Chirurgia d'Urgenza San Camillo

 
3.9 (40)
Scrivi Recensione
Il reparto di Chirurgia Generale 1, Endocrina, Bariatrica e d'Urgenza dell'Ospedale San Camillo di Roma, situato in piazza Carlo Forlanini 1 e facente parte dell'Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini, ha come Direttore il Dott. Pierluigi Marini. Il reparto si occupa delle patologie chirurgiche con particolare attenzione ai pazienti da trattare in regime d'urgenza, eseguendo interventi di chirurgia videolaparoscopica avanzata e del politrauma grave. Attività nell'ambito della Chirurgia programmata: chirurgia generale ed oncologica dell’apparato digerente; interventi per obesità patologica; interventi per patologia endocrina; trattamento chirurgico delle malattie infiammatorie croniche intestinali; trattamento delle patologie del giunto gastro-esofageo; interventi per ernie inguinali e della parete addominale anteriore. Afferisce al reparto la UOSD di Colonproctologia. Fanno parte dell'equipe i dirigenti medici Dott. Adami Ennio, Dott. Alessandroni Luciano, Dott.ssa Attinà Graziella, Dott. Benini Bruno, Dott.ssa Casale Sabrina, Dott. Capaldi Massimo, Dott. Cataldi Carlo, Dott. Liotta Gianluca, Dott. Mancini Renato, Dott. Manfroni Stefano, Dott.ssa Mastropietro Tiziana, Dott. Paganelli Livio, Dott. Papa Luigi, Dott. Pistocchi Mario, Dott.ssa Salvatelli Maura, Dott. Saraco Enrico, Dott. Sciacca Pietro, Dott. Scocchera Francesco, Dott. Serao Angelo, Dott.ssa Trezza Giovanna, Dott. Truosolo Bruno, Dott. Tufodandria Giovanni.

Recensioni dei pazienti

40 recensioni

 
(23)
 
(5)
 
(6)
 
(3)
 
(3)
Voto medio 
 
3.9
 
4.3  (40)
 
4.0  (40)
 
3.8  (40)
 
3.6  (40)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie di cuore alla Dott.ssa Graziella Attinà

Ringrazio di cuore la Dott.ssa Attinà, la cui gentilezza e professionalità si sono manifestate non solamente durante il ricovero, ma anche in occasione della visita di controllo. Sono stato trattato benissimo e nonostante la forte agitazione per l'intervento, ben evidente a tutti gli operatori, sia in sede di reparto che in sala operatoria fino al momento della sedazione, il chirurgo (Dott.ssa Graziella Attinà), l'anestesista e tutta l'equipe medica, mi hanno tranquillizzato e trattato nel migliore dei modi. Non voglio esagerare sostenendo che trovarsi in questo reparto è come sentirsi a casa propria, ma ricevere tranquillità, assistenza e un sorriso al momento giusto, risultano attenzioni sempre più rare nel mondo ospedaliero - e lo dico per esperienza.
Grazie di cuore!

Patologia trattata
Ernia inguinale bilaterale.



Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti

Un apprezzamento per l'efficienza e la solerzia dell'Ospedale San Camillo per aver diagnosticato ed effettuato un'occlusione intestinale in meno di 12 ore dal ricovero.
Una riconoscenza particolare al Dott. Luigi Papa per la professionalità e l'umanità dimostrate sia con la sottoscritta, che nell'intervento effettuato in laparoscopia.
La premura del Dott. Papa è seguita anche durante le sue ferie (l'intervento è stato effettuato il 27/7 ed il Dott. Papa è andato in ferie il 4/8), contattandomi più volte per avere notizie sul decorso dell'intervento.
GRAZIE di tutto.
Serenella Fioravanti

Patologia trattata
Occlusione intestinale.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

San Camillo reparto chirurgia generale

Grazie per tutta la collaborazione e l’attenzione avuta sia per me che per tutti i pazienti ricoverati !
Grazie al Dr. Adami e naturalmente al suo team. Oggi sono adatta dal Dr. Soli al reparto di ematologia e mi ha detto che sto abbastanza bene e il mio linfoma se n’è andato!!! Grazie, mi avete salvato la vita. Dopo che il Dr. Adami mi ha operato togliendomi la milza grossa di due chili (dopo la biopsia della milza c’era linfoma non hodgkin) sono stata subito bene!!
Grazie a tutti ed un abbraccio grande al Dr. Adami!!!

Patologia trattata
Splenectomia.

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Chirurgia bariatrica (lap band)

Intervento di Bendaggio gastrico laparoscopico con sistema LAP-BAND.
Posso solo commentare positivamente. Grazie al dott. Papa Luigi la mia vita sta cambiando! Grazie.

Patologia trattata
Obesità.
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

PAZIENTE CRONICO

Quello diretto dal Prof. Marini è il classico reparto che chiunque sia scampato al pericolo di una patologia chirurgica trattata in regime d'urgenza, non può non ricordare con estrema gratitudine: ciò in quanto lo stato di emergenza lascia spazio solo alla soluzione del problema cruciale ed estemporaneo, per cui è ovvio che qualsiasi altra priorità svanisca. Il problema sorge quando da una patologia chirurgica affrontata in regime d'urgenza, scaturisce una condizione di cronicità ed è proprio allora che tutte le vulnerabilità del sistema affiorano, svelando le molteplici criticità che caratterizzano il reparto e che rendono miserrimi gli standard dei servizi forniti al paziente. Comincio col dire che l'equipe medica si compone di personalità di altissimo profilo, sia per ciò che concerne l'aspetto professionale, sia in termini di empatia e umanità, ma ciò che a me appare è che non si tratta di una squadra, ma di un insieme di personalità singole e a sé stanti. Io sono approdata in reparto per la prima volta alla fine di Agosto del 2013, per quello che avevo creduto potesse essere un banalissimo ascesso perianale e che a breve si è rivelato l'inizio di un incubo, durato tre anni al solo San Camillo, e che di fatto non finirà. L'impatto col primo chirurgo in sala non era stato dei migliori, il Dott. Ennio Adami non brilla per la sua capacità di comunicare con i pazienti, ma è certamente una delle eccellenze di cui si avvale il reparto ed è stato grazie a lui, che ha intuito una gravità maggiore rispetto alle apparenze, che seppur con non poche difficoltà, sono stata dimessa dopo tre settimane in condizioni discrete, supportata dal mirabile operato del Dott. Renato Mancini, che sia durante il ricovero che nei due mesi successivi mi ha trattata con la VAC. Risolta la fase emergenziale, una RMN aveva evidenziato una patologia chirurgica proctologica, una fistola biforcuta complessa e anomala che avrebbe implicato una serie di interventi chirurgici, con tutta una serie di conseguenze, non solo strettamente mediche. Vennero fatte alcune (poche) investigazioni per determinare una causa alla quale si potesse imputare la mia condizione, ma non avendo ottenuto alcun riscontro, ebbe inizio il "toto- diagnosi" delle opinioni, quello in cui ognuno non ha lesinato la propria opinione, per nulla avvalorata da studi clinici in grado di accreditarla e, soprattutto, non richiesta da nessuno. Io sono una paziente bariatrica, essendomi sottoposta nel 2006 a DBP presso un altro nosocomio per mia libera scelta, per cui la mia condizione di "paziente bariatrica" è diventata l'ancora di salvezza per le diagnosi e le sentenze più disparate. Già, perché il primo vero problema che personalmente ho riscontrato è la presunta competenza in chirurgia bariatrica, quella che condita di un'insopportabile arroganza, spinge molti chirurghi che in vita loro un intervento di bariatrica non lo hanno fatto mai, a proiettare le loro diagnosi mancate sul paziente, creando un vero e proprio pregiudizio: i pazienti bariatrici non piacciono, soprattutto quelli operati da altri e con procedure che non siano l'anacronistico bendaggio gastrico, l'unico intervento di chirurgia bariatrica praticato, e solo sporadicamente, in reparto. Nei confronti del paziente bariatrico in generale regna un vero e proprio pregiudizio che non di rado sfocia nella mancanza di rispetto: non lo si ascolta, non gli si crede e non lo si considera alla stregua degli altri, senza contare che ogni qual volta un chirurgo non è in grado di fare una diagnosi, proiettare i propri limiti sul paziente bariatrico è la regola, per cui qualsiasi cosa ti venga, la causa è l'intervento al quale sei stato sottoposto, malgrado la statistica dimostri che non è assolutamente vero. Poi c'è il problema della chirurgia proctologica, quella per la quale siamo stati in molti ad esultare per l'arrivo in reparto del Dott. Luciano Alessandroni, perché oltre ad essere un chirurgo straordinario al limite del taumaturgico, è anche persona straordinaria, amabile e dotata di tutte le qualità necessarie a curare pazienti affetti da patologie dolorose e deprimenti, con tutta una serie di interventi il cui esito è comunque incerto ma che sono, di fatto, l'unica via percorribile. Essere paziente di Luciano Alessandroni significa affrontare qualsiasi sofferenza e qualsiasi difficoltà con pazienza, fiducia e coraggio, non fosse altro per non deludere lui, che per i suoi pazienti si prodiga come nessun altro. Peccato che qui subentri un altro problema di notevole entità: la proctologica in questo reparto pare sia chirurgia di serie B e di serie C sono i pazienti cronici proctologici. Un paziente proctologico deve essere sottoposto a interventi multipli a scadenze prefissate, la programmazione sarebbe fondamentale e non solo per l'operatore, in quanto l'esposizione continua, il dolore cronico e tutto ciò che accompagna patologie che non si risolvono con un unico intervento, è avvilente e deprimente. I pazienti cronici si lamentano, spesso manifestano la loro insofferenza, dal reparto vengono considerati una rottura, un fastidio di cui liberarsi e nei confronti dei quali non c'è il minimo rispetto. A dimostrazione di ciò le medicazioni, quando non vengono accollate al Dott. Alessandroni e dirottate al Pad. Busi (dove visita 30 persone per volta), vengono organizzate al Pad. Baccelli, dove il chirurgo arriva se, quando e come gli pare e gli appuntamenti non hanno alcun valore e dove una persona operata al retto due giorni prima e che quindi meno sta seduto e meglio è, è costretto ad attendere anche 4 ore prima che qualcuno si degni di cominciare a lavorare, malgrado il reparto sia caratterizzato dalla presenza di un numero di chirurghi che non si conta in nessun altro posto del pianeta. Per medicare i pazienti chirurgici proctologici arriva qualcuno quando e come gli va, in un contesto "arricchito" dalla presenza di infermiere che incarnano il becerume e la maleducazione, dove si lasciano le porte aperte mentre i pazienti sono senza mutande sui lettini da visita e dove i colleghi entrano senza bussare per comunicare al collega impegnato con un paziente, i propri affari personali. Il regime in cui vengono curati i pazienti cronici è questo e definirlo semplicemente scandaloso è un eufemismo. A ciò si aggiunge la sporcizia delle sale in cui vengono medicati i pazienti, la presenza di infermieri affetti da influenza e con febbre che assistono i pazienti operati, l'assoluta mancanza di controllo dei flussi dall'esterno per cui nell'orario di visita che al capezzale di un malato ci siano dieci persone incuranti degli altri pazienti appena operati è la regola, un'alta incidenza di infezioni iatrogene e l'atteggiamento scocciato dell'80% del personale medico e paramedico. Il rispetto della privacy è fantascienza, i medici fanno a gara per schivare i colloqui con i parenti dei malati e gli infermieri si dividono tra coloro che si prodigano fino allo sfinimento all'insegna dell'optimum della professionalità, e coloro che come unico talento hanno quello di mandare qualcun'altro al posto loro quando un paziente chiama, preferibilmente gli allievi.
Ho frequentato per tre anni consecutivi il reparto, gli ambulatori, il personale: più passa il tempo e più un paziente cronico diventa un fastidio, una rottura e l'atteggiamento generale è inequivocabile. Avendo superato la fase della riconoscenza del primo ricovero e non essendo arrivata oltre il mezzo secolo per permettere a chicchessia di rapportarsi nei miei confronti come fossi un mero numero, ho deciso di rinunciare alle cure, malgrado sia assolutamente convinta che nessun chirurgo potrebbe mai curarmi come il Dott. Luciano Alessandroni, il quale, però, è assoggettato all'andazzo generale e non ha alcuna autonomia di gestione della sua chirurgia. Scrivo tutto ciò oggi, 27/07/2017, dopo aver trascorso gli ultimi tre giorni a trattare l'ennesimo ascesso perianale con impacchi di Ittiolo e ammollo in acqua salata bollente, assumendo Ciproxin 500 x 3 come di consueto: purtroppo la chirurgia non sempre è risolutiva, i chirurghi non sono maghi e non ci si possono aspettare miracoli. Tuttavia sono persone ed esercenti di servizi di pubblica necessità ai sensi del Codice Civile, che oltre ad avere i vincoli etici ippocratici ai quali si appellano quando viene loro comodo, hanno obblighi contrattuali ed extracontrattuali a fronte di stipendi pagati dalla collettività, anche da quei pazienti noiosi e così poco entusiasmanti che sono proctologici cronici e bariatrici, cosa di cui si scordano troppo spesso. Non avendo alcuna voglia di subire una volta di più atteggiamenti che sarei stata costretta a denunciare, ho preferito tenermi alla larga dal reparto e l'ho fatto in nome del rispetto, della stima e della riconoscenza nei confronti di coloro che si sono presi cura di me in modo impeccabile e che meriterebbero di lavorare in condizioni migliori: un grazie eterno al Dott. Adami, al Dott. Mancini, alla Dott.ssa Staltari, alla Dott.ssa Casale.

Patologia trattata
Fistola biforcuta complessa.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti

Ottimo lo staff medico, ma un plauso particolare a tutto il personale paramedico. Ad un anno esatto dalla mia degenza in reparto, vorrei ringraziare tutto il personale infermieristico. Marco un pilastro del reparto; Antonella modi spicci ma efficientissima; tutti gli altri (di cui non ricordo i nomi) bravi davvero.
Grazie ancora.

Patologia trattata
Intervento chirurgico milza.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Emicolectomia

Sono contenta di avere questa occasione per ringraziare il Dott. Pierluigi Marini in primis, e tutti i chirurghi del reparto di Chirurgia generale, che durante questa esperienza di ricovero si sono presi cura di me costantemente nelle varie fasi ed "emergenze", assistendomi sempre con disponibilità e professionalità, ma soprattutto con un approccio sempre cordiale, rassicurante e di sostegno in quei "tuoi" momenti bui!!
Il prof. Marini è una persona davvero speciale non solo per la sua indiscussa professionalità, ma per l’approccio empatico e umano che ha con i pazienti: con poche parole riesce a trasmetterti fiducia e coraggio in quei momenti così difficili da sembrarti insuperabili.
Quindi un grazie, grazie, grazie di CUORE a tutti i chirurghi ed a tutto lo staff infermieristico.
Licia
P.S. @PapaLuigi .. sempre forza Roma!

Patologia trattata
Emicolectomia sx;
fibroma uterino.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Un angelo nelle vesti del Dr. Luigi Papa

Nella disgrazia di incorrere in un improvviso intervento d'urgenza, ho avuto la fortuna di affrontare tale avventura con l'assistenza del Dr. Luigi Papa grazie a un cambio turno al P.S.
Diretto, chiaro, a volte crudo nelle spiegazioni, è di una professionalità, gentilezza e profonda attenzione nel seguire il paziente che, sinceramente, non mi aspettavo trattandosi di Ospedale pubblico. Non mi ha mai abbandonata, non si è mai dimenticato di me neppure quando disperavo di non vederlo arrivare il giorno per vedere come stavo. Prima, durante e post operazione: lui c'e sempre.
Nella sfortuna, posso dire di essere stata fortunata. Grazie My Doctor!

Patologia trattata
Emicolectomia sx.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie di cuore al Dott. Luigi Papa

Competenza, disponibilità, professionalità, cordialità e umanità. Crea un clima di serenità e di fiducia che rende piacevole il soggiorno. Complimenti da parte mia e di mia madre (tutte e due operate dal Dott. Papa Luigi).

Patologia trattata
Noduli tiroidei. Gozzo.
Voto medio 
 
3.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

I miei complimenti!!

Reparto eccellente per quanto concerne la pronta assistenza e il livello di competenza e professionalità. FANTASTICIIII!!!!

Patologia trattata
Gozzo tossico.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

La ringrazio dott.ssa Maura Salvatelli

Sono una ragazza polacca e vorrei ringraziare la dott.ssa Maura Salvatelli che ha effettuato l'intervento alla tiroide. Grazie. Ringrazio anche tutto il reparto chirurgico, sono stati molto gentili.
Auguro un buon lavoro.

Patologia trattata
Alla tiroide.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Grazie al dott. Benini Bruno

Voglio ringraziare il Dott. Benini Bruno per aver salvato mia madre, anziana, con una brutta diverticolite andata in peritonite. Mia madre si è ripresa subito perchè è stata operata senza tagli, ma solo con dei piccoli buchi. Il dottore ha avuto tanta pazienza con noi figli e con nostra madre, spiegandoci tutto ed incoraggiandoci. Grazie.

Patologia trattata
Peritonite.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

TIROIDECTOMIA TOTALE

Un sentito ringraziamento al prof. PIERLUIGI MARINI e alla sua equipe per la competenza e professionalità.
Grazie di cuore.
Giovanni Pau.

Patologia trattata
NODULO TIROIDEO TIR 3.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie di cuore al Dott. Bruno Benini

Il 17 Luglio 2012 il Dott. Bruno Benini, dopo un intervento di 17 ore, salvava la vita a mia moglie Emanuela. Ad oggi Emanuela ha ancora molte problematiche, non deambula ed e' difficile da trasportare. Appena la situazione migliorerà non mancheremo di andarlo a ringraziare di persona. Naturalmente il ringraziamento va anche a tutta l'equipe della medicina d'urgenza, a tutta l'equipe del prof. Nardi del CR1 e tutta l'equipe del Dott. Scarponi di medicina critica. Grazie di cuore.
Emanuela e Fabio.

Patologia trattata
Politrauma da defenestramento.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti al dottor Luigi Papa

Nostra madre, Polidori Anna, veniva dimessa il giorno 2 settembre a distanza di sei giorni dopo un intervento d'urgenza per briglia intestinale aderenziale e grave occlusione. Il dottor Luigi Papa ci informava con chiarezza e semplicità della necessità di intervenire per salvarle la vita.
Così le ha salvato la vita davvero, continuando a spiegare e a rassicurarci sui fatti anche durante l'operazione, tramite il suo staff.
Nostra madre, tra poco ottantenne, sta ogni giorno meglio.
Grazie con tutto il cuore al dottor Luigi Papa.
I figli della paziente,
Samantha, Rossella e Alberto.

Patologia trattata
Briglia intestinale aderenziale e grave occlusione.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

GRAZIE DI CUORE AL DOTT STEFANO MANFRONI

NON FINIREMO MAI DI RINGRAZIARE IL DOTT. STEFANO MANFRONI E TUTTA LA SUA EQUIPE PER AVER SALVATO LA VITA DELLA NOSTRA FRANCESCA LA NOTTE DEL 20/1/2014 PER UNA EMORRAGIA INTERNA PROVOCATA DA UNA GRAVIDANZA EXTRAUTERINA.

Patologia trattata
PERFORAZIONE DELL'INTESTINO CON EMORRAGIA ATTIVA.
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

Ringraziamento al Dr. Truosolo Bruno

Con la presente intendo ringraziare vivamente tutti i medici del reparto, in particolare il Dott. Truosolo Bruno per la sua competenza, la professionalità e, non per ultima, per la sua premurosità.
Grazie al loro intervento, in urgenza, non solo sono ancora qui a ringraziare, ma la mia qualità di vita è migliorata.

Patologia trattata
Diverticolite acuta perforata.
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
4.0

Grazie dott. Papa

Grazie al dottor Papa che mi ha operato, ora sto bene. Molto bravo e scrupoloso, mi ha dato coraggio ed ho provato grande fiducia nei suoi confronti; ha un modo nello spiegare le cose particolare, non spreca molte parole, ma utilizza solo quelle necessarie.

Patologia trattata
Peritonite acuta biliare da perforazione di colecistite acuta litiasica gangrenata.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamento ai chirurghi ed allo staff

Ricoverata il 30 giugno 2012 per forti dolori addominali, sono stata operata d'urgenza dal dott. E. Mancini assistito dal dott. B. Verde per diverticolite acuta perforata e conseguente peritonite. Io ignoravo di essere affetta da questa patologia. E' stata necessaria la resezione di un tratto dell'intestino sigma con conseguente apertura di una stomia addominale. Nel corso del ricovero si è presentato anche uno pneumotorace, prontamente drenato. Dopo circa 9 mesi il dott. Mancini, assistito dal dott. L. Papa, ha effettuato un nuovo intervento di ricanalizzazione dell’intestino, eliminando la stomia. La ripresa delle normali funzioni fisiologiche è stata completa ed ora, a distanza di due mesi dal secondo intervento, vorrei ringraziare i chirurghi per la loro competenza, professionalità e disponibilità. Sono stata costantemente seguita per tutto il periodo del ricovero ed anche nelle fasi successive con molta cura. Un sincero ringraziamento, quindi, ai chirurghi ed a tutto lo staff infermieristico per le loro doti umane oltre che professionali, capaci di creare in ospedale un ambiente accogliente e gradevole. Grazie!

Patologia trattata
Diverticolite acuta perforata con peritonite.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Dott. Francesco Scocchera

Il modesto dottor Francesco Scocchera merita particolare evidenza per l'accuratezza delle sue prestazioni e per la competenza professionale.

Patologia trattata
Appendicite, risultata complessa e congiunta ad un ascesso non previsto.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Forse si poteva evitare

Mio padre è stato operato dallo staff della chirurgia d'urgenza del S. Camillo, e precisamente dal dottor Sciacca Pietro, in regime d'intramoenia. per quanto concordi sul senso di umanità e gentilezza di questo dottore e maestria chirurgica, ritengo che non si sia valutata la necessità di operare un'ernia inguinale, che mio padre aveva da tempo, che si è intasata il 13° giorno dall'operazione. Infatti, il giorno dopo la sue dimissioni, mio padre (mandato a casa con episodi di vomito) ha cominciato a stare male tanto da indurmi a chiamare il 118 e la sera stessa mio padre è deceduto per una complicazione che si poteva benissimo evitare. In tutto ciò ho ancora molti dubbi sulla necessità dell'intervento, visto che il polipo sessile dell'angolo colico non era nè ulceroso, nè positivo all'esame istologico.

Patologia trattata
Emicolectomia destra.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti dott.ssa Salvatelli e staff tutto

In data 9 ottobre 2012 sono stata operata dalla dott.ssa Maura Salvatelli, medico veramente professionale, sempre disponibile e dall'ottimo rapporto umano. Un grazie enorme anche alla specializzanda dott.ssa Chiara Benucci per la pazienza e dolcezza. Grazie per le vostre competenze. Volevo fare un ringraziamento speciale alla dott.ssa Staltari, al dott. Crescentini, all'anestesista dott. Carlo Lofaro e a tutti gli infermieri del reparto e sala operatoria: siete persone deliziose con un grande cuore. Prego tutti giorni per voi... vi porto nei cuore...anche se tornerò in Ucraina per sempre.
Grazie ancora mille, mille volte alla dott.ssa Salvatelli e dott.ssa Benucci.
Tutto di alto livello.
Con affetto, Lina Klishch.

Patologia trattata
Fistola colovescicale.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grande competenza medico- infermieristica

La famiglia Sacripanti sente il dovere di ringraziare tutti i componenti di questo reparto ed in particolare:
il dottor Sciacca per le sue capacità di chirurgo e per le doti di umanità dimostrate verso il paziente ed i propri familiari;
il personale infermieristico per come ha saputo curare ed alleviare le sofferenze del nostro papà;
il personale delle pulizie per aver curato l'igiene del reparto in maniera impeccabile.
grazie...

Patologia trattata
decorso post operatorio su paziente con metastasi tumorali diffuse.
Voto medio 
 
3.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
2.0

dott.ssa Salvatelli

Dopo una pessima esperienza in pronto soccorso, sono finito nelle "fortunate mani" della dottoressa Salvatelli che mi ha salvato con un ottimo intervento.
Dopo lo stesso, anche l'assistenza in reparto e' stata buona, purtroppo complicata dalla nota nevicata del febbraio; comunque ancora un grazie alla dottoressa ed al suo staff.

Patologia trattata
Peritonite.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

ringraziamento dott. Truosolo

Desidero ringraziare il dott. BRUNO TRUOSOLO per la competenza, professionalità, gentilezza, disponibilità ed umanità riscontrate prima, durante e dopo l'intervento a cui mio figlio si è dovuto sottoporre in regime d'urgenza con esito positivo.
Carissimo dott. Truosolo, non finirò mai di ringraziarla.
Gianni Scacco

Patologia trattata
diverticolite acuta perforata.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Ringraziamento dott.ri Sciacca, Salvatelli e staff

Vorrei ringraziare profondamente i chirughi Pietro Sciacca e Maura Salvatelli, così come i medici e gli infermieri in servizio al reparto chirurgia generale e d'urgenza del AOSCF, per le lore competenze, disponbilità e gentilezza dimostrate durante l'intervento che ho subìto e la successiva permanenza al reparto.

Non solo sono stata operata tempestivamente e con ottimi risultati, ma mi è anche stata regalata una suturazione 'estetica' sulla pancia che non dovrebbe lasciare grandi segni.

Nonostante difficoltà di organica dovuta al periodo di neve a Roma (i primi di febbraio 2012), le infermiere si dimostravano sempre disponibile e gentili, rispondendo con grande umanità e pazienza alle mille richieste di noi pazienti.

Dopo tutte le notizie negative che si leggono talvolta nei giornali, e testimone dei tanti problemi strutturali che il personale debba affrontare, ci tengo a testimoniare di aver trovato qui non solo una grande professionalità ma anche un ambiente simpatico, accogliente, che giova enormemente al recupero. Grazie mille!

Patologia trattata
Volvolo intestinale.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

pinza nell'addome

Mia madre è stata operata per una resezione del colon dovuta ad una diverticolite. Le hanno lasciato una kelly nell'addome. é stato un miracolo se si è salvata.. non posso ripensare a quello che abbiamo passato (mia madre ancora non dorme la notte e sogna la seconda operazione). La mia è stata una esperienza davvero negativa!

Patologia trattata
resezione del colon per diverticolite.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Bruttissima esperienza

Mia moglie è stata operata dal dott. Antonellis e per sbaglio le è stata tagliata la vena del fegato e della bile. Causa nostra forte pressione, è stata poi trasferita al reparto trapianti allo Spallanzani e operata nuovamente dal Dr. ETTORRE, a cui va il nostro piu sentito ringraziamento per aver recuperato il nostro congiunto.
L'esperienza al San Camillo è stata per noi assolutamente negativa.

Patologia trattata
Colecistectomia.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

ottimo il dott. Papa

Solo grazie alla terapia impostata dal Dott. Luigi Papa sono riuscito a risolvere il problema di mio padre. Era stato visitato da molti colleghi del reparto, dimesso senza una diagnosi, con opinioni del tutto contrastanti. Mi chiedo come sia possibile che un chirurgo mi dica di operare e l'altro no? grazie al dott. Papa sono riuscito a risolvere il problema senza un intervento. Ho notato comunque una scarsa professionalita di tutto il reparto, e un modo di comunicare con i pazienti del tutto indisponente!

Patologia trattata
diverticoli.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Dott.ssa Patrizia Staltari

Vorrei ringraziare tutto il personale del Pronto Soccorso e dei Reparti di Medicina d'Urgenza e Cardiologia, gli infermieri i Medici dell'Ospedale San Camillo ma in particolare la Dott.ssa Patrizia Staltari: un ringraziamento speciale dovuto a questa dottoressa umana e attenta... A seguito di caduta mi sono procurato un'ampia ferita lacerocontusa al labbro inferiore trapassante in cavità buccale. E' stata eseguita la sutura del labbro sia sul versante cutaneo che mucoso.
Grazie, Luigi De Sorbo.

Patologia trattata
Ampia ferita lacerocontusa labbro inferiore trapassante in cavità buccale.
Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
4.0

Commento su ricovero

un grazie speciale allo staff medico di chirurgia d'urgenza del san camillo e soprattutto alla dottoressa Trezza Giovanna, che con la sua professionalità, disponibilità e competenza ha portato a guarigione completa mio padre a marzo 2010.
Spero che di medici così "umani" ce ne siano veramente di più, perchè aver fiducia del medico in cui uno affida la propria vita, è già un buon passo per farsi curare serenamente.
Grazie dott'ssa TREZZA
M.Grazia

Patologia trattata
Gangrena Di Fournier
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Patrizia Staltari

A me è andata bene. Dal pronto soccorso, dove hanno diagnosticato subito il problema, al reparto e l'operazione.
Un ringraziamento speciale alla Dott.ssa Patrizia Staltari, umana e attenta come dovrebbe essere sempre un medico con tutti i pazienti gravi e non.
Le infermiere? Poco disponibili e a parer mio non adatte a stare con le persone che stanno male.

Patologia trattata
Appendicectomia
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Stefano Manfroni

Un semplice grazie!
Ho superato un ostacolo "fastidioso"..."doloroso", grazie non solo alla professionalità del Dott. Stefano Manfroni, ma anche al suo modo di porsi.
L'imbarazzo superato già dalla prima visita, la tranquillità trasmessa in sala operatoria...
Ho insegnato bioetica e continuo a studiarla ancora ed è piacevole riscoprire che la "medicina umanizzata" esiste e non la riconosci dalle parole ma anche da una sincera, poco formale stretta di mano ed un sorriso.
Alessia

Patologia trattata
delicato intervento di chirurgia
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

un ringraziamento al dott. Carlo Cataldi

Voglio riportare un ringraziamento particolare al medico chirurgo che ha operato mia madre pochi giorni fa e che le ha prestato assistenza quotidianamente, accertandosi delle sue condizioni con estrema attenzione.
Purtroppo è stata l'unica persona che con responsabilità si è dedicata ai pazienti in questi giorni, il resto del reparto mi ha personalmente deluso.

Patologia trattata
blocco intestinale.
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

commento

Sono stato trasferito dalla rianimazione in una stanza della chirurgia d'urgenza, nella stessa stanza c'era un povero signore che perdeva sangue che poi è morto nella giornata!
Le pulizie sono state fatte solo a fronte di una telefonata ai Carabinieri (mi è stato detto che le pulizie vengono fatte solo di mattina) visto che ero reduce di una setticemia e l'ambiente quindi non consono!
Infermieri maleducati con i pazienti e maggiormente con i familiari se si trattenevano per un solo secondo oltre l'orario di visita, visto che il loro parente era molto malato. Ho avuto dolori addominali fortissimi dovuti ad un'emorraggia interna ed alle mie richieste di aiuto mi è stato detto di dover andare in bagno che sicuramente ero costipato e mi è stato fatto un clistere! Mi è stata fatta una TAC solo dopo 16 ore dall'inizio dei dolori e sono stato (ovviamente) operato d'urgenza!!

Patologia trattata
Emoperitoneo
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Dimissioni facili

Nel mio personale caso ho riscontrato poca disponibilità dei medici a parlare con i parenti dei pazienti, mancanza aggravata dalle condizioni di non capacità di intendere e volere della paziente. Orari di visita impossibili, unito ai modi poco gentili del personale infermieristico.

Patologia trattata
sospetta occlusione intestinale
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Evviva Il San Camillo

Nonostante il mio arrivo al Pronto Soccorso febbricitante e sconsolato, ho avuto subito il piacere di trovare davanti a me una equipe di persone umili e attente. La diagnosi non era facile, o meglio, non così evidente, e ho subito apprezzato la loro capacità di consultarsi e affrontare situazioni insieme. Dopo vari esami un chirurgo probabilemnte addetto alla consulenza finale ha sottolineato l'urgenza di un intervento da condurre di lì a brevissimo tempo. La perosna in questione è la Dottoressa Tiziana Mastropietro che ringrazio per la sua disponibilità pre e post operatoria. In generale ho apprezzato tutto del Reparto ma soprattutto la loro facilità e armoniosa voglia di lavorare 'in equipe''. Io per natura sono un po' individualista quaindi anche per me è stata una bella sorpresa!!!
Lamberto Paolinelli

Patologia trattata
APPENDICECTOMIA sottoepatica. Accesso mediano a causa di posizione centrale alta, ascesso e gangrena.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

DOTT CARLO CATALDI

sono stato portato tempestivamente in chirurgia d'urgenza per l'allora sospetta occlusione intestinale. il mio commento si rivolge al chirurgo CARLO CATALDI, rivolgendo a lui i miei complimenti per aver diagnosticato rapidamente la mia patologia e di conseguenza di essere intervenuto per tempo al mio conseguente intervento che si è protratto per ben 8 ore ossia dalle 10 di sera alle sei del mattino.

Patologia trattata
occlusione intestinale
Voto medio 
 
1.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

tutto molto discutibile

ricovero d'urgenza per sospetta lesione pancreatica che ha causato una sub-occlusione intestinale, diagnosi di diverticolo duodenale per cui non necessità di intervenire ma solo di stabilizzare il quadro. Scarsissima disponibilità dei medici a parlare con i famigliari e a informare sullo stato del paziente e sulle cure in atto (un solo medico ha fatto in parte eccezione), poca capacità di prendersi cura delle patologie concomitanti che necessitavano comunque particolari attenzioni, buona disponibilità da parte di alcune infermiere a comprendere la situazione.

Patologia trattata
sospetta lesione pancreatica
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

vergogna!!!

Se avessimo saputo prima mio padre non si sarebbe certo messo nelle mani del signor donato antonellis, primario di questo reparto, che dopo 5 interventi in 1 mese (!!!!) non e’ riuscito a recuperare un suo grave errore in seguito ad una semplicissima laparoscopia per colecisti.
Lo abbiamo allora portato in un altro ospedale (grazie S.Andrea!) .

Patologia trattata
colecistectomia


Altri contenuti interessanti su QSalute