Oncologia Ospedale Cardinale Panico

 
3.3 (2)
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Oncologia dell'Ospedale Cardinale Giovanni Panico di Tricase in provincia di Lecce, situato in Via San Pio X 4, ha come Direttore responsabile il Dott. Emiliano Tamburini. Il reparto si occupa di impostazioni diagnostiche e terapeutiche complesse e innovative nei pazienti oncologici, in collaborazione con le altre Specialità dell’Ospedale. In regime di ricovero si somministrano terapie particolarmente complesse o lunghe, si accolgono pazienti affetti da tossicità secondaria ai trattamenti in corso o pazienti da sottoporre a monitoraggio e accertamenti diagnostici per sospetto di neoplasia. All'interno del percorso oncologico sono stati attivati gli ambulatori di Cure Palliative Precoci e l'ambulatorio di Psico-Oncologia. E’ prevista l'imminente attivazione dell'ambulatorio di nutrizione oncologica. Fanno parte dell'equipe i dirigenti medici Maria Teresa Elia, Anna Maria D'Amico, Valeria De Simone, Carlo Cazzato.

Recensioni dei pazienti

2 recensioni

Voto medio 
 
3.3
Competenza 
 
4.0  (2)
Assistenza 
 
3.0  (2)
Pulizia 
 
3.0  (2)
Servizi 
 
3.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Attenzione e professionalità

Grande professionalità del Primario e di tutti i collaboratori.
Un atteggiamento moderno nell’approccio del paziente, dinamicità e competenza, attenzione alle esigenze del paziente e collaborazione multidisciplinare tra i medici, fanno di questo reparto un punto di riferimento nelle cure oncologiche.

Patologia trattata
Carcinoma colon.


Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Reparto poco attrezzato

Non parlando del personale medico, ove fortunatamente ci sono anche quelli competenti ed affidabili, il responsabile (bravo o non bravo) non è affatto sensibile con pazienti e parenti.. ci sono modi e modi per dire che una persona ha un cancro e sta per morire.
Poi non ho visto mai un reparto dove all'interno delle stanze si spazza con la scopa...( sarà stato un caso?), quindi immaginate se un paziente ha un tumore al polmone quanta polvere si respira. Inoltre è poco attrezzato, abbiamo chiesto un saturimetro e ci hanno detto che l'ultimo era stato dato ad un paziente, ma vi rendete conto?
E non voglio commentare un episodio sgradevolissimo successo a mio padre un giorno prima di morire. Mi fermo qui è non vado oltre.
P.s. vorrei ricordare che i commenti, positivi o negativi che siano, devono essere costruttivi con la speranza di migliorare le negligenze e gli errori commessi.

Patologia trattata
Glioblastoma multiforme.


Altri contenuti interessanti su QSalute