Medicina di Laboratorio Ospedale Cardinale Panico

Medicina di Laboratorio Ospedale Cardinale Panico

 
2.5 (1)
Scrivi Recensione
Il reparto di Medicina di Laboratorio dell'Ospedale Cardinale Giovanni Panico di Tricase in provincia di Lecce, situato in Via San Pio X 4, è una Unità Specialistica non Dipartimentale dei Servizi Diagnostici che svolge attività di laboratorio ed ambulatoriale. Afferiscono all’Unità Operativa Complessa di Medicina di Laboratorio: PROMOLAB, servizio diagnostico per Laboratori Analisi pubblici e privati con l’esecuzione di esami ad alta complessità metodologica e ad alto contenuto tecnologico; PROMOVEQ servizio di valutazione esterna di qualità in Biochimica Clinica, Immunometria, Coagulazione ed Ematologia, tesa alla promozione ed al miglioramento delle prestazioni dei laboratori clinici aderenti.

Recensioni dei pazienti

1 recensioni

Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
1.0  (1)
Assistenza 
 
1.0  (1)
Pulizia 
 
5.0  (1)
Servizi 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
3.0

Operatori negligenti

Vi racconto la vicenda che oggi, 10.08.2017, è successa a mio padre, persona di anni 80 affetta da diabete tipo mellito a seguito del quale ha perso la vista di entrambi gli occhi, e costretto su una sedia a rotelle da 20 anni a seguito di ictus cerebrale:
da aprile di questo anno ha iniziato ad accusare disturbi neurologici tali da ritenere la necessità di una visita neurologica a domicilio, effettuata da un medico il quale prescriveva un elettroencefalogramma, un esame del dosaggio della OX-CB2 (Tolep) e della sodiemia.
Ci siamo recati dal medico di base, il quale prescrive suddetti esami e l'appuntamento è stato dato per il giorno 03.08.2017, portando l'ammalato presso la struttura con mezzo idoneo a spese del paziente. Effettuato il tutto, l'appuntamento per il ritiro dei referti era per il giorno 10.08.2017. Una volta ritirato il tutto e giunti a casa, al momento di contattare il neurologo per concordare la lettura dei referti, ci siamo resi conto che mancava il referto della OX-CB2 quindi, pensando a una mera dimenticanza sulla trascrizione, abbiamo chiamato il laboratorio analisi ricevendo una risposta raccapricciante: in pratica l'operatore rispondeva che l'esame non era stato effettuato in quanto non riportato sull'impegnativa, ma dopo qualche minuto di insistenza al telefono, insistendo di essere sicura di aver letto bene quell'impegnativa, mia sorella riceveva come risposta che l'operatore, al momento dell'inserimento nel sistema informatico degli esami da ordinare al laboratorio, NON CAPENDO TOTALMENTE COSA CI FOSSE SCRITTO SULL'IMPEGNATIVA ,OPTAVA PER IGNORARE LA PARTE DA LUI NON COMPRESA E INSERIRE SOLO QUELLA DA LUI COMPRESA, senza chiedere spiegazioni a mia sorella lì presente.
Questo esame era importante per il medico, al fine di adeguare il dosaggio del farmaco che consente di evitare al paziente le forti crisi che ha giornalmente da vari mesi e che ne stanno compromettendo in quadro clinico.
Quindi per riassumere, invalido come sopra descritto, neurologo a pagamento, mezzo per il trasporto per gli esami a pagamento, secondo prelievo ematico a pagamento e ancora non si sa quando avremo i risultati per poter dare una cura a questa persona.

Buona giornata.
Toni VELLONE

Patologia trattata
CRISI ISCHEMICHE.





Altri contenuti interessanti su QSalute