Dettagli Recensione

 
Ospedale Careggi di Firenze
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie di cuore

Mi chiamo Laura Romelli e sono stata ricoverata nel vostro reparto dal 30 Marzo al 14 Aprile del 2009. Sicuramente qualcuno di voi si ricorderà di me perchè sono un altro dei vostri più grandi successi: ero data per spacciata al 90% e, invece, se sono qui a scrivere questo post lo devo principalmente a tutta la vs. equipe. Buona parte del mio ricovero non lo ricordo personalmente in quanto in coma farmacologico ma so, attraverso mio figlio, di quanto abbiate lottato in tutti i modi per strapparmi alla morte e posso, questa volta per presa di coscienza personale, affermare di quanto mi sia sentita al sicuro al momento del risveglio. So anche che, sotto l'effetto dei farmaci, vi ho fatto dannare: in particolar modo la Dr.ssa Migliaccio sa quante gliene ho dette e, di questo, anche se non ero perfettamente in me, me ne scuso con lei e l'abbraccio. Quindi grazie a tutti quanti, dai medici agli infermieri agli oss e, di nuovo, un bacio grande e particolare alla Dr.ssa Maria Luisa Migliaccio che mi ha seguito anche in occasioni successive alla mia dimissione. Io purtroppo ancora non ho risolto tutti i miei problemi di salute e non cammino ancora autonomamente ma, se sono qui a lottare con le unghie e con i denti, lo devo essenzialmente a voi! Un reparto di alta professionalità come il vostro è sicuramente una eccellenza nel panorama ospedaliero di questa, troppe volte a torto bistrattata, Italia.

Patologia trattata
MODS - insufficienza renale - ischemia diffusa ai 4 arti in sospetta vasculite autoimmune o post infettiva

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1  
 
Per Ordine 
 
Inviato da Carlo Alberto Donatini
23 Dicembre, 2011
La notte del 30 giugno 2011 mio figlio Tommaso, mentre era trasportato su una moto, ha avuto un incidente gravissimo oltre ogni misura. E' arrivato all'Ospedale di Careggi senza speranze. Fino dall’inizio è stato seguito dal Reparto di Rianimazione d’urgenza del Dott. Peris che ringrazio sentitamente e mi complimento per l’eccezionale equipe medica di cui dispone. Tutto il reparto è straordinario: i medici, gli infermieri il personale dei vari servizi, nessuno escluso.
Mio figlio è arrivato con l’addome semidistrutto da un impatto violentissimo contro un palo: grazie a questa grandissima e preparatissima equipe mio figlio Tommaso è riuscito a rimanere in vita.
Il primario, il Dott. Peris, ha seguito costantemente l’evolversi, il chirurgo Dott. Viligiardi che lo ha operato con vari interventi è stato bravissimo insieme alla Dott.ssa anestesista e a tutta l’equipe operatoria.
Devo la vita di mio figlio a queste persone eccezionali. Sono passati sei mesi, Tommaso è ancora in convalescenza ma si sta riprendendo sempre più dal politrauma spaventoso. Il fegato era distrutto con sanguinamento della vena epatica, insieme a tanti altri danni addominali, le costole fratturate, le vertebre, trauma cerebrale maggiore, pneumotorace bilaterale: è stato un miracolo della medicina moderna ma più che altro applicata in modo eccezionale da questa equipe del Dott. Peris, che qui ringrazio sentitamente. Grazie a Voi tutti: il papà di Tommaso.
1 risultati - visualizzati 1 - 1  
 
 

Altri contenuti interessanti su QSalute