Marco

Chirurgia vascolare Policlinico San Marco

 
4.0 (3)
Scrivi Recensione
Il reparto di Chirurgia vascolare dell'Ospedale Policlinico San Marco, situato ad Osio Sotto in Corso Europa 7 ed accreditato col S.S.N., ha come Responsabile il Dott. Roberto Mezzetti. Il reparto si occupa del ricovero e cura di pazienti arteriopatici e flebopatici. Attività specialistica: Chirurgia ricostruttiva dell'aneurisma addominale, Chirurgia dell'insufficienza cerebrovascolare, Chirurgia dell'ipertensione secondaria, Chirurgia delle arteriopatie ostruttive degli arti superiori (ricostruzioni dirette, gangliectomie toraciche), Chirurgia delle arteriopatie ostruttive degli arti inferiori (ricostruzioni dirette, gangliectomia lombare), Chirurgia delle varici degli arti inferiori, Chirurgia delle varici con tecnica Laser Pain Less, Chirurgia endovascolare per tutti i distretti, Trapianti cutanei per ulcere trofiche, Trattamento del piede diabetico, Chirurgia dell’infezione protesica mediante impiego di materiale autologo. Fanno parte dell'equipe i dirigenti medici Dott.ssa Carolina Cantini, Dott. Leonino Leone, Dott. Marco Fioruzzi, Dott. Valerio Moleri, Dott. Giovanni Nava.

Recensioni dei pazienti

3 recensioni

Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
4.7  (3)
Assistenza 
 
3.7  (3)
Pulizia 
 
4.0  (3)
Servizi 
 
3.7  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Un giorno diverso

Il giorno 5 settembre ho subìto un intervento di chirurgia vascolare con asportazione della safena grande e di varici sulla gamba destra. Con soddisfazione e gratitudine ringrazio tutto staff sanitario, a partire dalla prima accoglienza alle infermiere, all'anestesista, al dott. Valerio Moleri e allo staff.
Professionisti cordiali e soprattutto carichi di umanità, un elemento INSOSTITUIBILE, unito alla grande professionalità e competenza.
GRAZIE.

Patologia trattata
SAFENA MAJOR E VARICI MULTIPLE.


Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Amputazione gamba

Vogliamo esprimere la nostra gratitudine al dottor Roberto Mezzetti, ai medici e infermieri del reparto di chirurgia vascolare, per l'assistenza continua, l'umanità e competenza dimostrate nei confronti di nostro padre. Un particolare elogio va al dottor Marco Fioruzzi, medico di grande preparazione professionale, scrupoloso e sincero, disponibile sia con il paziente che con i famigliari. Meritate le cinque stelle.

Patologia trattata
Amputazione gamba dx in paziente diabetico (già amputata in precedenza gamba sx).
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Amputazione gamba in diabetico nefropatico

L'esperienza è stata traumatica. La vittima è stata mia sorella, ricoverata per l'amputazione della gamba sinistra a seguito di un incidente e vascolarizzazione della destra per tentare di rivascolarizzare l'arto ed evitare una ulteriore amputazione. Mia sorella è una paziente diabetica e nefropatica. Tanto di cappello per il dott. Mezzetti Roberto, chirurgo vascolare eccellente sia dal punto di vista professionale e umano, ma in quanto assistenza infermieristica una esperienza che non auguro di vivere al mio peggior nemico. A parte alcuni infermieri la cui professionalità e umanità vanno elogiate (tra cui le signore Licia, Cristina e Maria), ve ne sono altri che dovrebbero cambiare mestiere invece di rapportarsi con esseri umani sofferenti. Cito soprattutto una infermiera cubana (l'unica presente nel reparto di chirurgia vascolare): mia sorella è stata maltrattata, strattonata e si è presa della stronza quando suonava il campanello per essere pulita, perchè si scaricava, o solo per alternare i decubiti visto che era immobilizzata a letto con arto amputato e uno fratturato con grossa infezione. Visto che quel reparto vanta eccellenti medici del calibro del dott. Mezzetti, lo stesso dovrebbe assicurarsi che venga fornita assistenza al paziente con amore e devozione. Se non prende provvedimenti in merito e riorganizza il reparto, magari con una caposala valida che metta ordine tra il personale, il reparto ne perderà completamente. Sinceramente non lo consiglierei a pazienti di lunga degenza, al massimo a quelle persone che fanno l'intervento e il giorno dopo vanno a casa, altrimenti ne uscirebbero devastati dalla scarsità di assistenza e umanità. Persone come quella citata che era di una cattiveria e disumanità ad alti livelli, non dovrebbero minimamente venire a contatto con chi soffre.
Il malato va rispettato.

Patologia trattata
Amputazione gamba in diabetico nefropatico.




Altri contenuti interessanti su QSalute