Sequase

Sequase

 
3.6 (7)
Scrivi Recensione
Principio attivo
Quetiapina
Indicazioni
  • Depressione
  • Disturbo bipolare
  • Disturbo ossessivo-compulsivo
  • Schizofrenia
Sequase (Seroquel prima dell'anno 2013) è un farmaco che ha come principio attivo la Quetiapina, derivato dibenzotiazepinico appartenente al gruppo dei cosiddetti antipsicotici atipici. Il farmaco è utilizzato nel trattamento della schizofrenia negli adulti e nei bambini di almeno 13 anni di età. Viene inoltre usato per trattare il disturbo bipolare (depressione maniacale) negli adulti e nei bambini di almeno 10 anni di età, nonchè in concomitanza con farmaci antidepressivi nel trattamento del disturbo depressivo maggiore negli adulti. Sequase è infine utilizzato anche per la prevenzione delle recidive di episodi maniacali o depressivi nei pazienti affetti da disturbo bipolare che hanno risposto in precedenza al trattamento con Quetiapina. Il farmaco è disponibile sotto forma di compresse rivestite con film.

Recensioni dei pazienti

7 recensioni

 
(3)
 
(2)
3 stelle
 
(0)
 
(2)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
3.6
 
3.9  (7)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Efficacia
Assenza di effetti collaterali
Commenti
Farmaci
Indica la tua fascia di età
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Efficacia 
 
5.0
Assenza di effetti collaterali 
 
5.0

Sequase

Ho 46 anni e lo sto prendendo nella più piccola dose esistente, cioè 25 mg., e per me è un ottimo farmaco.

Fascia di età
Da 40 a 60 anni
Sesso
Uomo
Malattia trattata
Depressione e ossessioni varie.


Voto medio 
 
2.0
Efficacia 
 
3.0
Assenza di effetti collaterali 
 
1.0

Quetiapina

Io ne prendo 50 mg. la mattina e purtroppo quando mi sveglio sono sempre molto nervoso. Fa pure ad altri questo effetto?

Fascia di età
Da 40 a 60 anni
Sesso
Uomo
Malattia trattata
Depressione bipolare.
Voto medio 
 
1.5
Efficacia 
 
2.0
Assenza di effetti collaterali 
 
1.0

Quetiapina 25 mg.

Ho cominciato a prendere quetiapina da 25 mg. circa 5 mesi fa. Subito sembrava avesse effetto, poi a lungo andare mi rendo conto che mi dà più effetti indesiderati che farmi star bene. È un mese che mi è venuto un nodo alla gola e una pesantezza allo stomaco. A pranzo mangio poco e niente, durante la giornata non mangio, arrivati alla cena mangio normale, ma poi durante la notte mi alzo e mi sbrano qualsiasi cosa. In più mi è cominciata a venire la nausea. Non capisco se è il farmaco o se invece mi è venuto il reflusso gastrico.
Quando prendevo il depakin da 300 mg. questo non me lo faceva, ma perdevo un sacco di capelli ed è il motivo per cui la psichiatra me lo ha cambiato.

Fascia di età
Da 40 a 60 anni
Sesso
Donna
Malattia trattata
Stabilizzare l'umore.


Voto medio 
 
4.0
Efficacia 
 
4.0
Assenza di effetti collaterali 
 
4.0

Depressione reattiva

Lo prendo da un mese e mezzo, non sono aumentata di peso anche se ho più fame, che controllo un po' con tanta acqua. Non mi aiuta a dormire, la prima settimana avevo giramenti di testa, qualche volta dopo averlo preso ho nausea. Mi ha aiutato però a stare più tranquilla.

Fascia di età
Da 40 a 60 anni
Sesso
Donna
Malattia trattata
Depressione.
Voto medio 
 
4.5
Efficacia 
 
5.0
Assenza di effetti collaterali 
 
4.0

Quetiapina: opinioni

Devo dire che è efficace per dormire e se siete depressi . Non mi ha dato alcun effetto collaterale come l’aumento di peso o la caduta di capelli o disturbi al ciclo. L’unica cosa che mi è capitata è stata quella di prenderlo alle 3.00 di mattina e alzandomi ho avuto una sorta di svenimento. Per il resto lo ritengo uno dei pochi farmaci validi!

Fascia di età
Da 40 a 60 anni
Sesso
Donna
Malattia trattata
Depressione.
Voto medio 
 
3.5
Efficacia 
 
4.0
Assenza di effetti collaterali 
 
3.0

Il più efficace

Di tutti i farmaci e psicofarmaci assunti e prescritti in questi ultimi anni, Seroquel è stato senza ombra di dubbio il più efficace.
La cosa migliore innanzitutto il fatto che l'effetto è stato quasi immediato. Questo è importante non solo per il riscontro prettamente neurologico, ma proprio per un fatto di stimoli e di morale.
Io ero partito con il dosaggio quotidiano di 25 mg. (lo prendevo di notte), che poi col passare del tempo e dei benefici mi è stato aumentato gradualmente, quindi poi 50 mg., poi 75 mg. ed infine 100 mg. L'ho sempre preso di notte una volta a letto, dato che porta un sopore ed una sonnolenza parecchio forti.
Attualmente sono arrivato a prenderne 150 mg. la sera/notte e poi anche e 25 mg. a colazione e 25 a pranzo. Questo dosaggio mi permette di tenere sotto controllo soprattutto lo stato ansioso. Ma il più grande successo per me è stato sull'insonnia: grazie a questo farmaco IO DORMO!! Si sa bene cosa poi comporti dormire poco o niente.. Invece adesso è da mesi che mi alzo riposato e pertanto capace di gestire bene le mie giornate, soprattutto a livello organizzativo mentale.
Purtroppo invece non ho avuto benefici riguardo i miei disturbi maniacali, i cui effetti non me li ha ridotti per niente, nè tantomeno vi è stato un minimo di azione di prevenzione, zero proprio..
Riguardo i tanto temuti effetti collaterali, ne ho diversi, ma tollerabili e non invalidanti. Il peggiore è stato sicuramente l'aumento di peso, che a quanto pare è pure costante purtroppo...

Fascia di età
Da 25 a 40 anni
Sesso
Uomo
Malattia trattata
Disturbo bipolare.
Voto medio 
 
4.5
Efficacia 
 
4.0
Assenza di effetti collaterali 
 
5.0

Lo prendo da 12 anni

Il Seroquel lo conosco anche troppo bene, dato che lo prendo da 12 anni oramai. Mi hanno detto di soffrire di schizofrenia, anche se sinceramente negli ultimi 9 anni di sintomi ne ho avuti davvero pochi. Molti anni prima li avevo trascorsi da un farmaco all'altro, stando malissimo veramente. Infatti le medicine prese in passato mi hanno dato disturbi notevoli, ho messo su tantissimi chili e non hanno concretamente avuto effetti sulla mia schizofrenia. Solo dopo sei anni si è provato col Seroquel.
Solo col Seroquel ho ricominciato a sentirmi "normale", mi è tornata l'energia che non avevo ricordi di avere; energia che mi ha permesso di ricominciare con lo sport, riperdendo così chili e tornando al mio peso forma. Questa ritrovata "normalità" non comprendeva però l'efficacia sulla schizofrenia, dato che l'effetto del farmaco sui sintomi era davvero MOLTO lieve. Insomma, la schizofrenia era ancora lì...
Stando però bene a livello fisico, non avevo alcuna intenzione di mollare il Seroquel e quindi di ripiombare in chissà quali effetti negativi di altri nuovi farmaci. Motivo per cui, con parecchia testardaggine, ho continuato col questo farmaco. Testardaggine premiata, perchè dopo circa due anni di assunzione, i sintomi hanno iniziato visibilmente a diminuire, e lo hanno fatto sempre di più, in maniera costante e graduale.
Non lo cambierei mai, anche se mi sono potuto permettere il lusso di aspettare così tanto tempo perchè la mia schizofrenia, forse, non è così forte nè così frequente (non lo è mai stata).

Fascia di età
Da 40 a 60 anni
Sesso
Uomo
Malattia trattata
Schizofrenia.


Altri contenuti interessanti su QSalute