Pediatria San Camillo

 
4.2 (14)
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Pediatria ed ematologia pediatrica dell'Ospedale San Camillo di Roma, situato in piazza Carlo Forlanini 1 e facente parte dell'Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini, ha come Direttore il Dott. Mauro Calvani. Il reparto, ubicato presso il padiglione Baccelli, vanta l'alta specializzazione in allergologia e consta di un'area degenze, di un centro prelievi pediatrico, di Day Hospital, ambulatorio e di un Pronto Soccorso pediatrico. Fanno parte dell'equipe dell'unità operativa i dirigenti medici Dott.ssa Bianchi Anna Maria, Dott.ssa Chiodi Rosa, Dott.ssa Cecchini Teresa, Dott.ssa Di Bartolomeo Rossella, Dott.ssa Di Pasquale Laura, Dott.ssa Ferraro Antonella, Dott.ssa Girardi Elisabetta (Co.Co.Co.), Dott.ssa Mazzoli Francesca, Dott.ssa Barbara Paggi (UOS Pronto Soccorso Pediatrico).

Recensioni dei pazienti

14 recensioni

 
(10)
 
(1)
3 stelle
 
(0)
 
(3)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
4.2
 
4.2  (14)
 
4.2  (14)
 
4.5  (14)
 
3.9  (14)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Elogi al Dott. Calvani Mauro

Nel lontano 1989, il Dott. Calvani Mauro riusci' laddove nessun'altro è riuscito, salvando la vita di mio figlio (all'epoca 10 mesi) da morte certa, per un maledetto virus la cui provenienza era sconosciuta.
Oggi mio figlio è un uomo di 30 anni, e ogni qualvolta lo vedo, ricordo il dottore.
Sempre grato.
Un PROFESSIONISTA, UN UOMO, UN VERO MEDICO.

Patologia trattata
Meningite virale.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Non lo consiglio

Avevamo la visita una settimana fa, casualita' il bambino aveva i broncospasmi in atto. Orario visita alle 10.00. Aspettando fino le 11.30 nell'androne e essendo per tutto quel tempo sempre gli stessi, abbiamo accertato che i pazienti di quel dottore erano ancora fermi al primo della giornata (che aveva appuntamento alle 8.30) ma che ancora era lì con noi... Avendo il bimbo che stava peggiorando, vado dall'infermiera (aspettando anche lei, perche' entrava ed usciva), la volevo informare di cancellare il nostro nome. Sentendo le mie parole, mi prega di restare per un controllo al volo, bussa di corsa all'altra dottoressa che visita al volo mio figlio, dicendomi che non aveva alcun broncospasmo ma era tosse ("sa signora, esistono tossi senza significato, non per forza deve avere qualcosa")... VABBE', me ne vado di corsa, loro tranquille che non dovevano dare spiegazioni perche' il controllo l'avevano fatto. Dovendo prendere un appuntamento successivo, l'infermiera mi consiglia di venire dalle 12.00 in poi, perche' tanto STO DOTTORE FA COME JE PARE.
Nel frattempo io corro dalla mia pediatra, che gli dà la terapia per l'asma e lo trova con rinofaringite...

Come consigliato, mi presento oggi per le 12.00; inizio della visita ore 13.00 (con nessuno che era prima di me). Nel mentre che eravamo dentro, mio figlio di 4 anni voleva parlarmi e sentirsi rassicurato, perche' la volta prima aveva fatto qui le punturine per l'allergia e se lo ricordava...
Cerco di spiegarglielo, ma il dottore incalza dicendogli: guarda che se non la smetti ti faccio le punture. Mio figlio inizia a piangere.
Bell'inizio della visita...

Patologia trattata
Broncospasmi.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Errata diagnosi

Domenica 5 novembre scorso alle 23.30 circa mi sono recata con mia figlia di 15 anni al PS di pediatria. Accusava dolori forti in basso a destra, poco sopra l'inguine, e nausea. La pediatra in turno le ha prescritto una eco addominale, facendola bere inutilmente visto che ormai gli ecografi non lo necessitano, nonostante la forte nausea. Da lì siamo state rimbalzate a ginecologia per un consulto. Dopo un'altra eco alle ovaie, la ginecologa prescriveva approfondimenti (tra cui i marker tumorali), da fare dove avremmo ritenuto opportuno, anche presso il loro ambulatorio. Pensavamo di andare a casa e rivolgerci al nostro medico di fiducia ma la pediatra, nel frattempo cambiata, chiedeva un consulto chirurgico. Si è presentato il dott. Turrisi che, dopo averla visitata, senza mezzi termini e davanti a mia figlia minorenne, dichiarava che aveva una massa e che era da operare urgentemente. Volevo andare via, ma mi imponeva il ricovero immediato nonostante non ci fossero i posti letto (secondo lui avrei dovuto dormire con mia figlia al PS e il giorno dopo ricoverla al reparto pediatrico). Al mio rifiuto, venivo apostrofata in malo modo, mi veniva dichiarato che non avevo i 15 giorni che servivano per fare gli accertamenti fuori dalla struttura ospedaliera, e non solo ho dovuto firmare la normale prassi per le dimissioni, ma anche un foglio dove mi impegnavo a riportare mia figlia alle 8.00 puntuale l'indomani mattina. Ovviamente non l'ho fatto, visti anche i modi indelicati (mia figlia è minorenne non era necessario che lui si esprimesse in termini di asportazione dell'ovaio). Dopo averla portata dal ginecologo di fiducia, abbiamo scoperto che aveva un corpo luteo, comune a moltissime adolescenti.
Quindi, oltre all'incapacità di leggere un'ecografia, poichè il corpo luteo è liquido mentre una massa tumorale è solida, contesto fortemente l'incapacità dei modi. Non era assolutamente necessario diagnosticare senza mezzi termini la patologia supposta - e non accertata - davanti a mia figlia 15enne.

Patologia trattata
Corpo luteo.

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grande professionalità.

Sabato sera del 17 ottobre 2015. Il pronto soccorso pediatrico era pieno e, nonostante tutto, la dott.sas Antonella Ferraro è riuscita a sopportare con estrema professionalità l'enorme carico di lavoro. Un plauso e un ringraziamento particolare.

Patologia trattata
Pronto soccorso pediatrico: dolori addominali
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Dott.ssa Natale Novella

Sono ormai 5 anni che mia figlia viene seguita dalla dottoressa Natale Novella al reparto di ematologia pediatrica del san Camillo di Roma..
Racchiudo la mia gratitudine in una frase: se in ogni ospedale ci fosse una dottoressa come lei, andrebbe tutto alla grande...
Grazie Novella

Patologia trattata
Sindrome autoimmunitaria.
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
4.0

OTTIMA VISITA

Sabato ho portato mio figlio di 13 mesi al pronto soccorso pediatrico del San Camillo Forlanini ed ho incontrato una dottoressa magnifica e straordinaria, che ha riportato il sorriso a mio figlio, la Dott.ssa Antonella Ferraro.
Ne approfitto per chiedere: qualcuno saprebbe dirmi come poter far curare a lei mio figlio? visita ambulatoriale?

Patologia trattata
Infiammazione virale delle alte vie respiratorie.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Attesa lunga, snervante e inconcludente

Ho portato mia figlia per delle bolle sul corpo. Oltre ad averci messi in isolamento, ci hanno dato un codice bianco e fatto attendere 5 ore, oltretutto senza darci una diagnosi ben precisa, senza sapere cosa dire esattamente e non è la prima volta.

Patologia trattata
Bolle sul corpo - causa non diagnosticata.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Elogio reparto Baccelli Pediatria (e P.S.)

A pochi giorni dalle dimissioni di mio figlio Valerio, mi sento di dover ringraziare di cuore tutto il personale del reparto ma, soprattutto, il Dott. Parenti, la Dott.ssa Miotti, la Dott.ssa Paggi; tutti gli infermieri sempre gentili, disponibili e adorabili con i bambini; il simpaticissimo caposala Roberto che ci ha fatto compagnia con i suoi racconti (mio figlio li ricorda alla perfezione); la Sig.ra Marina (mi sembra di ricordare) che ci portava i pasti e si fermava a scambiare sempre due parole con noi, alla Sig.ra che puliva la stanza con tanta attenzione insomma a tutti. Un grazie anche a tutto il pronto soccorso: efficientissimi, scrupolosi... non so come facciano con tutto il lavoro che hanno!
In conclusione, grazie per aver lasciato un bel ricordo a noi genitori e a mio figlio, che addirittura mi ha detto: "mamma poi un'altra volta ci torniamo?" Ed io: "Magari a trovarli"...
Continuate cosi, buon lavoro.
Marsia (mamma di Valerio)

Patologia trattata
Polmonite lobare sinistra.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Reparto Baccelli

Grazie. Grazie a tutti.
Il reparto Baccelli e il migliore. I medici e le infermiere sono ottimi professionisti. Nicolo adesso sta molto meglio grazie alle vostre cure. Voglio ringraziare in particolare la Dott.ssa Miotti e la Dott.ssa Ferraro per la loro professionalità e disponibilità, ma sopratutto per la dolcezza che mettono nel momento delle visite, dove i piccoli si sentono impauriti
Adriana, la mamma di Nicolo.

Patologia trattata
Polmonite basale sinistra + linfoadenomegalia laterocervicale bilaterale.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Pronto Soccorso pediatrico

Domenica 6 ottobre ho portato mia figlia nel pronto soccorso pediatrico del S.Camillo per una forte enterite, o almeno così sembrava. La dottoressa Tondinelli è stata molto scrupolosa, ha fatto tutti gli esami del caso e ha voluto trattenere la bambina per reidratarla e somministrarle l'antibiotico per una infezione batterica. Grazie dottoressa e grazie a tutto il personale paramedico che hanno trattato mia figlia con dolcezza, senza mai spazientirsi!!!! Grazie di cuore a tutti.
Alessandra Buni mamma di Alessia

Patologia trattata
Sospetta enterite.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Pronto Soccorso pediatrico

Approfittiamo dell’opportunità offerta dal Messaggero per esprimere tutto il nostro apprezzamento, di genitori e di cittadini, al Pronto Soccorso Pediatrico dell’Ospedale San Camillo di Roma.
La scorsa domenica mattina (9 marzo) abbiamo portato la nostra piccola di 6 anni per una sospetta bronchite. Abbiamo avuto in diretta la consapevolezza dettagliata della sofferenza degli esseri umani: quella dei bambini malati e dei lori genitori che devono mostrarsi forti. Ma consapevolezza pure della professionalità, dell'abnegazione, dello spirito di missione dei medici di turno, che hanno visitato la nostra Elena Sofia e non l'hanno dimessa se non certi delle analisi fatte con scrupolo. Pensiamo davvero che l'Italia migliore sia quella sommersa, che rischia di essere travolta dal fetore della cancrena politica. Da quella domenica siamo usciti con le ossa fiacche ma ritemprate di fiducia e, nonostante il diluvio di quella sera a Roma, per noi era spuntato il sole.
Antonio Frate
Marilena Genovese

Patologia trattata
BRONCHITE (focolaio Polmonite).
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ottimo pronto soccorso pediatrico

Siamo arrivati al P.S. con bronchite già diagnosticata a mio figlio di 19 mesi, dato che, nonostante terapia antibiotica e antinfiammatoria, il piccolo presentava febbre per il settimo giorno.
La dottoressa Tondinelli ha prescritto subito gli esami diagnostici del caso, ha cambiato terapia e soprattutto si è mostrata competente, oltre che disponibilissima a offrire tutte le delucidazioni del caso.
Grazie a tutto il personale paramedico, gentili e sempre pronti a sorridere a mio figlio.
Che dire? Grazie: per la prima volta in un pronto soccorso non siamo stati trattati con fretta e freddezza, come se il bambino fosse un numero.
Francesca Minieri, mamma di Antonio Genovese.

Patologia trattata
Bronchite.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

eccellente pronto soccorso pediatrico

Grazie alla professionalità dell'ortopedico (non pediatrico) che ha effettuato la "manovra" al gomito della bimba, nel giro di un'ora la piccola non accusava più dolore.
Ringrazio il personale para medico che addirittura si è messo a giocare con la bimba in attesa del cambio di guardia.
Da premettere che la sera prima eravamo stati al P.S. del Grassi di Ostia, dove l'ortopedico non ha dato alcun peso alla situazione.

Se dovessimo avere ancora bisogno di rivolgerci al P.S. pediatrico, ci ricolgeremmo direttamente al San Camillo, con partenza da Ostia.

Patologia trattata
lussazione al gomito di bimba di circa 20 mesi.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

ottima assistenza al pronto soccorso pediatrico

il mio bambino di 20 mesi è arrivato al pronto soccorso pediatrico del San Camillo dopo che per febbre alta era svenuto, aveva battuto la testa, aveva in seguito smesso di muoversi e di respirare; arrivati in ospedale aveva ripreso a respirare, (aveva vomitato in ambulanza), aveva la pressione altissima (119-95) e sempre la febbre alta.
Durante la mia permanenza in ospedale, ho osservato competenza e sicurezza di medici e infermieri, pur oberati di lavoro (continuavano ad arrivare bambini a ogni ora del giorno e della notte); a mio figlio sono stati fatti tutti gli esami diagnostici necessari sia nell'immediato, che nei giorni successivi; in particolare vorrei ringraziare la dottoressa Tondinelli e la dottoresa Paggi.
Carla Di Paola, mamma di Matteo Cristaudo.

Patologia trattata
Convulsioni febbrili


Altri contenuti interessanti su QSalute