Ginecologia Ospedale Rieti

 
4.1 (8)
Scrivi Recensione
Il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale San Camillo de' Lellis di Rieti, situato in Viale Kennedy, ha come Direttore responsabile il Prof. Felice Patacchiola. Il reparto, dotato di 23 posti letto di ricovero ordinario e day hospital per patologie ostetriche e ginecologiche, garantisce assistenza in sala travaglio, sala parto e sala operatoria ostetrica 24 ore su 24. L’assistenza al parto si avvale delle prestazioni degli anestesisti per l'analgesia peridurale in travaglio. Due giorni la settimana sono dedicati ad attività operatoria ginecologica finalizzata agli interventi maggiori sull’apparato genitale, con particolare riguardo all’uso di tecniche di chirurgia minimamente invasiva: chirurgia vaginale, chirurgia del pavimento pelvico (per problematiche uroginecologiche), laparoscopia, isteroscopia, minilaparotomia. Particolare attenzione è posta alla diagnosi precoce ed al trattamento delle patologie oncologiche ginecologiche. E' garantito il servizio di Interruzione Volontaria della Gravidanza ai sensi della Legge 194/78. Fanno parte dell'equipe dell'unità operativa i dirigenti medici Dr.ssa Daniela Bucari, Dr.ssa Eleonora Candelori, Dr. Pietro Cignini, Dr.ssa Letizia Dini, Dr.ssa Valeria Ebano, Dr.ssa Maria Pia Giorno, Dr. Giovanni Pastore, Dr.ssa Giovanna Rosica.

Recensioni dei pazienti

8 recensioni

 
(4)
 
(1)
 
(3)
2 stelle
 
(0)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
4.1
 
4.3  (8)
 
4.3  (8)
 
3.9  (8)
 
4.0  (8)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti

Ringrazio l'equipe medica, in particolare la dottoressa Daniela Bucari, e tutte le ostetriche ed infermiere per la professionalità, la pazienza e la cura che hanno dimostrato.

Patologia trattata
Leiomioma uterino.
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
3.0

Esperienza negativa

Devo ammettere che il reparto di per sè vanta una buona competenza e cortesia, almeno questo è quello che pensavo, dato che è la seconda volta dopo tante che mi reco in ginecologia e mi ritrovo a scontro con la dottoressa Bucari che, nonostante la gravidanza a rischio e gemellare - e avendo un appuntamento alle nove - non si rispetta l'orario (l'ultima volta ho fatto gli esami a mezzogiorno..) e vedo gente anche senza appuntamento passare avanti.. Dopo di che vengo chiamata e mi si dice che in un ospedale è normale aspettare, ma io in queste condizioni non voglio risentirmi male.

Patologia trattata
Gravidanza.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Non finirò mai di ringraziarli

Cinque anni fa ho partorito mia figlia in questo ospedale: vivo a Roma, ma mi trovavo nei pressi di Rieti per vacanza e avevo deciso di partorire lì.
Il parto tutto bene, poi una rara e grave complicazione: in un tempo che a me è sembrato infinitesimale, da due persone che mi avevano affiancato nel parto, mi sono trovata circondata da tutto lo staff specialistico che necessitava il caso.
Io non avevo ancora capito nulla, non avevo ancora nessun dolore: ho avuto solo il tempo di dirmi "sto morendo".
Mi sono risvegliata circa 5 ore dopo, ancora in stato grave, ma salva.
Salva grazie a loro, per la prontezza e la rapidità di intervento, e di assoluta professionalità, anche di fronte ad una criticità rara.

Nei giorni a venire ho ricevuto cure e anche tanto tanto affetto da tutto il personale, medico e non.

Non amo raccontare quei momenti, ma ogni volta che poso gli occhi su mia figlia (che poteva essere orfana alla nascita) dentro di me ringrazio Dio e tutto il reparto di Ginecologia dell'Ospedale di Rieti.

Patologia trattata
Parto spontaneo con inversione dell'utero.

Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

Esperienza positiva

Sono stata ricoverata per una laparoscopia eseguita dalla dott.ssa Bucari. A parte qualche infermiera insensibile e scorbutica, devo dire che mi sono trovata bene, dai medici alle infermiere, all'anestesista e a tutto il resto. Certo, i locali non sono perfetti, ma a Rieti cos'è perfetto? Comunque un ringraziamento speciale alla Dott.ssa Bucari che, nonostante il suo carattere forte a volte burbero, si è dimostrata professionale, gentile e mi ha accudita come una figlia, rientrando in anticipo dalle sue ferie per accudirmi io avendo avuto una ricaduta dopo l'intervento... Un grazie speciale anche al dottore di turno che c'era quando ho avuto l'urgenza (se non sbaglio dovrebbe chiamarsi Salimbeni...): anche se molto giovane, è stato molto professionale, gentile e sensibile. Insomma, ogni città ha il suo ospedale con i propri pregi e difetti e se non siamo noi cittadini i primi a dar fiducia invece di sputare ogni volta sulla nostra sanità... beh, poi non ci lamentiamo se un ospedale viene chiuso...
Solo una cosa rivedrei proprio...: il cibo, il cui voto è assolutamente negativo. Per il resto però non posso lamentarmi, anzi, grazie a tutti!

Patologia trattata
LAPAROSCOPIA.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

considerazioni sulla assistenza

Personalmente io non ho visto nè umanità, nè sensibilità ma, soprattutto, niente cortesia. Sinceramente io cercavo di fare da sola per non ricevere risposte sgarbate da quelle due infermiere che si trovavano di turno. In una settimana ho trovato solo due infermiere brave e con requisiti.. ma sono troppo poche per un ospedale dove fanno tre turni. Fatevi un esame di coscienza!

Patologia trattata
parto.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

esperienza negativa

Doveva essere un semplice parto. Arrivato il momento il ginecologo era in ferie e non aveva designato un sostituto. L'angiologo di mia moglie aveva prescritto il parto con delle calze contenitive per prevenire possibili trombosi. Mi avevano assicurato di essere in grado di soddisfare la necessità, ma al momento del parto non avevano calze contenitive, mi indirizzano ad altri reparti fino al P.S., ma ovviamente me le negano. consiglio di fasciare le gambe con bende, ma non ne hanno e solito tour per i reparti e solita risposta. Esco in tarda notte e sveglio un farmacista che mi viene ad aprire dal suo letto e mi fornisce diverse paia di calze e bende da pagare solo quelle utilizzate - fidandosi - i giorni a seguire.
Risultato: il parto è avvenuto costringendoci ad una permanenza ulteriore di una settimana e causando danni che a distanza di anni sono ancora visibili (trombosi). Non ho capacità mediche per permettermi di consigliare o meno questo reparto, ma credo che finchè il parto va senza complicanze sono tutti bravi, invece all'insorgere delle prime difficoltà, vuoi per inesperienza, vuoi per ineguatezza, vuoi per incapacità il parto diventa a rischio.
Non voglio spaventare nessuno, ma è sempre opportuno esere informati su quello che succede e su chi abbiamo di fronte.
Cordialità, marco

Patologia trattata
parto.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

reparto efficientissimo

gentilezza, competenza e umanita', questi sono i tre aggettivi per descrivere questo reparto e tutto il personale che vi opera, medico e non!!!

Patologia trattata
parto cesareo.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti

Sono da poco stata dimessa dal reparto dopo aver subito un aborto spontaneo alla 19ma settimana di gravidanza.
Desidero ringraziare tutta l'equipe del reparto per la competenza, la professionalità e l'umanità con cui sono stata assistita durante la mia breve degenza.
Tutta l'equipe del reparto (medici, infermieri ed ausiliari) si è dimostrata professionalmente impeccabile ed eccezionalmente umana, un grazie di cuore per essere riusciti a lenire il dolore della mia terribile esperienza.

Patologia trattata
Aborto spontaneo 19^ settimana di gestazione.


Altri contenuti interessanti su QSalute