Epatologia San Camillo

 
4.6 (11)
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto Malattie del fegato dell'Ospedale San Camillo di Roma, situato in piazza Carlo Forlanini 1 e facente parte dell'Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini, ha come Direttore sostituto il Dott. Adriano PELLICELLI. Il reparto si occupa delle patologie epato-spleno-pancreatiche, eseguendo attività di preparazione e Follow up del paziente candidato al trapianto di fegato, nonchè agobiopsie epatiche sotto controllo ecografico ed ecografie epatosplenopancreatiche. Fanno parte dell'equipe dell'unità operativa i dirigenti medici Dott. Giuseppe Cerasari (Centro di studio e management del trapianto epatico e pancreatico), Dott. Adriano Pellicelli (Malattie infettive in epatologia), dott. Roberto Villani, Dott.ssa D'Ambrosio Cecilia, Dott.ssa Fondacaro Lucia Maria, Dott. Guarascio Paolo, Dott. Andreoli Arnaldo.

Recensioni dei pazienti

11 recensioni

 
(9)
 
(1)
3 stelle
 
(0)
 
(1)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
4.6
 
4.6  (11)
 
4.6  (11)
 
4.8  (11)
 
4.5  (11)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Professionalità e disponibilità

Quando si trova un professionista, in particolare nella Sanità pubblica, con tale competenza e disponibilità verso tutti i pazienti, una pensa di non trovarsi in Italia ed invece ci si accorge che ci sono tanti medici che svolgono il proprio lavoro con professionalità e dedizione, spesso in strutture non proprio al meglio, spinti proprio dall'amore del proprio lavoro,spesso non riconosciuto e non ben retribuito, e disponibilità verso chi ha seri problemi di salute.
Grazie dottor Pellicelli.

Patologia trattata
Cirrosi epatica con epatocarcinoma.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Epatite cronica B

Ho 59 anni, a marzo 2019 sono stato visitato ambulatoriamente dal Dr. Pellicelli, primario del reparto di epatologia del San Camillo, per impostare un piano terapeutico per l'epatite cronica B che ho da diversi anni.
Un medico gentile, umano, accoglientee soprattutto che ascolta il paziente fornendo risposte da grande epatologo.
Ambiente accogliente e pulito.
Molto soddisfatto.

Patologia trattata
Epatite cronica B.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie!

Sono stata curata nel reparto Epatologia del San Camillo, erano anni che giravo per vari ospedali per problemi addominali. Nel 2017 sono stata malissimo e mi sono decisa a rivolgermi al S. Camillo, nella persona del dott. Adriano Pellicelli, che mi ha immediatamente fatto un FIBROSCAN, non sapevo nemmeno che esistesse, dal quale è venuta fuori una cirrosi epatica in stadio avanzato. In pochi mesi la malattia mi ha portato quasi alla morte, ma tutto lo staff ha lottato con me, mi hanno tenuto in vita aspettando un organo compatibile. L'intervento è stato lungo e difficile, ma oggi sto meglio di 20 anni fa. Debbo ringraziare il dott. Vennarecci e il prof. Ettore dal più profondo del cuore, mi hanno ridato la vita, tutto l'entourage del S. Camillo e Spallanzani, per l'assistenza, la pazienza, le cure che mi sono state fatte.
GRAZIE A TUTTI!

Patologia trattata
Cirrosi Epatica Nash.

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Finalmente una speranza

Mia madre è in cura presso il reparto di nefroepatologia, di cui è direttore il dr. Pellicelli, medico e persona infinitamente umana come lo sono tutti i dottori e le dottoresse con cui ho avuto la fortuna di poter parlare. Molto amorevoli gli infermieri e gli assistenti: per la prima volta mia madre, malata di cirrosi epatica, viene curata e accudita con la massima attenzione.
Finalmente dei medici e degli infermieri che danno una vera importanza alla vita.
Vorrei poter ringraziare tutti per la speranza che stanno dando alla mia famiglia , sappiamo bene che il percorso è ancora lungo e che forse non avremo il tempo per arrivare al trapianto, ma qui ci stanno provando davvero a salvare mia madre.
Grazie di cuore a tutti.

Patologia trattata
Cirrosi epatica.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Colangite

Mia moglie Paola Saccone è stata ricoverata in questo reparto dal 29 marzo 2018 al 6 aprile 2018 per addome acuto dovuto ad una colangite per sabbia nel coledoco. Un reparto di ottimi professionisti, molto competenti in epatologia.
Siamo rimasti soddisfatti anche dalla gentilezza del personale infermieristico ed ausiliario.

Patologia trattata
Colangite con probabile sabbia nel coledoco.
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Ringraziamenti

Sono stato in cura dal 2005 e in questi anni la bravura e professionalità del Dr. Pellicelli mi hanno consentito di fare quasi una vita normale. Fra alti e bassi della malattia, ma con interventi mirati sono arrivato fino al 2015, quando le nuove cure per l'epatite erano in commercio e così il grande Pellicelli mi mise in lista per i nuovi medicinali che mi hanno restituito serenità in quanto totalmente guarito (dopo un primo tentativo con Interferone, sospeso dopo 6 mesi per intervenute complicanze polmonari non riferibili alla cura, sono stato curato con Viekirax e Exveira della Sovaldi).
Un grazie va anche a tutto lo staff, infermieri compresi.

Patologia trattata
Epatite C.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Sincero ringraziamento al Dr. GIUSEPPE CERASARI

Sono una paziente in cura presso il dottor Cerasari dal 2009 e vorrei esprimere, con questa nota, la mia immensa gratitudine nei confronti di questo dottore dotato di rara sensibilità, non sempre riscontrabile, per tutta una serie di motivi. Essi sono, spesso, legati alla dura funzione di tale preziosa figura professionale e dei suoi collaboratori, messa a dura prova da un sistema sanitario che andrebbe difeso e non demolito. Il dottor Cerasari mi ha seguita sin dall'inizio della mia terapia, proprio come farebbe un angelo custode, e lungo tutto il suo percorso. Ciò ha significato non tenere conto, ad esempio, dell'orologio. Le sue visite sono sempre state estremamente soddisfacenti per la qualità ed il tempo che ha voluto dedicare al mio caso e per l'esaustività delle risposte fornite ai miei mille interrogativi. E ribadirei con quella straordinaria umiltà ed umanità che contraddistinguono un vero medico dal quale dipende spesso la vita di una persona. Le sue risposte ai miei quesiti sono state frutto di un costante aggiornamento professionale al quale il dottor Cerasari si sottopone. La scienza per tutte le malattie, ed in particolare per quelle dagli esiti problematici o addirittura fatali, offre, dall'oggi al domani, nuove risposte, nuove terapie. E la sfida è continua per questo grande professionista. Ogni paziente è per lui, al di là della sua vita vissuta e della sua condizione clinica, importante. Questo ed altri motivi succitati mi hanno consentito di riappropriarmi della propria vita. Lo potrei testimoniare in qualsiasi momento al di là di tale scritto. Affinché questo grande luminare possa dedicare maggior spazio alla ricerca ed alla cura dei pazienti, che gli sono sicuramente affezionati ed al quale devono la ripresa di una esistenza qualitativamente accettabile, al dottor Cerasari andrebbe affiancata una figura di supporto tecnico ed amministrativo che lo possa liberare dall'ingente, faticosa parte burocratica del suo lavoro (trascrizione ricette, protocolli terapeutici, AIFA), anzi della sua missione. Di fronte ad una vita salvata non possono esserci parole, frasi, riassunti, saggi che possano determinare esattamente quanta felicità e benessere abbia recuperato dopo tante prove e momenti difficili. Il mio ringraziamento a questo professionista si conclude qui. Sono certa che tali manifestazioni di stima e di affetto possano costituire il miglior carburante per chi, come il dottor Cerasari, ambisce a traguardi sempre nuovi nell'ambito della ricerca e della sconfitta di malattie terribili ed invalidanti.

Patologia trattata
Epatite C, Genotipo 1a.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
1.0

Esperienza negativa

Salve a tutti. Purtroppo devo dire che la mia esperienza in questo reparto è stata pessima. Mio padre è stato ricoverato a giugno in questa struttura per rottura varici esofagee; dopo circa una settimana è stato dimesso e nessuno ci ha detto che mio padre aveva pochi mesi di vita . Siamo anche andati a fare varie visite in intramoenia perchè mio padre stava sempre peggio. L'unica cosa che facevano era prescrivere nuove analisi e, alle nostre domande sui i problemi di mio padre, non abbiamo mai ricevuto nessun tipo di risposta. Alla fine abbiamo preso in mano la situazione ed io mi sono rivolta all'Antea, dove mi hanno detto che mio padre era una bomba ad orologeria.. Quindi è stato ricoverato da loro e tramite le cure palliative si è spento senza alcun dolore il 29 novembre scorso. Se amate i vostri cari non vi rivolgete a questo reparto.
Ah dimenticavo: mio padre era pieno di sfoghi sulla pelle che gli davano un prurito tremendo e, alla mia domanda se fosse il fegato, la risposta è stata "mica dipende tutto dal fegato, evidentemente è allergico (e quindi altri esami del sangue...).

Patologia trattata
Cirrosi epatica.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Un sincero ringraziamento

Un sincero ringraziamento per la capacità, la professionalità e l'umanità costanti dedicate, oltre che a mio nipote Fabio Mannoni, a noi familiari durante il periodo di permanenza nella struttura. Grazie di cuore a tutto il personale paramedico, al prof. Andreoli, ai dott.ri Pellicelli, Villani, Cerasari ed alle dott.sse D'ambrosio e Fundacaro. Siete delle persone speciali, di nuovo grazie.
Irene Fraschetti

Patologia trattata
Epatica.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

ringraziamento al dott. Andreoli Arnaldo

non ci sono parole per descrivere questo reparto e soprattutto un primario di eccellenza come il dott. Andreoli, un vero professionista.

Patologia trattata
malattia di crohn ed epatologiche.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Reparto ottimo

Il reparto ha grosse competenze, ma la regione lazio vorrebbe farlo sparire. Questa è la giustizia regionale..

Patologia trattata
Cirrosi epatica.


Altri contenuti interessanti su QSalute