Medicina 2 SS. Giovanni e Paolo Venezia

 
4.3 (5)
Scrivi Recensione
Il reparto di Medicina Interna dell'Ospedale SS. Giovanni e Paolo di Venezia, situato in Castello 6776, ha come Direttore responsabile il Dott. BONANOME ANDREA. Il reparto, accorpamento delle ex medicina 1 e 2, si occupa di pazienti affetti da patologie di interesse internistico. Nella maggioranza dei casi il ricovero avviene su indicazione dell'UOC di Accettazione e Pronto Soccorso, cui il paziente può rivolgersi su indicazione del medico di famiglia o, nei casi più urgenti, con accesso diretto o mediante S.U.E.M. (tel. 118). Strutture Semplici afferenti al reparto: UOS Medicina d'Urgenza; UOS Osservazione Internistica. Fanno parte dell'equipe dell'unità operativa i dirigenti medici Benvegnù Michele, Bortoluzzi Cristiano, Busetto Mariateresa, Cecchet Diego, Gottardo Lucia, Moro Ermanno, Nogara Anna, Parisi Roberto, Pianetti Silvia, Piva Anna, Riva Laura Maria, Russo Maria-Anna, Sinisi Francesco (sostituto Del Direttore), Zanella Carlo.

Recensioni dei pazienti

5 recensioni

Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
4.2  (5)
Assistenza 
 
4.2  (5)
Pulizia 
 
4.6  (5)
Servizi 
 
4.0  (5)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Assistenza medica nel reparto dott. Bonanome

Desidero confermare che l'assistenza avuta in questo reparto sia a livello professionale che umano è stata immediata ed ottima. Un ringraziamento a tutto il reparto del Primario dott. Bonanome e dott.ssa Nogara.

Patologia trattata
Embolia polmonare improvvisa.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
1.0

MESI DI PERMANENZA IN OSPEDALE SENZA RISULTATO

Ho una zia in ospedale a Venezia ormai da mesi.
Purtroppo (ma mi riferisco solo alla presente questione) è una suora e le sue consorelle non sono mai state d'accordo nel trasferirla in altro ospedale per questioni logistiche, peraltro comprensibili e legittime.
La zia da anni ha problemi di cistite al pancreas; dalla primavera del 2014 ha cominciato a soffrire di diarrea... in autunno dello stesso anno ha cominciato ad entrare e uscire dall'ospedale: prima per problemi alla cistifellea, poi per insufficienza renale grave (cui ha partecipato/contribuito il suo medico di base che credeva che il suo vomito, sempre più frequente, fosse causato da depressione!), poi per occlusione dell'intestino con conseguente asportazione della parte malata, poi per vomito cronico ed incapacità di mangiare...
Mesi di degenza con qualche giorno a casa per sentirci dire, noi familiari, anche stamattina 27 marzo 2015, che ancora non sanno cosa abbia mia zia, se un morbo raro o un linfoma. Qualche giorno fa le hanno fatto la biopsia per capire di cosa si tratti e nel frattempo la situazione è precipitata e ora mia zia è quasi incosciente, in agonia.
Io non so se gli ospedali funzionino tutti così, con tempi che sembrano biblici tra un esame e l'altro; per di più, mi sembra incredibile che certi esami si debba andarli a fare a Mestre e non a Venezia, che è il capoluogo, con conseguenti spostamenti non indifferenti per il paziente già molto debilitato.
Io ringrazio l'equipe di medici per quello che hanno fatto finora con i mezzi possibili e per quanto faranno nelle poche ore (magari mi stessi sbagliando!) che restano a mia zia, ma mi rimane il dubbio sulla qualità di quanto fatto sinora.
Io sono un professionista, laureato, che ha amici (e parenti) medici e che sa che i medici sono persone/professionisti come tutti gli altri... alcuni sono bravi, altri no; alcuni si laureano bene, altri no. Con questo non voglio offendere nessuno (anche perchè non conosco alcuno dei medici di Venezia).

Patologia trattata
Linfoma o morbo raro.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Medica 2 - Reparto professionale e umano

Vogliamo ringraziare il Reparto Medica 2 del Ospedale Civile di Venezia per l'impegno del Primario Dott. Andrea Bonanome, la Dottoressa Anna Nogara, Dott. Cristiano Bortoluzzi, gli altri Medici, Infermieri ed Operatori del Reparto, nel cercare, riuscendo, di migliorare in maniera significativa il soggiorno di mio marito, nonchè la sua qualità di vita. Dopo esami di routine, trovando due tumori maligni nelle vie biliari, i Dottori hanno mandato Guido all'Ospedale dell'Angelo per trattamento. Sono stati professionali, gentili, disponibili, assolutamente preparati ed attenti alle sue esigenze e sempre pronti a restituire tranquillità a chi è in difficoltà.
Un sogno di Reparto.. Medica 2: BRAVI!

Patologia trattata
Adenocarcinoma delle vie biliari (trattato con chemioembolizzazione).

Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Ottimo reparto

Nel mese di gennaio 2013 ho avuto una trombosi venosa profonda, sono stato visitato dalla dott.ssa Slongo, che è stata molto professionale e chiara nell'esporre la situazione e le cure a cui dovevo sottopormi.
Un grazie anche al dott. Bortoluzzi che mi ha successivamente preso in carico e seguito.

Patologia trattata
Trombosi venosa profonda.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Grazie al reparto di Medicina 2 del Dr. Bonanome

Mia suocera è stata ricoverata due mesi fa presso il reparto di Medicina 2 dell’Ospedale Civile di Venezia.
Aveva notevoli problemi di salute, non tutti risolvibili, data anche l’età.
Abbiamo apprezzato moltissimo, io e mia moglie, la grande professionalità, disponibilità e umanità di tutto il Personale nel cercare di migliorare la situazione della nostra cara.
Ora sta molto meglio, anche se ci vorrebbe un miracolo per guarirla del tutto: non abbiamo chiesto questo, ma abbiamo apprezzato tutto l’impegno profuso dal Dott. Andrea Bonanome e dai suoi Collaboratori, Medici e Infermieri, nel cercare, riuscendoci, di migliorare in maniera significativa il suo stato di salute e la sua qualità di vita.

Patologia trattata
Turbe dell'equilibrio, artrosi e broncopneumopatia.


Altri contenuti interessanti su QSalute